Emangioma del fegato - tipi, cause, sintomi, diagnosi, trattamento

L'emangioma epatico è una neoplasia misteriosa, le ragioni per cui l'aspetto e la crescita rimangono ancora un mistero per i medici. L'emangioma colpisce circa il 2% della popolazione e negli uomini si verifica meno frequentemente rispetto alle donne: ci sono 4-6 donne per un uomo con emangioma. L'emangioma del fegato può verificarsi a qualsiasi età, ma nella maggior parte dei casi è registrato in persone dai 30 ai 50 anni. Nelle donne, il limite di età si sposta verso il basso: è più probabile che abbia l'emangioma in giovane età e il tumore è generalmente più grande. Gli emangiomi epatici possono anche essere trovati nei neonati, in alcuni casi sono addirittura stati trovati in un feto in crescita! Fortunatamente, gli emangiomi epatici sono sempre benigni; non sono stati notati casi di degenerazione in un tumore maligno.

Cos'è un emangioma epatico e le sue cause

A rigor di termini, l'emangioma è un insieme di vasi che sono tubi endotermici appiattiti, separati da setti fibrosi. Di solito c'è solo un emangioma sul fegato; i casi in cui ce ne sono diversi, sono piuttosto rari. Le dimensioni degli emangiomi possono variare da piccole formazioni sul fegato di 2 mm di dimensioni a giganti superiori a 20 cm, mentre su superficie, l'emangioma del fegato può essere piatto o colloso a causa di lesioni sottocapsulari (ematomi). Uno dei principali segni di emangioma è il colore; è blu-rossastro e distinto dai tessuti circostanti del fegato. I grandi tumori possono essere sul peduncolo. Il lobo destro del fegato è più incline alla formazione di emangiomi rispetto alla sinistra.

Gli emangiomi del fegato possono essere sia cavernosi (diverse grandi cavità con pareti interne di tessuto fibroso), sia in casi molto più rari, capillari (molte piccole cavità, ciascuna delle quali contiene un vaso). Questi ultimi sono molto difficili da diagnosticare - sono così piccoli da non essere visibili durante l'esame.

Le cause dell'emangioma epatico rimangono un mistero per i medici, anche se si presume che i contraccettivi ormonali e gli steroidi possano accelerarne la crescita (non è chiaro, tuttavia, se questi farmaci possano contribuire alla sua formazione). Non è noto neppure se esista una predisposizione ereditaria alla comparsa dell'emangioma epatico; ci sono prove, tuttavia, raro che diverse donne di diverse generazioni in una famiglia avevano emangiomi. Alcuni scienziati ritengono che l'emangioma epatico sia un amartoma congenito benigno (anormalità dello sviluppo dei tessuti). Gli emangiomi possono essere posati fin dall'infanzia e possono verificarsi sotto l'influenza di fattori sconosciuti.

Gli emangiomi della pelle sono molto più comuni di quelli epatici; tuttavia, non è chiaro se influenzino in qualche modo l'esistenza delle loro "sorelle" nel fegato.

Sintomi di emangioma epatico

Di norma, una persona con emangioma epatico non avverte alcun disagio e, inoltre, non richiede trattamento. La presenza di emangioma viene spesso rilevata per caso: durante gli esami preventivi, se si sospettano altre malattie o dopo la morte dell'autopsia. Tuttavia, dopo la diagnosi di emangioma, il disagio psicologico è possibile - una persona può essere spiacevole al pensiero che ci sia un tumore nel suo fegato. Tuttavia, non dovresti aver paura, l'emangioma epatico è un tumore benigno e raramente causa disagio al suo proprietario.

Se i sintomi sono ancora presenti, il più delle volte i pazienti lamentano dolore nell'addome superiore destro. In alcuni casi, l'insorgenza del dolore è spiegata da trombosi, emorragia dovuta alla rottura o compressione meccanica degli organi adiacenti all'emangioma del fegato. In altri casi, la causa del dolore non può essere stabilita. A volte il fegato del paziente viene ingrandito, anche se raramente accade con l'emangioma. I pazienti possono lamentarsi di sentirsi sovraffollati dopo aver assunto una piccola quantità di cibo, nausea, vomito. Di norma, più grande è l'emangioma del fegato, più chiari sono i sintomi - dal 40% delle persone con un emangioma in 4 cm al 90% delle persone con dimensioni dell'emangioma di 10 cm.

Tuttavia, questi segni non sono specifici per l'emangioma epatico e possono essere causati da altre malattie. In ogni caso, con una costante sensazione di disagio e dolore addominale dovrebbe consultare un medico.

Fattori che causano la crescita dell'emangioma epatico

Secondo studi esistenti, l'uso di steroidi e la stimolazione della gonadotropina corionica ovarica umana possono influenzare la crescita dell'emangioma. Nelle donne che hanno ricevuto terapia ormonale sostitutiva, gli emangiomi epatici sono stati trovati più spesso. Un altro fattore di rischio è la gravidanza - nelle donne in gravidanza, gli emangiomi vengono rilevati più spesso rispetto alle donne mai incinte. Si ritiene che l'estrogeno abbia un ruolo qui, il cui contenuto nel corpo di una donna aumenta durante la gravidanza.

