Dieta dopo colecistectomia per i primi mesi

La nutrizione dopo aver rimosso la cistifellea per il primo mese del menu è limitata. Avendo perso il suo serbatoio, la secrezione epatica entra liberamente nell'intestino. In precedenza, la bile arrivava in porzioni quando lo sfintere si apriva all'uscita della vescica. Dopo l'intervento chirurgico, il corpo deve adattarsi alla presenza costante di bile nel duodeno. Particolarmente importante è il primo mese. Durante questo periodo seguono una dieta rigorosa, perché la produzione di secrezione epatica e la sua qualità dipendono direttamente dal cibo consumato.

Validità della dieta

In una vita senza colecisti, le secrezioni epatiche non si sono accumulate da nessuna parte.

Per proteggere gli organi digestivi, per evitare una maggiore separazione o, al contrario, il ristagno della bile, il paziente deve rispettare quanto segue:

  • mangiare cibo spesso, ma in piccole quantità;
  • è importante mangiare sempre allo stesso tempo;
  • cibo nel primo mese dopo la rimozione della cistifellea deve essere caldo e completamente a terra;
  • escludere prodotti che possono irritare il tratto digestivo;
  • È importante che i prodotti siano esclusivamente bolliti o preparati mediante cottura a vapore.

Potrebbero essere necessarie severe restrizioni solo la prima volta dopo l'intervento chirurgico. Inoltre, le funzioni dell'organo rimosso assumono i dotti biliari e intraepatici.

Se il periodo postoperatorio è ben tollerato, non si osserva ristagno della bile, al paziente è consentito ritornare alla normale dieta. Rimangono solo piccole restrizioni.

Iniziare a mangiare secondo il solito schema è consentito, di norma, 1 anno dopo la colecistectomia. Quindi i medici chiamano la rimozione della cistifellea. L'intervento viene effettuato attraverso punture in miniatura o incisione addominale standard. Il recupero in quest'ultimo caso è più lungo, il rischio di complicanze è maggiore.

Diete dopo la rimozione delle vie biliari

Il menu dietetico dopo la rimozione della cistifellea nel primo mese si basa sul consumo di cibi leggeri, che non sovraccaricano il tratto gastrointestinale. Se viene diagnosticata una pancreatite o discinesia delle vie biliari di natura ipermotoria, viene prescritta una dieta "n. 5SCH". È importante rispettare almeno 2 - 3 settimane dopo la rimozione del corpo. Inoltre, al paziente viene mostrata la dieta "№5".

La sua essenza è:

  1. Nel ridurre il contenuto calorico giornaliero del cibo a 2 mila Kcal. Questo può essere ottenuto limitando il consumo di grassi e carboidrati leggeri.
  2. Eccezioni dalla fibra alimentare, dai composti azotati e dalle purine.
  3. Consumare qualsiasi quantità di alimenti proteici.
  4. Limitare l'assunzione di sale a 6 grammi al giorno.
  5. Cucinare tutte le pietanze al vapore, al forno o durante la cottura.
  6. Abituarsi alla dieta frazionata almeno 5 volte al giorno con un giorno di digiuno a settimana.
  7. Aumentare il consumo di acqua fino a 2 litri al giorno.

Se dopo l'operazione il paziente ha stagnazione della bile, per stimolare la secrezione della secrezione e migliorare il lavoro dell'intestino, prescrivere la dieta "№5 L / F".

  1. L'apporto calorico giornaliero dovrebbe essere di circa 2600 Kcal.
  2. Un'introduzione alla dieta dei grassi. La parte principale di loro - vegetale, Inoltre, ha permesso una piccola quantità di grasso animale.
  3. La quantità di carboidrati semplici dovrebbe essere compresa tra 300 grammi al giorno.
  4. Nella dieta, è necessario inserire proteine ​​lipotropiche. Contengono ricotta a basso contenuto di grassi, albume d'uovo, pesce, frutti di mare, carne. Le proteine ​​lipotropiche sono proteine ​​che stimolano l'organismo a produrre acidi grassi che distruggono il cibo.
  5. Dal menu è necessario rimuovere completamente la cottura, le spezie, il latte e i grassi refrattari.
  6. Tutti gli alimenti devono essere bolliti o cotti. L'olio vegetale è aggiunto al piatto già preparato.

Il cibo con questa dieta non è necessario per macinare.

A seconda delle condizioni del paziente che ha subito la rimozione della cistifellea, il medico può prescrivere una di queste diete:

  • 5A - non meno di 1 settimana dopo l'intervento chirurgico;
  • 5B - all'infiammazione del processo dopo la rimozione dell'organo;
  • 5 - immediatamente dopo la dieta n. 5A per l'intero periodo di riabilitazione;
  • 5SC - con duodenite, pancreatite o discinesia biliare;
  • 5Л / Ж - se necessario, stimola il processo di secrezione biliare e aumenta la motilità intestinale;
  • 5P - nel caso di pancreatite acuta.

La dieta è prescritta individualmente, tenendo conto delle esigenze, dello stato di funzionamento. Il medico deve esaminare il paziente e monitorare come viene ripristinato il suo corpo.

Pasti per i primi tre giorni dopo colecistectomia

In modo che dopo la rimozione dell'organo, l'apparato digerente non sia soggetto a carichi eccessivi, al paziente non è nemmeno consentita l'acqua il primo giorno. E solo dopo 12 ore puoi bere acqua non gassata. È consentito sostituire i fianchi del brodo.

Dopo 24 ore, il paziente è autorizzato:

  • il tè (necessariamente debole, può essere leggermente addolcito);
  • kefir a basso contenuto di grassi.

Il terzo giorno, la dieta è leggermente espansa.

Il paziente può permettersi:

  • minestre da verdure macinate;
  • succo di mela, diluito con acqua;
  • verdure bollite e ben tritate;
  • frittata di pollo dal tuorlo d'uovo di pollo.

Inoltre, se le condizioni del paziente sono soddisfacenti, il medico consentirà di espandere ulteriormente il menu.

Dieta dal terzo al settimo giorno del periodo postoperatorio

I primi giorni dopo la rimozione dell'organo, il paziente è sotto la supervisione del medico curante. Il medico controlla la dieta. Tuttavia, dopo la dimissione dall'ospedale, il paziente può affrontare una serie di difficoltà. Per superarli aiuterà i parenti. Se si uniscono a una dieta terapeutica, è più facile per i soggetti operati venire a patti con le restrizioni.

Un compito importante dopo la dimissione diventa la prevenzione della stasi biliare. Il cibo ha bisogno di masticare bene. È altrettanto importante bere da 1,5 a 2 litri di acqua pura non gassata al giorno.

