Spostamento dei leucociti

Lo spostamento nella formula dei leucociti indica cambiamenti nell'equilibrio dei leucociti e in una direzione diversa. I leucociti sono divisi in 5 tipi in sé stessi: la determinazione del rapporto di ciascuna specie e il loro numero consente di specificare la diagnosi e determinare le cause delle malattie.

Qual è la formula dei leucociti

La formula dei leucociti è la percentuale di leucociti (globuli bianchi) rispetto alla quantità totale di sangue, presentata in percentuale. Questo rapporto è determinato durante l'analisi del sangue.

Grazie al leukoram, gli esperti possono fare una diagnosi, fare una previsione sul tipo e sullo stadio del corso attuale e successivo della malattia. È anche possibile calcolare la probabilità di recupero in un particolare ciclo di trattamento, se necessario, cambiarlo.

Emocromo completo è raccomandato per la consegna 1 volta all'anno. Se c'è una malattia acuta e grave nel corpo, allora ci può essere un aumento della donazione di sangue. In questo caso, la regolarità della consegna dipende dalla necessità e dal decorso della malattia.

Principalmente le indicazioni per il test sono malattie di origine virale, fungina o infettiva. Inoltre, il sangue viene donato nella patologia del fegato, dei reni, del cuore, della milza, così come l'osso e il cervello. Possibile prelievo di sangue dopo gravi danni al corpo o prima dell'intervento.

All'interno della formula dei leucociti, vengono determinate le proporzioni tra tutti i tipi di leucociti. In totale ci sono 5 tipi, ognuno ha le sue caratteristiche e sfere di influenza:

  • Linfociti. Il loro compito principale è la qualità del sistema immunitario. I linfociti B sono anche separati in se stessi e influenzano la secrezione di anticorpi, che sono necessari quando corpi estranei entrano nel corpo e creano anche una memoria immunitaria. I linfociti T agiscono come una misura contro le cellule tumorali, così come alcuni organismi di terze parti.
  • Monociti. Grazie all'azione dei monociti, si ottiene l'assorbimento di cellule estranee, il processo è chiamato fagocitosi. In realtà, sono responsabili di una delle funzioni del sistema immunitario, aiutano a recuperare i tessuti danneggiati o malati più facilmente.
  • Eosinofili. Questi leucociti sono coinvolti nel determinare la risposta del corpo agli stimoli. Agiscono come una funzione protettiva antiparassitaria. È a causa di queste sostanze che si verificano allergie, dal momento che viene prodotta l'istamina;
  • Basofili. Hanno un ruolo specifico, sono usati come trasporto per monociti e neutrofili. Grazie a questo componente, si forma la funzione fagocitaria del corpo. Responsabile anche della reazione agli allergeni.
  • Neutrofili. Questi componenti sono una delle funzioni componenti dell'assorbimento di oggetti estranei. Inoltre, i neutrofili stimolano la produzione di sostanze che combattono i batteri. Di solito lo spostamento del leucogramma è dovuto a questi componenti.

I metodi per determinare la quantità e la percentuale di un singolo tipo di globuli bianchi possono essere diversi. In totale ci sono 2 modi principali, ognuno ha le sue caratteristiche:

  1. Il primo metodo consiste nel posizionare centinaia di cellule al microscopio e contare ogni componente. Il vantaggio del metodo è la sua grande informatività, dal momento che è possibile separare i neutrofili segmentati e quelli nucleari segmentati. La mancanza di un numero limitato del campione in studio è realistico per contare in duecento cellule, ma non di più.
  2. Il secondo metodo è più semplice da eseguire, la procedura è automatica. L'attrezzatura utilizzata è un analizzatore ematologico in grado di contare i leucociti in 2000 cellule. Inoltre, la maggior parte degli analizzatori non tiene conto della differenza tra i neutrofili.

Per le persone di età superiore ai 16 anni, le tariffe normali saranno:

  • Linfociti - 19-37%;
  • Monociti - 3-11%;
  • Neutrofili giovani - 1-6%;
  • Neutrofili maturi - 47-72%;
  • Basofili - 0-1%;
  • Eosinofili - 0,5-5%.

Il corpo di bambini e adulti è significativamente diverso, che dovrebbe essere considerato quando leukogramma.

Il corpo dei bambini presenta alcune differenze significative nelle prestazioni, mentre il corpo sta attraversando diverse fasi di un cambiamento fondamentale nel contenuto dei leucociti. Il processo di ricostruzione del sangue direttamente è associato alla trasformazione del corpo e ai cambiamenti nei livelli ormonali, ma in generale il processo non è stato studiato abbastanza. Per lo più i cambiamenti sono noti dopo la nascita e i maggiori cambiamenti nella pubertà.

Per un neonato, la formazione di un gran numero di leucociti è insolita, di solito ce ne sono pochi, e nel periodo del primo anno di vita il loro numero aumenta rapidamente. Nei primi 3 anni di vita, il rapporto tra corpi bianchi può cambiare significativamente, principalmente per ragioni esterne, ma spesso si verificano cambiamenti dovuti alla crescita attiva. In futuro, il rapporto sarà normalizzato e subirà cambiamenti significativi durante la pubertà.

Motivi per il turno

Per uno studio qualitativo dell'analisi, è necessario valutare costantemente il rapporto tra diversi tipi di leucociti. Inizialmente, è necessario stimare il rapporto tra ogni singola specie e la quantità totale. Viene anche fatto un confronto con i sintomi e il tipo di malattia.

Considera le ragioni principali per l'aumento e la diminuzione di ciascun leucocita:

  • I linfociti elevati possono indicare malattie batteriche e virali: influenza, varicella, tubercolosi, epatite. Può anche indicare lo stadio iniziale di AIDS, herpes, cancro dei linfonodi e midollo osseo, tubercolosi, sifilide, una milza remota, gravidanza, l'uso di alcuni contraccettivi orali, stress, cattive abitudini, avvelenamento.
  • Diminuzione dei linfociti: insufficienza epatica e renale, fasi tardive dell'AIDS, lupus eritematoso, sindrome di Itsenko-Cushing, linfogranulomatosi, eczema, forte esposizione alle radiazioni, dermatite, immunodeficienza, malattie del sistema autoimmune, chemioterapia.
  • Un aumento dei monociti è provocato da: forme acute di lesioni batteriche, virali e fungine, sifilide, tubercolosi, malattie autoimmuni, alcuni tipi di cancro, leucemia, infezioni parassitarie, nei bambini possono cambiare quando si cambiano i denti, nelle ragazze con mughetto, avvelenamento da cloro.
  • Diminuzione dei monociti: malattie con manifestazioni purulente, anemia, malattie degli organi che formano il sangue, esposizione alle radiazioni, chemioterapia, stress, malnutrizione, trattamento con glucocorticosteroidi, dopo il parto.
  • Aumento degli eosinofili: malattie allergiche, dermatiti, malattie gastrointestinali e polmonari, eczema, malattie parassitarie, ciclo mestruale precoce, sindrome di Lefler, alcuni tipi di cancro, oncologia, accompagnata da necrosi, immunodeficienza, sovradosaggio con aspirina o iodio, terapia antibiotica, congelamento e ustioni.
  • Riduzione degli eosinofili: stress, shock, sonno disturbato, postinfarto, gravidanza, parto, malattie batteriche, appendicite, ustioni, periodo post-chirurgico, uso di corticosteroidi.
  • Elevazione del basofilo: carenza di ferro, colite, ulcera, varicella, diabete, anemia, leucemia, mixedema, avvelenamento, allergie, terapia ormonale, stadio iniziale delle mestruazioni, avvelenamento.
  • Abbassamento del basofilo: infezione acuta, polmonite, ipertiroidismo, tumori che producono ormoni, ipertiroidismo, grave reazione allergica, stress, esercizio fisico, esaurimento del corpo, gravidanza precoce, terapia con corticosteroidi, bassa esposizione alle radiazioni.
  • Neutrofili aumentati: infezione da batteri, infarto, pancreatite, peritonite, ustioni, formazione di focolai di necrosi, cancrena, sepsi, salmonellosi.
  • Diminuzione dei neutrofili: arganulocitosi, infezione da batteri, virus, principalmente di forma cronica, cancro del midollo osseo, danni da radiazioni, uso di citostatici, intossicazione alimentare con cereali deteriorati.

Spostamento del leucogramma a destra

Shift è considerato un cambiamento nell'atteggiamento dei neutrofili giovani e maturi. Lo spostamento ha la forma di una scala, una linea che inizia con il giovane (a sinistra) e raggiunge il maturo (a destra). Quindi, spostare la formula verso destra significa la predominanza dei neutrofili maturi segmentati.

Un aumento del numero di cellule mature indica una leucopoiesi debole o inefficace (la procedura per la produzione e la maturazione delle cellule). Lo spostamento a destra indica l'inibizione del rinnovo del sangue e, a causa di ciò, non è in grado di funzionare correttamente.