Nel 40% dei casi, gli emangiomi epatici aumentano di dimensioni a un ritmo basso fino a 2 mm all'anno. Il tumore in più rapida crescita è nei giovani, non più vecchi di 30 anni, e il più lento di tutti - nelle persone che hanno fatto un passo in più di mezzo secolo. Più grande è l'emangioma epatico, più lentamente cresce.

Emangioma del fegato nei bambini

Uno dei tipi più comuni di tumori in infanzia è l'emangioma. Circa il 5-10% dei bambini all'età di un anno ha emangiomi, che poi nella maggior parte dei casi (80%) non hanno richiesto alcun trattamento e sono passati tranquillamente da soli. Più spesso, tuttavia, gli emangiomi compaiono sulla pelle e sul tessuto sottocutaneo, ma a volte interessano il fegato.

Emangioma epatico in donne in gravidanza

Se a una donna è stato diagnosticato un emangioma e poi è rimasta incinta, aumenta il rischio di complicanze associate a questo neoplasma. Come previsto, una maggiore quantità di estrogeni provoca un aumento dell'emangioma epatico.

In rari casi, un emangioma epatico in crescita può richiedere un trattamento. Una donna può avvertire sintomi come dolore nella zona addominale superiore destra, gonfiore, nausea. Tuttavia, la presenza di emangioma non significa che una donna non possa rimanere incinta; È meglio discutere di questo problema con il medico.

I farmaci che influenzano il livello degli ormoni nel corpo (ad esempio le pillole anticoncezionali) possono causare complicazioni con un emangioma epatico diagnosticato. Ancora una volta, questo problema è meglio discutere con il medico.

Complicazioni di emangioma del fegato

In generale, la prognosi della malattia in una persona con emangioma epatico è molto buona. Mentre non c'erano casi in cui l'emangioma del fegato sarebbe rinato in un tumore maligno. Tuttavia, in alcuni casi, sono possibili complicazioni, a seconda di una maggiore estensione delle dimensioni e della posizione del tumore. Vale la pena notare che questi casi sono molto rari.

Tumore lacerato. In rari casi, i grandi emangiomi cavernosi del fegato possono rompersi da soli o in seguito a una lesione, che può portare a shock vascolare o emoperitoneo (quando il sangue viene versato nella cavità addominale). Un uomo impallidisce, il suo battito cardiaco viene disturbato, la sua pressione sanguigna diminuisce, il sudore freddo appare sulla sua pelle. Se compaiono questi sintomi, dovresti immediatamente cercare assistenza medica di emergenza - questa condizione è pericolosa per la vita e richiede un trattamento immediato.

Sanguinamento intratumorale. Può essere diagnosticata dalla presenza di feci nel sangue, che è apparsa lì come risultato del passaggio dei dotti biliari dal fegato nell'intestino.

Spremitura dei dotti biliari, situata vicino al tumore delle arterie e delle vene. In rari casi, il tumore può restringere il vicino vaso sanguigno, causando un disturbo circolatorio (ad esempio, il gonfiore della gamba viene osservato quando l'emangioma della vena cava inferiore viene bloccato).

Compressione dello stomaco In casi molto rari, l'emangioma epatico può comprimere lo stomaco, prevenendo l'uscita del suo contenuto. Allo stesso tempo, si sviluppano i seguenti sintomi: rapida saturazione con assunzione anche di una piccola quantità di cibo, nausea, vomito, fastidio allo stomaco

Hematobilia. Un'altra patologia rara in cui il sangue penetra nell'intestino attraverso le vie biliari. Una persona può sperimentare il giallo della pelle e delle mucose, l'oscuramento delle urine, lo scolorimento delle feci.

In rari casi, l'emangioma epatico di più dimensioni può richiedere un trattamento chirurgico.

Diagnosi di emangioma epatico

L'emangioma è un grosso problema diagnostico. La diagnosi è complicata dal fatto che possono esserci (e talvolta imitano) altri danni al fegato vicino all'emangioma, sia benigni che maligni. Pertanto, è necessario differenziare l'emangioma da benigni (cisti, adenomi, iperplasia focale dei nodi, ascessi) e tumori maligni (carcinomi, angiosarcoma epatico, metastasi nel fegato).

In alcuni casi, gli emangiomi epatici sono una conseguenza dello sviluppo di altre malattie, ad esempio la sindrome di Klippel-Trenone-Weber o la sindrome di Kazabah-Merritt. Emangiomi epatici multipli sono stati riportati in pazienti con lupus eritematoso sistemico.

Esami in emangiomi del fegato

Durante l'esame obiettivo, è impossibile sondare l'emangioma epatico a causa delle sue piccole dimensioni. Gli esami del sangue, le urine e le feci negli emangiomi del fegato sono completamente normali (sebbene in rari casi si osservino trombocitopenia di grandi dimensioni). Pertanto, per la diagnosi vengono solitamente utilizzati diversi metodi di laboratorio e strumentali, ad esempio ultrasuoni, tomografia computerizzata, risonanza magnetica e arteriografia epatica.

Stati Uniti. Un metodo di esame ampiamente disponibile, non traumatico ed economico. Gli emangiomi epatici sono generalmente ecogeni, ma la mappatura Doppler a colori offre i migliori risultati. Se l'efficacia degli ultrasuoni convenzionali per determinare l'emangioma del fegato è del 46%, quindi con la DDC aumenta al 69%.

