Quali potrebbero essere le conseguenze del vaccino contro l'epatite B (B)

L'epatite è una malattia infettiva causata da virus epatotropici che infettano le cellule del fegato. L'infezione porta a cambiamenti strutturali che possono causare cirrosi, fibrosi o neoplasie maligne. A seconda del tipo di virus, l'infezione può avvenire per via oro-fecale (attraverso acqua potabile, cibo contaminato), sangue o contatto sessuale.

Esistono cinque tipi principali di agenti patogeni: A, B, C, D ed E. Al fine di prevenire la malattia, vengono utilizzati vaccini speciali contenenti proteine ​​immunogeniche. Attualmente, ci sono vaccinazioni contro l'epatite A e B, che sono utilizzate nella pratica clinica.

Gli effetti di un vaccino contro l'epatite non compaiono nella maggior parte dei casi.

Cos'è un vaccino

I vaccini contro l'epatite sono una sospensione sterile, che include il virus dell'epatite, cresciuto in uno speciale mezzo nutritivo e poi ucciso con l'aiuto della formaldeide (il veleno che agisce sulle cellule).

Tali virus sono coltivati ​​in laboratori speciali. Contribuiscono all'emergere di un'immunità resistente alla malattia. Allo stesso tempo, i vaccini non causano malattie negli esseri umani. Il re-farmaco viene somministrato per migliorare la risposta immunitaria.

In alcuni paesi, la procedura di vaccinazione contro l'epatite A o B non è inclusa nel programma di vaccinazione e può essere revocata. Ma i medici raccomandano ancora la vaccinazione, dato che il numero di persone infette è aumentato di recente in modo drammatico.

Il rischio di contrarre un'infezione aumenta nei seguenti casi:

  • Un membro della famiglia è infetto dalla malattia.
  • Il riposo è programmato in paesi caldi dove la malattia si sta diffondendo rapidamente.
  • Un virus è stato trovato nel flusso sanguigno della madre e l'infezione si è verificata durante la gravidanza.
  • I genitori del neonato usano droghe.
  • Nel villaggio dove vive la famiglia, c'è un focolaio della malattia.

Come vaccinare

Non esiste un programma di vaccinazione epatite A separato. I medici raccomandano di vaccinare un bambino contro questa malattia in un anno e la rivaccinazione viene effettuata in 6 - 18 mesi, secondo le istruzioni per la preparazione.

Schema di vaccinazione contro l'epatite B:

  • Lo schema standard prevede l'introduzione di un vaccino in 1, 3, 6 mesi.
  • Se la madre è stata infettata dall'epatite B, la vaccinazione primaria viene effettuata immediatamente dopo la nascita del bambino, quindi il vaccino viene somministrato in un mese, in mezzo anno e in un anno.
  • Se necessario, la chirurgia, al fine di sviluppare rapidamente l'immunità, il farmaco viene somministrato immediatamente dopo la nascita, poi nei giorni 7 e 21 della vita. La rivaccinazione viene eseguita quando il bambino ha un anno.

Tra la prima e la seconda vaccinazione, è possibile aumentare l'intervallo di 4 mesi. Quando il vaccino viene somministrato per la terza volta, questo periodo varia da 4 a 18 mesi. Se lo aumenti, l'immunità non viene prodotta.

Il vaccino viene iniettato nel muscolo all'esterno della coscia. Allo stesso tempo, entra completamente nel flusso sanguigno, consentendo all'organismo di fornire una protezione immunitaria completa. I bambini di età superiore ai tre anni e gli adulti ricevono un'iniezione nella spalla.

Non è raccomandato iniettare il vaccino nel gluteo, perché in questo caso il farmaco viene consegnato allo strato grasso, che peggiorerà la sua capacità di assorbimento e aumenterà il rischio di reazioni negative.

Con la somministrazione sottocutanea del farmaco, aumenta il rischio di effetti collaterali, sotto forma di arrossamento e compattazione nel sito di iniezione.

Tolleranza al vaccino

La risposta a un vaccino contro l'epatite può variare. Spesso è una variante della norma, ma a volte richiede un intervento medico speciale. Nella maggior parte dei casi, il vaccino è ben tollerato e non causa alcun effetto collaterale.

Reazione alla vaccinazione negli adulti

Gli adulti tollerano la vaccinazione più facilmente rispetto ai bambini. In casi molto rari, hanno:

  • Sigillare nel sito di iniezione.
  • Debolezza e disagio.
  • Dolore addominale
  • Dolore alle articolazioni.
  • Nausea e feci sconvolte.
  • Orticaria.
  • Prurito.
  • Linfonodi ingrossati.
  • Condizioni pre-inconsce
  • Aumento della temperatura corporea.

Come evitare una reazione negativa alla vaccinazione

Affinché le misure di vaccinazione passino senza conseguenze, è necessario rispettare le seguenti regole:

  • Al fine di evitare reazioni allergiche, alcuni medici raccomandano di somministrare antistaminici al bambino tre giorni prima della vaccinazione.
  • Prima di visitare l'ospedale, devi spiegare al bambino che cos'è la vaccinazione e le sue necessità. Racconta del dolore a breve termine.
  • Raccogli tutte le informazioni sul vaccino, che entreranno, chiarire le controindicazioni e porre tutte le domande al medico.
  • Prima della vaccinazione, il medico deve condurre un'ispezione. In presenza di sintomi di raffreddore, il farmaco non è raccomandato, perché aumenta il rischio di reazioni avverse.
  • I genitori dovrebbero tenersi nelle loro mani, non preoccuparsi e in nessun caso urlare al bambino, poiché reagisce sensibilmente alle loro condizioni.
  • Durante la vaccinazione, è necessario mantenere il contatto visivo con i bambini. Devi parlare con loro con voce dolce e calma.
  • Dopo la vaccinazione, i genitori sono invitati a trascorrere del tempo con il bambino sotto la supervisione di un medico. Nonostante il fatto che le reazioni anafilattiche si verificano raramente, quando appaiono il bambino avrà bisogno dell'aiuto di un medico.

Cosa fare se c'è una reazione negativa

Nel caso in cui la temperatura sia salita a più di 38,5 gradi, il bambino non si sente bene ed è cattivo, devi dargli un farmaco antipiretico a base di paracetamolo o ibuprofene.

Usano anche metodi meccanici di raffreddamento, pulire il bambino con un asciugamano inumidito con acqua tiepida (senza aggiunta di alcool o aceto). Se la temperatura rimane alta il quarto giorno dopo la vaccinazione, allora dovresti consultare un medico.

Se in presenza di febbre il bambino ha convulsioni, o ha iniziato a perdere conoscenza, dovresti immediatamente cercare aiuto medico.

Quando appare un edema (fino a 5 cm) o un indurimento doloroso (fino a 2 cm) nel sito di iniezione, non è necessario utilizzare pomate o lozioni terapeutiche. Si sconsiglia di bagnare l'area interessata, poiché ciò potrebbe migliorare la reazione. Se la dimensione del sigillo supera la norma, o non scompare da sola entro una settimana, dovresti consultare un medico. Ciò potrebbe indicare che il farmaco è stato iniettato in modo errato o che è stata segnalata un'infezione. Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Se si manifestano prurito, naso che cola o orticaria, che indica una reazione allergica, deve essere somministrato un antistaminico al bambino (Fenistil, Suprastin, Diazolin). Dovrebbe essere preso secondo le istruzioni e le raccomandazioni del pediatra.

Se gli effetti collaterali del sistema digestivo compaiono a lungo e causano disagio al bambino, è possibile utilizzare i sorbenti (Smektu, carbone attivo, Enterosgel). Nel caso in cui i sintomi non scompaiano, ma aumentino, dovresti consultare il medico.

Se, come risultato della vaccinazione contro l'epatite A o B, ci sono effetti collaterali dal sistema nervoso (alterazione del tono muscolare, convulsioni), si dovrebbe consultare un neurologo e un epilettologo per un consiglio.

effetti

Il meccanismo d'azione del vaccino è sufficientemente studiato, ma in rari casi le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite sono della seguente forma:

  • Lo sviluppo di gravi complicanze - angioedema (reazione allergica acuta causata da ripetuti contatti con l'allergene).
  • Miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco).
  • Artrite (infiammazione delle articolazioni).
  • Glomerulonefrite (una malattia dei reni, che è caratterizzata da infiammazione dei glomeruli renali).
  • Mialgia (dolore muscolare conseguente al tono aumentato).
  • Neuropatia (infiammazione dei nervi).
  • Esacerbazione di malattie croniche.

In quali casi possono sorgere complicazioni.

La comparsa di complicanze è influenzata da vari fattori:

  • Lo stato del sistema immunitario. Se una persona ha malattie congenite o croniche che vengono periodicamente esacerbate, aumenta il rischio di complicazioni.
  • Violazione delle condizioni di conservazione e trasporto del vaccino. I farmaci devono essere conservati a una temperatura compresa tra + 2 e +8 gradi in un frigorifero speciale. Trasportare vaccini in contenitori speciali. Quando si surriscaldano o si congelano i farmaci, perdono le loro proprietà, il che può provocare lo sviluppo di ogni sorta di complicazioni.
  • Inosservanza delle regole e delle tecniche di immissione dei vaccini. In questo caso, aumenta il rischio di una reazione locale.

Controindicazioni

Non è raccomandato vaccinarsi nei seguenti casi:

  • La presenza di ipersensibilità ai componenti del vaccino.
  • Malattie autoimmuni
  • Asma bronchiale.
  • Idrocefalo.
  • Epilessia.
  • Paralisi cerebrale
  • Malattie oncologiche
  • Malattie gravi del cuore e dei vasi sanguigni.
  • Se al momento della vaccinazione ha una malattia infettiva acuta.
  • Durante l'esacerbazione di malattie croniche.
  • Se il bambino nasce prematuro, e il suo peso è inferiore a 2 chilogrammi.
  • Nel caso in cui la reazione al primo vaccino fosse troppo forte.

Non aver paura della vaccinazione, poiché aiuta a proteggere dalle malattie mortali.

Qual è la probabilità di morte per questa malattia?

Nel caso del virus A, le morti sono molto rare e si verificano solo durante il rapido sviluppo del processo. In questo caso, il paziente sviluppa un'infiammazione acuta delle cellule del fegato, seguita da necrosi e dallo sviluppo di insufficienza epatica.