Il menu per la settimana dopo la rimozione della colecisti nel primo mese si basa su alcune regole:

  1. A partire dal terzo giorno, è consentito bere succhi freschi di barbabietola, mele. Puoi patata o altra purea di verdure, gelatina di frutta, frittata di vapore, tè leggero.
  2. Il quinto giorno mangiano del pane bianco e secco.
  3. Il 6/7 giorni dopo la rimozione della cistifellea, la razione si espande a spese dei cereali liquidi (grano saraceno, miglio o farina d'avena), ricotta a basso contenuto di grassi, carne magra macinata, pesce.

Bisogna bere acqua non gassata, succhi di frutta e verdura autoprodotti, gelatina, decotto di frutta secca o rosa canina, tè leggermente zuccherato. Il volume totale del fluido consumato dovrebbe raggiungere i 2 litri.

Mangiare una settimana dopo la colecistectomia

A partire dall'ottavo giorno e dall'intero mese dopo l'operazione di rimozione della cistifellea, il menù viene preparato sulla base di piatti delicati.

  • carne magra o pesce in forma bollita;
  • polpette a vapore di carne magra;
  • soufflé di verdure;
  • minestre (su brodo vegetale o latte);
  • casseruola o budino di ricotta a basso contenuto di grassi;
  • porridge viscoso su acqua o latte;
  • purea di verdure;
  • gelatina;
  • succhi di frutta e verdura;
  • prodotti a base di latte senza grassi.

Ricette per piatti di recupero nel primo mese dopo la rimozione di biliari

Negli istituti alimentari, sono stati condotti esperimenti, fornendo piatti attraenti e mediocri a quelli operati. Si è scoperto che un tavolo ben progettato migliora l'umore e accelera il recupero dei pazienti. Pertanto, è importante prestare attenzione non solo ai prodotti singolarmente, ma anche alle loro combinazioni, alla consegna di cibo.

Le ricette di piatti dopo aver rimosso la cistifellea nel primo mese possono essere leggermente regolate, tenendo conto delle preferenze personali. È importante osservare la tecnologia di preparazione raccomandata e utilizzare solo prodotti autorizzati.

Sul tavolo puoi mettere:

  1. Gnocchi pigri per la colazione. Fatto da 250 g di ricotta, uova, 2 cucchiai. l. farina, 1 cucchiaio. l. zucchero, sale Gli ingredienti sono misti. Resta da accecare e far bollire gli gnocchi. L'appetito si sveglia quando servi un piatto con panna acida e salsa di frutti di bosco.
  2. Petto di pollo e zuppa di verdure a pranzo. Alla ricerca di 150 grammi di carne bianca, 1 cucchiaio. l. olio vegetale, 1 radice di carota e sedano, aneto, sale, brodo vegetale. Navar fai in anticipo. Quindi cuocere le verdure tritate in un brodo. Resta da aggiungere il petto, il burro, il sale e la frusta con un frullatore. La zuppa di purè di patate cosparsa di erbe è fragrante, bella e appetitosa.
  3. Fishcakes per cena. Fai 200 g di filetto bianco, una fetta di pane bianco, uova, 2 cucchiai. l. latte, sale Il pesce viene macinato in polvere, mescolato con pane, albume imbevuto di latte e salato. La fase finale ─ la formazione di cotolette e cottura. Servire con salsa di panna acida ed erbe aromatiche.

Prendersi cura dei benefici e della bellezza dei piatti, è importante non mangiare troppo e alternare costantemente i prodotti consentiti dal medico curante. Se non ci sono complicazioni, un mese dopo la rimozione della cistifellea, la dieta diventa meno severa. In particolare, al posto delle salse alle bacche, puoi decorare piatti con frutta fresca. Il menu è inserito insalate, condite con oli vegetali. È vero, si consiglia di sbucciare la frutta.

Sotto il divieto rimangono:

  • carne affumicata;
  • sottaceti e marinate;
  • senape e rafano;
  • cipolle, aglio, acetosa;
  • funghi;
  • salse piccanti;
  • maionese;
  • ricchi brodi;
  • grassi refrattari;
  • di cacao;
  • legumi;
  • pane integrale;
  • dolci (torte alla crema, cioccolato);
  • bevande gassate;
  • alcool.

Altri prodotti sulla lista irritano anche le mucose del tratto gastrointestinale, anche se in misura minore. Pertanto, i medici raccomandano di cambiare le abitudini alimentari per sempre, non limitato a un mese.

Nel primo mese del menu dopo la rimozione della cistifellea è approssimativamente come segue:

  • per la prima colazione, qualsiasi porridge di cereali o maccheroni è adatto, insieme a frittata di proteine ​​e tè;
  • come seconda colazione - biscotti galette o cracker con succo fresco;
  • a pranzo puoi cucinare: zuppa di verdure, polpette di vapore, petto di pollo e composta;
  • per uno spuntino pomeridiano la mela cotta è adatta;
  • A cena, insalata di verdure preparata con pesce bollito e tè generosamente preparato;
  • 2 ore prima di andare a dormire, puoi bere un bicchiere di kefir a basso contenuto di grassi.

L'elenco consente di espandere il menu. Se c'è uno e lo stesso, il cibo diventa noioso, smette di sembrare attraente e gustoso. È necessario sostituire i prodotti con gli stessi da un punto di vista dietetico, ma dando nuove sensazioni gustative.

I medici raccomandano durante il periodo di riabilitazione di mangiare secondo i seguenti principi:

  1. È necessario, spesso, evitare spesso lunghe pause.
  2. Il menu dovrebbe essere pieno ed equilibrato.
  3. Il contenuto calorico del cibo al giorno non dovrebbe essere superiore alle esigenze individuali. Altrimenti, il colesterolo può accumularsi.
  4. È permesso mangiare solo bollito, cotto o cotto a vapore.
  5. Pesce e carne nel menu dovrebbero essere tutti i giorni.
  6. Il pesce aiuterà a riempire il numero richiesto di oligoelementi nella dieta.
  7. I cereali, le verdure e la frutta ammessi sono la base del menu, fornendo la fibra necessaria per la digestione.
  8. Il cibo dovrebbe essere confortevolmente caldo.
  9. I dolci dovrebbero essere sostituiti con qualsiasi frutta secca.

Cibo dopo la rimozione della cistifellea: dieta, menu, ricette

La rimozione della cistifellea o colecistectomia è un'operazione che influisce in modo significativo sulle caratteristiche dell'apparato digerente e richiede un aggiustamento della dieta. In una persona sana, la bile viene sintetizzata dal fegato ed entra nella cistifellea attraverso i dotti. In esso c'è una condensazione o concentrazione di bile. Quando mangia, la cistifellea secerne attraverso i dotti nel duodeno la quantità di bile necessaria per assicurare una normale digestione.