Lo spostamento dell'atteggiamento verso destra indica la debolezza della funzione protettiva del corpo, cioè l'immunità non è in grado di resistere completamente al danno batterico. Anche il sequestro da parte delle pareti dei vasi è inibito. Possibile formazione di una mancanza di eosinofili o linfociti.

Le ragioni del cambiamento sono molteplici, con questa diagnosi che viene eseguita non solo sulla base di un esame del sangue, vengono effettuati esami aggiuntivi. Le cause più comuni sono:

  1. malattie dei reni, milza e fegato;
  2. infusione di sangue da donatore;
  3. malattia da radiazioni;
  4. anemia di varie eziologie;
  5. malattia da radiazioni;
  6. la chemioterapia;
  7. uso di corticosteroidi o steroidi anabolizzanti.

Identificando i cambiamenti, è possibile differenziare la direzione e l'estensione della lesione o conoscere i progressi nel trattamento, per esempio, un cambiamento nel coefficiente può indicare una cura. Nel trattamento dell'anemia, il cambiamento è un fattore importante per il recupero.

Spostamento del leucogramma a sinistra

Uno spostamento a sinistra indica un cambiamento significativo nel rapporto dei giovani neutrofili sotto quelli maturi. In uno stato normale, i neutrofili a banda occupano solo il 5-6% del numero totale di globuli bianchi, mentre i neutrofili segmentati occupano un numero molto più grande, possono andare dal 47% al 72%.

Con una diminuzione del numero di particelle mature e un aumento nei giovani, questo è uno spostamento a sinistra. È anche possibile la presenza di cellule immature (mielociti o metamelociti), di cui i neutrofili appariranno in futuro. Nello stato normale del corpo, tali sostanze non entrano nel flusso sanguigno, ma se c'è una carenza o molti dei neutrofili vengono distrutti, il midollo osseo ordina la secrezione di cellule immature nel sangue. In presenza di cellule immature, si nota uno spostamento verso sinistra con ringiovanimento.

Il ringiovanimento dei vitelli bianchi indica gravi problemi nel corpo:

  1. la presenza di metastasi nei vasi o nel midollo osseo;
  2. coma;
  3. mielofibrosi;
  4. leucemia.

Di solito i motivi per il turno di sinistra sono:

  1. reazioni infiammatorie;
  2. ebbrezza;
  3. cambiamenti patologici nell'equilibrio acido-base;
  4. una grande perdita di sangue, possibilmente danno esterno o interno, o un intervento chirurgico;
  5. malattie che sono accompagnate da necrosi;
  6. forte sforzo fisico.

Se un certo numero di giovani cellule sono presenti nel sangue, e possibilmente i mielociti immaturi, ciò indica un indebolimento del corpo, in particolare la sua funzione protettiva. Il sistema immunitario è indebolito e incapace di resistere normalmente all'invasione di organismi estranei. Quando questo fenomeno richiede un monitoraggio costante dello stato di salute del medico curante.

Valori di taglio

A causa dell'ampiezza del turno, è possibile determinare la forza della risposta e la risposta del midollo osseo alla malattia o allo stimolo. Con l'infiammazione, che ha una singola, focolai locali, il livello di neutrofili aumenta a 10 * 109 / l. Se l'infiammazione ha acquisito una scala estesa, allora il livello caratteristico è considerato di 20 * 109 / l, in definitiva, con un'infiammazione generalizzata, un massimo di 60 * 109 / l.

Indice di taglio

Grazie all'indicatore, è possibile diagnosticare più facilmente la malattia e scoprire la forma, lo stadio di sviluppo della malattia. L'indice indica lo stato di cambiamento nella maturità della cella. L'indice è ottenuto utilizzando la formula:

IS = (M + ММ + ПЯ) / СЯ, dove

IP è l'indice di spostamento, M è mielocita, MM è metamyelocytes, PJ è cellule giovani, SJ è cellule mature.

Il valore è normale se è 0.06.

Crisi blastica

La crisi blastica è un livello eccessivamente elevato di contenuto di cellule giovani in una formula di leucociti, una situazione del genere caratterizza la presenza di sole forme di blasti cellulari. È usato per determinare la forma della leucemia acuta, è un segno clinico di metastasi nel midollo osseo, la recidiva della leucemia cronica è possibile.

Puoi trovare una breve descrizione della formula del lecocy guardando questo video.

Cosa mostra il cambiamento della formula dei leucociti nella diagnosi

Lo spostamento della formula dei leucociti è una situazione specifica della ridistribuzione dei componenti nel leucogramma. Poiché i leucociti sono una famiglia di cellule speciali che svolgono funzioni diverse ma complementari, il loro conteggio separato potrebbe non fornire sempre informazioni complete.

Quando si esegue un esame del sangue, è consuetudine contare il numero totale di leucociti e selezionare i componenti come percentuale di esso. Questi calcoli vengono prima riassunti in una tabella (griglia di Egorov) e presentati sotto forma di un documento chiamato leucogramma.

Qualsiasi cambiamento nel corpo (ad esempio, l'una o l'altra malattia) porta ad un cambiamento nella percentuale nel leucogramma di alcuni leucociti a causa di un corrispondente cambiamento nell'altro. Questo cambiamento è chiamato spostamento dei leucociti.

leukogram

Pertanto, quando si valutano i valori di KLA (emocromo completo), non viene studiato solo il numero totale di leucociti, ma anche la proporzione di ciascun tipo di cellula. La percentuale di tutte le cellule leucocitarie è chiamata formula leucocitaria o leucogramma.

Il conteggio dei leucociti in uno striscio di sangue viene effettuato con due metodi (secondo Schilling o Filipchenko). L'essenza dei metodi è approssimativamente identica. Con l'aiuto di un microscopio, vengono contate da 100 a 200 cellule di leucociti e il loro numero è disposto in base al loro tipo in una tabella speciale.

Quindi per ogni tipo di percentuale viene calcolato. Questa è la formula dei leucociti (leucogramma). Secondo i suoi cambiamenti (spostandosi a destra oa sinistra) si possono trarre conclusioni sul decorso della malattia, su una possibile complicazione e anche fare una previsione di guarigione.

Tipi di cellule leucocitarie e loro funzioni

In base alla presenza di granularità specifica, tutti i tipi di globuli bianchi sono suddivisi in:

  • granulociti (neutrofili (N), eosinofili (E), basofili (B));
  • agranulocitico (linfocitario (L), monocitico (M)).

La funzione principale di tutte le cellule leucocitarie è quella di fornire reazioni immunitarie.

Il gruppo più numeroso di leucociti sono i neutrofili. A seconda del grado di maturità, si distinguono tra loro forme giovani (di gruppo) e forme mature (segmentate). Insieme ai monociti, i neutrofili sono responsabili dei processi di fagocitosi attiva (cattura e distruzione di agenti patogeni).

A causa dei monociti, la fagocitosi delle cellule distrutte e morte, le proteine ​​denaturate, i batteri, i complessi antigene-anticorpo, ecc.

I linfociti sono il collegamento più importante nell'immunità. Tra questi, ci sono tre tipi di celle:

  • T (fornire reazioni della risposta immunitaria cellulare);
  • B (responsabile della reazione della risposta immunitaria umorale);
  • NK (distruzione di virus, tumore e cellule mutate).

Il ruolo principale degli eosinofili è nella fagocitosi del complesso antigene-anticorpo formato dall'immunoglobulina E. Insieme ai basofili, essi sono coinvolti nello sviluppo delle reazioni di ipersensibilità di tipo 1.

I basofili appartengono al gruppo più piccolo. Tuttavia, svolgono un ruolo significativo nel fornire una risposta infiammatoria e lo sviluppo di reazioni allergiche.

Spostamento dei leucociti

Il cambiamento causato dall'aumento del numero di giovani, immaturi neutrofili (banda) e di mielociti neutrofili è chiamato spostamento dei leucociti a sinistra. Un quadro simile si osserva in malattie infettive, leucemia, perdita di sangue acuta e intossicazione grave.

Lo spostamento della formula dei leucociti a destra è dovuto all '"invecchiamento" del sangue. Ciò è dovuto ad un aumento del numero di neutrofili maturi (segmentati con ipersegmentazione nucleare). Tale cambiamento è indicativo di malattie polmonari croniche, anemia megaloblastica, malattie del fegato, ecc.

Conta leucocitaria normale

Normalmente, negli adulti e nei pazienti di età superiore ai sedici anni, il numero totale di tutti i tipi di globuli bianchi varia da 4 a 9 * 109L.

Fino a un anno, i conteggi dei leucociti vanno da 6 a 17,5 * 109L.

Nei bambini da uno a due anni - da 6 a 17 * 109L.

Da due a quattro anni - da 5,5 a 15,5 * 109L.

Da quattro a sei - da 5 a 14,5 * 109L.

