Complicazioni ed effetti della sindrome di Gilbert

A volte dopo una lunga festa con una varietà di piatti, dopo aver consumato bevande alcoliche negli esseri umani, si osserva l'ingiallimento della pelle e dei bulbi oculari. Nella maggior parte dei casi, queste manifestazioni indicano la presenza della sindrome di Gilbert. Di norma, un medico di qualsiasi specializzazione può sospettare la presenza di questa patologia in un paziente il cui tono della pelle è leggermente giallastro.

Qual è la malattia di Gilbert

In realtà, questa malattia è una patologia benigna del fegato di natura cronica, con l'esacerbazione di cui la pelle del paziente e le proteine ​​dei suoi occhi diventano gialle. La malattia ha un'eziologia ereditaria ed è congenita.

Di regola, l'esacerbazione della malattia si verifica in violazione di un determinato stile di vita e comportamento alimentare, in particolare, quando si bevono bevande alcoliche, cibi pesanti, salati, piccanti, fritti o grassi, creando un grave carico per il fegato.

L'ingiallimento della pelle durante l'esacerbazione della malattia è il risultato dell'esposizione al corpo della bilirubina, che si forma dall'emoglobina. La sostanza è tossica, ma un fegato sano e ben funzionante si adatta facilmente, neutralizza e rimuove dal corpo. In presenza della sindrome di Gilbert, il fegato non può filtrare la bilirubina, a causa della quale entra nel flusso sanguigno e si diffonde in quasi tutto il corpo, avvelenandolo e causando conseguenze inestimabili, causando la comparsa di molti sintomi spiacevoli.

Qual è la sindrome di Gilbert pericolosa per il corpo?

La malattia di Gilbert è pericolosa perché in presenza di questa sindrome si manifesta la tossicità della bilirubina.

Di per sé, la malattia non porta a gravi cambiamenti nel fegato, nella struttura dell'organo, che, per esempio, compare quasi sempre in caso di cirrosi e altri disturbi, ma la presenza della sindrome può causare la comparsa di calcoli nella cavità della cistifellea, oltre a provocare l'insorgenza di processi infiammatori. i suoi condotti.

Alcuni medici sostengono che la sindrome di Gilbert non è una malattia, ma non è questo il caso, dal momento che la presenza di questa patologia distrugge in modo significativo la sintesi dei principali enzimi coinvolti nella neutralizzazione di tutti i tipi di tossine. Pertanto, il fegato perde parte delle sue funzioni principali e tale condizione in medicina è chiamata malattia.

Le conseguenze della sindrome di Gilbert hanno molte complicazioni, dato che la neutralizzazione della bilirubina si ferma nel corpo e entra nel flusso sanguigno.

In particolare, entrando in altri organi che non possono neutralizzare la bilirubina, la sostanza provoca cambiamenti nella loro struttura e questo porta a disfunzioni e disturbi.

La conseguenza più grave può essere la penetrazione della bilirubina nel cervello, in conseguenza della quale l'organo perderà alcune delle sue funzioni naturali, che possono portare alla perdita di memoria, riflessi, ritardo mentale o morte.

Nella pratica medica non sono stati osservati casi di penetrazione della bilirubina nel cervello, ma se la malattia di Gilbert è associata a qualsiasi altra patologia del fegato, allora quando la malattia è esacerbata, è impossibile prevedere dove andrà la bilirubina.

Molto spesso, la malattia di Gilbert viene diagnosticata negli uomini, ed è un disturbo molto comune che si manifesta tra i 12 ei 30 anni e che accompagna una persona per il resto della sua vita. Per evitare complicazioni e conseguenze di esacerbazioni di una tale malattia, è molto importante seguire le raccomandazioni del medico.

Se il paziente non segue la dieta, non aderisce a una dieta specifica, non conduce uno stile di vita sano, usa vari farmaci che sono proibiti in questa malattia e può provocare una esacerbazione, può avere un'altra complicanza molto grave (conseguenza).

Di norma, con uno stile di vita poco sano, il paziente sviluppa piuttosto rapidamente un'epatite cronica, che è un'infiammazione cronica e molto persistente del fegato. Se il paziente continua a condurre una vita normale, senza prestare attenzione alle prescrizioni e alle raccomandazioni mediche, la malattia può rapidamente trasformarsi in cirrosi. È importante ricordare che la cirrosi è una distruzione quasi irreversibile del fegato, specialmente in uno stato di abbandono.

Prevenzione delle malattie

È impossibile prevenire l'insorgenza di una tale sindrome, come il suo sviluppo, in qualsiasi modo, dal momento che la malattia viene trasmessa lungo la linea ereditaria attraverso la violazione di determinati geni, cioè, in realtà, è una malattia genetica.

Le misure per prevenire le esacerbazioni della malattia includono:

  • Adeguare la dieta, stilare un menù corretto ed equilibrato, escludendo l'uso di prodotti dannosi per la malattia;
  • L'inclusione nella dieta di una grande quantità di cibo vegetale;
  • È importante rafforzare il sistema immunitario e adottare misure per prevenire l'insorgenza di varie malattie infettive e virali;
  • L'attività fisica eccessiva dovrebbe essere evitata, in quanto ciò può anche innescare un'esacerbazione. Se necessario, il lavoro e l'occupazione dovrebbero essere cambiati;
  • È importante evitare l'uso di stupefacenti, bevande alcoliche in qualsiasi forma;
  • È necessario evitare i rapporti sessuali senza un'adeguata protezione, poiché ciò può portare a un'infezione da epatite, che peggiorerà significativamente la situazione;
  • Dovresti cercare di evitare i raggi diretti del sole, di essere al sole, il meno possibile.

La stessa sindrome di Gilbert non è una malattia pericolosa, ma richiede il rispetto di molte restrizioni e raccomandazioni mediche, che consentono ai pazienti di condurre uno stile di vita normale e completo ed evitare esacerbazioni.

La malattia di Gilbert

Lascia un commento 6.156

Le malattie di natura genetica sono diventate piuttosto comuni, in particolare, e malattie ereditarie del fegato. La sindrome di Gilbert è una di queste malattie. In genetica, questa malattia è chiamata innocua, sebbene la malattia si verifichi a causa di un'anomia eterozigote o di un'anomiasi dei geni del DNA. Un disturbo eterozigote porta ad un metabolismo anormale nel fegato e questa malattia può verificarsi negli esseri umani.

Cos'è questa malattia?

La colemia, la polisindrome familiare o di Gilbert è una patologia benigna associata a una pigmentazione compromessa nel corpo a causa di problemi congeniti del metabolismo della bilirubina nel fegato. Questo complesso di sintomi ha una manifestazione cronica e persistente. Il disturbo è stato scoperto dal medico francese Augustin Nicolas Gilbert. In parole semplici, questa malattia è chiamata ittero cronico. Secondo l'ICD-10, la malattia di Gilbert è il codice E 80.4.

Cause della sindrome di Gilbert

La colemia causa un disturbo del DNA omozigote che viene trasmesso da genitore a figlio. Questo gene è responsabile del legame e del trasferimento della bilirubina nel fegato e, poiché questa funzione è compromessa, si verifica l'accumulo nel fegato e, di conseguenza, la pigmentazione cutanea innaturale. I principali fenomeni clinici sono il giallo della pelle e un aumento del livello di bilirubina nel sangue.