Colecistectomia altera in modo significativo il processo digestivo. La vescica viene rimossa e la bile entra immediatamente nel duodeno dal fegato attraverso i dotti biliari intraepatici ed extraepatici. Di conseguenza, la bile di una diversa composizione entra nel lume dell'intestino. Ciò influisce negativamente sulla peristalsi e porta a interruzioni nel processo digestivo. Tale bile è relativamente liquido, non protegge adeguatamente l'intestino dai microrganismi, il che porta ad un aumentato rischio di disbiosi.

Regole nutrizionali dopo la rimozione della cistifellea

Lo scopo principale di una corretta alimentazione dopo la rimozione della cistifellea è la normalizzazione dell'escrezione biliare e della digestione del cibo. Per evitare effetti negativi dell'operazione, è necessario regolare la modalità di assunzione di cibo e la dieta stessa.

  • Pasti più frequenti (4-5 volte al giorno) riducono il carico sull'apparato digerente.
  • Riduzione significativa di un pasto grasso dopo colecistectomia volte a prevenire lo spasmo e dello sfintere di Oddi piloro e sviluppo dei sintomi: amaro in bocca, nausea, fastidio in alto a destra dolore al quadrante superiore in ipocondria.
  • Le persone con una cistifellea rimossa dovrebbero mangiare cibi prevalentemente non grassi, cucinati senza friggere. Il cibo proteico e vegetale, cotto a vapore, bollito o cotto, è la base della dieta delle persone che hanno subito la colecistectomia. Sulla base di questi principi di nutrizione clinica, la riabilitazione dei pazienti dopo la colecistectomia è basata. Non preoccuparti: questa è una dieta salutare, che generalmente tutti dovrebbero rispettare!

Mancato rispetto della dieta - conseguenze

Dopo che la cistifellea viene rimossa, la bile secreta è sufficiente per digerire una quantità significativamente inferiore di cibo, quindi l'eccesso di cibo può avere conseguenze spiacevoli. La mancata osservanza della dieta prescritta da un medico dopo una colecistectomia, è pieno con l'aggiunta di altri problemi del tratto gastrointestinale (alterata funzione dell'intestino, dello stomaco, esofago, pancreas, etc..), una serie di complicazioni: colite, colangite, esofagite, duodenite e altre malattie. La nutrizione medica è particolarmente importante per i pazienti sottoposti a colecistectomia in concomitanza con colecistite calcicola.

Una nutrizione scorretta, un consumo significativo di cibi fritti e ricchi di animali possono portare alla riformazione dei calcoli biliari nei condotti.

Dieta in ospedale

La durata della degenza ospedaliera è in gran parte determinata dalla tecnologia della colecistectomia. Il gold standard nel trattamento della colecistite è la colecistectomia laparoscopica. Questo tipo di operazione si distingue per trauma minimo e degenza ospedaliera ridotta (in genere 1-3 giorni). Dopo la laparoscopia, il recupero dei pazienti è relativamente rapido e indolore e la dieta in ospedale e nelle settimane successive è meno conservativa.

Purtroppo, colecistectomia laparoscopica non può sempre essere effettuata a causa della natura della malattia e le caratteristiche individuali della struttura anatomica della colecisti e condotti. Per questo motivo, il medico è costretto a ricorrere alla colecistectomia (laparotomica) aperta. A seconda del grado di invasività dell'operazione, la durata della degenza in ospedale può aumentare (5-10 giorni o più). L'aumentata invasività di questo approccio alla rimozione della cistifellea porta a restrizioni dietetiche più significative nelle prime settimane dopo l'intervento chirurgico.

Dopo colecistectomia laparoscopica, il paziente trascorre 2 ore nel reparto di terapia intensiva, recuperando dall'anestesia. Quindi viene trasferito alle condizioni dei reparti, dove viene eseguita una terapia postoperatoria appropriata. Le prime 5 ore al paziente è vietato alzarsi dal letto e bere. A partire dalla mattina del giorno successivo, è consentito bere acqua semplice in piccole porzioni (fino a 2 sorsi ogni 15 minuti). Puoi alzarti dopo circa 5 ore dall'intervento. Questo è permesso fare solo in assenza di debolezza e vertigini. I primi tentativi di recupero dovrebbero essere fatti solo in presenza di un'infermiera.

A partire dal giorno successivo, il paziente può muoversi nel reparto e iniziare a mangiare. È consentito consumare solo alimenti liquidi (farina d'avena, kefir, zuppa dietetica). A poco a poco, il paziente ritorna alla normale modalità di assunzione di liquidi: è importante diluire la bile. La prima settimana dopo l'intervento chirurgico, è importante eliminare completamente l'uso dei seguenti alimenti e bevande:

  • tè forte
  • caffè
  • alcool
  • bevande dolci
  • confezione
  • cioccolato
  • piatti fritti
  • cibi grassi
  • affumicato, piccante, salato, marinato.

Nella dieta del paziente in ospedale ci sono una varietà di latticini a basso contenuto di grassi: yogurt, fiocchi di latte, kefir, yogurt. Anche nella dieta gradualmente introdotto il grano saraceno e farina d'avena in acqua, purè di patate, strofinato bollito di manzo magra, tagliuzzato pollo carni bianche, piatti di carota souffle da barbabietole, zuppa di magro, banane e mele al forno.

Dieta nella prima settimana dopo la dimissione dall'ospedale

Di solito, dopo colecistectomia laparoscopica, il paziente viene dimesso già da 1-3 giorni. A casa, è necessario organizzare una corretta alimentazione, tenendo conto delle raccomandazioni fornite alla dimissione. Il cibo dovrebbe essere assunto in piccole porzioni, 6-7 volte al giorno. I pasti sono desiderabili per costruire in un certo programma, ridurrà il carico sul tratto digestivo. L'ultimo pasto dovrebbe essere non meno di 2 ore prima di andare a dormire.

Per normalizzare la digestione, è necessario garantire un consumo abbondante durante il giorno (l'assunzione totale di liquidi è di 1,5 litri). La bevanda ottimale è i succhi non acidi sterilizzati con polpa, brodo fianchi e acqua minerale, una marca che è meglio coordinare con il medico.

Nella prima settimana dopo la dimissione ospedaliera deve aderire ad una dieta medica "Tabella №1" ed evitare frutta e bacche fresca, pane di segale, in quanto questi prodotti aumentano la secrezione biliare. L'enfasi principale nella dieta è su purè di carne, pesce e piatti a base di verdure, al vapore. Il cibo non dovrebbe essere caldo o freddo.