Nei bambini di età inferiore ad un anno, l'infezione è molto difficile. La malattia è accompagnata da complicanze e causa conseguenze negative.

L'epatite B è più pericolosa perché può causare cirrosi o cancro. Quasi il 90% dei bambini infettati da questa infezione, la malattia diventa cronica. Inoltre, spesso dà complicazioni sotto forma di miocardite, glomerulonefrite o artralgia. Il vaccino contro l'epatite B e le sue reazioni avverse non sono così pericolosi come la stessa malattia.

Effetti collaterali e reazioni dopo la vaccinazione contro l'epatite in 1 mese

La vaccinazione contro l'epatite in 1 mese si verifica raramente con gravi effetti collaterali. Le conseguenze più tipiche comprendono la reazione locale alla droga iniettata. Leggermente meno comune è la risposta generale del corpo sotto forma di indisposizione e un basso aumento della temperatura corporea. La seconda vaccinazione viene effettuata un mese dopo l'iniezione iniziale del farmaco.

È richiesto il vaccino contro l'epatite B?

L'epatite B è una grave malattia infettiva di origine virale, che colpisce principalmente le cellule del fegato ed è altamente resistente a molti farmaci antivirali.

Esistono varie forme di epatite, ad esempio, con sintomi acuti di ittero o insufficienza epatica. La malattia può portare allo sviluppo di cirrosi e cancro del fegato.

Il modulo di accordo per la vaccinazione è dato per firmare presso l'ospedale di maternità. Se il consenso è stato firmato, la rivaccinazione del neonato viene effettuata in un mese. Nei neonati, il sistema immunitario è sottosviluppato e la malattia spesso porta a gravi conseguenze. Se inizi lo schema in questo momento, allora l'efficacia sarà molto più alta.

La reazione dopo la somministrazione del vaccino è diversa per tutti i bambini. Tutto dipende dalla salute generale del bambino al momento della procedura e dal lavoro di immunità.

L'inoculazione, secondo la legislazione della Federazione Russa, non è obbligatoria. Ogni adulto può scrivere un rifiuto di vaccinazione. Pertanto, la domanda: è necessario vaccinare il bambino contro l'epatite, i genitori decidono da soli.

Reazione normale del bambino alla vaccinazione

I genitori, preoccupati per la salute del bambino, si chiedono spesso quale tipo di reazione al vaccino contro l'epatite B sia considerata normale? Idealmente, non dovrebbero esserci cambiamenti nel comportamento e nelle condizioni del bambino. I bambini troppo sensibili possono sviluppare i seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea, ma non superiore a 37, 5 gradi;
  • aumento della sudorazione;
  • dolore nel luogo in cui è stato iniettato il farmaco;
  • perdita di appetito, malumore, sonno agitato nei primi due giorni dopo la vaccinazione.

Tutte le altre reazioni ricorrenti che durano più di un giorno, appartengono al gruppo patologico. Questo può essere un'eruzione cutanea, febbre alta, nausea, frequente rigurgito, dolore alle articolazioni.

Se c'è un forte vomito, convulsioni, la condizione indica l'inizio di alcuni processi infettivi non associati alla vaccinazione.

La maggior parte dei bambini tollerano bene il vaccino. Dopo circa 3-4 settimane, si forma il sistema immunitario e viene attivata la reazione difensiva del corpo contro la malattia.

Conseguenze dell'epatite nei bambini

I medici affermano che tutti i moderni vaccini che vengono consegnati agli ospedali sono altamente sicuri ed efficaci. Le reazioni avverse alla vaccinazione contro l'epatite B sono molto rare.

Malessere generale

Nei neonati, la vaccinazione di solito passa facilmente, senza dolore e raramente causa reazioni avverse. Nel corpo c'è una debolezza, sonnolenza, un piccolo mal di testa. Il bambino diventa irritabile, piange a lungo, non si stacca dal seno, si addormenta e dorme solo nelle braccia, il sonno è intermittente, spesso il bambino si sveglia piangendo.

Uno specialista dovrebbe essere consultato se i segni di malessere generale non scompaiono per più di due giorni e sono stati aggiunti altri segnali di allarme.

temperatura

Poiché i neonati non hanno processi di termoregolazione, il corpo è suscettibile di cambiamenti ambientali.

  • La temperatura nei neonati dopo la vaccinazione contro l'epatite B spesso non supera i 37,5 gradi. L'aumento è registrato 6-7 ore dopo la vaccinazione, che è una normale risposta immunitaria a corpi estranei.
  • Il grado medio di reazione post vaccinazione è caratterizzato da un aumento della temperatura a 38,5 gradi e richiede l'uso di farmaci antipiretici.
  • Nei casi più gravi, la misurazione sul termometro supera il segno di 38,5 gradi.

Compattazione e arrossamento nei siti di iniezione

Un altro effetto avverso comune dopo la vaccinazione contro l'epatite nei neonati è una reazione locale. Si sviluppa a causa dell'aumentata sensibilità dell'organismo al componente principale di molti vaccini. Il sito di iniezione è gonfio, rosso, compatto, con un leggero dolore alla pressione. I sintomi sono esacerbati se l'acqua viene iniettata nel sito di iniezione.

La reazione è considerata normale se il gonfiore e l'indurimento non superano i 6-7 cm e il rossore non supera gli 8 cm. Dopo che il farmaco è entrato nel sangue, l'infiammazione naturalmente passerà (circa in una settimana). Non è consigliato mettere le compresse e applicare un unguento.

Complicanze pericolose dopo la vaccinazione contro l'epatite B

Nonostante tutte le precauzioni e tenendo conto di tutte le possibili controindicazioni, c'è sempre una percentuale di complicanze. Le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite includono:

  • gravi manifestazioni allergiche come orticaria, shock anafilattico, grave eruzione cutanea su tutto il corpo, miocardite, artrite;
  • eritema nodoso;
  • aumento della temperatura corporea fino a 40 gradi;
  • forte dolore muscolare e articolare;
  • disturbi neurologici.

La vaccinazione previene le malattie epatiche causate dall'epatite A e B. Numerosi studi hanno dimostrato che la vaccinazione non influenza lo sviluppo dell'ittero nei neonati e riduce anche il rischio di sviluppo. Pertanto, non è richiesto alcun trattamento del fegato dopo la procedura.

Per evitare tutte queste complicazioni, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico. Due giorni dopo la vaccinazione, non è possibile bagnare il sito di iniezione, non è possibile inserire nella dieta di una madre che allatta nuovi prodotti ed è meglio rifiutarsi di camminare per strada. Durante la settimana non è raccomandato somministrare vitamina D.

L'epatite B è una malattia pericolosa con un alto rischio di sviluppare cirrosi e cancro, che rappresentano una minaccia per la salute e la vita di un bambino. Nella maggior parte dei bambini infetti da epatite, la malattia passa dallo stadio acuto a quello cronico.

Cos'è il vaccino contro l'epatite B?

Per sviluppare una stabile e buona immunità alla malattia, devi fare tre vaccinazioni. I vaccini possono essere combinati (includere componenti aggiuntivi), e c'è un altro tipo - monovalente.

I vaccini anti-epatite di produzione russa e straniera sono utilizzati nel nostro paese:

  • Biovak.
  • Bubo Kok (previene malattie come pertosse, epatite, tetano e difterite).
  • Regevak.
  • Vaccino ricombinante al lievito.
  • Endzheriks V.
  • Eberbiovak.

Sia i vaccini importati che quelli russi sono caratterizzati da alta affidabilità e sicurezza, sono tutti intercambiabili. La differenza può essere solo nei componenti, quindi i medici raccomandano di mettere le vaccinazioni nel corso dello stesso produttore.

Dove vengono vaccinati i neonati?

La vaccinazione non richiede una preparazione speciale. Prima della procedura, il medico esamina il bambino, misura la temperatura, ascolta il torace. Se non ci sono anomalie nello stato di salute del bambino, viene indicato un riferimento alla stanza di vaccinazione.

Le iniezioni possono essere somministrate per via intramuscolare alla coscia o alla spalla. In una siringa speciale che guadagna 1 ml del farmaco. Sotto la pelle, il farmaco non può essere iniettato, perché riduce l'efficacia del vaccino e provoca una forte reazione locale.

Nei neonati e bambini di età inferiore ai tre anni, il farmaco viene iniettato nella coscia. È qui che i muscoli che sono vicini alla pelle si sviluppano meglio. Tutto ciò aiuta a prevenire il verificarsi di forti reazioni locali. I bambini di età superiore ai tre anni e gli adulti ricevono un colpo alla spalla.

Controindicazioni

Prima della procedura, il bambino viene esaminato per controindicazioni. Se viene rilevata un'anomalia, il medico firma un ritiro medico, che può essere temporaneo o permanente. Le vaccinazioni in questi casi spesso portano a complicazioni:

  • Se c'è intolleranza al lievito di Baker, allora il farmaco non può essere inserito. In questo caso, la reazione del corpo a una vaccinazione contro l'epatite può manifestarsi per allergie.
  • Tolleranza severa delle precedenti vaccinazioni.
  • La controindicazione è il decorso acuto di qualsiasi malattia.
  • Se il bambino è nato sottopeso, il vaccino non può essere somministrato finché non ha guadagnato 2 kg.
  • Diatesi (vaccinazione solo dopo che l'eruzione si è calmata) e altre manifestazioni allergiche.
  • Disturbo del tratto digestivo.
  • Malattie del sangue maligne.
  • Malattie oncologiche

Se la vaccinazione è stata fatta a un bambino sano, allora nessuna seria complicanza lo minaccia. Se il vaccino è stato somministrato in presenza di qualsiasi patologia, c'è un alto rischio di gravi violazioni.

Nelle malattie del fegato, la vaccinazione non è una controindicazione assoluta. Ci sono casi in cui il vaccino viene iniettato durante l'insorgenza di epatite acuta (non è stato ancora diagnosticato) non devi temere le conseguenze. La procedura non comporta alcun danno, al contrario, la probabilità di sviluppare cirrosi epatica è ridotta.

Reazione al vaccino contro l'epatite

Ci sono stati periodi in cui l'epatite virale si è rivelata un disastro tanto grande quanto la peste, il colera e il vaiolo. Oggi, la vaccinazione protegge in modo affidabile da gravi danni al fegato. La vaccinazione contro l'epatite B è obbligatoria nel nostro paese per i neonati. Tuttavia, molti genitori sono preoccupati per le complicazioni, le reazioni al vaccino. Lei è pericolosa?