Fattori di stimolazione

Il sintomo di colore giallo potrebbe non manifestarsi per molto tempo. Il resto dei sintomi può anche essere nascosto. Questo complesso di sintomi può non manifestarsi da molto tempo e trasportare, e il legame con la bilirubina avviene normalmente, ma ci sono fattori che provocano la manifestazione di disturbi genetici e aggravano la sindrome. Questi fattori includono:

  • malattie virali, infezioni (con febbre);
  • lesioni;
  • PMS (sindrome premestruale);
  • dieta malsana;
  • eccessivi raggi solari sulla pelle;
  • insonnia, mancanza di sonno;
  • bassa assunzione di liquidi, sete;
  • alto carico sul corpo;
  • situazioni stressanti;
  • eccessivo consumo di alcol;
  • interventi operativi;
  • ricevimento di antibiotici difficili tollerati.
Torna al sommario

Sintomi della sindrome

L'iperbilirubinemia di Gilbert di solito inizia a manifestarsi nell'adolescenza, il più delle volte questa sindrome si manifesta negli uomini. Poiché la malattia è ereditaria, anche i genitori del bambino (o uno di loro) soffrono di questa sindrome. I sintomi principali sono l'ingiallimento della pelle e il bianco degli occhi. Questi fenomeni non sono costanti, poiché l'ittero si manifesta periodicamente, ma è cronico. Anche i sintomi di colemia includono:

  • dolore nella zona del pancreas;
  • disagio addominale (bruciore di stomaco);
  • gusto metallico;
  • rifiuto di mangiare, mancanza di appetito;
  • nausea dal cibo dolce;
  • diarrea, gonfiore, feci molli.

Il numero di persone che soffrono di malattia di Gilbert è molto basso. Le manifestazioni esterne si verificano solo nel 5% dei casi.

Le persone con la malattia di Gilbert possono sperimentare i sintomi caratteristici dell'influenza ordinaria, ad esempio, letargia, sonnolenza, tachicardia, tremori nel corpo (senza la presenza di febbre), arti doloranti. E i fenomeni nervosi, come la depressione, gli stati ossessivo-compulsivi (molto probabilmente dalla paura della patologia). Questa malattia può essere accompagnata da colecistite calcicola (un tipo speciale di colecistite con presenza di calcoli biliari).

Funzionalità nei bambini

Nei neonati, è difficile rilevare l'iperbilirubinemia di Gilbert, poiché solo un bambino nato ha già un colore giallo della pelle e questo è normale. Dopo alcune settimane dalla nascita del bambino, osservano se la loro pelle è tornata allo stato normale o se è rimasta gialla. La sindrome di Gilbert nei bambini si manifesta durante l'adolescenza o per niente durante la vita. La malattia della madre viene anche rilevata passando un'analisi eterozigote o testando la parte omozigote del DNA per le anormalità.

Diagnosi e metodi di rilevamento

Test di colemia

Per confermare la diagnosi è necessario passare un esame del sangue per la sindrome di Gilbert e controllare l'indicatore del livello di bilirubina in esso. Inoltre, un'analisi completa del sangue, delle urine, analisi biochimiche (per ALT, GGT). Assicurati di superare i test in un laboratorio privato, ad esempio "Invitro", perché negli ospedali non è sempre possibile controllare tutti gli indicatori. Questi esami sono necessari per rilevare anomalie nel livello di bilirubina, una possibile condizione patologica del fegato o epatite. Il test della malattia di Gilbert viene eseguito a stomaco vuoto per determinare con maggiore precisione la quantità di bilirubina e il modo in cui devia dalla norma. Solo un medico può distinguere l'ittero ordinario dalla colemia.

Metodi strumentali

I metodi strumentali e di altro tipo per diagnosticare la malattia di Gilbert includono:

  • Ultrasuoni dell'addome nella regione del fegato e della cistifellea;
  • puntura della ghiandola del fegato e campioni bioptici;
  • analisi genetica per la sindrome di Gilbert;
  • Diagnosi del DNA della sindrome di Gilbert;
  • confronto con i sintomi di altre malattie;
  • consultazione con la genetica per confermare la diagnosi.
Torna al sommario

Trattamento della malattia

Il trattamento della sindrome di Gilbert è specifico. Non esiste un modo specializzato per curare una tale sindrome. Correzione di nutrizione, stile di vita, dieta è osservata in caso di malattia di Gilbert. Viene mostrata la frequente osservazione di un gastroenterologo e una visita a un terapeuta familiare. È anche possibile usare rimedi popolari per curare la malattia di Gilbert. Cholemia Gilbert è accompagnato da calcoli biliari e malattie cardiache. Sono provocati da un fallimento vegetativo. È necessario trattare le anormalità secondarie utilizzando compresse con ingredienti naturali, come: "Ursosan", "Corvalol" e simili, senza danni al fegato.

Farmaci per il fegato

Questo disturbo non è in pericolo di vita. Il disturbo eterozigotico è la causa principale della sindrome. Il codice genetico (gene omozigote ed eterozigote), che viene violato nella sindrome, è responsabile solo della pigmentazione e del trasporto della bilirubina nel corpo. È pericoloso solo in combinazione con disturbi acuti del fegato e della cistifellea. Per supportare e correggere la funzione della ghiandola del fegato, è necessario prendere:

  • epatociti (farmaci che proteggono il fegato, come Essentiale);
  • Vitamine del gruppo B;
  • farmaci enzimatici ("Mezim").
Torna al sommario

Trattamento di rimedi popolari

È possibile sbarazzarsi delle manifestazioni della malattia di Gilbert in modi medici, ma influisce sulla salute e aggrava solo la situazione e la manifestazione della malattia. Questo può essere aiutato utilizzando rimedi popolari per sbarazzarsi dei sintomi di ittero e ingiallimento dei tegumenti della pelle. Questi strumenti includono:

  • decotti di varie erbe (calendula, camomilla, rosa canina, immortelle, cardo mariano, cicoria);
  • tè alle erbe, tè verde;
  • l'uso di erbe dalle erbe e l'uso di lozioni per il viso (la tintura più usata di calendula).

Considera alcuni facili decotti per il trattamento e la prevenzione della malattia di Gilbert. Una bevanda di cicoria, la cui radice viene venduta già in forma secca e schiacciata in farmacia. Per prepararlo, versare 2 cucchiaini di cicoria in una tazza e versare acqua bollente. Quindi lasciare riposare per circa 5 minuti e aggiungere il miele. Usalo ogni giorno, senza danni alla salute.

Vassoi e lozioni di decotto di calendula. Questi metodi sono adatti per il trattamento delle manifestazioni della sindrome di Gilbert nei bambini. Prendi un bicchiere di fiori secchi di calendula (compra in una farmacia o raccolto in una zona rurale pulita) e versali con 5 litri di acqua bollente. Circa 20-25 minuti è necessario un decotto da infondere. In un brodo caldo (a temperatura ambiente) bagnare il bambino o preparare lozioni con il brodo.

Dieta e nutrizione

Per liberarsi dei segni della malattia di Gilbert, è necessario cambiare il modo di vivere. Devi mangiare bene, seguire una dieta che aiuta a migliorare il funzionamento del fegato e ridurre il livello di bilirubina libera nel corpo. Vai dal medico e consulta - la prima cosa da fare.

Gastroenterologi e nutrizionisti raccomandano la dieta numero 5.