Esempi di piatti che possono essere consumati durante questo periodo:

  • rotolo di pollo al vapore
  • zuppa di latte
  • soufflé di carne al vapore
  • casseruola di ricotta
  • frittata di proteine ​​al vapore
  • yogurt magro o kefir
  • grano saraceno o farina d'avena
  • Formaggio Adyghe

I primi giorni dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la dieta della colecisti è il più limitato e conservatore. Il 5-7 ° giorno - una transizione graduale tra diete chirurgiche 1a e 1b (a volte chiamate 0b e 0c). Di seguito viene mostrato un menu di esempio per un giorno per le diete chirurgiche 1a e 1b.

Menu campione per un giorno per una dieta chirurgica 1a

  • 1a colazione: una frittata proteica da 2 uova per una coppia, 200 g di farina d'avena tritata e acquosa con latte e 5 g di burro e tè con succo di limone.
  • 2 ° colazione: ricotta a zero grassi e 100 g di brodo di rosa selvatica.
  • Pranzo: 50 g di carne cotta soufflé al vapore, 200 g di muco sulla minestra di semola, brodo di rosa canina 100 ge 150 g di panna da latte.
  • Cena: 200 g di polenta di grano saraceno sminuzzata con 5 g di burro, soufflé al vapore di pesce bollito e tè con succo di limone.
  • Il cibo finale: 100 g di brodo di rosa selvatica e 150 g di gelatina di frutta.
  • Dose totale giornaliera: 40 g di zucchero, 20 g di burro.

Menu campione per un giorno per una dieta chirurgica 1b

  • 1a colazione: 200 g di porridge di latte da riso con 5 g di burro, frittata di vapore di proteine ​​dell'uovo, tè dolce con succo di limone.
  • 2 ° colazione: 100 g di mele cotte tritate, 120 g di cagliata tritata con panna, 180 g di brodo di rosa selvatica.
  • Pranzo: 100 g cotolette di carne al vapore, 300 g di crema di verdure con verdure, 200 g di purè di patate, 150 g di gelatina di frutta.
  • Pranzo: 180 g di succo di frutta, 150 g di pollo bollito tritato.
  • Cena: 200 g di porridge di farina d'avena tritata con 5 g di burro, 100 g di soufflé al vapore di pesce bollito, tè con 50 g di latte.
  • Il pasto finale: 180 g di kefir.
  • Dose giornaliera totale: 60 g di zucchero, 20 g di burro, 100 g di cracker bianchi.

Dieta nel primo mese (2-4 settimane dopo l'intervento)

Il primo mese dopo l'operazione è particolarmente importante per ripristinare il normale funzionamento del tratto digestivo del paziente e migliorare il benessere generale. Questo periodo di tempo è la chiave per la normalizzazione delle funzioni digestive del corpo. Pertanto, durante il corso, è necessario seguire attentamente le raccomandazioni prescritte dal medico. Questi includono non solo i requisiti per il catering, ma anche una serie di misure per garantire uno sforzo fisico adeguato, terapia farmacologica e cura delle ferite.

Dopo colecistectomia laparoscopica, la dieta è solitamente necessaria per 1 mese. Quindi, in coordinamento con il gastroenterologo, si possono fare indulgenze nella dieta, ampliare la gamma di alimenti consumati e rimuovere le restrizioni alimentari.
Con la colecistectomia a cavità aperta, il periodo di severe restrizioni nutrizionali è più lungo rispetto alla colecistectomia. Indipendentemente dal tipo di operazione eseguita durante il primo mese, si raccomanda di escludere dalla dieta:

  • cibo fritto
  • cibi grassi
  • cibo piccante e speziato
  • carni affumicate
  • alcool.

Anche durante questo periodo, è stato raccomandato di abbandonare completamente il fumo di tabacco, poiché rallenta il recupero postoperatorio del corpo. I pasti dovrebbero essere un po 'caldi, è necessario evitare cibi freddi o caldi. Richiede pasti regolari 4-6 volte al giorno, è consigliabile assumere il cibo all'incirca alla stessa ora. L'introduzione di nuovi prodotti nella dieta dovrebbe essere effettuata gradualmente, ascoltare attentamente la reazione del corpo e, se necessario, consultare un gastroenterologo.

Dalla seconda settimana, in assenza di complicazioni, viene utilizzata la dieta 5a. Questo è un tipo di dieta 5, caratterizzata da ridotti effetti chimici e meccanici sul tratto digestivo, che lo rende preferibile dopo la colecistectomia. Questa dieta è molto benigna - tutti gli alimenti sono bolliti o al vapore. Il menu della dieta 5a si basa sul pesce bollito e carne, cotolette al vapore, omelette proteiche, zuppe di verdure, budini al vapore con ricotta, puré di patate, gelatina di frutta, cereali schiacciati con latte e verdure in umido.

Nel caso di un cattivo trasferimento della dieta 5a (gonfiore, diarrea, dolore nell'ipocondrio), può essere prescritta una dieta di 5 yu, caratterizzata da una maggiore sensibilità al sistema digestivo.

  • Prima colazione: mezza porzione di porridge di semolino con latte, tè, 110 g di frittata di vapore a base di proteine ​​dell'uovo.
  • La seconda colazione: decotto di rosa canina, 100 g di ricotta fresca non lievitata.
  • Pranzo: 100 g di soufflé di vapore di carne bollita, mezza porzione di zuppa di purea con verdure e farina d'avena, 100 g di gelatina di frutta, 100 g di purea di carote.
  • Spuntino: 100 g di mele cotte.
  • Cena: mezza porzione di puré di patate, pesce bollito, tè.
  • Il pasto finale: gelatina o kefir.
  • Dose giornaliera totale: 200 g di pane bianco, 30 g di zucchero.

La nutrizione non deve contenere condimenti piccanti, sono proibiti cibi affumicati e piccanti. Il cibo è preso sotto forma di calore, è necessario evitare piatti caldi e freddi.

Dieta un mese dopo l'intervento

Si consiglia alle persone sottoposte a colecistectomia di attenersi alla variante principale della dieta 5 per 1-1,5 anni dopo l'intervento. Successivamente, è possibile un rilassamento, ad esempio passando alla dieta numero 15, tuttavia è richiesto un approccio individuale e la consultazione con un gastroenterologo. Sotto controllo speciale è necessario continuare a mangiare dolci, grassi animali, uova, latte.

In caso di un malfunzionamento del sistema digestivo richiede una revisione della dieta con l'aiuto del medico curante. In alcuni casi, è possibile tornare alla dieta 5, 5a o 5. Per migliorare la digestione, il medico può raccomandare l'uso di preparati enzimatici, come mezim-forte o festal.