Reazione normale al vaccino contro l'epatite

Non ci sono farmaci completamente sicuri. Per ogni vaccino, il corpo risponde con una risposta individuale. Questo è normale Particolarmente spesso possono verificarsi reazioni locali: arrossamento, prurito, contrazione muscolare nel punto di inoculo, leggero dolore al tatto. Questi sintomi si sviluppano dopo l'introduzione di vaccini vivi e inanimati in circa 10 su 100 bambini. Tuttavia, dopo pochi giorni, nessuna traccia di loro rimane.

Sono anche considerate le normali reazioni post-vaccinazione:

  • un leggero aumento della temperatura;
  • aumento della sudorazione;
  • lieve mal di testa;
  • perdita temporanea di appetito;
  • sonno agitato;
  • diarrea;
  • sentirsi debole;
  • stato transitorio di indisposizione.

In generale, la stragrande maggioranza dei neonati, dei neonati e degli adulti è facilmente tollerata dal vaccino contro l'epatite B. Circa un mese dopo, si forma l'immunità, inizia l'effetto protettivo del farmaco. Molto spesso, la vaccinazione procede senza alcun sintomo. Tuttavia, se c'è nausea, raggiungendo vomito, febbre, convulsioni, dovresti sapere: questi sintomi acuti non hanno alcun rapporto con la vaccinazione. A volte la vaccinazione coincide con l'insorgenza di qualsiasi malattia e devi cercare una vera diagnosi.

Compattazione e arrossamento nei siti di iniezione

Tale reazione alla vaccinazione contro l'epatite può verificarsi a causa della elevata sensibilità del corpo all'idrossido di alluminio, che è parte di molti vaccini. Dovrebbe essere preso come una norma, se il gonfiore, la compattazione dei muscoli iniettati non è più di 7-8 cm. Non c'è bisogno di fare alcuna compressa, trattare questo posto con unguenti. Il vaccino passerà gradualmente nel sangue e il nodulo si risolverà presto.

temperatura

Questo effetto collaterale si osserva in una sola delle 15 persone vaccinate. Una reazione simile al vaccino contro l'epatite si verifica spesso nei neonati e nei bambini, poiché nei bambini piccoli il meccanismo di termoregolazione è ancora molto imperfetto. Le reazioni vaccinali valide possono essere:

  • debole - quando la temperatura sale a 37,5 gradi;
  • grado moderato - se il termometro non supera i 38,5 gradi e i segni di intossicazione sono moderatamente espressi;
  • forte - con calore corporeo superiore a 38,5 gradi, sintomi significativi di intossicazione.

Di norma, la temperatura aumenta dopo 6-7 ore dall'iniezione - questo è un segno della risposta attiva del sistema immunitario alle componenti virali estranee del vaccino. Spesso, l'aumento della temperatura è ulteriormente accentuato dall'influenza di fattori esterni: un'aria soffocante o, al contrario, fredda, uno stato di stress. Ritorna alla normalità in 2-3 giorni. Applicare farmaci antipiretici dovrebbe essere solo a temperature superiori a 38,5 gradi.

Conseguenze della vaccinazione contro l'epatite B negli adulti

Per questa categoria di vaccinati, così come per i bambini, le reazioni locali si verificano durante i primi giorni dopo l'immunizzazione sono tipici. Gli effetti indesiderati più gravi della vaccinazione contro l'epatite B negli adulti:

Reazione al vaccino contro l'epatite: effetti collaterali

L'epatite virale (la malattia di Botkin e l'epatite B) non è solo una malattia dei tossicodipendenti. Sfortunatamente, è malato, abbastanza prospero e in salute, e anche i bambini. Il metodo più efficace per trattare l'epatite è la vaccinazione. Certo, lei ha degli effetti collaterali, ma le conseguenze del fallimento possono essere più tristi. È necessario parlare più dettagliatamente di quale potrebbe essere la reazione negativa al vaccino contro l'epatite.

Quali sono questi vaccini e chi ne ha più bisogno?


L'epatite causa ben otto diversi virus. Pertanto, sono chiamati alfabeticamente: A, B, C, D... Come tutti i virus, sono molto tenaci e sono conservati nel sangue o nello sperma anche se si è seccato, vivendo per altre due settimane. Ma se l'epatite A è trattata abbastanza semplicemente, e il vaccino non è necessario troppo, le conseguenze e le complicazioni del virus di tipo B possono essere terribili: la cirrosi, il cancro del fegato, la disabilità e i bambini spesso non sopravvivono. I vaccini contro l'epatite C non sono inventati. Non dare per scontato che se la tua famiglia sta bene, allora l'epatite B semplicemente non ha spazio per prendere un bambino: prendere il sangue, l'infermiera ha dimenticato di indossare nuovi guanti, il bambino può trovare una siringa o qualcosa per strada. Il virus appartiene al tossicodipendente, e nelle cliniche per bambini, a scuola, nelle scuole materne e nel cortile, dove il bambino può combattere il sangue con un bambino vicino infetto.... Se il bambino non ha controindicazioni, lo fanno nel reparto di maternità. La prossima volta lo fanno tra un mese e poi - tra sei mesi. Se un bambino ha il rischio di essere infetto, la vaccinazione viene effettuata secondo uno schema "rapido": alla nascita, al mese, alle due e all'anno. Allo stesso tempo, l'immunità si sviluppa il più rapidamente possibile. Prima di un'operazione di emergenza, è possibile effettuare una vaccinazione di emergenza: nella maternità, dopo una settimana, dopo tre e dopo 12 mesi. Ma ancora una volta, se non sono state identificate controindicazioni.

I vaccini più popolari sono Evuks, Combotech e Endzheriks B, che includono proteine ​​immunogeniche contenenti il ​​virus stesso e gli anticorpi che iniziano ad apparire un paio di settimane dopo la vaccinazione.

Certamente, lei ha controindicazioni, ma nessuno ha bisogno neanche dell'epatite.

Non puoi rifiutare le vaccinazioni in diversi casi:

  • Se i genitori hanno usato o stanno usando droghe;
  • Se una madre ha un virus dell'epatite B trovato nel sangue, o è stata infettata nella tarda gravidanza;
  • Se i malati o solo i proprietari del virus sono tra gli altri parenti del bambino;
  • Se nella regione in cui è nato il bambino, questa malattia è molto comune;
  • Se il corpo della madre per la presenza di questo virus non è stato affatto esaminato.

Controindicazioni

Ci sono controindicazioni temporanee e permanenti.

  • Quindi, se un bambino ha una malattia autoimmune, la possibilità di vaccinazione e i suoi effetti collaterali sono considerati separatamente;
  • Le controindicazioni sono per coloro che sono allergici al lievito. Può provocare complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite B;
  • Certo, non puoi mettere il vaccino in presenza di una malattia acuta, o se alcuni di quelli cronici sono peggiorati. Ora è meglio aspettare circa un mese, perché in questo caso è possibile una reazione negativa al vaccino contro l'epatite B: un bambino con un'immunità indebolita che è stata vaccinata si ammalerà definitivamente con qualcos'altro presto...
  • Predisposizione alle allergie;
  • Reazioni negative della vaccinazione contro l'epatite B, fatte in precedenza;
  • Intolleranza individuale;
  • Se c'è una malattia degli organi interni, il programma di vaccinazione e se ci sono controindicazioni, è necessario discutere con il medico.

Effetti collaterali

Nonostante le controindicazioni, i vaccini sono generalmente tollerati abbastanza facilmente anche dai più piccoli. Gli effetti collaterali e le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite si verificano molto raramente: non più del 5% di quelli vaccinati.

  • Pertanto, il sito di vaccinazione può diventare rosso e un sigillo o nodulo può apparire al suo posto (per esempio, sulla spalla o sulla coscia). Ciò accade, ad esempio, se la vaccinazione non è stata eseguita per il muscolo, ma non per il tessuto adiposo. E il rossore e la compattazione possono verificarsi se il bambino è allergico all'idrossido di alluminio. Anche la pelle può arrossarsi se il sito di iniezione è stato accidentalmente bagnato. Se il bambino ha imbevuto il vaccino, non dovresti aver paura: puoi solo bagnarti con un asciugamano o un tovagliolo, ma non premere. Non ci saranno conseguenze negative. E il sigillo? Risolverà necessariamente, e anche senza l'uso di alcun unguenti. Tuttavia, potrebbe essere necessario inoculare nuovamente perché il vaccino è stato assorbito nel sangue per troppo tempo. Tutto questo dovrebbe essere consultato esclusivamente con il pediatra.
  • Il prurito è meno comune. Questa è un'allergia e devi prendere antistaminici.
  • Abbastanza raramente, ma c'è una temperatura leggermente elevata. Può verificarsi dopo un quarto di giorno e passa anche rapidamente, ma se è ritardato, puoi servire un bambino antipiretico. Ma se è inferiore a 38 gradi, non abbassarlo: produce solo anticorpi.
  • Ci possono essere anche debolezza debole, vertigini, dolore ai muscoli e alle articolazioni, mal di testa e solo un'indisposizione. Questo può dire al bambino piangere;
  • Raramente, ma ci sono altri effetti collaterali, come nausea e sudorazione eccessiva, così come la diarrea.

Tutto questo è abbastanza normale dopo la vaccinazione: durante la formazione dell'immunità, tutto può accadere all'organismo. Questo stato dura non più di tre giorni e passa da solo. Complicazioni come lo shock anafilattico, la paralisi del nervo facciale e talvolta la neuropatia periferica si verificano molto meno frequentemente. Tutto ciò è estremamente raro e richiede l'aiuto di medici.

Eppure, se non ci sono controindicazioni al vaccino contro l'epatite B, è meglio installarlo e proteggere il bambino. Dopo tutto, le conseguenze dell'epatite B possono essere più pericolose di febbre e allergie leggermente elevate.

Quante volte in una vita devono essere vaccinati contro l'epatite B nei bambini, qual è il programma di vaccinazione e gli effetti collaterali nei bambini?

I genitori moderni sono informati sulla necessità di una tempestiva immunizzazione del bambino. Il programma di vaccinazioni include un numero di vaccinazioni obbligatorie, una delle quali proviene dall'epatite B. Considerare quale sia la malattia e perché è meglio difenderla in anticipo. Scopri anche la composizione delle vaccinazioni, il programma di vaccinazione e quali sono le possibili controindicazioni.