Dieta 5, è anche una dieta nella sindrome di Gilbert, raccomandata da nutrizionisti e gastroenterologi. Questa dieta è molto complicata e difficile, devi rinunciare a molti cibi. Ma aiuta a sbarazzarsi dei sintomi della sindrome di Gilbert e controlla il livello di bilirubina nel sangue. Per seguire la dieta numero 5, è necessario seguire queste linee guida:

  • Il cibo dovrebbe essere sempre caldo, il cibo freddo è escluso dalla dieta.
  • Non è possibile bere caffè forte, tè e soda fredda, sono escluse anche le bevande con coloranti.
  • Escludere fritto. C'è solo la scrittura bollita o al forno.
  • I cibi molto acidi (limone, mirtillo) sono esclusi anche dai pasti di tutti i giorni.
  • Prova a mangiare spesso e in modo soddisfacente (circa 6 volte al giorno).
  • I cibi e i condimenti piccanti sono esclusi dai pasti quotidiani.
  • Escludere i prodotti contenenti colesterolo dal cibo.
  • Escludere dalle uova di cibo in qualsiasi forma.
  • Non puoi mangiare farina.
  • Assolutamente non bere e fumare.
  • Non mangiare pesce grasso e carne grassa.
Torna al sommario

Cosa è pericoloso: complicazioni e conseguenze

La solita forma (eterozigote o omozigote) di questa malattia non costituisce un pericolo per la vita umana. Il principale pericolo è la genetica e la predisposizione. Una persona che indossa questa sindrome sta trasmettendo ai suoi figli. L'ereditarietà della malattia è l'indicatore principale del suo verificarsi, tuttavia è piuttosto raro. Nella forma complicata della sindrome, l'epatite è possibile, poiché con questa malattia la produzione di alcuni enzimi è disturbata nel fegato.

Prevenzione e prognosi

Se gli indicatori dei test per la bilirubina e gli enzimi epatici sono normali, ma in famiglia qualcuno ha il complesso dei sintomi di Gilbert, è necessario aderire alle misure preventive. Per la prevenzione della polisindrome di Gilbert, lo sport con moderazione, dieta, eliminazione di cattive abitudini dalla vita (alcol, fumo, passività), passando un esame da un gastroenterologo (ogni anno o ogni sei mesi) sono necessari. La nutrizione nella sindrome di Gilbert è la principale misura preventiva.

La sindrome di Gilbert e la gravidanza sono combinati nelle donne che hanno ereditato questa malattia. Quando una donna è incinta, può essere esaminata da un genetista e vedere se è portatrice di un'anormalità genetica che causa ittero familiare. Quanto prima viene rilevato, tanto più facile è eseguire la profilassi nei neonati, nel qual caso è possibile prevenire la manifestazione della sindrome.

I medici danno sempre una buona prognosi per la colemia.

Se consultate un dottore in tempo, conducete uno studio del DNA e il livello di bilirubina nel sangue, potete notare l'ittero di Gilbert in tempo. Le persone con la sindrome di Gilbert dovrebbero cambiare con competenza il loro stile di vita, controllare il loro menu e quindi i sintomi della malattia si ritireranno. L'effetto della prevenzione e del trattamento della colemia compare entro 1-2 settimane, se si seguono tutte le regole e le raccomandazioni.

Cos'è pericolosa la sindrome di Gilbert e cosa si tratta in parole semplici?

La sindrome di Gilbert (malattia di Gilbert) è una patologia genetica caratterizzata da una violazione del metabolismo della bilirubina. La malattia tra il numero totale di malattie è considerata abbastanza rara, ma tra le ereditarie è la più comune.

È stato stabilito dai medici che più spesso tale disturbo viene diagnosticato negli uomini che nelle donne. Il picco di esacerbazione ricade nella categoria di età da due a tredici anni, tuttavia, può verificarsi a qualsiasi età, poiché la malattia è cronica.

Un gran numero di fattori predisponenti, come il mantenimento di uno stile di vita non salutare, un eccessivo esercizio fisico, l'uso indiscriminato di farmaci e molti altri, possono diventare un fattore di partenza per lo sviluppo di sintomi caratteristici.

Cosa c'è in parole semplici?

In parole semplici, la sindrome di Gilbert è una malattia genetica caratterizzata da una ridotta utilizzazione della bilirubina. Il fegato dei pazienti non neutralizza correttamente la bilirubina e inizia ad accumularsi nel corpo, causando varie manifestazioni della malattia. Fu descritto per la prima volta da un gastroenterologo francese, Augustin Nicolas Gilbert (1958-1927) e dai suoi colleghi nel 1901.

Poiché questa sindrome ha un piccolo numero di sintomi e manifestazioni, non è considerata una malattia e la maggior parte delle persone non sa di avere questa patologia fino a quando un esame del sangue mostra un aumento del livello di bilirubina.

Negli Stati Uniti, circa il 3% -7% della popolazione ha la sindrome di Gilbert, secondo il National Institutes of Health - alcuni gastroenterologi ritengono che la prevalenza possa essere maggiore e raggiungere il 10%. La sindrome si manifesta più spesso negli uomini.

Cause dello sviluppo

La sindrome si sviluppa in persone che hanno avuto un difetto del secondo cromosoma da entrambi i genitori nella sede responsabile della formazione di uno degli enzimi epatici - uridina difosfato glucuroniltransferasi (o bilirubina-UGT1A1). Ciò causa una diminuzione del contenuto di questo enzima fino all'80%, motivo per cui il suo compito - la conversione della bilirubina indiretta, che è più tossica per il cervello, in una frazione legata - è molto peggio.

Un difetto genetico può essere espresso in diversi modi: nella posizione della bilirubina-UGT1A1 si osserva un inserto di due acidi nucleici extra, ma può verificarsi più volte. La gravità del decorso della malattia, la durata dei periodi di esacerbazione e il benessere dipenderanno da questo. Il difetto cromosomico specificato spesso si fa sentire, solo dall'adolescenza, quando il metabolismo della bilirubina cambia sotto l'influenza degli ormoni sessuali. A causa dell'influenza attiva su questo processo di androgeni, la sindrome di Gilbert è registrata più spesso nella popolazione maschile.

Il meccanismo di trasferimento è definito autosomico recessivo. Ciò significa quanto segue:

  1. Non c'è alcuna connessione con i cromosomi X e Y, cioè un gene anormale può manifestarsi in una persona di entrambi i sessi;
  2. Ogni persona ha ciascun cromosoma in una coppia. Se ha 2 secondi cromosomi difettosi, la sindrome di Gilbert si manifesterà. Quando un gene sano si trova sul cromosoma associato nello stesso locus, la patologia non ha possibilità, ma una persona con tale anomalia genica diventa portatrice e può trasmetterla ai suoi figli.

La probabilità di manifestazione della maggior parte delle malattie associate al genoma recessivo non è molto significativa, perché se c'è un allele dominante sul secondo cromosoma come tale, la persona diventerà solo una portatrice del difetto. Questo non si applica alla sindrome di Gilbert: fino al 45% della popolazione ha un gene con un difetto, quindi la possibilità di trasmetterlo da entrambi i genitori è abbastanza grande.

I sintomi della sindrome di Gilbert

I sintomi della malattia in esame sono divisi in due gruppi: obbligatorio e condizionale.

Le manifestazioni obbligatorie della sindrome di Gilbert includono:

  • debolezza generale e affaticamento senza motivo apparente;
  • placche gialle si formano nelle palpebre;
  • il sonno è disturbato - diventa superficiale, intermittente;
  • diminuzione dell'appetito;
  • Occasionalmente aree gialle della pelle, se la bilirubina diminuisce dopo una riacutizzazione, la sclera degli occhi inizia a ingiallire.

Sintomi condizionali che potrebbero non essere presenti:

  • dolore muscolare;
  • forte prurito della pelle;
  • tremore intermittente degli arti superiori;
  • sudorazione eccessiva;
  • nell'ipocondrio destro si sente pesante, indipendentemente dal pasto;
  • mal di testa e vertigini;
  • apatia, irritabilità - disturbi del background psico-emotivo;
  • distensione addominale, nausea;
  • sgabelli disturbati - i pazienti sono preoccupati per la diarrea.