Ci sono un certo numero di regole che dovrebbero essere seguite per tutta la vita da persone sottoposte a colecistectomia:

  1. È necessario mangiare 4-5 volte al giorno, evitare grandi pause tra un pasto e l'altro. È consigliabile insegnare a mangiare da soli all'incirca nello stesso momento.
  2. Le porzioni dovrebbero essere piccole in modo che la bile diluita possa far fronte al cibo in arrivo.
  3. È necessario eliminare completamente i grassi animali refrattari: maiale, manzo e montone.
  4. I metodi di cottura principali dovrebbero essere l'ebollizione, lo stufatura e la cottura a vapore.
  5. È mostrato bere abbondante 1,5-2 litri al giorno.
  6. Per evitare la disbatteriosi nel duodeno, a causa dell'assenza della cistifellea, è opportuno utilizzare regolarmente i probiotici del latte fermentato. L'esclusione dei dolci ti consente anche di affrontare la disbiosi.
  7. Aumentare la diarrea aiuta ad eliminare caffè, tè e altre bevande contenenti caffeina.

Di seguito sono elencate le liste di prodotti consentiti e vietati per l'uso dopo la colecistectomia.

Elenco dei prodotti consentiti:

  • verdure al vapore e purea di verdure
  • polpette e polpette al vapore
  • carne magra bollita (pollo, tacchino, coniglio, carne magra)
  • salsiccia bollita
  • pesce
  • zuppe di verdure
  • zuppa a basso contenuto di grassi
  • insalate di frutta e verdura
  • insalata
  • latte intero
  • latticini
  • succhi di frutta
  • grassi vegetali
  • un po 'di burro

Elenco dei prodotti vietati:

  • specie di uccelli grassi (oca, anatra)
  • agnello, maiale, altre carni grasse
  • condimenti piccanti
  • alcool
  • cacao
  • marinate
  • cibi affumicati, fritti e salati
  • pane fantasia
  • confezione
  • bevande gassate zuccherate.

ricette

Offriamo diverse ricette che possono essere utilizzate dopo 2 mesi dal momento della colecistectomia.

  1. Insalata di carote con miele e uvetta. Grattugiare 100 g appena sbucciato, grattugiare, aggiungere 10 g di uvetta passata, mettere in un'insalatiera, versare 15 g di miele, guarnire con fettine di limone.
  2. Macedonia di frutta Lavare e sbucciare il frutto (30 g di kiwi, 50 g di mela, 30 g di banana, 30 g di fragole, 30 g di mandarini). Tagliare i frutti, mettere in un'insalatiera, condire con 20 grammi di panna acida al 10%.
  3. Zuppa di grano saraceno con latte Lavare 30 g di grano saraceno, versare 300 ml di acqua calda, far bollire, aggiungere sale, aggiungere 250 ml di latte caldo, 2 g di zucchero e portare a prontezza. Aggiungere 5 g di burro.
  4. Branzino bollito Circa 100 grammi di pesce persico pulito, lavare, tagliare a pezzetti e cuocere in acqua salata. Aggiungere 5 g di prezzemolo e 10 g di carote tagliuzzate.
  5. Eglefino al vapore con burro Circa 100 g di eglefino da pulire, risciacquare e cuocere a vapore. Versare 5 g di burro fuso e cospargere con 5 g di aneto.
  6. Ricotta a basso contenuto di grassi con mirtilli rossi e panna acida. Versare circa 100 g di ricotta a basso contenuto di grassi, versare 20 g di panna acida al 10% e cospargere con zucchero 30 g di mirtilli rossi.
  7. Cavolini di Bruxelles bolliti. Risciacquare e far bollire circa 250 g di punte di germogli di Bruxelles in acqua leggermente salata. Prima dell'uso, versare 10 g di burro.

Dieta dopo la rimozione della cistifellea

Descrizione aggiornata al 03/05/2017

  • Efficacia: effetto terapeutico in 1-3 mesi
  • Condizioni: da 1,5 mesi a un anno
  • Costo dei prodotti: 1200 - 1350 rubli a settimana

Regole generali

Indipendentemente dalla tecnica di colecistectomia utilizzata - laparoscopia o colecistectomia tradizionale aperta, la dieta nel periodo postoperatorio è la componente più importante del periodo di trattamento e riabilitazione e i primi giorni dopo l'intervento sono particolarmente importanti.

Dopo l'operazione per 4-6 ore è severamente vietato bere liquidi. È consentito solo inumidire le labbra del paziente con acqua, e un po 'più tardi (dopo 5-6 ore) è consentito risciacquare la cavità orale con infusi a base di erbe.

Dopo 12 ore e fino al mattino successivo all'operazione, è consentito bere acqua non gassata ogni 10-20 minuti in piccole porzioni (1-2 sorsi) con un volume totale non superiore a 500 ml.

Il secondo giorno vengono introdotti nella dieta kefir a basso contenuto di grassi, tè non zuccherato, gelatina (fino a 1,5 litri / giorno). Porzione - non più di ½ tazza. La frequenza di ammissione - 1 volta / 3 ore.

Il terzo / quarto giorno, al paziente è permesso mangiare cibo: purè semi-liquido, minestre in brodo vegetale, albume d'uovo, pesce bollito grattugiato, gelatina di frutta e 1 cucchiaino di panna acida a basso contenuto di grassi. Pasti fino a 8 volte al giorno, in porzioni di 150-200 g. Dai liquidi si possono usare succhi (mela, zucca) e tè con zucchero.

Il quinto giorno, nella razione vengono introdotti biscotti galetnici, pane di grano essiccato (non più di 100 g).

Il 6 ° e il 7 ° giorno, vengono introdotti il ​​porridge grattugiato (grano saraceno, farina d'avena), il pesce e la carne tagliati a pezzetti, la cagliata grattugiata a basso contenuto di grassi, la purea di verdure.

L'ottavo giorno dopo la laparoscopia della colecisti, a seconda della gravità e della predominanza dei sintomi della malattia principale, concomitante o complicante, sono prescritte le diete 5A, 5, 5P (1 o 4 gruppi). Come opzione, viene prescritta la dieta numero 5SC (descritta nella sezione "varietà").

Dieta basica dopo la rimozione della cistifellea - Tabella numero 5 e sue varianti. In caso di grave processo infiammatorio per 3-4 giorni, è possibile prescrivere la variante antinfiammatoria 5 del lettino - Dieta 5B. La sua caratteristica è limitare l'assunzione di cibo. Dieta calorica al livello di 1600-1700 kcal (55-65 g di proteine, 40-50 g di grassi, 250 g di carboidrati).