Tomografia computerizzata Per l'esame degli emangiomi, è preferibile condurre uno studio con un mezzo di contrasto; l'emangioma epatico può essere correttamente identificato nel 66% dei casi.

Imaging a risonanza magnetica. Come con la tomografia computerizzata, gli emangiomi epatici sono meglio determinati quando un agente di contrasto viene iniettato nel corpo del paziente. Vero, piccoli emangiomi (meno di 2 cm di diametro) nell'immagine sembrano carcinomi o metastasi epatiche, ma in generale, i risultati dell'esame sono molto alti - superiori al 90%. Tuttavia, con la risonanza magnetica, il solito emangioma epatico benigno è facilmente scambiato per un angiosarcoma epatico molto più pericoloso. Una delle sue principali differenze rispetto al normale emangioma epatico è la rapida crescita, quindi il medico può suggerire che il paziente subisca nuovamente una scansione RM in pochi mesi per determinare il tasso di crescita del tumore.

La tomografia computerizzata a emissione di singoli fotoni (SPECT o SPECT) è un'invenzione relativamente recente. A differenza dei sondaggi precedenti, questa tecnica consente di creare immagini tridimensionali. Con esso, è possibile diagnosticare l'emangioma epatico in modo più efficace; Sfortunatamente, la tomografia computerizzata ad emissione non è disponibile ovunque. Durante la diagnosi di emangiomi epatici fino a 2 cm, SPECT dà i risultati migliori.

Arteriografia. Sebbene l'accuratezza diagnostica degli esami non invasivi sopra descritti sia piuttosto elevata, l'arteriografia può essere utile nella diagnosi di alcuni emangiomi. La loro presenza può essere determinata dallo spostamento dei rami dell'arteria epatica, dalla loro estensione e grado di pienezza.

Biopsia. Questo metodo non è raccomandato a causa dell'aumentato rischio di sanguinamento durante l'assunzione di materiale. Se non è chiaro se si tratti di emangioma o carcinoma, si raccomanda di utilizzare una combinazione di tomografia computerizzata e di imaging a risonanza magnetica anziché una biopsia. E solo se i risultati dei sondaggi sono insoddisfacenti, puoi ricorrere a una biopsia.

Trattamento di emangioma epatico

La stragrande maggioranza degli emangiomi epatici di piccole dimensioni non causa sintomi spiacevoli, non richiede trattamento e rimane tale durante tutta la vita del paziente. Gli studi hanno dimostrato che solo uno su 47 pazienti, dopo essere stato riesaminato dopo alcuni anni, l'emangioma epatico è aumentato di dimensioni. Inoltre, non c'erano casi in cui l'emangioma si rigenerava in un tumore maligno. Pertanto, i medici di solito offrono di sottoporsi a un riesame dopo 6-12 mesi dall'individuazione dell'emangioma epatico, per verificare se non è aumentato di dimensioni. Se ciò non accade, di norma il medico consiglia di lasciare tutto così com'è. Non è necessario eseguire il trattamento e non sono necessari ulteriori esami.

Le eccezioni sono i pazienti che soffrono di malattie del fegato, sottoposti a terapia ormonale o rimangono incinta. Inoltre, la condizione dei pazienti con emangioma epatico superiore a 10 cm deve essere monitorata più attentamente; di regola, si raccomanda di controllare le condizioni del loro fegato ogni anno a causa del probabile rischio di sviluppare complicanze.

Terapia farmacologica per l'emangioma epatico

Fino a poco tempo fa, non esisteva un metodo con cui fosse possibile ridurre le dimensioni dell'emangioma epatico con i farmaci. E solo pochi anni fa, i medici hanno scoperto che l'emangioma può essere ridotto con l'aiuto di sorafenib (un farmaco antitumorale, un inibitore della multi-chinasi). Ora i farmaci a base di sorafenib sono attivamente utilizzati nel trattamento delle cellule renali e del carcinoma epatocellulare.

Trattamento chirurgico dell'emangioma epatico

Di norma, viene prescritta un'operazione se l'emangioma provoca la comparsa di sintomi avversi. Sfortunatamente, è difficile determinare se l'emangioma del fegato o qualsiasi altra malattia sia da incolpare (ad esempio, la sindrome dell'intestino irritabile). Succede che dopo l'operazione una persona continua a sentire dolore all'addome; significa che non è stato causato dal fegato emangioma, ma qualcos'altro.

Inoltre, il trattamento chirurgico è indicato se l'emangioma sta crescendo rapidamente o se è impossibile differenziarlo dai tumori maligni del fegato. E, naturalmente, se l'emangioma si rompe, l'emangioma epatico cavernoso, una volta rotto, sanguinerà pesantemente, il che può anche portare alla morte del paziente. Fortunatamente, accade raramente - il rischio di rottura di un grande emangioma epatico è solo del 3,2%.

La prima cosa che un paziente con emangioma rotto del fegato arresta il sanguinamento è legando o embolizzando le arterie epatiche. Non appena il paziente è stabilizzato, viene eseguita la chirurgia dell'emangioma. Sono preferite le tecniche minimamente invasive, ad esempio l'embolizzazione e l'indurimento delle arterie (quindi è più efficace eliminare molti piccoli emangiomi, anche se non scompaiono, sono esclusi da un'ulteriore crescita). La distruzione della radiofrequenza contribuisce anche a fermare la crescita dell'emangioma epatico.