Durante i periodi di remissione della sindrome di Gilbert, alcuni dei sintomi condizionali possono essere completamente assenti, e in un terzo dei pazienti con la malattia in questione, sono assenti anche durante i periodi di esacerbazione.

diagnostica

Vari test di laboratorio aiutano a confermare o smentire la sindrome di Gilbert:

  • bilirubina ematica - normalmente, il contenuto totale di bilirubina è 8,5-20,5 mmol / l. Nella sindrome di Gilbert, c'è un aumento della bilirubina totale a causa di indiretta.
  • emocromo completo - reticolocitosi nel sangue (elevati livelli di globuli rossi immaturi) e lieve anemia - 100-110 g / l.
  • analisi biochimica del sangue - zucchero nel sangue - è normale o leggermente ridotta, le proteine ​​del sangue sono entro i limiti normali, fosfatasi alcalina, AST, ALT - sono normali e il test del timolo è negativo.
  • analisi delle urine - nessuna anomalia. La presenza nelle urine di urobilinogeno e bilirubina indica la patologia del fegato.
  • coagulazione del sangue - indice di protrombina e tempo di protrombina - entro i limiti normali.
  • i marcatori dell'epatite virale sono assenti.
  • Ultrasuoni del fegato.

Diagnosi differenziale della sindrome di Gilbert con sindromi di Dabin-Johnson e Rotor:

  • Fegato ingrandito - in genere, di solito leggermente;
  • La bilirubinuria è assente;
  • Aumentate coproporfirine nelle urine - no;
  • Attività della glucuronil transferasi: diminuzione;
  • Milza ingrandita - no;
  • Dolore nell'ipocondrio destro - raramente, se c'è - dolorante;
  • La pelle prurita è assente;
  • La colecistografia è normale;
  • Biopsia epatica: deposizione normale o lipofuscinica, degenerazione grassa;
  • Test di Bromsulfalein: spesso la norma, a volte una leggera diminuzione della clearance;
  • La bilirubina sierica elevata è prevalentemente indiretta (non legata).

Inoltre, vengono condotti test speciali per confermare la diagnosi:

  • Prova con il digiuno.
  • Il digiuno entro 48 ore o la restrizione calorica del cibo (fino a 400 kcal al giorno) porta ad un netto aumento (di 2-3 volte) nella bilirubina libera. La bilirubina non legata è determinata a stomaco vuoto il primo giorno del test e dopo due giorni. Un aumento della bilirubina indiretta del 50-100% indica un test positivo.
  • Test con fenobarbital.
  • L'accettazione di fenobarbital in una dose di 3 mg / kg / die per 5 giorni aiuta a ridurre il livello di bilirubina non legata.
  • Test con acido nicotinico.
  • L'iniezione endovenosa di acido nicotinico in una dose di 50 mg porta ad un aumento della quantità di bilirubina non legata nel sangue di 2-3 volte nell'arco di tre ore.
  • Campione con rifampicina.
  • La somministrazione di 900 mg di rifampicina provoca un aumento della bilirubina indiretta.

Anche confermare la diagnosi consente la puntura percutanea del fegato. L'esame istologico del puntato non mostra segni di epatite cronica e cirrosi epatica.

complicazioni

La stessa sindrome non causa complicazioni e non danneggia il fegato, ma è importante differenziare un tipo di ittero da un altro nel tempo. In questo gruppo di pazienti, è stata notata l'aumentata sensibilità delle cellule epatiche a fattori epatotossici, come l'alcol, i farmaci e alcuni gruppi di antibiotici. Pertanto, in presenza dei suddetti fattori, è necessario controllare il livello degli enzimi epatici.

Trattamento della sindrome di Gilbert

Nel periodo di remissione, che può durare per molti mesi, anni e anche per tutta la vita, non è richiesto un trattamento speciale. Qui il compito principale è prevenire l'aggravamento. È importante seguire una dieta, un lavoro e un regime di riposo, non raffreddare eccessivamente ed evitare il surriscaldamento del corpo, per eliminare carichi elevati e farmaci incontrollati.

Trattamento farmacologico

Il trattamento della malattia di Gilbert nello sviluppo dell'ittero comprende l'uso di farmaci e la dieta. Da farmaci usati:

  • albumina - per ridurre la bilirubina;
  • antiemetico - secondo indicazioni, in presenza di nausea e vomito.
  • barbiturici - per ridurre il livello di bilirubina nel sangue ("Surital", "Fiorinal");
  • epatoprotettori - per proteggere le cellule del fegato ("Heptral", "Essentiale Forte");
  • colagogo - per ridurre il giallo della pelle ("Kars", "Cholensim");
  • diuretici - per rimuovere la bilirubina nelle urine ("Furosemide", "Veroshpiron");
  • enterosorbenti - per ridurre la quantità di bilirubina rimuovendola dall'intestino (carbone attivo, "Poliphepan", "Enterosgel");

È importante notare che il paziente dovrà sottoporsi periodicamente a procedure diagnostiche per controllare il decorso della malattia e studiare la reazione del corpo alla terapia farmacologica. La consegna puntuale dei test e le visite periodiche al medico non solo riducono la gravità dei sintomi, ma mettono anche in guardia da possibili complicazioni, che includono gravi patologie somatiche come epatite e malattia del calcoli biliari.

remissione

Anche se la remissione è arrivata, i pazienti non dovrebbero essere "rilassati" in alcun modo - devono fare attenzione che non si verifichi un'ulteriore esacerbazione della sindrome di Gilbert.

In primo luogo, è necessario condurre la protezione del dotto biliare - questo impedirà il ristagno della bile e la formazione di calcoli biliari. Una buona scelta per una tale procedura sarebbe erbe colagoga, Urocholum, Gepabene o Ursofalk. Una volta alla settimana il paziente deve eseguire il "cieco rilevamento" - a stomaco vuoto, è necessario bere xilitolo o sorbitolo, quindi è necessario sdraiarsi sul lato destro e riscaldare l'area della posizione anatomica della cistifellea con una piastra riscaldante per mezz'ora.

In secondo luogo, è necessario scegliere una dieta competente. Ad esempio, è necessario escludere dal menu prodotti che agiscono come fattore scatenante in caso di aggravamento della sindrome di Gilbert. Ogni paziente ha un tale insieme di prodotti.

cibo

Le diete devono essere seguite non solo durante l'esacerbazione della malattia, ma anche durante i periodi di remissione.

È vietato utilizzare:

  • carni grasse, pollame e pesce;
  • uova;
  • salse e spezie piccanti;
  • cioccolato, pasticceria;
  • caffè, cacao, tè forte;
  • alcool, bevande gassate, succhi di frutta in tetrapack;
  • cibi piccanti, salati, fritti, affumicati, in scatola;
  • latte intero e prodotti caseari ad alto contenuto di grassi (panna, panna acida).

Permesso di usare:

  • tutti i tipi di cereali;
  • frutta e verdura in qualsiasi forma;
  • latticini non grassi;
  • pane, galetny pechente;
  • carne, pollame, pesce non sono varietà grasse;
  • succhi di frutta freschi, bevande alla frutta, tè.

prospettiva

La prognosi è favorevole, a seconda di come la malattia progredisce. L'iperbilirubinemia persiste per tutta la vita, ma non è accompagnata da un aumento della mortalità. I cambiamenti progressivi nel fegato di solito non si sviluppano. Quando assicurano la vita di queste persone sono classificati come un rischio normale. Nel trattamento del fenobarbital o della cordiamina, il livello di bilirubina diminuisce rispetto al normale. I pazienti devono essere avvertiti che può verificarsi ittero dopo infezioni intercorrenti, vomito ripetuto e pasti saltati.