Da sei a dieci - da 4,5 a 13,5 * 109L.

Da dieci a sedici - da 4,5 a 13 * 109L.

Nei bambini di età superiore ai sedici anni, il tasso di leucociti nel sangue è lo stesso degli adulti.

Cause di deviazioni in leucoformula

L'aumento dei leucociti a 10 * 109 L può essere considerato una leucocitosi fisiologica.

Vale la pena notare che gli indicatori della formula dei leucociti dipendono dal sesso e dall'età. Ad esempio, nelle donne, la leucocitosi fisiologica compare prima delle mestruazioni, durante la gravidanza (la leucocitosi può normalmente raggiungere i 15 * 109 L, tuttavia, durante l'allattamento si può osservare una leucocitosi reattiva marcata con la minaccia di aborto spontaneo o parto prematuro). Negli uomini, l'aumento fisiologico dei leucociti può essere dovuto a un intenso lavoro fisico, a lunghi allenamenti e al lavoro in condizioni di temperatura estrema (negozio).

Fluttuazioni significative del numero di leucociti sono state osservate nei bambini. Nei neonati, la leucocitosi fisiologica può raggiungere i 20 * 109 l.

Leucocitosi lieve negli adulti è considerata un aumento del numero dei leucociti superiore a 10 * 109L. Questo modello è tipico per le malattie infettive acute (ma, in tifo e tifo, il morbillo e l'influenza leucopenia osservato), sanguinamento nel cervello, MI (infarto del miocardio), traumi, cancro, tumori, insufficienza renale con uremia, la leucemia, l'uso a lungo termine di corticosteroidi ormoni.

Leucocitosi pronunciata (più di 70 * 109L) è caratteristica della sepsi (risposta infiammatoria sistemica al processo infettivo).

Leucocitosi particolarmente significativa è chiamata un aumento del numero totale di tutti i tipi di leucociti più di 80 * 109L. Nella leucemia cronica, gli indicatori possono aumentare fino a 100 * 109 l.

Una diminuzione del numero totale di leucociti è chiamata leucopenia. Lei viene diagnosticato con infezioni virali (influenza, gerpevirusnye infektsiyai, rosolia), la malaria, la febbre tifoide, la carenza di vitamina B12, malattie del tessuto connettivo sistemiche, tireostatici ricezione mer-in, immunodeficienze primarie e secondarie, trattando FANS (farmaci anti -VA) e sulfamidico e così via

Segni di cambiamenti nel leucogramma

La ridistribuzione può essere:

  • fisiologico (dopo sforzo muscolare o stress, mangiare, fare il bagno in un bagno freddo o caldo);
  • patologico (in pazienti agonizzanti o shock, in pazienti sottoposti a intervento chirurgico, in epilettici: durante e dopo un attacco).

La vera leucocitosi può anche essere fisiologica (con uno spostamento neutro della formula dei leucociti a sinistra, durante la gravidanza, prima delle mestruazioni, nel periodo neonatale) e patologica (magari con uno spostamento sia a sinistra che a destra).

Patologico vero leucocitosi appare nelle malattie infettive (batteriche), processi infiammatori (trombosi asettico, appendicite), infarto miocardico, intossicazione, emorragia acuta, malattie del sangue (policitemia leucemia leucemia, malattia di Hodgkin), tumori maligni.

La neutrofilia può verificarsi con uno spostamento iporegenerativo, rigenerativo, degenerativo e può anche essere accompagnata dalla comparsa di cellule del midollo osseo nel sangue.

Spostamento dei leucociti a sinistra

Un tale cambiamento nel KLA è dovuto all'apparizione di molte giovani cellule. Lo spostamento della formula dei leucociti a sinistra suggerisce che il corpo è costretto a "lanciare in battaglia" con agenti immunitari immaturi di agenti patogeni.

Lo spostamento iporegenerativo a sinistra è accompagnato da una percussione fino al 6%. Tali cambiamenti nelle analisi del sangue sono caratteristici di:

  • malattie infettive lievi;
  • infiammazioni facilmente espresse (appendicite catarrale);
  • tubercolosi attiva;
  • sifilide fresca;
  • attacco di malaria;
  • il primo giorno dopo l'infarto miocardico;
  • neoplasie maligne (nelle fasi iniziali).

Neutrofilìa, accompagnato da rigenerativa spostamento a sinistra, con un incremento dei neutrofili banda sopra sei per cento leucocitosi e maggiore di 12 * 109L caratteristico per infezione con corrente moderata (scarlattina, erisipela, tifo, difterite, polmonite, endocardite batterica).

Lo spostamento iperregenerativo a sinistra, non accompagnato da un significativo aumento dei neutrofili a banda, tuttavia, caratterizzato dalla comparsa di mielociti neutrofili, si osserva quando:

  • malattie infettive con decorso grave (polmonite grave, erisipela, colera);
  • meningite da meningococco;
  • malattie suppurativa delle vie respiratorie (sinusite, sinusite frontale, etmoidita, sfenoidity, tonsillite streptococcica, otite), tratto biliare (colecistite ascesso o cancrena, ecc), sistema urinario (pielonefrite pesante);
  • anemia emolitica;
  • appendicite perforata e cancrenosa;
  • peritonite diffusa, sepsi;
  • neoplasie oncologiche, con grave intossicazione.

Un aumento del numero di neutrofili, accompagnato da uno spostamento degenerativo (cioè con un aumento del numero di forme di stabulazione, ma senza la comparsa di cellule immature), è caratterizzato da un gran numero di cellule ipersegmentate modificate in modo distruttivo con granulosità tossica. Un fenomeno simile si osserva nella grave tubercolosi, intossicazione e depressione del midollo osseo.

La neutrofilia, non accompagnata da uno spostamento a sinistra, può essere rilevata durante lo stress fisico ed emotivo, le mestruazioni, dopo aver assunto steroidi, somministrato vaccini, mangiato cibo. Tra le cause patologiche di tale neutrofilia sono la gotta, l'eclampsia, l'uremia, l'avvelenamento da farmaci, l'acidosi, la perdita di sangue acuta, i primi giorni dopo la necrosi tissutale (dopo infarto miocardico, con tumori necrotizzanti, con cancrena).

Leucocitosi alta con neutrofilia, così come l'aspetto di mieloblasti, cellule stabili e giovani forme nel sangue, è osservata nelle reazioni del tipo mieloide leucemico.

Spostamento dei leucociti a destra

  • persone che vivono in un'area ecologicamente inquinata;
  • pazienti con anemia megaloblastica;
  • Anemia maligna di Addison-Birmer;
  • vera policitemia;
  • malattia polmonare ostruttiva cronica;
  • grave danno ai tessuti dei reni e del fegato;
  • condizioni dopo trasfusione di sangue.

Come funziona l'UCK per il conteggio dei leucociti

Per la diagnosi, viene utilizzato sangue venoso o capillare. Di norma, l'analisi viene il giorno successivo. In caso di emergenza, il laboratorio dà una risposta entro un'ora.

Per ottenere gli indicatori più affidabili del test del sangue è dato a stomaco vuoto. Durante il giorno è necessario escludere lo stress fisico ed emotivo, fumare e bere alcolici. Il medico curante e il personale di laboratorio devono essere informati dei farmaci presi, in quanto possono influenzare i risultati dell'analisi.

Formula dei leucociti: norma nei bambini e negli adulti, trascrizione, deviazioni e cambiamenti

La formula dei leucociti - così "in modo matematico" è chiamata un indicatore diagnostico molto importante che esprime il rapporto percentuale di tutti i tipi di globuli bianchi che vivono nel sangue. Lo spostamento della formula dei leucociti a sinistra (o destra?) Indica un numero di malattie, che spesso richiedono l'intervento immediato della medicina.

La decodifica della formula dei leucociti dà indubbi vantaggi nella ricerca diagnostica, tuttavia, non è sempre in grado di soddisfare pienamente l'interesse del medico nei confronti di alcune malattie ben mascherate, pertanto a volte è molto importante che il medico conosca il numero e altre sottopopolazioni. In tali casi, insieme alla percentuale, tali indicatori come i valori assoluti di certe cellule (x10 9 / l) possono essere molto necessari e informativi, per i quali è necessario esaminare lo stato (e confrontarlo con la norma) di altri tipi di leucociti.

Leucociti (Le) - elementi a forma di, una popolazione molto significativa di cellule, che sono chiamati "bianchi". I leucociti per natura hanno funzioni molto importanti, impediscono gli effetti di fattori avversi (agenti infettivi) che invadono involontariamente dall'ambiente e disturbano la pace e la tranquillità nel corpo.

Partendo dal collegamento originale (cellula staminale), Le sono formati nel midollo osseo (KM) e nei linfonodi (LN), subiscono un percorso sequenziale di differenziazione e proliferazione, alcuni ricevono "specializzazione" nel timo (linfociti T) per raggiungere il sangue periferico maturo, difensori completi e affidabili del corpo.