I medici non sono d'accordo sul fatto che sia necessario rimuovere preventivamente l'emangioma epatico di grandi dimensioni. Da un lato, il divario emangioma minaccia la vita del paziente. D'altra parte, la rottura dell'emangioma del fegato si verifica in non più del 3,2% dei casi, mentre la percentuale di complicanze dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'emangioma è più che raddoppiata. Dopo l'intervento chirurgico, il 7% dei pazienti ha sviluppato complicanze, tra cui quelle potenzialmente letali. Di conseguenza, i medici tendono a credere che il trattamento chirurgico debba essere prescritto solo a pazienti con sintomi gravi o gravi complicanze della malattia.

Vita con emangioma epatico

Le persone a cui è stato diagnosticato un emangioma epatico non complicato non hanno bisogno di una dieta speciale, non hanno restrizioni nell'attività fisica - possono continuare a condurre lo stile di vita a cui sono abituate senza alcun danno a se stesse. È vero, se l'emangioma è grande, il medico consiglierà al paziente di evitare attività che promuovono lesioni all'addome superiore destro, dove si trova il fegato.

Emangioma epatico: cos'è, trattamento e cause

L'emangioma del fegato è chiamato tumore benigno, la cui formazione si presenta in qualche modo insolitamente ed in sostanza è il glomerulo di vasi confusi tra loro, sviluppati in modo improprio e formati anche nel periodo embrionale. A questo proposito, la malattia è considerata congenita.

Di solito, come risultato di un sondaggio, viene rilevata la formazione di uno di questi tumori e, in generale, le sue dimensioni non superano i 3-4 cm. La maggior parte dei pazienti non presenta alcun sintomo, quindi non possono assumere per lungo tempo la sua presenza. È estremamente raro avere situazioni che possono innescare un aumento dell'emangioma fino a 10 cm di dimensione, che sarà chiaramente espressa dai sintomi caratteristici. Tali pazienti hanno bisogno di un trattamento obbligatorio.

Cos'è?

L'emangioma epatico è un tumore benigno con una natura piuttosto insolita. In molti casi, questo nome implica un numero di diverse neoplasie vascolari dei tipi blastomatosi e disembrioplastici.

cause di

Un tumore vascolare localizzato nel fegato è chiamato una malattia misteriosa, dal momento che le cause, il suo comportamento e i tassi di crescita non possono essere calcolati e predetti in anticipo. Ma, non guardando il suo "mistero e segretezza", non si sa molto sull'emangioma:

  1. Fegato femminile preferito (nelle donne, questi tumori si presentano 5-6 volte più spesso);
  2. Dei due lobi epatici, seleziona prevalentemente il lobo destro;
  3. Ha un'età "preferita" (20-30 anni);
  4. Come substrato, "cerca" di utilizzare elementi venosi;
  5. Il tumore vascolare trovato nel fegato degli adulti appartiene sicuramente al periodo di sviluppo intrauterino dei suoi "ospiti";
  6. Per qualche motivo sconosciuto, l'emangioma è in grado di crescere, per fortuna non è infiltrativo.

Per determinare la causa esatta della formazione di un tale tumore è estremamente difficile. Tra i principali fattori probabili nella comparsa di emangioma epatico sono i seguenti:

  1. Predisposizione genetica. In questo caso, l'emangioma "non si mantiene in attesa a lungo" e si trova nei bambini dell'infanzia.
  2. Effetto degli ormoni sessuali. Stiamo parlando di ormoni femminili (in particolare, estrogeni), che, secondo gli scienziati, possono provocare lo sviluppo di un tumore benigno del fegato.
  3. Lesioni meccaniche del fegato (contusioni e altro).

Nella maggior parte dei casi, l'emangioma è di taglia singola e piccola, raramente sono tumori multipli e di grandi dimensioni.

classificazione

A seconda della struttura istologica, ci sono 2 tipi di tumori vascolari:

Per la natura della gravità clinica, è possibile distinguere tali specie di emangi, quali:

  1. Forma asintomatica;
  2. Processo tumorale non complicato, ma esiste un quadro clinico tipico;
  3. Emangioma complicato;
  4. Forme gamaniche atipiche sviluppate a seguito di processi patologici concomitanti.

Tali formazioni tumorali sono di solito singole in natura, sebbene vi siano più tumori renali che raggiungono dimensioni molto grandi e spesso coinvolgono i tessuti circostanti nelle oncoprocessi.

sintomi

La diagnosi preliminare si basa sui reclami del paziente, che sono anche segni indiretti di un tumore vascolare localizzato nel fegato:

  1. Senso di compressione dello stomaco, del duodeno e di tutte le strutture adiacenti situate nella zona epatoduodenale;
  2. Dolore sordo e doloroso nell'ipocondrio destro;
  3. L'aspetto di ittero è possibile;
  4. Disturbi dispeptici (feci instabili, flatulenza, nausea, pesantezza allo stomaco dopo aver mangiato);
  5. Raramente, intenso, improvviso dolore, che di solito indica che alcuni eventi si verificano nell'angioma: un attacco di cuore o necrosi del suo tessuto, emorragia nel tumore.

Negli emangiomi del fegato che hanno raggiunto dimensioni pericolose, non è escluso lo sviluppo di sintomi di ipertensione portale e insufficienza cardiaca.