È stata notata un'elevata sensibilità dei pazienti a vari effetti epatotossici (alcol, molti farmaci, ecc.). Forse lo sviluppo di infiammazione nelle vie biliari, calcoli biliari, disturbi psicosomatici. I genitori di bambini che soffrono di questa sindrome dovrebbero consultare un genetista prima di pianificare un'altra gravidanza. Lo stesso dovrebbe essere fatto se un parente viene diagnosticato nei parenti di una coppia che sta per avere figli.

prevenzione

La malattia di Gilbert deriva da un difetto nel gene ereditario. Impedire lo sviluppo della sindrome è impossibile, dal momento che i genitori possono solo essere portatori e non mostrano segni di deviazioni. Per questo motivo, le principali misure preventive sono volte a prevenire riacutizzazioni e prolungare il periodo di remissione. Questo può essere ottenuto eliminando i fattori che provocano processi patologici nel fegato.

La sindrome di Gilbert

La sindrome di Gilbert è una rottura geneticamente determinata del metabolismo della bilirubina che si verifica a causa di un difetto degli enzimi epatici microsomali e porta allo sviluppo di iperbilirubinemia benigna non coniugata. Nella maggior parte dei casi di sindrome di Gilbert si osservano ittero intermittente di gravità variabile, pesantezza nell'ipocondrio destro, dispeptici e disturbi astenovegetativi; può verificarsi subfebrile, epatomegalia, secolo xantelasma. La diagnosi della sindrome di Gilbert è confermata dai dati del quadro clinico, storia familiare, studi di laboratorio e strumentali e test funzionali. Nella sindrome di Gilbert è indicata l'aderenza alla dieta, l'assunzione di enzimi microsomiali, epatoprotettori, erbe coleretiche, enterosorbenti e vitamine.

La sindrome di Gilbert

sindrome (iperbilirubinemia costituzionale, non-emolitico famiglia ittero) di Gilbert è caratterizzata da livelli moderatamente elevati di bilirubina nel siero del sangue ed episodi visivamente manifestati di ittero. La sindrome di Gilbert è la forma più comune di epatite pigmentaria ereditaria. Nella maggior parte dei casi, i sintomi clinici della sindrome di Gilbert manifestati all'età di 12-30 anni. Il loro sviluppo nei bambini in periodo prepuberale e puberale causa l'effetto inibitorio degli ormoni sessuali sulla cessione di bilirubina. La sindrome di Gilbert è prevalente soprattutto tra i maschi. La frequenza della sindrome di Gilbert nella popolazione europea è dal 2 al 5%. La sindrome di Gilbert non porta a fibrosi e di funzionalità epatica anomalie, ma è un fattore di rischio per la malattia di calcoli biliari.

Cause della sindrome di Gilbert

La bilirubina del pigmento biliare, che si forma durante la scomposizione dell'emoglobina dei globuli rossi, è presente nel siero del sangue sotto forma di due frazioni: bilirubina diretta (legata, coniugata) e indiretta (libera). bilirubina indiretta possiede proprietà citotossiche, in particolare che colpisce le cellule del cervello. Nelle cellule epatiche, bilirubina indiretta viene neutralizzata mediante coniugazione con acido glucuronico entra nel dotto biliare e come intermedi escreti attraverso l'intestino e in piccole quantità - urine.

L'interruzione dell'uso della bilirubina nella sindrome di Gilbert è causata da una mutazione del gene codificante l'enzima microsomiale UDP-glucuroniltransferasi. L'inadeguatezza e la parziale diminuzione dell'attività di UDP-glucouronyltransferase (fino al 30% della norma) porta all'incapacità degli epatociti di assorbire ed eliminare la quantità necessaria di bilirubina indiretta. Vi è anche una violazione del trasporto e del sequestro della bilirubina indiretta da parte delle cellule del fegato. Di conseguenza, nella sindrome di Gilbert, aumenta il livello di bilirubina sierica non coniugata, che porta alla sua deposizione nei tessuti e li macchia in giallo.

La sindrome di Gilbert si riferisce a una patologia con una modalità di trasmissione autosomica dominante, per lo sviluppo della quale è sufficiente che un bambino erediti una versione mutante di un gene da uno dei genitori.

Le manifestazioni cliniche della sindrome di Gilbert può essere innescato da digiuno prolungato, la disidratazione, tensione fisica ed emotiva, periodi mestruali (nelle donne), malattie infettive (epatite virale, l'influenza e infezioni virali respiratorie acute, infezioni intestinali), interventi chirurgici, così come da alcol e alcuni farmaci: ormoni (glyukorotikoidov, androgeni, etinilestradiolo), antibiotici (streptomicina, rifampicina, ampicillina), salicilato di sodio, acetaminofene, caffeina.

I sintomi della sindrome di Gilbert

Ci sono 2 varianti della sindrome di Gilbert: "congenita" - manifestata senza precedente epatite infettiva (la maggior parte dei casi) e manifestante dopo epatite virale acuta. Inoltre, l'iperbilirubinemia post epatite può essere associata non solo alla presenza della sindrome di Gilbert, ma anche alla transizione dell'infezione alla forma cronica.

I sintomi clinici della sindrome di Gilbert si sviluppano solitamente in bambini di età pari o superiore a 12 anni, il decorso della malattia è ondulato. La sindrome di Gilbert è caratterizzata da ittero intermittente di gravità variabile - dalla sclera subterterica al giallo brillante della pelle e delle mucose. La colorazione itterica può essere diffusa o manifestarsi parzialmente nella regione del triangolo naso-labiale, sulla pelle dei piedi, sui palmi delle mani, sotto le ascelle. Gli episodi di ittero nella sindrome di Gilbert si verificano improvvisamente, aumentano dopo l'esposizione a fattori provocatori e si risolvono indipendentemente. Nei neonati, i sintomi della sindrome di Gilbert possono presentare somiglianze con ittero transitorio. In alcuni casi, con la sindrome di Gilbert, possono verificarsi uno o più xantelasmi delle palpebre.

La maggior parte dei pazienti affetti da sindrome di Gilbert si lamentano di pesantezza nel quadrante in alto a destra, il senso di disagio nell'addome. disturbi Asthenovegetative osservati (stanchezza e depressione, poco sonno, sudorazione), dispepsia (mancanza di appetito, nausea, eruttazione, gonfiore addominale, disturbi di feci). Nel 20% dei casi di sindrome di Gilbert ha un leggero allargamento del fegato, 10% - della milza può essere osservato colecistite, disfunzione cistifellea, e lo sfintere di Oddi, aumento del rischio di colelitiasi.

Circa un terzo dei pazienti con sindrome di Gilbert non ha lamentele. Con insignificanza e incostanza delle manifestazioni della sindrome di Gilbert, la malattia per lungo tempo può passare inosservata agli ammalati. La sindrome di Gilbert può essere combinata con la displasia del tessuto connettivo - spesso riscontrata nelle sindromi di Marfan e di Ehlers-Danlos.

Diagnosi della sindrome di Gilbert

La diagnosi di sindrome di Gilbert è basata sull'analisi dei sintomi clinici, dati di storia di famiglia, risultati di laboratorio (analisi totale e biochimica del sangue, urine, PCR), i test funzionali (test con la fame, un campione con fenobarbital, acido nicotina), ecografia della cavità addominale.

Quando si raccoglie l'anamnesi, vengono presi in considerazione il genere del paziente, l'età di esordio dei sintomi clinici, la presenza di episodi itterici nei parenti stretti, la presenza di malattie croniche che causano ittero. Alla palpazione il fegato è indolore, la consistenza dell'organo è morbida, potrebbe esserci un leggero aumento delle dimensioni del fegato.

livello di bilirubina totale durante sindrome di Gilbert aumentato dovuto frazioni indirette e varia da 34.2 a 85.5 mmol / l (normalmente non più di 51,3 mmol / L). Altri test di funzionalità epatica biochimica (totale frazioni proteiche e proteine, AST, ALT, colesterolo) con la sindrome di Gilbert, generalmente non sono cambiati. La riduzione del livello di bilirubina nei pazienti trattati con fenobarbital e il suo aumento (50-100%) dopo fame o diete a basso contenuto calorico, e anche dopo l'iniezione endovenosa di nicotinico diagnosi confermano acido sindrome di Gilbert. PCR con sindrome di Gilbert rivela polimorfismo del gene codificante l'enzima UDFGT.