Nel frattempo, i globuli bianchi nel processo di "apprendimento" acquisiscono non solo le abilità intrinseche di questo tipo, ma formano il loro numero nella comunità, a seconda delle esigenze dell'organismo, e cambiano morfologicamente.

Norma dei leucociti per la decodifica della formula dei leucociti

Per produrre una decodifica qualitativa di una formula di leucociti e determinare dove va (destra o sinistra), si dovrebbe essere chiaramente orientati in termini di valori limite normali per ogni tipo di cellula (tutti insieme sono 100% Le).

Secondo alcune fonti, il tasso di tutti i leucociti presi insieme (5 tipi) in un esame del sangue prelevato con il dito è da 4 a 9 x 10 9 / l. Tuttavia, in altri libri di riferimento (con riferimento alle caratteristiche climatiche della regione e alle condizioni ambientali), sono indicati diversi limiti della norma: da 4 a 11,3 x 10 9 / l. A proposito, questo è del tutto possibile, data la frequenza delle reazioni allergiche nei bambini (e anche negli adulti) a causa della vasta distribuzione nell'aria, cibo, oggetti domestici di sostanze estranee al corpo umano.

Probabilmente, in caso di dubbio, sarebbe più opportuno chiedere consiglio ad uno specialista - ci sono molte tabelle con limiti di valori normali, ma raramente coincidono, e il medico sa esattamente quali variazioni di un'analisi clinica del sangue con una formula di leucociti sono accettabili per una determinata area geografica.

Va tenuto presente che il sangue prelevato da un dito può essere utilizzato per calcolare solo 1/6 di queste cellule e, in generale, il corpo di una persona sana contiene circa 30 x 10 9 / l, poiché i macrofagi si fissano nei tessuti e si concentrano anche le cellule B della milza appartengono alla comunità dei leucociti.

La percentuale (numero totale di tutte le specie) nei bambini varia con l'età, ma non dipende dal genere. Nei bambini, i "salti" delle singole sottopopolazioni sono spiegati dal crossover leucocitario nelle prime ore e nei primi giorni di vita (1a croce) e 6-7 anni (2a croce).

Quindi questo processo potrebbe apparire nella tabella:

Se il processo di modifica della percentuale di granulociti e linfociti neutrofili è presentato graficamente, allora l'intersezione delle due curve nei primi giorni di vita di un bambino diventerà la prima intersezione, dopo di che per un certo periodo il numero di neutrofili diminuirà e i linfociti cresceranno. Dopo circa 2 settimane, le curve cambieranno direzione nella direzione opposta, nella quale si muoveranno lentamente fino all'età di 6 anni, al fine di attraversare di nuovo e prendere una rotta verso la normalità negli adulti. Certamente, questi processi influenzeranno in una certa misura la formula dei leucociti, in particolare, a causa della percentuale di segmentazione nel numero totale di neutrofili.

Per quanto riguarda l'immagine del sangue "bianco" negli adulti, il numero di Le nelle donne può mostrare una tendenza ad aumentare durante determinati periodi della vita, per esempio nella seconda metà della gravidanza, ma anche qui è impossibile chiamare i limiti dei valori normali, perché tutto è individuale: qualcuno ha leucociti sollevato in misura maggiore, qualcuno - in misura minore. Negli adulti (secondo la Tabella 2, gli adulti sono considerati persone che hanno raggiunto l'età di 16 anni) la formula dei leucociti è generalmente stabile ei limiti della norma nelle donne e negli uomini non differiscono, come mostrato nella tabella seguente:

E in ogni caso, se si tratti di un esame del sangue generale con una formula di leucociti presa da un adulto, o un cambiamento nel rapporto di barre e segmenti da un bambino in una direzione o un'altra, che è diverso dalla norma, è fonte di preoccupazione per i medici.

L'aumento della stab e, inoltre, la comparsa di forme giovani (adolescenti, metamelociti, mielociti) indica uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra. E, viceversa - un aumento della percentuale di neutrofili segmentati e la comparsa di ipersegmentazione di nuclei neutrofili indica uno spostamento nella formula dei leucociti a destra. In una parola, uno spostamento sia a sinistra che a destra è percepito come una condizione patologica.

Emocromo completo con formula leucocitaria

In generale, il legame dei leucociti nel corpo è rappresentato da cinque tipi di globuli bianchi:

  • Neutrofili (bastoncini + segmenti) - gli viene assegnato il ruolo principale nell'argomento "formula dei leucociti", quindi queste cellule saranno discusse in tutto il testo;
  • Gli eosinofili sono una classe particolare di rappresentanti dei granulociti, che hanno uno scopo speciale nell'attuazione di reazioni adattative;
  • I basofili sono pochissimi, ma sufficienti per assumere una parte attiva (attraverso i linfociti) nelle reazioni di GNT (ipersensibilità di tipo immediato - infiammazione, allergia);
  • Monociti e macrofagi sono le cellule principali del sistema reticoloendoteliale (nome obsoleto) o CMF (sistema di cellule mononucleate fagocitiche), che "nuotano nel sangue" per circa tre giorni, lasciano per sempre e vanno nei tessuti per diventare macrofagi, restituiscono il sangue a queste cellule n. La funzione principale è la fagocitosi;
  • Linfociti (cellule T e B): questo tipo è unico (una varietà di cellule discendenti da diversi predecessori e fuse in un'unica popolazione secondo le caratteristiche morfologiche). I linfociti sono due sottopopolazioni: cellule chiamate timo-dipendenti (linfociti T) e cellule B (formatori di anticorpi), alcune delle quali sono successivamente trasformate in plasmablasti, plasmacellule, plasmacellule.

Viene fornita una breve descrizione di queste cellule per facilitare al lettore la comprensione e il collegamento tra loro, perché la maggior parte delle persone, anche i medici, sono ancora intese dalla formula leucocitaria dell'intera comunità dei leucociti: un sistema "intelligente" esile, in cui ciascuna specie è indipendente, conosce il proprio compito e in un corpo sano lo esegue chiaramente. Un esame del sangue con una formula di leucociti, oltre ai parametri elencati, include un altro studio su piastrine, eritrociti, emoglobina e altri indicatori.

Cosa viene preso in considerazione quando si decifra la formula dei leucociti

La trascrizione dei leucociti si concentra principalmente sui granulociti neutrofili. I neutrofili sono eterogenei all'interno del loro gruppo, sono divisi in:

  1. Segmentale - o "segmenti", così chiamato a causa della forma del nucleo, formato da 2 - 4 parti, interconnessi da ponti di materia nucleare. A proposito, in 1 - 2% di leucociti segmentati in donne c'è un piccolo segmento supplementare ("bastone di tamburo" o corpo di Barr);
  2. Le cellule di stabulazione sono ancora giovani, ma già presenti nelle cellule del sangue, i segmenti nel loro nucleo non sono osservati, e il nucleo stesso ha una forma a forma di bastoncino, per comodità, sono semplicemente chiamati "bastoncini".

I neutrofili hanno origine nel midollo osseo, ma per ottenere l'opportunità di entrare nel flusso sanguigno, queste cellule devono percorrere un lungo cammino di maturazione e differenziazione in 8-10 giorni: mieloblasti → promielociti → mielociti → metamyelocytes (giovani) → forme simili a pugnalate → segmentate.

In un simile studio clinico, come esame del sangue generale, il medico, differenziando i globuli bianchi in base alle caratteristiche morfologiche e contando il loro numero totale in uno striscio, calcola obbligatoriamente il rapporto percentuale tra diverse sottopopolazioni di elementi a forma di "bianco". È successo che un tale calcolo è chiamato un esame emocromocitometrico con una formula di leucociti.

Quindi, per decifrare la formula dei leucociti, è necessario conoscere la percentuale di granulociti neutrofili e il rapporto del numero totale di neutrofili in due (o tre, se la patologia è andata così lontano?) neutrofili. Certamente, mai contare le cellule non è limitato allo studio dei soli neutrofili, altrimenti l'analisi sembrerebbe in qualche modo incompleta, troncata. Di norma, insieme al conteggio dei neutrofili (bastoncini, segmenti e adolescenti, se ce ne sono), viene calcolata la percentuale dei granulociti rimanenti (eosinofili, basofili) e le cellule che non hanno granuli specifici (monociti, linfociti) - questa è un'analisi clinica completa emocromo con formula leucocitaria.

Il conteggio di altri tipi di leucociti, diversi dalle barre e dai segmenti, è anche necessario per decifrare la formula dei leucociti, ad esempio, se è necessario stimare l'intensità della formazione di globuli bianchi nel midollo osseo. A tale scopo, viene calcolato un altro parametro: l'indice di rigenerazione (IL), che è il rapporto tra la somma di forme giovani (impilate + metamyelocyte + mielociti) e il numero totale di leucociti segmentati. In altri casi, come aggiunta alla formula dei leucociti, viene calcolato il numero assoluto di ciascun tipo di globuli bianchi. Questo test è chiamato profilo leucocitario.