Caratteristiche di sviluppo nei bambini

Le cause degli emangiomi in un bambino non sono note con precisione. Si ritiene che il tumore vascolare si formi nel periodo di gestazione, quando la donna incinta è malata di infezioni durante la posa del sistema cardiovascolare del bambino. Quasi sempre la patologia viene diagnosticata immediatamente dopo la nascita, solo a volte tali tumori benigni compaiono nel primo mese di vita di un neonato. La dimensione dell'emangioma aumenta attivamente di sei mesi, dopo di che la crescita rallenta. A volte può risolversi con l'età, soprattutto se i tumori sono piccoli, quindi non sempre deve essere rimosso.

Quando gli emangiomi sul fegato nei neonati crescono insieme alle briciole, accompagnati da sintomi, è necessario sottoporsi a un ciclo di trattamento, poiché a volte la malattia è pericolosa.

diagnostica

L'emangioma è asintomatico e il paziente inizia a vedere un medico solo quando compaiono dei disturbi. La diagnosi della malattia include:

  • emocromo completo;
  • risonanza magnetica;
  • CT se necessario per chiarire la diagnosi;
  • angiografia per determinare lo stato dei vasi sanguigni in caso di sospetto sviluppo di tumori nel lobo destro del fegato;
  • perforare la biopsia, se necessario, per confermare la diagnosi (ma la diagnosi di un tumore con questo metodo è raramente eseguita, può portare a sanguinamento e complicanze massicci).

Possibili complicazioni

Sebbene gli emangiomi non siano soggetti a malignità, possono avere molte conseguenze pericolose per il paziente:

  1. La sindrome di Kazabach-Merritt è una complicanza pericolosa che causa esito fatale in un terzo dei pazienti. È caratterizzato da trombocitopenia e dimensioni gigantesche di emangioma, all'interno delle quali vi è la coagulazione del sangue, causando disturbi della coagulazione del sangue;
  2. Una rottura può portare a forti emorragie. Lividi, ferite, ecc.;
  3. Insufficienza epatica risultante dallo sviluppo di tumori multipli o di un emangioma gigante che ha sostituito il parenchima renale.
  4. Trombosi tumorale, accompagnata da processi settico purulento e necrosi tessutale.

Trattamento di emangioma epatico

Le persone che hanno identificato questa neoplasia benigna sono raccomandate a riesaminare dopo 3 mesi per valutare la crescita del tumore. Se la crescita dell'emangioma non viene rilevata, il paziente deve ancora esaminare ogni sei mesi, o almeno 1 volta all'anno, per poter osservare il tumore in modo dinamico.

Se non si osserva la tendenza alla crescita dell'emangioma epatico e la sua dimensione non supera i 5 cm di diametro, non è necessario il trattamento. Ai pazienti non vengono prescritti farmaci e anche non c'è bisogno di una dieta speciale.

Ma le situazioni in cui potrebbe essere necessario un intervento chirurgico continuano ancora. Questi includono:

  • rottura del tumore;
  • disagio addominale persistente, peggioramento della qualità della vita del paziente;
  • rapida crescita del tumore (più del 50% all'anno);
  • la dimensione dell'emangioma supera i 5 cm;
  • emangioma di grandi dimensioni e schiaccia gli organi adiacenti, interrompendo il loro lavoro;
  • se i risultati del sondaggio non sono riusciti a stabilire un tumore maligno o meno.

Controindicazioni per l'operazione è:

  • la gravidanza;
  • ematoma epatico;
  • cirrosi epatica;
  • sconfitta di grandi navi;
  • terapia ormonale sostitutiva nel trattamento dei tumori.

È anche poco pratico condurre una biopsia per l'emangioma epatico. C'è un alto rischio di sanguinamento grave che può portare alla morte.

La terapia ormonale richiede una presa delicata, può solo provocare una crescita tumorale, un rapido aumento delle dimensioni. Nominato solo da un medico tenendo conto di molti fattori: l'età, il grado e lo stadio di sviluppo del tumore del paziente, altre patologie interne esistenti.

Medicina popolare

Il trattamento dei rimedi tradizionali per l'emangioma (così come altre malattie) può essere usato solo per gli adulti dopo aver consultato un medico. Efficaci sono:

  • radice di ginseng;
  • calce;
  • cardo mariano;
  • patate;
  • avena;
  • assenzio, ecc.

Cardo mariano viene utilizzato nella raccolta di erba (zampa di gatto, radice nera, tanaceto, achillea, erba di San Giovanni, ciliegio (gambo), calendula, celidonia 3 cucchiai., Farfara - 4,5 cucchiai., Piantaggine - 6 cucchiai.. l.) Gli ingredienti sono misti. Per preparare il brodo, hai bisogno di 1 cucchiaio da tavola della miscela, viene cotto a vapore con 1,5 tazze di acqua bollente e bollito per pochi minuti. Tutto ciò che serve per bere 4 volte in un giorno. Ripeti la procedura per 3 settimane, dopodiché per 2 settimane bevono latte in polvere di cardo 3 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 5 anni.

dieta

Uno dei metodi per mantenere una neoplasia in uno stato stabile è l'organizzazione di una corretta alimentazione nell'emangioma epatico. Questi includono controindicazioni tradizionali per le malattie di questo organo - fritto, grasso, salato. È anche auspicabile escludere:

  • alcol;
  • condimenti piccanti;
  • tuorli d'uovo;
  • funghi;
  • pere;
  • cioccolato;
  • pane fresco;
  • bevande gassate

L'emangioma epatico richiede una dieta. Con una piccola dimensione del tumore, puoi fermare la sua crescita selezionando il menu con prodotti adatti. I nutrizionisti propongono di utilizzare nella dieta quotidiana:

  • pane sotto forma di cracker;
  • verdure, verdure;
  • cereali;
  • agrumi;
  • frutti, ad eccezione delle pere;
  • olio vegetale - girasole, oliva;
  • miele;
  • composta di frutta secca.