Per chiarire la diagnosi della sindrome di Gilbert, vengono eseguiti gli ultrasuoni degli organi addominali, l'ecografia del fegato e della cistifellea, il sondaggio duodenale, la cromatografia su strato sottile. La biopsia epatica percutanea viene eseguita solo se esistono evidenze che escludano l'epatite cronica e la cirrosi. Nella sindrome di Gilbert, non ci sono cambiamenti patologici nei campioni di biopsia epatica.

sindrome di Gilbert è differenziato con epatite cronica virale e iperbilirubinemia postgepaticheskoy persistente, anemia emolitica, Crigler-Najjar di tipo II, sindrome di Dubin-Johnson e sindrome di Rotor, iperbilirubinemia shunt primario, congenito cirrosi epatica, biliare atresia muove.

Trattamento della sindrome di Gilbert

I bambini e gli adulti con la sindrome di Gilbert, di regola, non hanno bisogno di trattamento speciale. L'importanza principale è data al rispetto della dieta, del lavoro e del riposo. Con la sindrome di Gilbert, gli sport professionali, l'insolazione, l'assunzione di alcool, la fame, la restrizione dei liquidi e i farmaci epatotossici sono indesiderabili. Viene mostrata una dieta limitata agli alimenti che contengono grassi refrattari (carni grasse, piatti fritti e speziati) e cibi in scatola.

Durante l'esacerbazione di sintomi clinici Gilbert sindrome designato tavolo sparing № enzimi 5 e induttori microsomiali - fenobarbital e ziksorin (1-2 settimane di corso con un intervallo di 2-4 settimane) che riducono i livelli di bilirubina. Ricevendo il bilirubina adsorbente carbone attivo nell'intestino e fototerapia, accelerando la degradazione di bilirubina nei tessuti contribuirà a portare dal corpo.

Per la prevenzione di colecistite e colelitiasi di ricezione consigliato erbe coleretica con la sindrome di Gilbert, epatica (ursosan, Ursofalk) Essentiale, Liv-52, coleretico (Holagol, allohol, holosas) e vitamine del gruppo B.

Prognosi e prevenzione della sindrome di Gilbert

La prognosi della malattia a qualsiasi età è favorevole. L'iperbilirubinemia nei pazienti con sindrome di Gilbert persiste per tutta la vita, ma è benigna, non è accompagnata da cambiamenti progressivi nel fegato e non ha alcun effetto sull'aspettativa di vita.

Prima di pianificare una gravidanza, coppie con una storia di questa patologia, è necessario consultare una genetica medica per valutare il rischio della sindrome di Gilbert nella prole. La sindrome di Gilbert nei bambini non è un motivo per rifiutare la vaccinazione profilattica.

La sindrome di Gilbert: perché la bilirubina è elevata, la causa, i sintomi, come liberarsi

Ci sono due possibilità per ascoltare la diagnosi della sindrome di Gilbert: o si è accidentalmente sottoposto a un esame del sangue biochimico e si è riscontrata una bilirubina gravemente elevata, o inizialmente si è lamentato dell'ingiallimento della pelle, della sclera e dell'affaticamento dell'occhio e il medico ha consigliato di controllare il fegato.

Quindi hanno condotto una diagnosi più approfondita e hanno confermato che non era un incidente e che si doveva convivere con questa aumentata bilirubina. Manifestazione del difetto genetico! Cosa fare Dissero di bere ursofalco, di non bere alcolici. Quanto tempo In risposta - silenzio. E ora che il dottore non ha avuto il tempo di spiegarlo e non lo troverà su Internet...

Se non si riesce ad affrontare completamente la situazione, si può sempre adattarsi in modo che la vita sia abbastanza sopportabile. Leggi come ridurre l'effetto della sindrome di Gilbert sulla tua vita!

Probabilità di malattia

La sindrome di Gilbert è una malattia ereditaria associata a un difetto nel gene responsabile della sintesi di epatocita uridina-difosfato glucuroniltransferasi. Di conseguenza, il trasporto intracellulare del pigmento e il suo legame con l'acido glucuronico viene interrotto. Il livello di proteine ​​del sangue non correlate aumenta la bilirubina tossica indiretta. Secondo Toguluv Chandrasekar V., John S. Questa è l'epatite ereditaria più comune con un decorso benigno.

INTERESSANTE! Con questa mutazione del gene, l'enzima non è completamente assente nelle cellule del fegato. La sua quantità è del 20-30% della norma, che è sufficiente per legare la bilirubina in condizioni normali. Solo quando viene aumentato il carico sul fegato, il sistema diventa insostenibile.

Per la forma clinica della sindrome di Gilbert, è necessaria una combinazione di guasti in entrambi i geni ereditati sia dalla madre che dal padre. Nei paesi europei, questo si verifica in media nel 3-9% dei casi (questo è un terzo di tutte le malattie manifestate da ittero). Trasporto di un gene difettoso, che non porta alla forma clinica - 35-40%. (Khodjieva G.S., Navruzov RR).

I sintomi della sindrome di Gilbert

La malattia è caratterizzata da episodi di lieve ittero e ingiallimento della sclera, che sono solitamente associati all'azione di fattori provocatori. Un aumento delle dimensioni del fegato e del dolore nell'ipocondrio destro è insignificante. Il livello di bilirubina nel sangue è aumentato di 2-5 volte, mentre altri parametri di laboratorio rimangono normali.

Sotto l'influenza della luce solare la formazione del pigmento aumenta, quindi l'insolazione non è raccomandata per i pazienti. L'effetto tossico della bilirubina indiretta sul sistema nervoso spiega i sintomi neuropsichiatrici: stati depressivi, disturbi astenovegetativi, disturbi del sonno.

INTERESSANTE! Secondo i dati confermati dal prof. Reisis AR, l'ittero nella sindrome di Gilbert è solo la "punta dell'iceberg" e non è necessario per questa malattia.

Nell'88% dei pazienti (secondo MA Konovalova, 1999), si osservano deviazioni funzionali delle vie biliari di tipo ipocinetico. ie stagnazione. Allo stesso tempo, nella bile, il contenuto di acido colico è 3 volte ridotto e il colesterolo è aumentato. Questi due fattori contribuiscono alla formazione di calcoli.

Fattori di provocazione

Secondo i dati pubblicati nel gennaio 2012 sulla rivista Eur J Pediatr, i seguenti motivi potrebbero provocare una manifestazione della malattia:

- Malattie infettive trasferite

- Alcuni farmaci-agluconi (sulfonamidi, salicilati e altri).

La combinazione di questi fattori porta ad un prolungato aumento del livello di bilirubina indiretta con conseguente sviluppo di malattia del calcoli biliari.

Un'altra conseguenza della sindrome di Gilbert è un aumento della sensibilità degli epatociti ai fattori epatotossici.

Secondo Ye.N. Zhumagaziyev, i pazienti con sindrome di Gilbert con alcol e tossicodipendenza, sottoposti a terapia con determinati farmaci, hanno spesso sviluppato segni di insufficienza epatica.