Se i bambini devono essere vaccinati contro l'epatite B è una questione di preoccupazione per ogni genitore.

Perché l'epatite B è pericolosa? Perché è necessaria la vaccinazione?

L'epatite di tipo B è una malattia virale che può essere sia acuta che cronica. Il virus entra nel corpo in vari modi - da madre a figlio durante il suo passaggio attraverso il canale del parto, attraverso la trasfusione di sangue, sessualmente. Spesso un'infezione si verifica nell'ufficio del dentista o nel salone di bellezza con uno strumento insufficientemente sterilizzato.

La fase acuta può passare inosservata e può essere caratterizzata dall'ingiallimento della pelle e della sclera. Il paziente può avere lamentele di dolore e disagio a livello di fegato, debolezza e malessere generale.

In alcuni pazienti, il corpo è indipendentemente curato dalla malattia e forma una forte immunità al virus dell'epatite B. In altri, la fase acuta diventa cronica. La condizione descritta è pericolosa in quanto i processi irreversibili iniziano a verificarsi nel fegato - le cellule chiamate epatociti vengono sostituite da tessuto fibroso - si sviluppano fibrosi, cirrosi e persino cancro del fegato.

Le statistiche dicono che l'auto-guarigione si verifica più spesso se una persona si ammala di epatite B all'età di 40-60 anni - quindi circa il 95% dei pazienti guarisce. Se il bambino è malato prima dell'anno, la probabilità di auto-guarigione è bassa, circa il 5%. Nella fascia di età da 1 anno fino alla fine del periodo prescolare in ogni terzo paziente, la malattia diventa cronica.

A questo proposito, l'immunizzazione da questa malattia è pienamente giustificata, poiché consente al bambino di formare l'immunità con mezzi artificiali. Non c'è da meravigliarsi se questo tipo di vaccinazione è finanziato dallo stato ed è incluso nella lista obbligatoria delle vaccinazioni.

Non tutti sanno che esiste un vaccino contro l'epatite A. Ai bambini viene somministrato solo nei casi in cui il rischio di infezione è elevato. Tuttavia, il modello di utilizzo di questo vaccino è diverso dall'epatite B e questa immunizzazione non è necessaria.

Composizione di vaccinazione

Considerare quale sia la composizione del vaccino contro l'epatite B. Una dose (5 ml) del farmaco usato per i bambini sotto i 19 anni include:

  • Frammenti del guscio del virus dell'epatite B, che sono chiamati antigene (HBsAg) - 10 μg. Il corpo percepisce queste molecole come estranee e produce anticorpi contro di loro, cioè forma una risposta immunitaria.
  • Idrossido di alluminio come adiuvante - una sostanza in grado di potenziare la produzione di anticorpi.
  • Il conservante è thiomersal.

Nella Federazione Russa vengono utilizzati diversi tipi di vaccini: ce ne sono di importati e domestici. Sono tutti intercambiabili - se una vaccinazione è fatta con il farmaco Endzheriks V (Belgio), allora il prossimo può essere fatto con DTP Hep B (Russia) o Shanvak B (India).

Il vaccino domestico è disponibile in flaconcini di vetro o fiale da 5-10 ml. In un cartone 50 fiale o 10, 25, 50 flaconi.

Programma di vaccinazione

La vaccinazione contro l'epatite virale può essere somministrata a una persona dalla nascita fino a 55 anni, se non è stata vaccinata in precedenza. Il programma standard è il seguente:

  • la prima iniezione viene fatta al neonato entro 12-24 ore dopo il parto;
  • il prossimo vaccino viene somministrato in 30 giorni - al mese;
  • la terza vaccinazione viene eseguita in sei mesi.

Se non si riesce a seguire il piano, si dovrebbe cercare di osservare il periodo minimo tra l'introduzione del vaccino. La seconda vaccinazione dovrebbe essere completata non prima di un mese dopo la prima e la terza non prima di due mesi dopo la seconda.

Viene anche utilizzato un diverso schema di vaccinazione, che prevede la somministrazione del vaccino 4 volte. La vaccinazione per l'epatite neonatale viene eseguita in ogni caso nelle prime 24 ore, l'ulteriore programma di iniezioni può essere il seguente:

  • 2 vaccinazione - dopo 30 giorni;
  • 3 - in 2 mesi;
  • 4 - in 12 mesi.

Questo schema consente al bambino di ottenere il metodo accelerato di immunità. Questo metodo viene utilizzato se il bambino è nato da una donna infetta, il bambino è stato in contatto con una persona malata o in altri casi.

La scelta dei grafici è dovuta al fatto che è in essi che si nota lo strato più denso di tessuto muscolare. Ciò rende possibile eseguire l'iniezione il più profondamente possibile.

neonati

La maggior parte dei paesi civili vaccina i neonati contro l'epatite B proprio nell'ospedale per la maternità. Tuttavia, per cominciare, la madre del bambino deve acconsentire alla vaccinazione.

Non vaccinare i bambini prematuri nati con un peso inferiore a 2 kg, nonché quelli che sono allergici. Prima dell'introduzione del vaccino, un neonatologo valuta i risultati dell'analisi del sangue di un neonato, esamina la pelle e controlla i riflessi.

Tuttavia, l'ittero dei neonati non è una controindicazione alla vaccinazione. I medici dicono che la vaccinazione non dà un carico aggiuntivo sul fegato e non aggrava il decorso della malattia.

In 1 mese

Nel mese di vaccinazione viene effettuata nella clinica per bambini. I genitori portano il bambino a un esame di routine e il pediatra invia un referral per la vaccinazione. Questa procedura è molto importante, perché dopo la vaccinazione iniziale l'immunità si forma per un breve periodo e deve essere consolidata.

È auspicabile che dopo la prima vaccinazione siano trascorsi almeno 30 giorni. Tuttavia, se i termini sono stati ritardati per più di 5 mesi, si raccomanda di riavviare il programma di vaccinazione.

In sei mesi

A 6 mesi viene eseguita la fase finale della vaccinazione contro l'epatite B. Solo due settimane dopo la terza iniezione del vaccino, si forma l'immunità a lungo termine.

Se il bambino è in ritardo rispetto al programma e il suo primo vaccino è stato somministrato più tardi del necessario, è importante che trascorrano almeno 6 mesi tra la dose iniziale e la dose finale. Se il periodo tra le iniezioni è prolungato in modo significativo, il medico decide sulla ri-vaccinazione.

Quante volte in una vita hai bisogno di essere vaccinato contro l'epatite B, quanto dura?

Fino a poco tempo fa, si riteneva che l'immunità dopo la vaccinazione rimanga attiva per 7 anni. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che anche coloro che hanno ricevuto una vaccinazione un quarto di secolo fa, sono rimasti protetti.

Tuttavia, si raccomanda alle persone a rischio di essere vaccinate ogni 5 anni per tutta la vita. Questi sono medici che si occupano di pazienti con epatite, pazienti che hanno bisogno di trasfusioni di sangue, infermieri, ecc.

Cosa fare se i termini della vaccinazione dei bambini contro l'epatite B sono violati e uno dei vaccini è mancato?

Considerare il lasso di tempo che intercorre tra le vaccinazioni e le raccomandazioni dei pediatri:

  • Manca la prima vaccinazione, che deve essere eseguita in ospedale. L'immunizzazione dell'epatite B può essere iniziata a qualsiasi età, dopo di che può agire secondo il programma utilizzato per i bambini.
  • Manca il secondo vaccino, che deve essere fatto in un mese. In questa situazione, il periodo tra la prima e la seconda vaccinazione può essere 1-4 mesi. Se è trascorso più tempo, il pediatra decide se continuare il programma o avviare lo schema di vaccinazione dall'inizio.
  • Terzo vaccino contro l'epatite mancante. 3 iniezione è consentita per un anno e mezzo dopo la prima vaccinazione. Se anche questo periodo viene saltato, è indicato un esame del sangue per la concentrazione di anticorpi contro l'epatite. A volte l'immunità dura più di 18 mesi, quindi non c'è bisogno di ripetere il programma e il corso può essere completato nel solito modo.

Controindicazioni alla vaccinazione

Le controindicazioni alla vaccinazione sono divise in temporanee e permanenti. Malattie infettive, elevata temperatura corporea, basso peso alla nascita o prematurità possono essere considerate temporanee.

Se un bambino ha la febbre, la vaccinazione programmata viene annullata.

Dalla costante includono:

  • gravi reazioni allergiche nei bambini a precedenti vaccinazioni - shock anafilattico, angioedema, convulsioni febbrili;
  • allergia al lievito;
  • alcune malattie del sistema nervoso che tendono a progredire.

Possibili effetti collaterali nei bambini

Molto spesso, i bambini sono facilmente tollerati e non vengono forniti effetti collaterali. Tuttavia, in rari casi, è possibile una reazione atipica al vaccino contro l'epatite. Considera le possibili conseguenze:

  • Aumento della temperatura a valori subfebrilla. Occasionalmente sono possibili letture del termometro di 39-40 ° C.
  • Rossore della pelle attorno al punto in cui è stata effettuata l'iniezione. È anche possibile prurito, l'aspetto di alone rosso.

Le manifestazioni allergiche dopo la vaccinazione contro l'epatite sono registrate non più di un caso per milione. A volte nei bambini che sono allergici al lievito, dopo la vaccinazione, la reazione ai prodotti da forno è aggravata. Tuttavia, tali casi non vengono osservati spesso.

Il vaccino contro l'epatite B è facilmente tollerabile dai bambini, in rari casi può verificarsi un sigillo nel sito di iniezione.

Come far fronte agli effetti della vaccinazione?

Considera quali dovrebbero essere le principali azioni dei genitori se il bambino ha una reazione atipica alla vaccinazione:

  • Quando la temperatura sale a 38 ° C e oltre, devi dare al bambino un effetto antipiretico. Paracetamolo o ibuprofene in una dose di età farà. È possibile utilizzare il farmaco sotto forma di uno sciroppo, nonché sotto forma di supposte.
  • In caso di arrossamento e indurimento della pelle nel sito di iniezione, è necessario lubrificare l'area interessata con Troxevasinum o un agente risolutivo. Se nel sito di iniezione appare un nodulo, può essere attaccato un foglio di cavolo.
  • Se i genitori si accorgono che il bambino ha una gamba dolorante, nella quale hanno dato l'iniezione, vale la pena somministrare al bambino un farmaco anestetico.
  • Con segni di allergia - prurito, colorazione, orticaria - puoi dare al bambino un antistaminico.