Questa malattia non richiede l'aderenza a una dieta rigorosa. Basti escludere dalla dieta quotidiana del paziente "cibi pesanti", e anche cercare di mangiare meno cibi fritti e grassi. Si sconsiglia inoltre di mangiare cibi in scatola e salati.

Emangioma epatico: cos'è, cause, sintomi, rimozione

L'emangioma epatico è considerato uno dei tumori più comuni di questo organo. Solo secondo le indagini, viene rilevato nel 2% degli abitanti della terra e la percentuale di prevalenza reale raggiunge il 7%. L'età media dei pazienti varia tra 30 e 50 anni, le donne tra i pazienti più di cinque volte di più rispetto agli uomini. Ciò è probabilmente dovuto all'azione degli estrogeni ormoni sessuali femminili, che provocano la crescita dei tumori.

L'emangioma è un tumore vascolare, che nella maggioranza assoluta dei pazienti è benigno e non incline alla neoplasia. Un tumore si forma nel parenchima epatico durante lo sviluppo fetale, quando condizioni ambientali sperimentate da una donna incinta influenzano negativamente la formazione di vasi fetali. Di solito è rilevato negli adulti.

In 5-10% di bambini di prima età è possibile rilevarlo nel primo anno di vita, ma, di regola, tali formazioni scompaiono tra 3-4 anni.

Molti ricercatori collocano l'emangioma in una posizione intermedia tra il tumore stesso e la malformazione e varie neoplasie vascolari benigne sono considerate questo tipo di tumori vascolari. La possibilità di ricrescita (recidiva) e l'espansione dell'istruzione nel tessuto epatico (invasione) parla a favore del tumore, ma la frequente molteplicità di tali tumori è più caratteristica della malformazione.

Gli emangiomi sono solitamente asintomatici, sono riconosciuti dalla sua presenza per caso, con un esame ecografico degli organi della cavità addominale. Il flusso asintomatico di piccoli tumori li rende innocui, ma tra le complicazioni, la rottura dei vasi sanguigni e il sanguinamento che possono costare la vita sono possibili.

Cause e tipi di emangiomi epatici

Le cause dell'emangioma epatico non sono conosciute in modo affidabile, ma il ruolo è assegnato ai seguenti fattori:

  • Sesso femminile;
  • Accettazione durante la gravidanza di alcuni farmaci - steroidi, estrogeni, clomifene, gonadotropina corionica umana;
  • la gravidanza;
  • Malformazioni congenite quando l'emangioma epatico si trova in altre sindromi

La vera causa della formazione e della crescita di emangiomi non è stata ancora determinata, e il gene responsabile di questo processo non è stato trovato, sebbene siano stati descritti i casi familiari del tumore.

I tipi di emangiomi sono determinati dalla sua struttura. distinti:

  1. capillare;
  2. Emangioma cavernoso

Il tumore può essere singolo o multiplo. In quest'ultimo caso, il rischio di complicanze è più elevato e il trattamento può essere molto difficile. Un emangioma focale sembra un nodo rosso-bluastro, collinoso o liscio di consistenza morbida. Se premuto, diminuisce, quindi aumenta nuovamente, riempiendo di sangue. Le dimensioni sono in genere entro 1-2 cm e l'emangioma è considerato gigante, superiore a 4-5 cm. Il tumore cresce molto lentamente, ma nelle donne durante la gravidanza può aumentare in modo significativo.

emangiomi multipli nel fegato

Tipicamente, il tumore ha la struttura di un emangioma cavernoso, costituito da molte grandi cavità vascolari riempite di sangue. Tale neoplasia è più spesso solitaria, può raggiungere dimensioni gigantesche e causare vari sintomi di disfunzione epatica e flusso sanguigno sistemico.

L'emangioma capillare è estremamente raro ed è costituito da piccoli vasi di tipo capillare, questa specie cresce più lentamente dei cavernosi, raggiungendo raramente grandi dimensioni. Alcuni esperti dubitano della possibilità di formazione di emangioma capillare nel fegato, considerandola come una malformazione dei vasi.

Depositi di calcio, fibrosi, coaguli di sangue possono essere trovati nella formazione, e con piccole emorragie spesso ripetute, l'emangioma è sclerosato e assume la forma di un nodo grigio denso.

Il tumore può essere localizzato sia nella profondità di un lobo del fegato, sia superficialmente. Succede che va oltre i confini del corpo, comunicando con essa per mezzo di una gamba sottile. Tali tumori comportano un alto rischio di sanguinamento, dal momento che il minimo impatto sulla zona addominale o trauma contusivo causerà la rottura delle sue navi.