Cosa fare con la sindrome di Gilbert

Per lungo tempo, la malattia è stata considerata benigna e il trattamento di tali pazienti non è stato effettuato affatto. Oggi gli approcci sono cambiati. Poiché l'assenza di disabilità, il dolore acuto è già una qualità di vita insufficiente. Ognuno di noi vuole essere non solo non molto malato, ma attivo. Dobbiamo lavorare molto e abbiamo bisogno di energia.

La raccomandazione più comune è quella di bere sostanze che influenzano la cistifellea in cicli di 2-3 mesi: ursofalco, ursosan.

Con l'aiuto di prodotti naturali incorporati nella dieta è possibile raggiungere un livello profondo di autoregolazione dello scambio di bilirubina. leggere

Se non fai niente

Gli scienziati negli ultimi anni hanno confutato il mito dell'innocuità della sindrome di Gilbert. Uno studio condotto nel 2009, in cui hanno partecipato 200 pazienti con colelitiasi e colelitiasi e sindrome di Gilbert, ha dimostrato un legame diretto tra queste due patologie. E nel 2010, un meta studio su larga scala di Bach S. ha mostrato un aumento del rischio di calcoli biliari in pazienti con sindromi di Gilbert del 21% (tra gli uomini).

Il secondo rischio è evidente come regola, anche prima della fine della diagnosi. La bilirubina è leggermente neurotossica. Pertanto, il suo aumento è accompagnato da una diminuzione costante di efficienza, aumento irritabilità, spesso - mal di testa.

Il terzo pericolo è l'aumento della formazione di macchie di pigmento nella pelle e negli organi - depositi del "pigmento della vecchiaia" lipofuscina.

Modi per ridurre la bilirubina

Il principio principale del trattamento della malattia di Gilbert è quello di creare le condizioni più confortevoli per il lavoro degli epatociti. Devono essere protetti dai danni causati dalle tossine che vengono assorbite dall'intestino (sostanze chimiche esterne, metaboliti della droga, alcool e prodotti interni: sottoprodotti della digestione degli alimenti).

Ricorda: tutto ciò che hai mangiato e bevuto passa attraverso il fegato. Se in uno stadio precedente - nell'intestino si è in grado di neutralizzare sostanze potenzialmente tossiche o arrestato i processi di decadimento e fermentazione nel colon, allora il carico sul fegato è inferiore e anche l'attività della sindrome di Gilbert è inferiore.

Solo in questo caso, una quantità significativamente ridotta di glucoroniltransferasi è in grado di far fronte al trasporto e alla "lavorazione" della bilirubina.

Pertanto, nel sistema Sokolinsky, la prima cosa è che questa pulizia del corpo viene sempre utilizzata su tre livelli: l'intestino, il fegato, il sangue e la microflora intestinale sono normalizzati.

Soprattutto bisogno di dire su cosa si intende per la pulizia del fegato.

Ovviamente questa non è una tuba. Puoi farlo una volta, ma su base regolare, affatica il fegato, perché è innaturale. La nostra opinione è l'uso di estratti di erbe e la combinazione di ferro e zolfo - questa è una vecchia ricetta megreliana per l'epatoprotettore naturale Life 48 (Margali). L'essenza è in attento supporto del fegato da più parti: affinché la bile sia più fluida e non stagnante, la parete dell'epatocita è stata protetta dai danni, le cellule epatiche sono state ripristinate.

Quindi il carico totale sul fegato è ridotto e gli epatociti sono coinvolti nel metabolismo dei pigmenti del 100%.

Allo stesso tempo! Ed è molto importante non farlo più tardi, ma in un complesso - il processo di digestione nell'intestino migliora, aggiungendo alla dieta di fibre vegetali attive psillio, clorella, spirulina (NutriDetox) e un complesso unico per ripristinare la microflora amichevole con più di 50 anni di storia applicazioni - Unibacter. Serie speciale.

Inoltre, la quantità di fibre vegetali e vitamine, minerali, amminoacidi, che è facile per una persona impegnata ottenere semplicemente includendo Green NutriDetox nella razione giornaliera consente di legare i pigmenti in eccesso in modo pianificato

Il riavvio della microflora è l'investimento di più alta qualità in salute. Poiché l'effetto persiste a lungo. Inoltre, rende possibile stimolare la formazione di vitamine del gruppo B nell'intestino. Di solito, il medico raccomanda un'assunzione aggiuntiva di questo gruppo di vitamine. E perché? Se è possibile sostenere la propria microflora, che è coinvolta nella formazione di vitamine del gruppo B ogni giorno? Un'altra domanda è che il risultato del ricarico della microflora porterà solo se è fatto in combinazione con il supporto del fegato e dell'intestino e la bevanda probiotica di alta qualità per un lungo periodo - 2-3 mesi.

Perché questi rimedi naturali sono inclusi nel sistema Sokolinsky. Dopotutto, questa non è ovviamente una cura per la sindrome di Gilbert...

ESPERIENZA PRATICA! Questo è ciò che distingue fondamentalmente. Troverete su Internet centinaia di articoli scritti da giornalisti in cui scrivono la stessa cosa.

E qui puoi utilizzare i prodotti naturali raccolti nel sistema. Usiamo non solo l'epatoprotettore, ma la cui formula ha un secolo di storia e test in una clinica di fama mondiale (risultati dei test clinici: 48 Margaly Liver), non solo probiotici, ma prodotti specificamente per il sistema Sokolinsky e noi stessi li accettiamo nella famiglia e n. Se vuoi un approccio speciale - usa, poi, dove c'è un'anima, la filosofia e la pratica professionale, e non cercare analoghi nella farmacia più vicina.

Inizia a utilizzare il complesso di pulizia profonda e nutrizione + normalizzazione della microflora!

Cos'altro deve essere corretto nello stile di vita nella sindrome di Gilbert

Diminuzione dell'attività fisica a livello medio (maggiore è il carico, maggiore è la degradazione dell'emoglobina e la formazione di bilirubina).

Esclusione di digiuno, mancanza di liquidi (meno di 1 litro al giorno).

Osservanza della dieta №5 di Pevzner (restrizioni grasso, fritto, salato, piccante).

Naturalmente, un certo numero di erbe medicinali riducono il livello di bilirubina: camomilla, motherwort, erba di San Giovanni, menta, cardo mariano, calendula, rosa canina e altri. Ma devi capire qual è la differenza tra questo approccio e l'idea proposta.

Trascorrere un corso o mantenersi regolarmente?

Tutto dipende dal risultato finale che interessa. La sindrome di Gilbert è associata alla disgregazione genetica ed è improbabile che venga riparata. Pertanto, se è necessario avere prestazioni costantemente elevate, l'uso di corsi brevi non sembra logico. Si tratta di come indossare gli occhiali di tanto in tanto quando la miopia si rovescia.

Quando bevi solo acido ursodesossicolico, erbe con azione epatoprotettiva, vedi un effetto notevole nelle analisi, ma non appena smetti di berlo - in un mese massimo, tutto tornerà.

Quando sostieni il tuo corpo attraverso la catena di scambio di bilirubina (dall'educazione, all'uso nei tessuti, aspirazione inversa nell'intestino), usa il metodo di normalizzazione della microflora, l'effetto non si ferma dopo la fine del corso. Inoltre, nessuno interferisce nel regime alimentare (come il succo di verdura o gli smoothies) per continuare a bere periodicamente NutriDetox, fornendo una digestione di alta qualità, supporto per il livello di vitamine e minerali.

Provalo! Ti piacerà questo approccio.

Influenzare le cause! C usando la pulizia delle tossine e ricaricando la microflora, inizia a migliorare il benessere

Qui potrete conoscere un sistema di promozione della salute molto conveniente con l'aiuto di prodotti naturali, che sono sufficienti per aggiungere alla dieta abituale.