Cosa significa "left shift", "right shift"?

Quindi, negli strisci colorati, il medico di diagnostica di laboratorio conta tutte le cellule del sangue "bianco", determina il rapporto percentuale delle diverse sottopopolazioni di leucociti, osserva i cambiamenti morfologici, se presenti.

Prestando molta attenzione alle bacchette e ai segmenti, senza i quali è impossibile fare quando decifrate la formula dei leucociti, il medico pronuncia il suo verdetto in merito. Ovviamente, tutti gli indicatori potrebbero non lasciare valori accettabili (la norma - vedere le tabelle sopra), ma potrebbero deviare in una direzione o nell'altra.

Se ci sono bacchette con più del limite accettabile, ci sono i metamyelocytes (giovani), i mielociti, ma il livello dei granulociti segmentati diminuisce oi loro nuclei hanno una forma irregolare (pincene) e un numero ridotto di segmenti, il medico trova uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Uno stato simile della formula è caratteristico per:

  • Infezioni acute e avvelenamento;
  • Condizioni di acidosi e coma;
  • Dopo l'intervento chirurgico e la perdita di sangue;
  • Patologia ematologica separata;
  • La vera anormalità di Pelger-Hewet (malattia ereditaria con un tipo dominante di trasmissione, anormalità dei neutrofili - che assomiglia ad un nucleo ellissoide pince-nez con un saltatore mediano);
  • Pseudo-anomalie di Pelger-Hewet che si manifestano sullo sfondo dell'intossicazione endogena;
  • Stress fisico molto intenso

A volte nel sangue periferico, oltre ai giovani e ai mielociti, si possono osservare le cellule ancestrali della serie dei granulociti, i mieloblasti e meno differenziati dei mielociti, i promielociti. Tale situazione è qualificata come uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra con il ringiovanimento. E lei incontra:

  1. Nella leucemia acuta e cronica (compresa la leucemia mieloide, eritroleucemia);
  2. Con metastasi di neoplasie maligne.

Tuttavia, vi è un quadro inverso: una diminuzione delle forme non segmentate (stab), un aumento dei granulociti segmentati, ipersegmentazione dei nuclei (5 o più segmenti), che indica uno spostamento della formula dei leucociti a destra e, quindi, una violazione dell'ematopoiesi del midollo osseo (indebolimento delle leucopoiesi). Tali deviazioni sono osservate nei seguenti casi:

  • Anemia megaloblastica;
  • Malattie epatiche e renali;
  • Condizioni dopo trasfusioni di sangue;
  • Ipersegmentazione ereditaria dei neutrofili.

Normalmente, la popolazione di neutrofili nel sangue è rappresentata principalmente da granulociti segmentati, le barre sono poche, queste sono cellule giovani, solo rilasciate nel flusso sanguigno, presto si trasformeranno anche in segmenti, ma i loro valori non dovrebbero lasciare il range normale (vedi tabella sopra). La crescita fisiologica dei neutrofili può verificarsi durante la gravidanza, dopo aver mangiato, sotto stress, ma uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra oa destra non si verifica in tali condizioni a breve termine, ma indica alcuni processi patologici che si verificano nel sistema sanguigno o in tutto il corpo.

Perché la formula dei leucociti non si fida della macchina

In un esame del sangue clinico eseguito su un analizzatore automatico, i globuli bianchi sono abbreviati in globuli bianchi (globuli bianchi). I primi sistemi ematologici (dispositivi semiautomatici a 8 parametri) erano più utili nello studio del sangue "rosso", e nel caso dei leucociti ne sapevano ben poco - determinarono solo la quantità totale di Le, così presto iniziarono a forzare altre, più nuove e promettenti attrezzature, come risultato - Sono stati interrotti.

Tuttavia, col passare del tempo, le attrezzature di laboratorio sono state migliorate. Innovazioni toccate e dispositivi utilizzati per la produzione di un esame del sangue generale. Si può dire che i sistemi ematologici di classe I (classe 3-diff) hanno progredito marcatamente in questo senso. Differentemente dai loro predecessori, gli analizzatori che hanno sostituito apparecchiature obsolete potrebbero dividere la comunità dei leucociti in tre gruppi:

  1. Tutte le cellule con granularità specifica entrano nel primo - sono chiamate granulociti e rappresentano una serie di granulociti, questi includono: neutrofili, basofili, eosinofili, tuttavia, l'apparato non è stato in grado di differenziarli in base a questi tipi;
  2. Il secondo gruppo è rappresentato da cellule che non hanno granuli specifici, questi sono linfociti, occupano un posto onorevole nel sistema immunitario (cellule T e B), svolgendo una protezione sia a livello cellulare che a livello umorale.
  3. Il terzo gruppo comprende tutte le cellule di sangue "bianco", i cosiddetti "leucociti medi", che possono anche fornire informazioni molto utili in una ricerca diagnostica (probabilmente, i monociti dovrebbero essere cercati da qualche parte in questo gruppo).

Tuttavia, al fine di suddividere l'intera popolazione in tali forme, l'assistenza supplementare dall'automa non è necessaria se c'è uno striscio di sangue davanti agli occhi del medico e il posto di lavoro è dotato di un conteggio dei leucociti. Bene, a meno che il tempo non venga risparmiato, dal momento che ogni medico diagnostico di laboratorio, esaminando una macchia al microscopio, differenziando i leucociti per tipo e calcolandoli nel campo visivo (almeno 100 cellule, con patologia - 200 - 400), farà rapidamente un calcolo semplice.

La formula dei leucociti e i sistemi ematologici automatici di classe III (5-differenziale) non erano in grado di farlo, sebbene questo test sia molto spesso chiamato così: un'analisi clinica con una formula leucocitaria, che non è completamente vera. Ed ecco perché. Questo equipaggiamento ad alte prestazioni, ovviamente, aiuta ampiamente il medico, ma non può sostituire una persona. L'analizzatore ematologico di classe III divide la popolazione di leucociti che circolano nel sangue in cinque tipi:

  • Neutrofili (bastoncini + segmenti);
  • eosinofili;
  • basofili;
  • Monociti e macrofagi;
  • Linfociti (cellule T e cellule B).

Quindi cosa? La macchina non dice nulla sui bastoncini e sui segmenti, non vede la loro morfologia e non conosce il loro numero. È ovvio che le apparecchiature ad alta tecnologia non forniscono alcuna informazione su quelle cellule necessarie per calcolare la formula dei leucociti (bastoncini e segmenti), inviandoli in un gruppo: neutrofili. E, ancora di più, non "vedranno" l'apparato di una cellula con nuclei pensneiformi o ipersegmentati, così come cellule che non sono tipiche per la circolazione del sangue: adolescenti, metamelociti, mielociti. Ma lo spostamento della formula dei leucociti a destra o a sinistra si basa sui cambiamenti morfologici o sul rapporto percentuale delle singole cellule (p / p, p / i) in una sottopopolazione di granulociti neutrofili.

Andando per l'analisi

Un emocromo completo con una formula di leucociti è un insieme di test di laboratorio chiamato emogramma. L'analisi speciale non richiede preparazione, ma regole semplici, al fine di evitare successive incomprensioni, dovranno essere soddisfatte.

Al fine di non provocare la leucocitosi fisiologica, che si verifica durante lo stress psico-emotivo, dopo un pasto o come risultato di un intenso lavoro muscolare, il paziente dovrebbe andare in laboratorio in uno stato calmo di anima e corpo, senza toccare la colazione. Si consiglia di uscire di casa senza essere in ritardo, in modo da non "volare a capofitto" e non aumentare il numero di globuli bianchi nel sangue. Altrimenti, dovrai visitare di nuovo il laboratorio, perché il medico, avendo sospettato la patologia, nominerà certamente un riesame.

Il sangue per analisi viene assunto a stomaco vuoto da un dito (o da una vena, se vengono prescritti anche test biochimici). Prima di entrare nella stanza in cui il materiale è selezionato per lo studio, si consiglia vivamente di prendere una pausa, seduti comodamente su una sedia o su un divano, che di solito si trovano nel corridoio.

Patfiz p.3

CAMBIAMENTI DELLA FORMULA DI LEUKOCITARNAYA CON LEUCOCOLI

La leucocitosi vera (rigenerativa, assoluta), che si sviluppa a causa dell'aumento della proliferazione delle cellule mielocitiche, è accompagnata da cambiamenti nella formula dei leucociti.

I cambiamenti nella formula dei leucociti sono dovuti ad un aumento o diminuzione del numero di giovani forme di cellule mielocitiche nel sangue periferico e alla comparsa di forme che normalmente sono assenti in esso. In questo caso, si parla di un cambiamento nel rapporto tra le forme mature e immature di leucociti - uno spostamento nucleare di granulociti a sinistra oa destra. L'uso di questi termini è associato all'ubicazione dei nomi di giovani forme di neutrofili (ferita, metamioelociti, mielociti, promielociti) sul lato sinistro del bianco del laboratorio e maturi sul lato destro.