Manifestazioni del fegato emangioma

Di solito, l'emangioma è asintomatico, per anni non si fa sentire, ed è rilevato per caso durante l'ecografia o laparoscopia a causa di altre cause. Piccoli emangiomi potrebbero non essere trovati durante la vita del paziente.

Se il tumore raggiunge i 4 o più centimetri, allora circa la metà dei pazienti potrebbe avere lamentele. Devono essere interpretati con estrema cautela e solo dopo un esame approfondito si può stabilire se il tumore provoca realmente sintomi o la causa in altre malattie degli organi dell'apparato digerente. Un terzo dei pazienti dopo l'intervento chirurgico per rimuovere i disturbi da emangioma persiste, che parla a favore della formazione tumorale iniziale asintomatica.

I segni più comuni di un tumore sono:

  • indolenzimento;
  • La sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
  • Nausea, sensazione di pienezza nello stomaco, vomito;
  • Ittero.

Di solito i sintomi più caratteristici sono il dolore e una sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro, associato ad un aumento delle dimensioni del fegato. Il dolore può essere intermittente, di solito è doloroso, non intenso. Quando un emangioma o una trombosi si rompono, il dolore diventa acuto e il paziente necessita di cure mediche di emergenza.

Se l'emangioma è grande e schiaccia gli organi adiacenti della cavità addominale, si osservano segni di disfunzione dello stomaco o dell'intestino (nausea, vomito, dolore addominale). L'ittero è possibile in caso di danno ai dotti biliari o di deflusso biliare alterato dalla cistifellea. Quando la compressione dei grandi tronchi vascolari sviluppa insufficienza cardiaca, gonfiore degli arti inferiori durante la compressione della vena cava inferiore.

Un lungo emangioma asintomatico può causare rotture ed emorragie, quindi i primi segni di un tumore saranno dolore addominale acuto e shock (forte diminuzione della pressione, compromissione della coscienza e funzione degli organi vitali). La massiccia perdita di sangue e l'irritazione del peritoneo da parte del sangue versato rappresentano una minaccia per la vita del paziente e richiedono misure mediche immediate.

In rari casi, con una crescita tumorale diffusa, si può sviluppare insufficienza epatica e nodi giganteschi, nei quali si accumula una quantità significativa di sangue, può provocare una coagulazione del sangue, associata a trombocitopenia e DIC con trombosi caratteristica e sanguinamento (sindrome di Kazabah-Merritt).

diagnostica

È abbastanza difficile sospettare un tumore per la presenza di sintomi, perché molte altre malattie degli organi addominali si manifestano in modo simile. All'esame del paziente non vengono rilevati segni di neoplasia, ma in rari casi di emangiomi giganti, il medico può sondare il fegato ingrossato o addirittura il sito tumorale stesso, sporgendo nella cavità addominale.

Le analisi del sangue generali e biochimiche non mostreranno segni specifici del tumore. Possono mostrare segni di trombocitopenia, una diminuzione del fibrinogeno in caso di tumori di grandi dimensioni che portano una grande quantità di sangue. Quando il dotto biliare viene compresso, è possibile un aumento della bilirubina e, se viene colpito un grande volume del parenchima epatico, si verifica un aumento del livello degli enzimi epatici, che tuttavia si verifica molto raramente. Se il tumore è gigantesco, i segni di un processo infiammatorio possono essere rilevati nell'analisi, ad esempio un aumento della VES.

Il metodo più accessibile e informativo per la diagnosi di emangioma epatico è l'ecografia, che è indolore, innocua e può essere effettuata in pazienti di età diverse, anche in presenza di grave patologia concomitante. L'ecografia può essere completata da doppler e miglioramento del contrasto, che aumenta significativamente la sensibilità e l'efficienza del metodo.

Con l'ecografia, il medico può solo assumere la presenza di emangioma, trovando una formazione omogenea nel fegato con confini chiari. Per chiarire la diagnosi, un paziente è sottoposto a una scansione TC con contrasto dei vasi sanguigni del fegato.

Il metodo di ricerca più informativo e sensibile è la risonanza magnetica, che può essere eseguita anche con l'introduzione del contrasto. Con la risonanza magnetica, è possibile stabilire la dimensione esatta, la localizzazione del tumore, "considerare" la lobulazione della sua struttura e persino i livelli di fluido nelle cavità vascolari, che si formano come risultato della "stratificazione" del sangue stagnante in elementi formati e plasma.

un piccolo emangioma su ultrasuoni (a sinistra) e un grosso tumore su una risonanza magnetica (a destra)

Se durante una scansione TC o RM, un medico riceve informazioni insufficienti, allora un paziente può ricevere uno studio radioisotopico, un'arteriografia e persino una biopsia, che non sono ampiamente utilizzati a causa del rischio di complicazioni pericolose.

trattamento

Non esiste una risposta definitiva su come trattare l'emangioma e se ne valga la pena. Il tumore è benigno e nella maggior parte dei pazienti asintomatico e il rischio di un intervento chirurgico a livello epatico è piuttosto alto.

Il trattamento dell'emangioma non è richiesto se non ci sono sintomi del tumore, il rischio di complicazioni e malignità è minimo, così come la fiducia assoluta nella bontà del tumore.

Le indicazioni per il trattamento possono essere:

  1. La comparsa di sintomi tumorali;
  2. Crescita rapida;
  3. complicazioni;
  4. L'incapacità di eliminare completamente la malignità del tumore.