Se si sospetta una reazione allergica grave - sono comparsi segni di soffocamento, gonfiore delle labbra, gonfiore delle gambe, punti luminosi su tutto il corpo - chiamare immediatamente un'ambulanza. Aspettando il medico può dare al bambino gocce di antistaminico.

Vaccino contro l'epatite B: controindicazioni ed effetti collaterali

Oggi, la maggior parte dei genitori è molto scettica sulle raccomandazioni dei pediatri sulla necessità di vaccinare il loro bambino contro una malattia infettiva come l'epatite B. In parte, questa situazione è sorta a causa della grande quantità di informazioni sugli effetti negativi della vaccinazione in generale, e in parte perché Fortunatamente, la maggior parte delle persone non ha avuto a che fare con l'epatite B e vedere le conseguenze di questa grave infezione.

Si parla molto del lato negativo della somministrazione del vaccino, delle conseguenze, delle complicazioni, dell'inappropriatezza della vaccinazione di un bambino contro l'epatite B, e anche in così giovane età, e ancora non abbastanza informazioni sul perché questo vaccino è necessario, perché è incluso nel programma di vaccinazione ciò contro cui protegge In questo articolo cercheremo di considerare tutti i lati della vaccinazione contro l'epatite B e, prima di tutto, toccheremo la fattibilità della vaccinazione dei bambini.

Cosa è pericoloso per l'epatite B?

Questa è una malattia infettiva di eziologia virale che colpisce principalmente le cellule del fegato umano. L'agente causale è un virus del DNA con lo stesso nome. Esistono molte forme cliniche di infezione, che vanno dall'infezione da virus asintomatico a epatite ictica acuta, malattia cronica, cirrosi e cancro del fegato, insufficienza epatica acuta o cronica.

Come si può ottenere l'epatite B?

Puoi contrarre il virus dell'epatite B nei seguenti modi:

  1. Con trasfusioni di sangue (plasma, globuli rossi, piastrine, leykomassa, ecc.) O sangue intero;
  2. Contatto diretto con il sangue e alcuni altri fluidi corporei di una persona malata o di un veicolo virale (iniezione con una siringa, altri strumenti medici);
  3. Infezione attraverso il sesso non protetto;
  4. Con stretti contatti familiari in una famiglia in cui è presente un paziente affetto da epatite e un bambino non vaccinato;
  5. Trasmissione verticale - da madre a figlio (durante la gravidanza con patologia della placenta e del parto).

Vaccino contro l'epatite B: opinione ufficiale

1. Perché vengono vaccinati contro l'epatite B per i neonati?

Il fatto è che sono neonati che hanno un alto rischio di complicanze e lo sviluppo di infezione cronica con infezione da epatite B a causa del sottosviluppo del sistema immunitario. Inoltre, non tutte le donne in gravidanza vengono sottoposte a screening per portatori del virus e i metodi esistenti per determinarlo non hanno un'accuratezza del 100%. Pertanto, il rischio che la madre possa essere portatore dell'infezione e trasmetterlo al bambino durante il parto è abbastanza grande.

Inoltre, l'efficacia della vaccinazione sarà massima se la inizi dai primi giorni della vita di un bambino e rispetti tutti i termini della rivaccinazione.

2. Chi ha dimostrato di essere vaccinato contro l'epatite B?

Tutti i neonati sono soggetti a vaccinazione contro l'epatite B (secondo il programma nazionale di immunizzazione). Oltre ai neonati, la vaccinazione contro l'epatite B è raccomandata per i seguenti gruppi di popolazione (gruppi a rischio):

  • bambini nati da madri con epatite o portatrici del virus;
  • pazienti che ricevono infusioni endovenose di componenti del sangue per lungo tempo;
  • persone in trattamento con emodialisi programmata;
  • tutti gli operatori sanitari, in particolare: infermieri chirurgici e di manipolazione, chirurghi;
  • familiari in cui c'è un paziente con epatite;
  • persone che vanno in una regione con un'aumentata incidenza di epatite B;
  • tossicodipendenti da iniezione, persone con un sacco di sesso occasionale.
3. Quali sono i vaccini contro l'epatite B?

Attualmente, sono consentiti solo i vaccini geneticamente modificati contro l'epatite B. Sono prodotti mediante la modificazione genetica del DNA virale ricombinante nelle cellule fungine di lievito. Il virus dell'epatite B ha diversi antigeni a cui una persona può sviluppare l'immunità. Tutti i vaccini contengono l'antigene di superficie del rivestimento virale (HBsAg). È a questo componente immunogenico che l'immunità si sviluppa nelle persone vaccinate.

Non aver paura che dopo la vaccinazione tu possa avere l'epatite. Questo non può accadere. Infatti, solo un antigene del virus viene introdotto nel corpo con un vaccino e non un agente infettivo a tutti gli effetti.

Di norma, usano il vaccino acquistato dall'istituzione medica (nella maggior parte dei casi sono domestici). Questa vaccinazione è assolutamente gratuita. Se vuoi essere vaccinato con costosi vaccini importati, devi pagarlo dal tuo portafoglio.

3.1 Tipi di vaccini per l'epatite B:
  1. Vaccino contro il lievito ricombinante dell'epatite B - produzione domestica (Combiotech Ltd), più spesso utilizzato per vaccinazioni di massa di bambini.
  2. Endzheriks-In - è fatto in Belgio (GlaxoSmithKleine), ha 2 versioni che differiscono in una dose (per bambini e adulti).
  3. Eberbiovak NV - prodotto congiuntamente da Cuba e Russia, spesso utilizzato per vaccinazioni di massa.
  4. Н-V-VAX II - è prodotto negli Stati Uniti, ha diverse dosi.
  5. Sci-B-Vac - prodotto in Israele.
  6. Polivaccino Bubo-Kok (per epatite B, pertosse, difterite e tetano), produzione domestica.

Spesso i genitori hanno una domanda, è possibile effettuare la prima vaccinazione con un solo vaccino e dopo l'altro. È possibile che tutti i vaccini registrati siano intercambiabili, ma non è necessario farlo senza particolari esigenze.

4. Schemi di vaccinazione contro l'epatite B

Poiché nella composizione del vaccino è presente un solo antigene, sono necessarie diverse vaccinazioni per sviluppare l'immunità (il vaccino contro l'epatite B non possiede una forte immunogenicità). Ci sono 2 schemi di vaccinazione principali. Il primo è utilizzato in tutti i bambini che non appartengono a gruppi a rischio per l'incidenza di epatite. Il secondo è usato nei bambini con un aumentato rischio di sviluppare un'infezione.

Lo schema standard per la vaccinazione contro l'epatite B è il seguente: 0-1-6 mesi. La prima vaccinazione viene eseguita nell'ospedale di maternità, la seconda - entro l'età di un mese e la terza - non prima di 5 mesi (a 6 mesi di vita). Lo stesso schema è utilizzato per l'inoculazione di bambini più grandi e adulti (la seconda iniezione viene effettuata un mese dopo la prima e la terza dopo 5 mesi). Il principio di base è di rispettare l'intervallo stabilito tra le vaccinazioni.

I bambini del gruppo a rischio (la madre è malata o è portatore di epatite B, la madre non viene esaminata durante la gravidanza, c'è un paziente con epatite in famiglia, un bambino da una famiglia disfunzionale) sono vaccinati secondo uno schema diverso: 0-1-2-12 mesi.

Cosa succede se il circuito è rotto? In effetti, la vaccinazione è spesso controindicata, ad esempio, a causa di una malattia acuta. In tali casi, il principio deve essere seguito - l'intervallo di tempo minimo tra le vaccinazioni è 1 mese, il massimo di -4 mesi per la seconda iniezione e 4-18 mesi per il terzo. In questi casi, l'immunità si completa.

Dopo la prima iniezione, l'immunità si sviluppa in circa il 50% delle persone, dopo il secondo - nel 75% e dopo il terzo - in quasi il 100%. La durata della protezione immunitaria ha caratteristiche individuali, una media di 8-10 anni.

5. Metodi per stabilire la vaccinazione contro l'epatite B

Tutti i vaccini contro l'epatite B contengono idrossido di alluminio. Questa sostanza svolge il ruolo di portatore dell'antigene del virus. A questo proposito, tutte le iniezioni devono essere rigorosamente intramuscolari.

In primo luogo, con la somministrazione sottocutanea, la composizione del vaccino viene adsorbita dal tessuto adiposo e rilasciata gradualmente, il che porta a una significativa riduzione dell'immunogenicità e alla mancanza di sviluppo di un'immunità a tutti gli effetti. Se la dose viene iniettata per errore per via sottocutanea, la vaccinazione non è considerata completa e deve essere ripetuta.

In secondo luogo, l'ingresso di idrossido di alluminio nel tessuto adiposo porta allo sviluppo di un'infiammazione specifica, che può verificarsi per diversi mesi. Con l'iniezione intramuscolare, anche il processo infiammatorio si sviluppa, ma passa molto più velocemente.

Ai bambini fino a 3 anni viene praticata una puntura nella superficie laterale della coscia (anche nei neonati i muscoli di questo gruppo sono ben sviluppati), i bambini di età superiore ai 3 anni sono raccomandati per iniettare il vaccino nel muscolo deltoide della spalla.

6. Vaccino contro l'epatite B: controindicazioni

L'introduzione del vaccino contro l'epatite B è controindicata in questi casi:

  1. Gravi complicanze allergiche nella precedente somministrazione di questo vaccino (angioedema, shock anafilattico);
  2. Ipersensibilità a qualsiasi componente del vaccino;
  3. Malattia acuta o esacerbazione di patologia cronica;
  4. Malattia progressiva del sistema nervoso (ad es. Idrocefalo, epilessia);
  5. Bambini prematuri (con peso fino a 2 kg), per raggiungere la cifra specificata, la vaccinazione viene eseguita secondo lo schema standard.

Spesso i genitori confondono gli effetti collaterali e le reazioni post-vaccinazione, che sono la risposta assolutamente fisiologica del corpo all'introduzione di proteine ​​estranee.

Reazioni locali del vaccino (nell'area dell'iniezione): dolore, arrossamento, prurito, infiltrazione fino a 8 cm.