CAMBIAMENTI DI FORMULA NUCLEARE NUCLEARE

Poiché la microscopia striscio di sangue per identificare criterio principale forme diverse leucociti granulari maturità è la natura del nucleo (forma, dimensioni, intensità del colore) cambia leucociti denominato "nucleare" (Fig. 21-20).

Fig. 21-20. Tipi di spostamenti nucleari neutrofili nella formula dei leucociti.

Uno spostamento a sinistra è caratterizzato da un aumento del numero di forme giovani e immature di neutrofili.

Lo spostamento verso destra si manifesta con un aumento del numero di forme nucleari segmentate di neutrofili.

È spesso combinato con un aumento dei segni di degenerazione dei leucociti e una diminuzione del contenuto dei neutrofili a banda.

I cambiamenti nella conta dei leucociti dei neutrofili a sinistra sono determinati dalla comparsa di forme immature di neutrofili. Esistono tipi degenerativi iporegenerativi, rigenerativi, iperregenerativi e rigenerativi di spostamento verso sinistra.

† Iporegenerativo. Ne parlano con un aumento del contenuto di neutrofili stab la norma (più del 6%), leucocitosi moderata (di solito fino a 10-11×10 9 / l)

† Rigenerativo. È caratterizzato da un aumento della percentuale dei neutrofili stab al di sopra del normale, dalla comparsa di metamelociti nel sangue periferico e da leucocitosi fino al 13-18×10 9 / l.

† Iperregenerativo (a volte indicato anche come rigenerativo). Si manifesta con un aumento significativo del contenuto di neutrofili stab, la presenza nel sangue periferico di un gran numero di metamyelocytes e la comparsa di mielociti, un aumento del numero totale di leucociti a 20-25×10 9 / l. Tuttavia, il numero totale di leucociti può essere normale o addirittura ridotto. In alcuni casi, quest'ultima è osservata dopo un lungo periodo di leucocitosi significativa ed è causata dall'esaurimento del germe mieloide del tessuto ematopoietico.

† degenerazione rigenerativa. Si osserva in alcuni processi cronici purulenti che si verificano con intossicazione significativa. Caratterizzata da un aumento più o meno pronunciata del livello di neutrofili, stab metamielociti e mielociti, riduzione del numero di neutrofili segmentati (solitamente) segni cambiamenti degenerativi tsitolemmy, citoplasma e nucleo, aumentando il numero totale di leucociti.

• Indice di spostamento nucleare

Le variazioni di cui sopra nel rapporto tra forme mature e immature di neutrofili possono essere quantificate calcolando l'indice di spostamento nucleare. Riflette il rapporto tra la percentuale della somma di tutte le forme giovani di neutrofili (stab, metamyelocytes, mielociti, promielociti) alle loro forme mature.

Negli adulti sani, l'indice di spostamento nucleare varia da 0,05 a 0,10. Un aumento di esso indica uno spostamento nucleare di neutrofili a sinistra, una diminuzione indica uno spostamento verso destra.

La leucocitosi ridistributiva e dell'emoconcentrazione (falsa) non è accompagnata da un cambiamento nella formula dei leucociti.

Con la leucocitosi significativa nel midollo osseo e nei linfonodi punteggiati, si osservano segni di iperplasia tissutale linfopoietica sotto forma di un aumento delle dimensioni dei follicoli linfoidi e dei loro centri germinativi.

TIPI E VALORE DEI LEUCOCOSTOSI

I tipi e il valore di leykotsitoz sono mostrati in fico. 21-21.

Fig. 21-21. Tipi di leucocitosi dal loro significato biologico.

Questi includono la maggior parte delle leucocitosi. Sono caratterizzati da una natura adattativa e adeguatezza ai fattori che li causano. Tra le leucocitosi fisiologiche, si distinguono funzionale e protettivo-adattivo.

† Leucocitosi funzionale. È causata dal fatto che il corpo esegue una determinata funzione (ad esempio leucocitosi durante la gravidanza, un aumento del numero di leucociti nel sangue dei vasi intestinali dopo aver mangiato o dopo un lungo lavoro fisico prolungato).

† Protettivo; Si sviluppa durante processi infiammatori, danni a cellule e tessuti (ad esempio, dopo infarti o ictus, lesioni dei tessuti molli), risposta allo stress.

In questi e in altri casi simili, la leucocitosi è accompagnata dall'attivazione delle funzioni dei leucociti, incluso uno dei più importanti tra questi, il fagocitico. Questo aiuta ad aumentare la resistenza del corpo agli effetti patogeni infettivi e non infettivi.

• Leucocitosi patologica. Osservato con leucemia. Questo tipo di leucocitosi, che si sviluppa a causa di un aumento del numero di leucociti di natura tumorale, non ha un valore adattativo per l'organismo. I leucociti leucemici sono caratterizzati da ridotta attività funzionale dei leucociti: la loro capacità di sintetizzare e rilasciare citochine è ridotta e la loro attività fagocitaria è bassa. A questo proposito, i pazienti con leucemia hanno ridotto l'efficacia delle reazioni immunitarie, spesso sviluppando reazioni allergiche e malattie di auto-aggressività immunitaria.

MODIFICHE TIPICHE DELLA FORMULA DI LEUKOCITARNAYA

Formula dei leucociti - una descrizione numerica del rapporto tra vari tipi di leucociti circolanti nel sangue periferico. I cambiamenti nei leucociti sono il risultato di un aumento o diminuzione del contenuto di alcuni tipi di leucociti e, quindi, delle variazioni nel rapporto tra loro.

• Un aumento in eccesso del numero di certi tipi di leucociti è designato dai termini neutrofilia (neutrofilia), basofilia, eosinofilia (eosinofilosi), linfocitosi, monocitosi.

• Una diminuzione al di sotto del normale range di singoli tipi di globuli bianchi viene definita neutropenia, eosinopenia, linfopenia (linfocitopenia), monocitopenia.

† Agranulocitosi: assenza o riduzione significativa del numero assoluto di tutti i tipi di leucociti granulari: granulociti (neutrofili, eosinofili e basofili). Questa condizione è unita, di regola, con leucopenia.

† Il termine "basopenia" non è usato, poiché normalmente i basofili possono essere assenti nel sangue periferico.

CAMBIAMENTI RELATIVI E ASSOLUTI NELLA FORMULA DI LEUKOCITARNY

Quando le variazioni relative (rispetto a 100 leucociti, cioè, - percentuale) contenuto di un particolare tipo di leucociti nella formula leucocitaria detto nulla circa la relativa eosinopenia neutropenia, linfopenia, monocytopenia (diminuzione percentuale della corrispondente tipo di leucociti) o la relativa neutrofilìa, eosonofilia, monocitosi relativa, linfocitosi (con un aumento del loro contenuto relativo).

Cambia contenuto reale (assoluto) di leucociti in un volume unitario di sangue è indicata come la neutropenia assoluta, eosinopenia, linfopenia, monocytopenia (con una diminuzione del loro numero assoluto per unità di volume di sangue) o neutrofila assoluta, eosinofilia, monocitosi assoluto o linfocitosi (nel caso di grandi quantità di rispettive specie di leucociti ).

Quando si caratterizzano i cambiamenti nella composizione dei leucociti, è necessario valutare sia il relativo sia (necessariamente!) Il loro contenuto assoluto.

Ciò è determinato dal fatto che sono i valori assoluti che riflettono il vero contenuto di alcuni tipi di globuli bianchi nel sangue, mentre i valori relativi caratterizzano solo il rapporto tra cellule diverse per unità di volume di sangue.

† In molti casi, la direzione del cambiamento è la stessa. Spesso, ad esempio, si verifica neutropilia relativa o assoluta o neutropenia.

† La deviazione del contenuto relativo (percentuale) delle cellule per unità di volume di sangue non riflette sempre il cambiamento nel loro numero reale e assoluto. Pertanto, la neutrofilia relativa può essere combinata con neutropenia assoluta (una situazione simile si verifica se si osserva neutrofilia relativa in condizioni di leucopenia significativa: ad esempio, la conta dei neutrofili è dell'80% e il numero totale dei leucociti è solo 1,0×10 9 / l)

† Per determinare il numero assoluto di uno o un altro tipo di globuli bianchi nel sangue, è necessario calcolare questo valore in base alla conoscenza del numero totale di globuli bianchi e della percentuale di cellule corrispondenti (nell'esempio riportato 80% da×10 9 / l sarà 0.8×10 9 / l. Questo è più di due volte meno di 2.0.×10 9 / l - il limite inferiore del normale contenuto assoluto di neutrofili).