La complicazione più pericolosa dell'hermanigoma epatico è la sua rottura e sanguinamento. In tali casi, può essere necessaria un'operazione di emergenza, tuttavia è abbastanza pericolosa e la mortalità durante tali resezioni è elevata, quindi è consigliabile prima bendare l'arteria epatica o embolizzarla, e quando le condizioni del paziente si stabilizzano, sarà anche possibile la sezione epatica interessata dal tumore.

La questione della necessità di rimuovere emangiomi giganti non è ancora stata risolta. Alcuni chirurghi sono dell'opinione che la chirurgia sia necessaria a causa della probabilità di una rottura del tumore, ma il rischio di complicanze operative e morte raggiunge il 7%, il che è inaccettabile nei tumori benigni. Inoltre, vari studi dimostrano che il rischio di complicazioni con emangiomi giganti è minimo anche in assenza di qualsiasi trattamento, quindi la dimensione del tumore non dovrebbe essere un motivo per il trattamento chirurgico. La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che l'osservazione di emangiomi anche di grandi dimensioni, che sono asintomatici, è completamente sicura per il paziente. L'osservazione è possibile solo quando non vi è alcun dubbio sulla correttezza della diagnosi di emangioma.

Non esiste una terapia conservativa per eliminare l'emangioma e il suo trattamento principale e più efficace è la rimozione chirurgica. È possibile sbarazzarsi di un tumore enucleare un sito tumorale o una resezione epatica.

Enucleazione significa esfoliazione del tessuto tumorale dal parenchima epatico. Tale rimozione è possibile a causa del fatto che intorno alla pseudocapsula emangioma si forma dal tessuto epatico compatto, e non ci sono dotti biliari lungo la periferia del tumore. Quando l'enucleazione di emangioma, il parenchima dell'organo può essere conservato al massimo, che è considerato un vantaggio rispetto alla resezione. Naturalmente, i tumori localizzati in posizione centrale sono più difficili da schiudere dei nodi sulla periferia dell'organo, l'operazione sarà più lunga e il paziente potrebbe perdere più sangue, ma in generale tale intervento è ben tollerato dai pazienti e offre un minimo di complicanze.

La resezione comporta la rimozione di una porzione di fegato insieme a un tumore. Questa operazione è preferita per i grandi emangiomi e per la loro posizione profonda. Se il medico dubita della qualità del tumore, il paziente mostra anche una resezione.

esempi di resezione epatica

In alcuni casi, un trattamento radicale è impossibile a causa della grave condizione del paziente, la molteplicità di danni al fegato da parte dell'emangioma, la posizione della neoplasia accanto a grandi vasi. L'embolizzazione delle arterie che alimentano il tumore, che diventa il metodo di scelta per questi pazienti, può aiutare il medico.

L'embolizzazione comporta l'introduzione di una soluzione sclerosante (alcool polivinilico) nei vasi tumorali, che sono "sigillati", portando ad una diminuzione della dimensione del tumore. Con emangiomi giganti, l'embolizzazione può essere una fase preparatoria prima dell'operazione pianificata, quando una riduzione delle dimensioni del tumore faciliterà l'intervento imminente.

Distruzione RF di tumori epatici

La ricerca di metodi parsimoniosi di trattamento dell'emangioma continua. Quindi, è stata provata la distruzione a radiofrequenza di un tumore, che può essere eseguita attraverso la pelle o per via laparoscopica. La procedura ha già mostrato buoni risultati. Anche la legatura delle navi che alimentano il tumore può essere molto efficace.

Per i tumori che non possono essere rimossi tecnicamente, la radioterapia può essere prescritta per diverse settimane, dando una riduzione delle dimensioni della neoplasia, dei sintomi e, di conseguenza, il rischio di complicanze.

Il trapianto di fegato è considerato il metodo più radicale di trattamento degli emangiomi inoperabili, ma a causa della complessità della donazione e dell'operazione stessa, è molto raro.

Non esiste una misura preventiva nel caso di emangioma epatico. È importante rilevare un tumore nel tempo e i pazienti con tale patologia necessitano di osservazione dinamica. Quando vengono rilevati nuovi tumori, gli ultrasuoni vengono eseguiti ogni tre mesi durante l'anno. Particolarmente degni di nota sono i pazienti che assumono farmaci ormonali e le donne in gravidanza che potrebbero aumentare ulteriormente l'emangioma. In questo caso, l'ecografia del fegato viene eseguita una volta ogni tre mesi. Per il resto dei pazienti, se non si verifica la crescita del tumore, è sufficiente il monitoraggio ecografico annuale.


Altri Articoli Su Fegato

Colecistite

Epatosi grassa - sintomi e trattamento, dieta, complicanze, prevenzione dell'epatosi del fegato

L'epatosi grassa o l'obesità epatica, la distrofia grassa, è chiamata un processo cronico reversibile di distrofia epatica, che si verifica a seguito di un eccessivo accumulo di lipidi (grassi) nelle cellule epatiche.
Colecistite

Alimenti sani per il fegato

Il fegato di una persona è soggetto a costanti effetti negativi: stress frequenti, malattie, dieta malsana, fattori esterni - tutto ciò lascia un sigillo. Di conseguenza, le prestazioni dell'organo diminuiscono, ci sono problemi con il metabolismo e la capacità di disintossicarsi.