Il sito di iniezione non ha bisogno di essere lubrificato con medicine, graffiato, strofinato, ecc. Dopo 7-10 giorni tutto si curerà da solo.

Reazioni generali del vaccino: interruzione a breve termine del benessere generale, aumento della temperatura a numeri subfebrilici.

Di norma, tali sintomi non durano più di 3 giorni, se il bambino ha la febbre alta, quindi il motivo non è nella vaccinazione, forse il bambino si è appena ammalato, che ha coinciso con la vaccinazione.

6.1 Effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite B:
  1. Complicazioni allergiche (angioedema, malattia da siero, sviluppo di miocardite allergica, glomerulonefrite, artrite), reazioni allergiche cutanee (orticaria, eritema, dermatite, ecc.), Shock anafilattico;
  2. mialgia;
  3. Neuropatia periferica;
  4. Paralisi del viso, nervo ottico;
  5. Sindrome di Hyena-Barre.

Si tratta di gravi complicazioni, che in casi isolati portano alla morte, se l'assistenza medica non è stata fornita in tempo.

Nota: le informazioni di cui sopra sono tratte da fonti pubbliche.

Il bambino ha bisogno di un vaccino contro l'epatite B?

Il vaccino contro l'epatite B viene somministrato a un bambino durante le prime ore dopo la nascita. Guardando come i medici frettolosi cercano di vaccinare un bambino che non ha vissuto per un giorno, ti chiedi, che tipo di malattia è così terribile che devi vaccinarti immediatamente? Forse un'epidemia che abbatte centinaia di persone e quindi è impossibile ritardare la vaccinazione?

Se si ritorna all'inizio dell'articolo (metodi di infezione da epatite B), quindi, secondo gli stessi autori del vaccino, è stato sviluppato per un bel po 'di persone. Si tratta principalmente di persone che hanno stretto contatto con il vettore del virus, attraverso lo strumento medico di professionisti medici senza scrupoli, persone che conducono la vita sessuale e assumono droghe per via endovenosa.

Per quanto riguarda la vaccinazione contro l'epatite B nei neonati, viene mostrato il vaccino solo se i loro genitori sono a rischio o sono già stati infettati. Perché, in questo caso, vaccinare tutti i neonati di seguito, indipendentemente dal fatto che i loro genitori siano a rischio di epatite B o addirittura vicini a questa categoria?

La ragione per la vaccinazione di massa dei neonati è semplice. Il modo più semplice per raggiungere questi bambini. Le persone che hanno realmente mostrato questo vaccino sono improbabili che lo facciano. Costringere una persona adulta e capace a farsi l'iniezione non è chiaro che nessuno può. Prima della vaccinazione obbligatoria degli adulti, fortunatamente in nessun paese ci hanno pensato.

Per quanto riguarda i bambini, allora tutto è molto semplice. Basta spaventare i genitori e loro stessi porteranno i loro bambini al vaccino. Alcuni, ovviamente, resistono. Tuttavia, nel caso della vaccinazione contro l'epatite B, nessuno è interessato alle opinioni dei genitori. Giudicate voi stessi, fate la vaccinazione al bambino solo poche ore dopo la sua nascita.

In questo momento, i genitori pensano a tutto con qualsiasi cosa, ma non alla vaccinazione. In alcuni casi, per il permesso di vaccinare il bambino, si avvicinano a una donna che si è appena ritirata dall'anestesia. È vaccinata? Su un processo decisionale consapevole ed equilibrato in questa situazione non si può parlare. Così si scopre che questa vaccinazione viene praticata praticamente senza il permesso dei genitori, vedendo in ogni neonato la potenziale minaccia della diffusione del virus dell'epatite B.

Invece di limitare la portata della vaccinazione, definendo i suoi confini in accordo con la minaccia oggettiva di infezione e l'assenza di controindicazioni, i funzionari sanitari stanno cercando di vaccinare tutti i bambini senza eccezioni. Tuttavia, dati i valori di una società in cui il denaro viene prima, non c'è nulla di cui essere sorpresi. La vendita di droghe porta miliardi di profitti. Quindi perché combatterlo?

Se sia possibile inoculare un neonato è una domanda speciale. I medici dicono che solo i bambini completamente sani possono essere vaccinati. Pertanto, nessun genitore sano avrebbe permesso a un bambino di essere vaccinato se si osservasse anche la minima deviazione della sua salute. Anche se la madre è pronta a votare per la vaccinazione con entrambe le mani, è improbabile che vaccini un bambino con mal di stomaco o segni di allergia. Anche un piccolo naso che cola è un motivo per rinviare il vaccino "per dopo".

Abbiamo già scritto qui sulle controindicazioni generali alla vaccinazione contro l'epatite B, ma vorrei ricordare che questi sono solo dati ufficiali disponibili in quasi tutte le brochure mediche. Una lista più ampia, quando non si deve vaccinare, proveremo a raccogliere un po 'più tardi.

Nel caso della vaccinazione di bambini contro l'epatite B, la salute del bambino, che ha solo poche ore di vita, può essere solo indovinata. Di default, si considera che il bambino sia sano, se alla nascita non è stata trovata alcuna patologia. Nessuno sa se il bambino è allergico, se tutto è in ordine con la ghiandola del timo. Pertanto, la reazione del suo corpo a una sostanza estranea è impossibile da prevedere.

E questo nonostante il fatto che nei paesi europei, prima di una vaccinazione contro l'epatite B, il paziente scoprirà se è allergico al lievito. Se il medico, conoscendo la presenza di allergia, fa ancora il vaccino, allora affronta un processo, una multa e una squalifica. In Russia, non è necessario parlare di alcuna responsabilità dei medici per il paziente. Il dottore ha quasi sempre ragione. Nel caso della vaccinazione, il medico non è responsabile delle conseguenze.

    Altri articoli
    • Nel 2019, la Russia inizierà a vaccinare contro l'infezione da varicella e rotavirus.
    • Negli Stati Uniti, i genitori si sono rifiutati di vaccinare
    • Rospotrebnadzor: il rifiuto di vaccinare un bambino può comportare la responsabilità dei genitori
    • È possibile rifiutare le vaccinazioni per un bambino al di sotto di un anno?
    • Implicazioni delle vaccinazioni per i bambini: la storia del nostro lettore

47 commenti

Alexander - 17/08/2014 17:34

Tuttavia, un articolo scientifico molto serio. In effetti, un tale problema esiste e ogni genitore decide a modo suo cosa fare. Alcuni dei miei amici, al posto delle vaccinazioni, nutrono i bambini con prodotti apistici che aiutano a mantenere l'immunità (soprattutto propoli d'acqua); altri non vogliono preoccuparsi di questo e accettano facilmente qualsiasi vaccinazione. Grazie per l'importante articolo!

Maria - 30/05/2015 06:04

complicazioni allergiche (angioedema, malattia da siero, sviluppo di miocardite allergica, glomerulonefrite, artrite), reazioni allergiche cutanee (orticaria, eritema, dermatite, ecc.), shock anafilattico;
mialgia;
neuropatia periferica;
paralisi del viso, nervo ottico;
Sindrome di Hyena-Barre.
Si tratta di gravi complicazioni, che in casi isolati portano alla morte, se l'assistenza medica non è stata fornita in tempo.
Con informazioni oggettive sulla vaccinazione contro l'epatite B, puoi valutare i pro ei contro. La cosa principale è rendere consapevole la tua scelta e non danneggiare il bambino e te. "

In tal caso, la vaccinazione dovrebbe essere vietata. Ma nessuna scelta è offerta. Al lavoro, a pena di licenziamento, sono costretti a scommettere tutti. Questa è una violazione dei diritti umani e nessuno è responsabile di nulla.

Helen ha risposto:
4 dicembre 2015 alle 23:01

Maria!
Tutti i farmaci hanno effetti collaterali, se si leggono le istruzioni per l'uso di Paracetamolo, che è ampiamente utilizzato in tutto il mondo, sarete sorpresi dal numero di possibili eventi avversi.
Infatti, i produttori in buona fede includono nella lista degli effetti collaterali tutte le reazioni con il paziente durante lo studio del farmaco. Pertanto, se senti che il farmaco non causa effetti collaterali, puoi tranquillamente supporre che sia semplicemente scarsamente compreso o che il produttore sia astuto.
Nel caso della vaccinazione contro l'epatite B, questo vaccino raramente causa reazioni avverse, il che è confermato dal suo uso nei neonati.
Il beneficio di questo vaccino può essere valutato esaminando le caratteristiche dell'epatite B, che non si manifesta per molto tempo, portando infine allo sviluppo della cirrosi epatica e persino dell'oncologia, che può portare alla morte in giovane età. Vale anche la pena aggiungere che i casi di cura completa per l'epatite virale sono rari in tutto il mondo. Il prezzo dei nuovi farmaci che stanno appena iniziando il loro viaggio in medicina è stimato, se non milioni, di sicuro da centinaia di migliaia di rubli.
È possibile ottenere l'epatite B, come si legge nell'articolo, attraverso il sangue, cioè in un salone di bellezza o all'appuntamento di un dentista, e anche eseguendo una regolare manicure, pedicure e tatuaggio.

Professor Sharikov - 08/04/2015 11:41

Cominciò a leggere con il tipo di attenzione, ma alla fine capì che la prossima propaganda della setta di anti-vaccinazioni con mantra ordinario. Nessuna epidemia? Non innestare - volontà. E non essere vaccinato contro nulla - dannoso. Non bere antibiotici: questa è chimica. Non andare dai dottori: sono tutti stupidi. Cura la bioenergia, le erbe e l'urina del cavallo. E lascia che i più forti sopravvivano. Quindi che tipo di Mr Charles Darwin stava dicendo? Quindi, testiamo la sua teoria in azione?

Helen ha risposto:
4 dicembre 2015 alle 23:04

Totalmente d'accordo, solo nel caso dell'epatite B, tale test può costare la vita, e sarà impossibile restituire tutto, data l'esperienza acquisita.

Alexander - 08/11/2015 15:06

Epatite, una cosa pericolosa. Non lo so per sentito dire. Lui stesso era malato di epatite C. Dopo aver subito una terapia antivirale, era già tre anni dopo, fino a quando tutto andava bene. Se ci fosse un vaccino contro una tale malattia, questo potrebbe aiutare molti a evitare un trattamento pesante. E ignorare la vaccinazione contro l'epatite B, a mio parere, non dovrebbe essere. Ma nel caso di un bambino, bisogna essere estremamente attenti.