Tutti i piatti sono serviti esclusivamente frullati senza aggiunta di brodo e con aggiunta di burro: vari tipi di zuppe di cereali mucose, cereali semiliquidi con aggiunta di una piccola quantità di latte scremato, gelatina, composte passate, succhi di verdura. Inoltre, nella dieta di piccole quantità di carne al vapore accuratamente grattugiata, pesce al vapore, pesce bollito, ricotta a basso contenuto di grassi, cracker o pane di grano essiccato.

Cibo dopo la rimozione della cistifellea almeno 5 volte, frazionaria, porzioni di circa 200 g, senza sale, con una grande quantità di fluido (circa 2,5 l / giorno). Inoltre, per 8-10 giorni al paziente viene prescritta la dieta 5A e poi la dieta №5.

La dieta numero 5 si riferisce alla nutrizione fisiologicamente completa ed è progettata per normalizzare il processo di escrezione biliare e ridurre il colesterolo nel sangue. Assunzione alimentare frazionata e frequente (5-6 volte al giorno), che contribuisce al deflusso della bile. Al fine di migliorare l'escrezione della bile, le verdure vengono introdotte sotto forma di vinaigrette e insalate, condite con oli vegetali non raffinati.

Nella dieta quasi tutti i carboidrati facilmente digeribili sono fortemente limitati, poiché il loro apporto contribuisce allo sviluppo di bile stagnante (dolci, confetture, zucchero, miele) e verdure, che contengono acido ossalico e oli essenziali in grandi quantità (acetosa, spinaci, agrumi).

Al fine di stimolare la secrezione biliare nella dieta includono verdure, bacche e frutta, uova di gallina (non più di una). Assunzione calorica a livello di 2800-3000 kcal (100 g di proteine, 90 g di grassi, 450 g di carboidrati). Assunzione di sale a livello di 8-10 g, liquido - 1,5 l.

Quando la malattia del calcoli biliari si verifica spesso malattie concomitanti degli organi interni adiacenti - il duodeno, il pancreas, le vie biliari: duodenite, colangite, pancreatite, discinesia. E spesso su questo sfondo, la colecistectomia post sviluppa la sindrome postcholecistectomia (disfunzione dello sfintere di Oddi), che è accompagnata da un rilascio costante di bile bassa concentrata nel lume del duodeno con l'ulteriore aggiunta di microflora patogena e lo sviluppo di infiammazione della sua membrana mucosa, che porta al dolore, disturbi digestivi e disturbi dei disturbi dell'apparato digerente e infiammazione della mucosa. Questi effetti della rimozione della bolla sono anche corretti dalla nutrizione.

In questo caso, è necessario ridurre il processo di secrezione biliare, che si ottiene riducendo la quantità di grasso a 60 g a causa della completa eliminazione dalla dieta di grassi animali fusibili e oli vegetali. Frutta e verdura crude, carne / pesce grassi, carni affumicate e piatti speziati di cipolle, ravanelli, aglio, ravanelli, brodi forti a base di carne / pesce / funghi sono completamente esclusi dalla dieta. Anche il consumo di sostanze estrattive, carboidrati facilmente digeribili, fibre grossolane, sale e liquidi viene ridotto a 1,5 litri al giorno.

Quando l'infiammazione del pancreas dopo colecistomia è nominata Tabella 5P. Allo stesso tempo nella dieta aumenta il contenuto proteico fino a 120 grammi ed è limitato ai cibi grassi e carboidrati. La dieta calorica totale è ridotta a 2500 Kcal. Sono esclusi i cibi caldi, dolci, piccanti, acidi e molto grassi che provocano la stimolazione del pancreas e gli alimenti che contengono molte fibre, basi di purine e sostanze estrattive.

specie

Dopo colecistectomia con discinesia dell'ipermotrio delle vie biliari o con pancreatite concomitante, viene prescritta una dieta moderata come duodenite. Viene utilizzato per 14-21 giorni fino alla scomparsa del dolore e dei sintomi dispeptici. Quindi il paziente viene trasferito alla dieta numero 5.

Caratteristiche generali - contenuto calorico ridotto fino a 2000 - 2200 Kcal a causa della riduzione dell'apporto di grassi (olio vegetale e alimenti ricchi di colesterolo). Il consumo di carboidrati facilmente assorbiti diminuisce nella dieta.

Completamente esclusi dalla dieta prodotti contenenti purine, sostanze estrattive azotate, fibre grossolane. Le proteine ​​facilmente digeribili non sono limitate. La quantità di sale non supera i sei grammi. Il cibo è preparato vaporizzando o bollendo.

Modalità di consumo: fino a 2 litri di liquidi al giorno. Cinque pasti al giorno, porzioni non più di 200 g con un giorno di scarico a settimana. Composizione chimica: 90 g di proteine, 60 g di grassi (esclusi grassi vegetali), 300 g di carboidrati.

Quando si verifica una ritenzione di bile dopo colecistectomia laparoscopica su uno sfondo di discinesia ipomotoria, al paziente viene prescritta una dieta lipotropica-grassa (n. 5 L / F) per migliorare la funzione motoria intestinale e stimolare la secrezione biliare. L'apporto calorico totale è di circa 2600 kcal.

Le peculiarità della dieta di questa dieta includono un alto contenuto di grassi (con il 50% di oli vegetali) e un contenuto ridotto di carboidrati semplici (fino a 300 g) e un leggero aumento di proteine ​​(fino a 100 g). Nella dieta vengono introdotti prodotti proteici lipotropici (carne magra, albume d'uovo, pesce, fiocchi di latte), crusca di frumento, oli vegetali raffinati e verdure.

Impasto grasso, latte intero, grassi animali refrattari, spezie completamente esclusi. Consumo bruscamente limitato di estrattivi (carne / brodo di pesce), prodotti contenenti colesterolo. Il cibo viene cotto o bollito, gli oli vengono aggiunti esclusivamente ai piatti pronti, la macinatura è facoltativa.

testimonianza

  • dieta numero 5B - con marcata infiammazione dopo colecistectomia;
  • dieta numero 5A - per 8 - 10 giorni di trattamento;
  • dieta numero 5 - nella fase di recupero, dopo la dieta 5A;
  • numero di dieta 5SC dopo colecistectomia con discinesia dell'ipermotrio delle vie biliari o con pancreatite concomitante, duodenite;
  • dieta n. 5Л / Ж - dopo colecistectomia sullo sfondo della discinesia ipomotoria per migliorare la funzione motoria intestinale e stimolare la secrezione biliare;
  • dieta numero 5P - dopo colecistectomia nella pancreatite acuta.