Le formule dei leucociti cambiano

Nel valutare i cambiamenti nelle formulazioni di leucociti, si presume che i leucociti neutrofili di diversi gradi di maturità possano apparire nel sangue periferico (metamelociti, mielociti, promielociti, mieloblasti). Allo stesso tempo, è determinato (vedi sopra "Nuclear Shift Index") la presenza e il grado di cambiamento nel rapporto tra le forme mature e giovani di questi granulociti. Le modifiche si riferiscono allo spostamento della formula dei leucociti neutrofili a destra o a sinistra.

Analisi della formula leucocitaria (rilevazione delle variazioni del contenuto assoluto di neutrofili, eosinofili e altri leucociti, e la gravità punteggio direttività spostamento neutrofili) per determinare la presenza e il tipo di leucocitosi o leucopenia di composizione cellulare, grado di variazioni del contenuto e il rapporto di forme individuali di leucociti, un possibile meccanismo del loro verificarsi.

Pertanto, un aumento del numero totale di leucociti in combinazione con neutrofilia assoluta indica leucocitosi neutrofila rigenerativa (vera). Se l'aumento del numero totale di leucociti è accompagnato da neutrofilia assoluta e eosinofilia, c'è una leucocitosi eosinofila mista - neutrofila rigenerativa. Una diminuzione del contenuto totale di leucociti in combinazione con linfopenia assoluta è un segno di vera leucopenia linfocitica, ecc.

La presenza di neutrofili espresso spostamento nucleare a fianco con leucocitosi è di solito l'indicazione del vero (rigenerativa) natura leucocitosi, e la mancanza di un tale spostamento è più comune meccanismo redistributivo di leucocitosi o leucopenia neutrofili.

Le caratteristiche delle piastrine e della trombocitopoiesi sono riportate negli articoli "Piastrine" e "Emopoiesi" (vedi l'Appendice "Libro dei termini di riferimento" sul CD).

I cambiamenti nel sistema piastrinico, di regola, sono accompagnati da una disfunzione dell'attività vitale dell'organismo nel suo complesso e consistono nell'aumentare il loro numero in una unità di volume sanguigno superiore alla norma (trombocitosi) o nella riduzione del loro numero in unità di volume sanguigno al di sotto del livello normale (trombocitopenia) o nel modificare le proprietà funzionali delle piastrine (trombocitopatia) o, infine, in una combinazione di queste anomalie.

La trombocitosi è una condizione caratterizzata da un aumento del numero di piastrine per unità di volume di sangue superiore a 320-340×10 9 / l.

Tipi di trombocitosi. Secondo il meccanismo di sviluppo, si distinguono le trombocitosi assolute e relative e tra queste si distinguono la ridistribuzione e l'emoconcentrazione.

La trombocitosi assoluta (vera, proliferativa) è caratterizzata da un aumento del numero di piastrine nel sangue a seguito della loro maggiore formazione.

† Difetti genetici. Un esempio classico: trombocitosi idiopatica mieloproliferativa.

† Aumento della concentrazione e / o dell'attività degli stimolanti della trombocitopoiesi: trombospondina, trombopoietina, FAT, IL3, IL6, IL11.

† Trasformazione del tumore di megacarioblasti sotto l'influenza di agenti cancerogeni con successiva intensificazione della trombocitopoiesi nell'emooblastosi. Questo è osservato, ad esempio, con leucemie megacarioblastiche. Allo stesso tempo, è possibile un significativo (10-15 volte il livello normale) e un aumento prolungato del numero di piastrine nel sangue periferico.

La trombocitosi relativa (falsa, non proliferativa) non è accompagnata da un aumento del numero totale di piastrine nel sangue.

† Ridistribuzione delle piastrine in diverse regioni del letto vascolare. Pertanto, il numero di piastrine aumenta nelle aree di microvasi con pareti danneggiate (ad esempio, vasculite), nelle prime ore dopo la perdita di sangue acuta, stress prolungato, ustioni, traumi (a causa del rilascio di sangue dal deposito e dal midollo osseo).

† Emoconcentrazione: aumento della massa relativa delle piastrine con un volume costante o ridotto di plasma sanguigno. Ciò può verificarsi a seguito di plasmorragia (ad esempio, con ustioni estese) o con significativa perdita di liquidi (ad esempio, in pazienti con diarrea prolungata, vomito, con sudorazione intensa prolungata).

• Il valore adattativo della trombocitosi risiede nella formazione di un coagulo piastrinico e in futuro - un trombo (per esempio, in violazione dell'integrità della parete vascolare) e nel mantenere il metabolismo ottimale nelle cellule endoteliali e la loro integrità a causa del rilascio di fattori angiogenici a contatto con essi.

• Il significato patogenetico della trombocitosi è caratterizzato da un'eccessiva attivazione della coagulazione delle proteine ​​del sangue e dal processo di formazione di trombi con alterata microcircolazione nei tessuti (ad esempio durante la trombocitosi in pazienti con leucemia megacarioblastica).

Trombocitopenia - condizioni caratterizzate da una diminuzione del numero di piastrine per unità di volume di sangue al di sotto della norma, generalmente inferiore a 180-150×10 9 / l. La trombocitopenia comprende anche malattie indipendenti e alcune sindromi associate ad altre malattie.

La trombocitopenia può essere causata da vari fattori di natura fisica, chimica e biologica (vedere la sezione "Eziologia e patogenesi" nell'articolo "Trombocitopenia" dell'Appendice "Termini di riferimento" sul CD).

Il meccanismo per lo sviluppo della trombocitopenia è quello di implementare uno o più dei seguenti processi (Fig. 21-22):

Fig. 21-22. I principali meccanismi di trombocitopenia.

• Soppressione della trombocitopoiesi. Provoca trombocitopenia iporegenerativa assoluta. Questo può essere osservato con l'emooblastosi; metastasi di neoplasie nel midollo osseo, malattie da radiazioni, uso di determinati farmaci (ad esempio, diuretici tiazidici o farmaci chemioterapici), che inibiscono selettivamente la maturazione dei megacariociti; carenza di vitamina B12 o acido folico, un deficit congenito di unità formanti colonia megacariocitica nel midollo osseo (come risultato, si sviluppa trombocitopenia amegacariocitica).

• Aumento della distruzione delle piastrine (vedere la sezione "Eziologia e patogenesi" nell'articolo "Trombocitopenia" dell'Appendice "Termini di riferimento" su CD).

• "consumo" massiccio di piastrine. È rilevato in trombosi generalizzata (ad esempio, in DIC nella fase di formazione di un gran numero di coaguli di sangue).

• Eccessiva deposizione di piastrine nella milza. Questa sindrome viene definita ipersplenismo. Normalmente, la milza contiene circa il 30% dell'intero pool di piastrine. Un aumento delle dimensioni della milza (splenomegalia) provoca la deposizione di un numero significativo di piastrine con la loro esclusione dal sistema emostatico. Con un aumento significativo della milza, è possibile depositare il 90% dell'intero pool di piastrine. Rimanendo nelle piastrine del flusso sanguigno ha una normale durata di circolazione. L'ipersplenismo è caratterizzato da trombocitopenia moderata, un numero normale di megacariociti nel midollo osseo e un significativo aumento della milza.

† Iperplasia del midollo osseo. Manifestato da un aumento del numero di megacarioblasti e megacariociti. Osservato con distruzione aumentata o "consumo" generalizzato di piastrine.

† Ipoplasia midollare. È rilevato in pazienti con emoblastosi (leucemia), malattia da radiazioni, metastasi di tumori (non correlati all'emooblastosi) nel midollo osseo.

† Riduzione del contenuto di glicogeno e dell'attività di un numero di enzimi (ad esempio, lattato deidrogenasi, glucosio - 6 fosfato deidrogenasi) in megacarioblasti e megacariociti, che riduce la durata delle piastrine.

• Sangue periferico: una diminuzione del numero di piastrine e un aumento delle loro dimensioni con un numero solitamente normale di globuli rossi, Hb, leucociti. Nella sindrome emorragica grave può svilupparsi anemia.

• Sistema emostatico. Le manifestazioni di trombocitopenia nel sistema emostatico sono mostrate in Fig. 21-23.

Fig. 21-23. Cambiamenti nel sistema emostatico con trombocitopenia.

Prevede la cessazione (riduzione) dell'effetto patogeno di fattori che causano trombocitopenia. Per questo, viene eseguita la splenectomia e gli emangiomi vengono rimossi, anche la protezione dall'energia radiante è necessaria; sostituzione di farmaci che causano trombocitopenia, prevenendo l'ingresso nel corpo di sostanze che causano trombocitopenia (etanolo, composti dell'oro, ecc.), inattivazione ed eliminazione di AT anti-trombociti, ecc.

Al fine di ridurre il "consumo" e / o la distruzione delle piastrine, attivare la citopoiesi piastrinica, normalizzare il contenuto e l'attività nel sangue di agenti pro-e antipiastrinici, fattori di coagulazione, anticoagulanti e fibrinolitici, trasfusione piastrinica, trapianto di midollo osseo, linfo-e / o plasmaferesi sono utilizzati (rimozione da anticorpi AT e linfociti del sangue), così come immunosoppressori; anticoagulanti, agenti antipiastrinici.