Elena - 31/08/2015 12:35

Buona giornata! Ci sono effetti collaterali, ma nessuno scrive come trattare questi effetti collaterali. A mia figlia è stato somministrato un vaccino contro l'epatite B (è obbligatorio entrare all'università). Ora la diagnosi è l'orticaria cronica. Le vesciche della pelle, poi la pelle è viola, gonfiore. Prurito persistente della pelle.
e vivi con esso? cosa fare? quale allergene?

Il professor Sharikov ha risposto:
19 dicembre 2015 alle 22:17

E non puoi andare dal dottore e scoprirlo?

Julia - 09/01/2015 15:26

Il mio bambino nella maternità non ha ricevuto questo vaccino perché il vaccino non era disponibile. Ma anche con esso, mi rifiuterei di dare un vaccino contro l'epatite a un neonato! A 1 mese, un'infermiera ci ha chiamato e ci ha invitato al "ragazzino". Lo ammetto, ho pensato per un tempo molto lungo, ponderato, e ho deciso con il cuore pesante di prendere ancora questo vaccino contro l'epatite B. Ovviamente, ero già dispiaciuto per la casa perché mia figlia aveva la febbre alta e ha iniziato un forte vomito giallo. La pelle del bambino è diventata gialla. Ho reclutato rapidamente un pediatra, ha detto che succede e ha bisogno di essere osservata. Ma anche allora ho capito che non tutto è così semplice.
Le seguenti vaccinazioni erano complesse, Infanrix Hexa importato. È andato tutto bene, ma chi può sapere quali potrebbero essere le conseguenze in futuro... Non siamo portati all'asilo senza vaccinazioni, quindi abbiamo fatto tutto. Non vogliamo più vaccinare nostra figlia. Gli ultrasuoni hanno mostrato problemi al fegato, difesi, chiamati.

Il professor Sharikov ha risposto:
27 dicembre 2015 alle 22:38

E cosa ti fa pensare che i problemi al fegato siano in qualche modo legati alla vaccinazione? Si sono inventati?

Maria - 09/01/2015 19:17

Per legge, non hanno il diritto di non andare all'asilo senza vaccinazioni, ma anche qui i diritti umani vengono violati fin dall'infanzia.

Yulia ha risposto:
1 settembre 2015 alle 22:17

Maria, è vero, ma molto raramente lo dimostra. Ma a scuola le vaccinazioni non sono richieste, il che è positivo. La cosa principale non è fare come facciamo noi - senza chiedere ai genitori, subito tutta la classe è stata punita...

Il professor Sharikov ha risposto:
2 settembre 2015 alle 21:52

Certo, è meglio ferire l'intera classe...

Yulia ha risposto:
4 settembre 2015 alle 00:54

Cosa significa "ferire l'intera classe"? Epatite B? È una malattia come l'influenza?

Il professor Sharikov ha risposto:
12 settembre 2015 alle 16:23

Quindi l'influenza non lo fa

Maria ha risposto:
4 settembre 2015 alle 01:02

Questo è il significato del lavoro dei medici - in modo che non vengano lasciati senza lavoro - altrimenti, tutte le persone sane saranno senza il loro intervento.

Il professor Sharikov ha risposto:
20 dicembre 2015 17:11

Beh, sì, sono poveri, soffrono di una mancanza di lavoro

Maria ha risposto:
4 settembre 2015 alle 01:15

Devo ancora vivere a scuola... Dovevo vaccinare al lavoro a causa del licenziamento. Ha testato su se stessa quali sono le vaccinazioni contro l'epatite, che nella maternità il primo giorno di vita vengono somministrate ai bambini. Non riesco a immaginare come possano sopravvivere dopo di esso... e inoltre ci sono molti altri "obbligatori". Questo è tutto il 90% malato.

Julia - 09/04/2015 00:56

Anche se sono d'accordo, la malattia è davvero pericolosa, ma la qualità dei vaccini, il loro trasporto, la loro conservazione è molto confusa...

Il professor Sharikov ha risposto:
12 settembre 2015 16:26

Cosa non ti piace? Qualsiasi fatto?

Il terapeuta medico rispose:
14 dicembre 2016 alle 11:11

Ci sono fatti, guarda su Internet ora con molte informazioni e madri con bambini malati e persone con disabilità dopo la vaccinazione!

Alena Kravchenko - 09/04/2015 09:14

Nella nostra scuola, le vaccinazioni non sono fatte, semplicemente non c'è il vaccino. Erano soliti fare in ospedale, ma ora non fanno niente a nessuno.

Tatyana - 12/08/2015 17:42

I genitori aprono gli occhi! Con i vaccini, uccidi l'immunità del bambino mentre sei ancora in ospedale! Sono un medico anch'io. C'è un video sulle vaccinazioni su Internet. top secret sulle vaccinazioni NTV, 2005, G. Onishchenko, sulle vaccinazioni, G. Chervonskaya, sulle vaccinazioni Le reazioni collaterali non sono un segreto per molto tempo.

Il professor Sharikov ha risposto:
19 dicembre 2015 alle 22:19

Chervonskaya, naturalmente, l'autorità, non c'è da meravigliarsi negli anni '80 si è sdraiata in un manicomio.

Marina - 12/10/2015 19:29

Benvenuto! Dimmi cosa fare se lo schema di vaccinazione è rotto?

Anna - 14/12/2015 alle 14:38

Non mi piacciono tutti questi argomenti - fare / non fare. Non mi piace ancora di più quando i lati opposti iniziano a convincersi l'un l'altro che hanno ragione. Questi sono i tuoi figli e solo tu prendi decisioni in merito alle vaccinazioni, ma pesa solo i pro ei contro. Non solo la salute del tuo bambino, ma anche la vita può dipendere da questo.

Natalia - 14/12/2015 23:58

Grazie per l'articolo. Ho fatto il bambino Btz e dall'epatite B, tutto andava bene. Nel mese ho fatto un altro vaccino contro l'epatite B. E poi sono iniziate le allergie, tutti i medici mi hanno riferito che avevo qualcosa di sbagliato. Di conseguenza, baby 1.2, non sappiamo ancora cosa sia per le allergie, un'eruzione cutanea su quasi tutti i prodotti e nulla aiuta.
Mi sono pentito un centinaio di volte che ho permesso a questo bambino di iniettare il mio bambino senza pensarci. Niente più vaccinazioni.

Il professor Sharikov ha risposto:
19 dicembre 2015 alle 22:15

Significa che hanno davvero mangiato qualcosa di sbagliato e che non c'è nulla che possa spingere la loro incuria ai medici.

Natalia rispose:
20 dicembre 2015 alle 21:06

Caro professore Sharikov, se ascoltassi i dottori tutto il tempo, allora mio figlio avrebbe ancora unguenti ormonali. Tali sono i professori, siamo stati tenuti su porridge d'acqua sia su di loro che su Pimafukole per 2 mesi, fino a quando sono iniziati gli effetti collaterali di questo unguento. Quindi non è necessario confondere la traditrice della madre. Hai bisogno che i dottori studino meglio, poi guariscano e non uccidano le persone.

Il professor Sharikov ha risposto:
27 dicembre 2015 alle 22:37

E qual è il rapporto tra vaccinazioni e allergie alimentari?

jna ha risposto:
5 dicembre 2016 alle 23:22

Professoressa Sharikov, il tuo cognome parla da solo Non una sola risposta intelligibile.

Anna ha risposto:
30 luglio 2016 alle 15:39

Mio figlio ha iniziato esattamente lo stesso dopo questa vaccinazione. Prima della vaccinazione, il bambino era sano, dopo la vaccinazione spargeva tutto. E il cibo non ha niente a che fare con ciò

San Valentino - 20/01/2016 09:51

A mia suocera non è stata data più di una vaccinazione dalla nascita (nata nel 1942), a mia madre (1956), una dal vaiolo, poiché si fanno sempre più vaccinazioni, le persone si ammalano di meno... C'erano bambini più sani? bambini malati, quindi credo che questo sia un genocidio nascosto della nostra gente.

Yaroslav - 02.28.2016 10:12

Scodella di bilance molto difficile. Sono ambiguo riguardo alle vaccinazioni. L'articolo ha correttamente osservato che le madri non prendono alcun permesso per le vaccinazioni in ospedale. Ma dovrebbero. Inoltre, questo dovrebbe essere fatto prima del parto, quando non c'è ancora anestesia, senza lavoro, senza dolore, cioè quando il cervello della madre sta ancora pensando. Non è difficile fare un sondaggio. E, in generale, è necessario trasmettere informazioni da entrambi i lati della medaglia, perché si dovrebbe farlo o perché non si dovrebbe farlo. In questo caso, i genitori dovrebbero decidere... Sfortunatamente, nel nostro paese la gente pensa poco alle persone, e la situazione cambierà nel prossimo futuro ovviamente non lo sarà (((

Larisa - 29/02/2016 19:32

Nel programma di vaccinazione dell'URSS, questo vaccino non era il punto 5. Al fine di prevenire l'epatite sierica, ogni iniezione viene data una siringa separata e un ago separato....
secondo le statistiche. Ora in Russia, 3-8 milioni di persone convivono con l'epatite B
***
La vaccinazione contro l'epatite B stessa è stata introdotta nel calendario di vaccinazione preventiva russa nel 1996... per i neonati senza fallo nel 2002
***
Possibile vaccinazione contro l'epatite virale B (non precedentemente vaccinata) - all'età di 13 anni
una diminuzione dell'incidenza dell'epatite B acuta è controverso, poiché nel 40% degli adulti l'epatite B acuta è asintomatica e non diagnosticata,
diagnosi completa di epatite B - 10.000 rubli.
tuttavia, il numero di pazienti con epatite cronica non era statisticamente ridotto.
FUNZIONA LA VACCINAZIONE? NON UN FATTO!
Ma si ritiene che la vaccinazione del neonato possa ridurre il rischio di infezione da parte della madre malata.