Prodotti consentiti

I prodotti e le pietanze consentiti dopo l'operazione comprendono: zuppe di cereali / verdure, pane di grano di ieri, crostini di pane di grano, pan di Spagna essiccato, polpette di carne, pesce, carne magra (coniglio, manzo, montone magro), pollo bollito al vapore, ryazhenka, kefir, latte intero non grasso, yogurt, ricotta a basso contenuto di grassi e piatti a base (gnocchi pigri, casseruole), formaggio magro, uova di pollo o omelette proteica (un giorno), pasta bollita e cereali (farina d'avena e grano saraceno ), zucca di vitello a, insalate di verdure con olio vegetale, verdure, vinaigrette, prosciutto magro, succhi di frutta e bacche, frutta secca, frutta e bacche non acide, caramelle, marmellata, tè nero / verde, brodo di rosa canina, acqua minerale non gassata.

Grassi di origine animale e vegetale vengono aggiunti al cibo preparato.

Nutrizione dopo la rimozione della cistifellea

La dieta dopo la rimozione della cistifellea è una parte importante del processo di recupero. Il suo obiettivo è quello di aiutare ad adattare il sistema digestivo del paziente a nuove condizioni di funzionamento.

Caratteristiche dieta

La cistifellea è l'organo in cui si accumula la bile (fluido che si forma nel fegato e partecipa al processo digestivo). Le malattie (colangite, colecistite e colelitiasi) portano al fatto che non può più funzionare correttamente e diventa una minaccia per la salute umana, perché c'è il rischio di infiammazione purulenta, peritonite e blocco del dotto biliare con la pietra. La rimozione dell'organo aiuta ad evitare le conseguenze

Dopo la colecistectomia (intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea), il paziente dovrà seguire regolarmente una dieta speciale. La dieta dopo l'intervento chirurgico dovrebbe essere parte integrante della vita umana. Alcuni prodotti sono vietati, ma ci sono molti altri alimenti gustosi e sani.

Le regole di base della dieta sono:

  1. I pasti dovrebbero essere frequenti (6-7 volte al giorno) e porzioni - piccole.
  2. I prodotti non dovrebbero essere grassi e pesanti.
  3. Il cibo dovrebbe essere consumato in una forma schiacciata e bollita.
  4. I piatti sono consigliati per essere cotti al vapore, lessati, brasati o al forno.
  5. Gli alimenti fritti, affumicati, salati e in scatola devono essere esclusi dalla dieta.

testimonianza

Indicazioni per la rimozione della cistifellea (colecistectomia) sono:

  1. Malattia da calcoli biliari. L'operazione è necessaria se nell'organo ci sono più pietre piccole o più grandi di 2-3 cm.
  2. Colecistite acuta, che può causare peritonite.
  3. Colesterosi (accumulo di colesterolo sulle pareti della cistifellea). Soprattutto la malattia è pericolosa in combinazione con la malattia del calcoli biliari.
  4. Disturbo funzionale della cistifellea, che è accompagnato da dolore. La chirurgia è indicata se il trattamento conservativo è inefficace.
  5. La presenza di polipi superiori a 10 mm.

Elenco dei prodotti consentiti

Dopo la colecistectomia, i pazienti sono invitati a seguire la dieta n. Questo schema di potere può essere utilizzato per un lungo periodo e deve essere esteso solo su indicazione del medico curante. L'elenco di prodotti che è consentito utilizzare, di grandi dimensioni, include:

  • pane di grano essiccato (preferibilmente pasticcini di ieri) e pasticcini;
  • zuppe di cereali e pasta su brodo vegetale, zuppa di barbabietola, zuppa di cavolo e borscht di cavolo fresco, primi piatti caseari;
  • varietà a basso contenuto di grassi di pollame e carne (pollo, vitello, carne di manzo);
  • pescare varietà a basso contenuto di grassi in forno o bollite;
  • burro e olio vegetale (oliva, mais, girasole);
  • contorni e piatti di verdure, carote al forno e bollite, crauti freschi e non aspri, zucca, piselli, zucchine, fagioli giovani, cipolle in piccola quantità;
  • latticini e prodotti a base di ricotta (pancake, budini, casseruole, conditi con panna acida a basso contenuto di grassi);
  • piatti a base di cereali e pasta (grano saraceno, fiocchi d'avena e fiocchi d'avena, pasta per casseruole);
  • uova e piatti da loro (omelette proteica o 1 uovo sodo al giorno);
  • bacche e frutta (tutte le varietà, tranne quelle aspre), puoi cucinare gelatina, purè di patate, composte, marmellata, marmellata;
  • miele;
  • patate bollite a pezzi o purè;
  • come spuntino, si può mangiare una piccola quantità di aringa impanata, insalata di verdure, vinaigrette, lingua bollita, aspic, pesce, formaggio, pasta di cagliata;
  • Puoi bere frutta dolce e succhi di bacche, tè, brodo di rosa canina, caffè naturale debole con latte.

Prodotti proibiti

Il menu di dieta numero 5 include molti piatti, ma il paziente sottoposto a colecistectomia deve essere escluso dalla dieta:

  • spezie e spezie;
  • maiale grasso, agnello;
  • carne d'oca e anatra;
  • grassi refrattari;
  • ricchi brodi;
  • cibo in scatola e carni affumicate;
  • cioccolato, cacao, caffè forte;
  • acetosa, spinaci, ravanelli, aglio, ravanello;
  • fagioli e piselli;
  • funghi;
  • bevande alcoliche e gassate;
  • dolci, torte, pasticcini, pasticceria;
  • gelato e bevande fredde.

Non puoi mangiare cibi freddi, piatti fritti, salati e affumicati.

Dieta in ospedale

Nei pazienti, la domanda più comune è come mangiare in ospedale dopo la colecistectomia. Nelle prime ore si raccomanda di non mangiare nulla ed eliminare lo sforzo fisico.

Dopo 2 ore, è permesso di inumidire la lingua, la bocca e le labbra con un tampone inumidito con acqua minerale o bollita. Dopo 4-6 ore, gli esperti consigliano di sciacquare la bocca con decotti di camomilla e salvia (si consiglia di farlo più volte al giorno per tre giorni dopo l'operazione). Il giorno dopo è permesso bere acqua minerale senza gas o brodo di rosa canina. Il secondo o il terzo giorno, il paziente è dimesso a casa, dove deve seguire una dieta rigorosa nei primi giorni dopo la dimissione dall'ospedale.

Pasti dopo la dimissione dall'ospedale

Nel primo mese dopo l'intervento, è importante mantenere una dieta moderata e, dopo 3-6 mesi, è possibile tornare alla vita normale attenendosi alle regole del mangiare sano.