È stato sviluppato dal famoso nutrizionista russo Vladimir Sokolinsky, autore di 11 libri di medicina naturale, membro dell'Associazione Nazionale dei Dietologi e Dietologi, della Società Scientifica di Elementologia Medica, dell'Associazione Europea di Medicina Naturale e dell'Associazione Americana dei Praticanti Nutrizionisti.

Questo complesso è progettato per una persona moderna. Concentriamo la nostra attenzione sulla cosa principale - sulle cause della cattiva salute. Fa risparmiare tempo. Come sapete: il 20% degli sforzi calcolati esattamente porta l'80% del risultato. Da questo ha senso iniziare!

Per non trattare separatamente ogni sintomo, inizia con la pulizia del corpo. Quindi elimini le cause più comuni di malessere e ottieni risultati più velocemente.
Inizia con la pulizia

Siamo impegnati tutto il tempo, spesso interrompiamo la dieta, soffriamo dei più alti carichi tossici a causa dell'abbondanza di chimica in giro e siamo nervosi.

Una digestione compromessa porta all'accumulo di tossine e avvelena il fegato, il sangue, squilibra il sistema immunitario, gli ormoni, apre la strada a infezioni e parassiti. L'esenzione dalle tossine, il ricaricamento della microflora amichevole e il sostegno della corretta digestione forniscono un effetto complesso.

Questo sistema è adatto a tutti, è sicuro, semplice da eseguire, basato sulla comprensione della fisiologia umana e non ti distrae dalla vita ordinaria. Al bagno non sarai legato, in poche ore non dovrai prendere nulla.

"Il sistema di Sokolinsky" - ti offre una comoda opportunità per influenzare le cause e non solo per affrontare il trattamento dei sintomi.

Migliaia di persone dalla Russia, dal Kazakistan, dall'Ucraina, da Israele, dagli Stati Uniti, dai paesi europei hanno usato con successo questi prodotti naturali.

Il Centro Sokolinsky di San Pietroburgo "Health Recipes" è attivo dal 2002, il Centro Sokolinsky a Praga dal 2013.

I prodotti naturali sono realizzati appositamente per l'uso nel sistema Sokolinsky.

Non una medicina

Sempre - complesso!

"Il complesso di pulizia profonda e nutrizione + normalizzazione della microflora" è universale e molto conveniente in quanto non distrae dalla vita di tutti i giorni, non richiede legami con la toilette, è occupato in ore e opera sistematicamente.

Consiste di quattro rimedi naturali che purificano sequenzialmente il corpo e supportano il suo lavoro a livello di: intestino, fegato, sangue e linfa. Ricezione entro un mese.

Ad esempio, dal tuo intestino o sostanze nutritive possono essere assorbite, o "blocchi" tossine, prodotti di infiammazione a causa di intestino irritabile.

Pertanto, il "Complesso di pulizia profonda e nutrizione" aiuta innanzitutto a normalizzare la digestione del cibo ea stabilire una calma quotidiana delle feci, mantiene una microflora amichevole, crea condizioni sfavorevoli per la riproduzione di funghi, parassiti e Helicobacter. Responsabile di questa fase è NutriDetox.

NutriDetox è una polvere per la preparazione di un "cocktail verde", non solo pulisce a fondo e lenisce la mucosa intestinale, ammorbidisce e rimuove i blocchi e le pietre fecali, ma fornisce allo stesso tempo un ricco set di vitamine, minerali, proteine ​​vegetali, clorofilla unica con antiinfiammatoria e immunitaria modulante. effetto anti-invecchiamento.

Devi prenderlo una o due volte al giorno. Basta diluire in acqua o succo di verdura.

Ingredienti NutriDetox: polvere di semi di psillio, spirulina, clorella, inulina, enzimi della pianta papaina, microdose di pepe di Cayenna.

Al livello successivo, il fegato 48 (Margali) supporta l'attività enzimatica e attiva le cellule del fegato, ci protegge dalla penetrazione delle tossine nel sangue, riduce i livelli di colesterolo. Migliorare le prestazioni degli epatociti aumenta immediatamente il livello di vitalità, supporta l'immunità, migliora le condizioni della pelle.

Fegato 48 (Margali) è una ricetta segreta Megreliana per erbe in combinazione con solfato di ferro, che è stato testato da esperti di medicina classica e ha dimostrato che è davvero in grado di mantenere la corretta struttura della bile, l'attività enzimatica del fegato e del pancreas - per pulire il fegato.

È necessario assumere 1 capsula 2 volte al giorno durante i pasti.

Principi attivi: cardo mariano, foglie di ortica, grandi foglie di piantaggine, solfato ferroso, fiori di immortelle sabbiose, estratto di cardo mariano.

E già completamente unico in profondità rende questo complesso il terzo livello di purificazione - l'uso di Zosterin ultra 30% e 60%. Le tossine dal sangue e dalla linfa vengono rimosse a questo livello. Gli emuntori naturali possono neutralizzare sostanze tossiche da residui di cibo e farmaci, tossine interne derivanti da digestione di scarsa qualità, allergeni, prostaglandine, istamina, prodotti di scarto e batteri patogeni, virus, funghi, parassiti.

Dai primi giorni riduce il carico tossico e aiuta a ripristinare l'autoregolazione dei sistemi immunitario ed endocrino.

L'effetto della zosterina sui metalli pesanti è così ben studiato che anche le linee guida metodologiche per il suo utilizzo in industrie pericolose sono state approvate ufficialmente.

È necessario prendere Zosterin solo nei primi 20 giorni, primi dieci giorni per 1 polvere 30%, poi altri dieci giorni - 60%.

Struttura: Zosterin - un estratto di un'erba marina di uno zoster a marina.

Il quarto componente del metodo è un complesso di 13 ceppi probiotici di batteri benefici Unibacter. Serie speciale. È incluso nel sistema Sokolinsky, poiché il ripristino della microflora - rebioz è una delle idee più moderne sulla prevenzione del cosiddetto. "malattie della civiltà". La corretta microflora intestinale può aiutare a regolare i livelli di colesterolo, zucchero nel sangue, ridurre la risposta infiammatoria, proteggere il fegato e le cellule nervose dai danni, aumentare l'assorbimento di calcio e ferro, ridurre le allergie e l'affaticamento, fare sgabelli quotidiani e calmi, regolare l'immunità e avere molte altre funzioni.

Applichiamo i probiotici con forse l'effetto più profondo sull'organismo nel suo insieme, la cui formula è stata testata per decenni.

L'obiettivo dell'intero programma è eliminare le cause profonde di cattiva salute, ripristinare l'autoregolamentazione, che quindi sarebbe facile mantenere una dieta sana e uno stile di vita corretto. E usando il complesso, agisci simultaneamente in diverse direzioni per sostenere la tua salute. È ragionevole e redditizio!

Quindi, per 30 giorni, esegui la pulizia su tre livelli contemporaneamente: intestino, fegato, sangue, rimuovi le tossine e attiva gli organi più importanti da cui dipende il tuo benessere.

Sul sito troverai ancora più informazioni. Maggiori informazioni su questo straordinario sistema di pulizia del corpo!


Articolo Precedente

Resezione epatica

Altri Articoli Su Fegato

Cirrosi

Come aiutare il fegato a guarire a casa?

Quando si trasferisce una grave malattia epatica o a causa di un prolungato trattamento farmacologico, è necessario un urgente ripristino delle cellule del fegato - un organo vitale che svolge molte funzioni nel corpo umano.
Cirrosi

Come si trasmette l'epatite B: le principali vie di infezione

L'epatite B è una malattia infettiva di natura virale. Il virus HBV appartiene alla famiglia dei gepadnovirus che causano molte malattie del fegato.