Larisa - 29/02/2016 19:34

bisogno di una vaccinazione o meno - per decidere tutti
ed effetti collaterali qui - mayoclinic.org

Yuri Timonin - 29/02/2016 21:06

In incidenti automobilistici, e ancor meno nei bambini muoiono in aereo che dall'epatite B, un seggiolino auto impropriamente selezionato, cinghie non attaccate alle istruzioni e l'Airbag non spento possono paralizzare o uccidere un bambino - queste misure di protezione dei bambini dovrebbero essere utilizzate?
È importante! Le informazioni fornite in questa pagina non sono caratterizzate dalla direzione contraria alla legatura dei bambini nel trasporto e in nessun caso agitano sul rifiuto di rispettare le regole del traffico. Il nostro compito è preparare il genitore per il corretto approccio dettagliato per evitare effetti avversi e ridurre il rischio di effetti collaterali.

Alexey - 03/06/2016 11:45

Pavel Astakhov: il divieto di frequentare istituti scolastici per bambini senza vaccinazione è illegale
"Tali divieti sono contrari alla Costituzione e alla legislazione vigente. Nessuna discriminazione in merito è consentita. Solo i genitori decidono se vaccinare o meno il loro bambino. La vaccinazione è volontaria. È necessario non proibire, ma convincere la gente, di formulare argomentazioni letterarie a favore della vaccinazione. "Source- antivakcina.org

Natalia - 22/03/2016 14:05

Mi chiedo in quale ospedale per la maternità non chiedano il permesso per la vaccinazione?
Ha dato alla luce il suo primo figlio nel 2012, il secondo nel 2016.
In entrambi i casi, chiedendo il permesso, fatto solo BCG.
Non sono contrario alle vaccinazioni, ma non in 1 mese.
Il figlio maggiore di DPT (Pentaxim) è stato fatto a 2 anni, ora sta per ottenere una vaccinazione di 3,5 anni contro l'epatite. Se possibile, forare il vaccino d'importazione.
L'unica cosa che stiamo aspettando è un raffreddore.

Rose - 07/10/2016 15:37

Grazie a tutti per le discussioni interessanti sul forum. Ma forse c'è qualcuno che condividerà la loro storia o informazioni utili. Voglio sapere di più

Tatyana - 08/10/2016 05:04

Condividerò la mia disgrazia, all'età di 19 anni mio figlio è stato scoperto per caso per avere l'epatite B. La carica virale ha superato tutte le norme ammissibili 1000 volte, non c'è affatto immunità, per noi è stato uno shock. Abbiamo superato il ciclo completo dei vaccini, come e da dove potrebbe arrivare questo virus nel corpo. Nessuno dei dottori potrebbe rispondermi. Il bambino non ha mai avuto operazioni o ferite. Il trattamento è molto costoso e non può essere tirato fuori da un semplice mortale, e non sarà possibile recuperare da questa malattia fino al completo recupero. È possibile ridurre la carica virale solo alle norme massime consentite, il che significa vivere per la vita con farmaci costosi. Credimi, so di cosa sto parlando, tutte queste sono favole che l'Epatite B viene trattata, abbiamo attraversato tutti i circoli di questo inferno. Ho ricevuto un trattamento gratuito per mio figlio con questi farmaci costosi. Da Baraclude a Interferon, ma non ha raggiunto il risultato desiderato. Il carico virale cade mentre si assumono droghe e non appena lo si interrompe, cresce rapidamente. Dopo tutto questo trattamento, mi è stato detto, mi dispiace, non possiamo aiutarti più. Tutti i farmaci che abbiamo permesso di provare. Resta da aspettarsi quando qualcosa di nuovo apparirà in Russia. Ho portato mio figlio ad un esame a Novosibirsk, dopo aver studiato la storia della malattia, dopo aver condotto un esame completo, sono giunto alla conclusione che era stato malato per 10 anni (si è scoperto che era a questa età che ci è stato somministrato il primo vaccino). Il dottore mi ha fatto una domanda quando sei stato vaccinato Hai ricevuto un esame del tuo sistema immunitario? Nessuno conduce un esame adeguato, guardano solo alle condizioni generali, ma questo non è abbastanza come si è scoperto. Sembra che non avremmo potuto somministrare questo vaccino, ma... pensavo di proteggere mio figlio, sospettavo da tempo che avessero portato questa spazzatura con la vaccinazione, ma i nostri dottori non hanno detto una cosa simile in coro. È già impossibile dimostrarlo, anche il contrario è impossibile da dimostrare. La domanda sorge perché abbiamo bisogno di queste vaccinazioni se non aiutano? E da dove viene il numero di pazienti con tubercolosi nel nostro paese, se usassimo BCG dall'ospedale? Perché interferiamo nel sistema immunitario senza comprenderlo? Ora mi dispiace molto di aver reagito in modo così intransigente e fiducioso alle vaccinazioni. Quindi pensa mille volte prima di entrare in qualsiasi tipo di trance per tuo figlio.

Yuri ha risposto:
24 novembre 2016 alle 01:18

Tatyana, e qual è il risultato? Tuo figlio è guarito? Io stesso mi ammalo di epatite B, quando sono riuscito a riprenderlo non lo so nemmeno. Toli sessualmente, toli attraverso il tatuaggio, operazione Toli, che ho avuto molto. So una cosa - la malattia sta avvenendo - e la diffusione è immensa... semplicemente non ci viene detto dalle statistiche ufficiali (solo che ho incontrato nella mia vita già 4 persone con questa infezione e queste non sono tossicodipendenti e omosessuali). Per quanto riguarda le vaccinazioni, non le ho fatte - era impossibile avere una malattia diversa. Ora sto bevendo il cardo mariano, sono stato a gattonare con le lacrime, ma lo sento necessario di nuovo. In realtà non appendo il naso e non vedo il punto: è difficile arrivare a una conclusione definitiva. Ma il principio del vaccino è precisamente nell'introduzione di una dose approssimativamente bassa per produrre una risposta immunitaria. Personalmente, mi dispiace di non essere stato vaccinato, ma come è giustamente notato, questa è una responsabilità. E nel mio caso c'è stato un ritiro da tutte le vaccinazioni. E non preoccuparti: la cosa principale è l'ottimismo e la fede! La medicina non regge ancora... la verità è che la medicina è anche un business e tutti i vaccini sono in circolazione da molto tempo, ma non sono ancora stati resi noti. Andrà tutto bene! Che ci crediate! E ispirare ottimismo figlio) buona fortuna! E sii sano!

Elena - 13/09/2016 2016 11:49

Non posso dire a nessuno di essere vaccinato o no
Mio figlio è stato ricoverato all'ospedale Btszh e all'epatite B, due mesi dopo gli è stata diagnosticata la DTP e la temperatura era di 40 anni, ambulanza, rianimazione, ospedali e, di conseguenza, attacchi di asma.
Mentre eravamo in ospedale, il bambino è stato testato per l'epatite C a 3 mesi, quindi i test erano normali.
Una cosa che posso dire per le conseguenze nessuno si assume la responsabilità. Questo è il problema dei genitori.

Oksana ha risposto:
11 dicembre 2016 alle 11:04

Vaccinazioni: sterilizzazione di una popolazione sana, finalizzata alla distruzione della nazione. quindi infertilità, allergie. nascita di bambini con disabilità intellettive. C'è una lista di professioni soggette alla vaccinazione obbligatoria. Questa è una discriminazione professionale. Un esempio. L'insegnante viene rimosso dal lavoro o addirittura licenziato se non è vaccinato. Ma i bambini ei loro genitori non possono essere vaccinati e il bambino non è escluso dalla scuola o dall'asilo. In realtà, la vaccinazione dovrebbe essere obbligatoria per tutte le categorie di cittadini.

Velezarius - 13/12/2016 1:58

Una strana raccolta di strani messaggi - la metà di un romanzo sconosciuto di fantasia, e l'altra metà - un inganno malevolo... Cari partecipanti alla discussione! Mi chiedo se qualcuno dei tuoi cari subirà una grave lesione mortale, interferirai anche con i medici per condurre la rianimazione? Parli anche del pericolo di un intervento chirurgico, della trasfusione di sangue, dell'introduzione di farmaci anti-shock? O ti fidi di loro?

Oksana ha risposto:
14 dicembre 2016 alle 18:19

L'operazione è sempre un rischio. E nessun dottore non si assumerà la responsabilità del suo risultato. Pertanto, il paziente firma i documenti richiesti. Da qui - la responsabilità viene rimossa dai medici. Personalmente, ho scritto un testamento. In caso di pericolo mortale, escludere la trasfusione di sangue o il trapianto di organi. Vieni nei vostri sensi! I medici non salvano vite, ma guadagnano soldi con i malati. Così come le case farmaceutiche. Non dimenticare gli esperimenti condotti sui vaccini umani.

Adriano ha risposto:
23 dicembre 2016 alle 19:11

"Caro partecipante alla discussione." - Interessante... Ora c'è un'epidemia di AIDS in tutto il mondo E se tuo figlio (e meglio per te - perché capisco che sei molto intelligente e acuto) o la tua famiglia, se subiscono un grave infortunio potenzialmente letale - al dottore verrà chiesto di iniettare un virus dell'AIDS indebolito in una vena (un po 'di merda) moo "SÌ MEDICINA MONDIALE SANO!". O ancora ci pensi. Qui le persone condividono i loro problemi e le loro disgrazie e cercano di raggiungere un comune denominatore, e tu lo chiami ".. uno strano incontro...". Una volta "uomini intelligenti come te" in occidente, l'appendice è stata rimossa per tutti i neonati, senza eccezioni - solo anni dopo si è scoperto che era un errore... Quindi vorrei vedere questi "uomini intelligenti come te" prima paralizzare i loro figli e me stesso e poi mettere esperimenti sui cittadini. Per qualche ragione, nel nostro ospedale di maternità la maggior parte del personale medico non sta facendo "il proprio" - un vaccino contro l'epatite nei primi giorni di vita....


Altri Articoli Su Fegato

Epatite

Tabella di dieta 6: cosa è possibile, cosa è impossibile (tabella), menu

La dieta 6 table è una dieta terapeutica, il cui scopo è ridurre la formazione di acido urico nel corpo limitando le proteine ​​animali, i grassi e il sale, così come l'eliminazione attiva dell'acido già esistente dal corpo.
Epatite

Regole nutrizionali per la colelitiasi

La malattia da calcoli biliari è una patologia basata su un disturbo metabolico e principalmente un cambiamento nel metabolismo del colesterolo. Questa sostanza, essenziale per il corpo in piccole quantità, diventa il substrato principale non solo delle placche aterosclerotiche, ma anche dei coleliti nei dotti biliari.