Al fine di normalizzare le funzioni degli organi e dei loro sistemi disturbati a seguito di trombocitopenia, vengono infuse sangue intero e massa piastrinica, così come il trattamento delle condizioni post-emorragiche.

La trombocitopatia è una condizione caratterizzata dalla violazione delle proprietà delle piastrine (adesivo, aggregazione, coagulazione) e, di regola, da disturbi dell'emostasi. Le trombocitopatie (al contrario della trombocitopenia) sono caratterizzate da alterazioni funzionali, biochimiche e morfologiche stabili e durature delle piastrine. Sono osservati anche con un numero normale di piastrine e non scompaiono quando viene eliminata la trombocitopenia (se ce n'era una).

Le trombocitopatie sono suddivise in primarie (ereditarie e congenite) e secondarie (acquisite).

• Trombocitopatia primaria. Sviluppato con difetti genetici. Esempi: malattia di von Willebrand, trombastenia di Glossmann, trombossano, deficit di sintetasi.

• trombocitopatia secondaria. Sviluppare sotto l'influenza di fattori chimici e biologici.

‡ Eccessi di prodotti metabolici normalmente escreti dai reni. Si ritiene che essi (possibilmente creatinina) depolimerizzino i polimeri a grande molecola del fattore VIII.

‡ Alcuni farmaci (per i dettagli, consultare la sezione "Eziologia" dell'articolo "Trombocitopatia" nell'Appendice "Libro di consultazione" sul CD).

‡ Ipovitaminosi (carenza di acido ascorbico, cianocobalamina).

‡ Sostanze formate in cellule tumorali. Interrompono la divisione e la maturazione dei megacariociti. Questo è osservato in varie forme di leucemia o metastasi di tumori solidi nel tessuto ematopoietico.

‡ Prodotti di degradazione di fibrinogeno e fibrina (DIC).

• Aumento dei livelli plasmatici di proteine ​​normali e anormali nella malattia di Waldenstrom e nel mieloma.

‡ Aumento della concentrazione plasmatica dei fattori della coagulazione (ad esempio, durante il trasfusione di grandi dosi di sangue, plasma, concentrati di procoagulante).

Alla base dello sviluppo della trombocitopatia sia primaria che secondaria vi è un disturbo di uno o più processi (Figura 21-24).

Fig. 21-24. I principali collegamenti della patogenesi della trombocitopatia.

L'implementazione parziale o combinata di questi meccanismi causa una violazione preferenziale dell'attività di contatto delle piastrine (la loro aggregazione e / o adesione), o disturbi preferenziali delle loro proprietà procoagulanti.

• Violazione dell'attività di contatto delle piastrine. Nella maggior parte dei casi, include uno e talvolta diversi dei seguenti collegamenti:

† Disturbi della sintesi e / o accumulo del loro contenuto nei granuli piastrinici. Questi disturbi portano a disturbi dell'emostasi e dello stato dell'endotelio delle pareti dei vasi.

† Disturbi del meccanismo di degranulazione nell'interazione delle piastrine con fattori aggreganti - ADP, catecolamine, trombossano A2, collagene, ecc. Questi disturbi, così come le violazioni della sintesi e / o accumulo nei granuli dei loro componenti, riducono il contatto (adesivo e aggregazione), così come l'attività piastrinica procoagulante (la capacità di iniziare il processo di trombosi).

† Anomalie delle proprietà fisico-chimiche e / o composizione chimica e struttura delle membrane piastriniche. Le carenze di glicoproteine, i disordini strutturali e i rapporti delle varie frazioni fosfolipidiche di membrana sono più comuni. Questi cambiamenti causano anche una ridotta attività di aggregazione dell'adesione delle piastrine.

• I disturbi dell'attività procoagulante piastrinica includono:

† Diminuzione della sintesi, del contenuto e / o dell'attività del fattore fosfolipidico 3 delle piastrine (fattore di coagulazione delle proteine ​​del sangue). Questo fattore combinato con altri procoagulanti provoca la transizione della protrombina alla trombina.

† Disturbo del rilascio del fattore 3 piastrinico dalle piastrine. È causato da membrane ereditarie, congenite o acquisite, anomalie dei tubuli e degli elementi del citoscheletro delle piastrine. Ciò impedisce l'interazione del fattore piastrinico 3 con fattori plasmatici di emocoagulazione sulla superficie delle piastrine. Queste anomalie portano a una riduzione della coagulazione delle proteine ​​del sangue e dei coaguli di sangue.

• In un certo numero di pazienti, le anomalie dei meccanismi di contatto e l'attività piastrinica procoagulante vengono rilevate simultaneamente. Così, nella sindrome di Wiskott Aldrich, c'è una violazione della formazione e della conservazione di componenti di densi granuli di vari tipi di piastrine, così come il rilascio del loro contenuto. Questi cambiamenti sono accompagnati da una disfunzione dell'adesivo, aggregazione e attività procoagulante delle piastrine.

• Sindrome emorragica. Manifestata da sanguinamento interno ed esterno, così come emorragie in vari organi, tessuti, pelle, mucose.

• Vari disturbi di microemocircolazione: cambiamenti nel volume e nella velocità del flusso sanguigno nei vasi della microvascolarizzazione, il suo carattere turbolento, ecc. Questo spesso porta a disordini metabolici nei tessuti (a causa dello sviluppo di insufficienza capillare-trofica), varie distrofie, erosioni e ulcerazioni.

• Cambiamenti significativi nelle proprietà funzionali delle piastrine (adesivo, aggregazione, procoagulante).

• Difetti dei granuli piastrinici: assenza o riduzione del loro numero (ad esempio nella sindrome delle piastrine grigie), alterazione del rilascio del loro contenuto.

• Dimensioni e forma anomale dei megacariociti e delle piastrine.

Il trattamento della trombocitopatia è un compito complesso, e in molti pazienti (specialmente con forme ereditarie e congenite) viene eseguito per tutta la vita.

Mira a fermare l'azione (protezione dall'esposizione) di fattori di natura fisica, chimica, biologica, trattamento di malattie, processi patologici e condizioni che causano trombocitopatia.

Per prevenire (ridurre il grado di) violazioni di adesivo, aggregazione e attività procoagulante delle piastrine, è necessario somministrare proaggregants, iniezioni di procoagulanti e / o farmaci antifibrinolitici (εacido aminocaproico, acido para-amminometilbenzoico), l'uso di sostanze che stimolano la "reazione di rilascio" (ATP, magnesio solfato, magnesio tiosolfato), così come trasfusione di sangue intero, massa piastrinica, prodotti ematici di proteine ​​(fibrinogeno, trombina, ecc.).

Per normalizzare le funzioni di organi e tessuti disturbati da disturbi di microemocircolazione, sanguinamento ed emorragia durante la trombocitopatia, è necessario iniettare soluzioni che normalizzano le proprietà reologiche del sangue (plasma sostitutivo, plasma), interrompere il sanguinamento, trattare le condizioni post-emorragiche.

Il sistema emostatico è un complesso di fattori e meccanismi che assicurano lo stato ottimale dello stato aggregativo delle cellule del sangue (Figura 21-25).

Fig. 21-25. Emocoagulazione a cascata. L'attivazione del fattore XII innesca un meccanismo interno; il rilascio del fattore tissutale e l'attivazione del fattore VII attivano il meccanismo di coagulazione esterna. Entrambi i percorsi portano all'attivazione del fattore X (DM Zubairov, 1995)

In senso stretto (applicato), il termine "emostasi" (da gr Haima, sangue, arresto di stasi) viene usato per riferirsi al processo effettivo di fermare il sanguinamento.

• Il sistema emostatico comprende fattori e meccanismi di tre categorie:

† fornendo coagulazione delle proteine ​​del sangue e formazione di trombi (sistema di coagulazione),

† che causa l'inibizione o il blocco della coagulazione delle proteine ​​plasmatiche e della formazione di trombi (sistema di anticoagulazione),

† realizzare processi di lisi della fibrina (sistema fibrinolitico).


Altri Articoli Su Fegato

Cholestasia

Temperatura dopo laparoscopia

Molto spesso, dopo l'operazione, il paziente può avere la febbre. Tale conseguenza può verificarsi anche dopo chirurgia addominale e anche dopo la laparoscopia. A volte non disturba veramente la persona, dopo di che tutto passa.
Cholestasia

Cosa fa il test del sangue per gli esami del fegato

Il fegato svolge una neutralizzazione, sintesi proteica e altre funzioni. Con la sua malattia, la sua attività cambia. Quando una parte degli epatociti (cellule del fegato) viene distrutta, gli enzimi contenuti in essi entrano nel sangue.