Dopo 36-48 ore, è consentito bere tè non zuccherato e debole, kefir o bacelli a basso contenuto di grassi da frutta secca (100-150 ml per ricevimento ogni 3 ore, si consiglia di bere 1,5 litri al giorno).

Il terzo giorno, la dieta può essere ampliata. Puoi mangiare minestre in brodo vegetale con panna acida, pesce bollito, due frittate proteiche, purè di patate, gelatina di frutta. Puoi bere il paziente succhi naturali non zuccherati (mela o barbabietola), un tè debole con zucchero.

Il quinto giorno dopo l'operazione, puoi aggiungere 100 g di pane bianco o briciole di ieri al menu. Dopo una settimana, i porridge bolliti (grano, farina d'avena o grano saraceno) vengono aggiunti alla razione, vengono fatti bollire nel latte, mezzo diluito con acqua. È possibile aggiungere alla dieta di carne magra bollita e macinata, formaggio fresco, pesce, purea di verdure e latticini. Ricevendo il liquido frazionale, 1,5-2 litri al giorno.

Durante il periodo di riabilitazione, a partire da 8 giorni e fino a 1,5 mesi dal momento dell'operazione, si consiglia una dieta delicata, i piatti devono essere cotti a vapore, lessati e puliti. Puoi mangiare torte al vapore, polpette e polpette di carne magra, purè di patate e altre verdure, zuppe vegetariane, cereali cotti nel latte, succhi di frutta e gelatina, zucca in umido, zucchine e carote.

Dieta un mese dopo la dimissione

Dopo 1 mese, non puoi ancora mangiare frutta fresca, bacche e verdure, perché questi prodotti contribuiscono all'abbondante secrezione biliare. È necessario escludere dalla dieta del pane di segale, si può mangiare un po 'di pane bianco dai dolci di ieri. I pasti dovrebbero essere bolliti o al vapore. È consigliabile aderire a pasti frequenti e frazionari un mese dopo la dimissione (5-6 volte al giorno in piccole porzioni). Allo stesso tempo, il cibo non dovrebbe essere caldo o freddo.

Dieta dopo 6 mesi

6 mesi dopo la colecistectomia, la dieta può essere espansa e restituita alla vita attiva. Tuttavia, dopo la rimozione, l'attività funzionale di tutti gli organi dell'apparato digerente e le proprietà della bile cambiano, quindi il paziente deve seguire una dieta per tutta la vita. L'opzione di nutrizione è scelta dal medico curante, che dovrebbe fornire ulteriori consigli a seconda delle malattie concomitanti del paziente.

Le raccomandazioni generali sulla dieta sono le seguenti:

  • i pasti dovrebbero essere frequenti e frazionari (7 volte al giorno) e le porzioni dovrebbero essere piccole;
  • l'ultimo pasto è non più tardi di un'ora prima di andare a dormire;
  • i piatti dovrebbero essere bolliti, in umido o al vapore;
  • il cibo dovrebbe essere masticato accuratamente;
  • il cibo deve essere caldo (i piatti caldi e freddi sono proibiti);
  • I pasti dovrebbero contenere la quantità minima di grasso animale.

Dopo 6 mesi dall'intervento, è possibile introdurre nuovi prodotti nella dieta. Si consiglia di farlo gradualmente, iniziando con una piccola quantità, dal momento che è necessario controllare la reazione del corpo a un nuovo alimento. Se non c'è nausea, dolore nell'ipocondrio destro o diarrea, la quantità può essere gradualmente aumentata. La dieta dopo la colecistectomia deve essere rispettata per tutta la vita.

Ricette di piatti

Nonostante i grandi limiti, il cibo del paziente può essere gustoso. Ricette per il secondo corso con dieta numero 5 - un gran numero. Puoi cucinare gnocchi pigri, frittata al vapore e ripieni di carne, vari casseruole di patate e vitello, cavoli ripieni di verdure, ecc.

Zuppa di barbabietole

La zuppa di barbabietola è un piatto estivo che è piacevole da mangiare nel calore. L'unica condizione è che non può essere servito freddo alle persone che hanno subito un'operazione.

Per preparare la barbabietola prendere:

  • 2 barbabietole;
  • 100 g di cetrioli freschi;
  • ¼ uova sode;
  • aneto;
  • 30 g di panna acida;
  • 5 g di zucchero;
  • 350 grammi di brodo vegetale.

Cuoci il brodo di barbabietola. Per fare questo, lavare le barbabietole, sbucciare. Riempi d'acqua. Aggiungi un po 'di aceto in modo che il colore della barbabietola non si perda durante la cottura. Far bollire a ebollizione bassa per 15-20 minuti. Mettere il brodo ottenuto in un luogo caldo per diverse ore, quindi filtrare.

Cucinate le barbabietole, lasciate raffreddare. Quindi, sbucciare e tagliare a strisce. Cetrioli a brandelli. Uovo sodo, tritare finemente. Tutti i prodotti vengono messi in brodo di barbabietola. Aggiungi lo zucchero Salare, con sale, aggiungere in quantità limitata. Mettere un cucchiaio di panna acida in una zuppa di barbabietola e cospargere con verdure tritate.

Verdure in una pentola

Per preparare questo piatto, prendere 80 g di carote, 60 g di patate, 60 g di zucchine e 1 cucchiaio. l. olio vegetale, 2 cucchiai. l. panna acida a basso contenuto di grassi, aneto tritato, sale.

Tutte le verdure (patate, zucchine e carote), sbucciare e tagliare a cubetti. Le carote si cospargono leggermente di olio vegetale fino a quando non si ammorbidiscono. Lessare le patate e le zucchine fino a metà cottura (cuocere le verdure separatamente). Mettere le verdure preparate in strati nel seguente ordine: patate, zucchine, carote. Diluire la panna acida con acqua calda e versare le verdure in una pentola. Leggermente sale Mettere in un forno preriscaldato e cuocere a fuoco lento fino a cottura. Cospargere le verdure già pronte in una pentola con aneto tritato.

Zuppa di spaghetti al latte

Questo è un abbondante piatto per la colazione. Da 200 g di farina, 2 cucchiai. l. acqua e 1 uovo, impastare la pasta, arrotolarla delicatamente e asciugarla un po 'sul tavolo in modo che le tagliatelle non si uniscano durante il taglio. Quindi tagliare le tagliatelle a strisce sottili. Versare le tagliatelle in acqua bollente e cuocere per 10-15 minuti. Far bollire 1 litro di latte e versare sopra i noodles, aggiungere lo zucchero, il sale e ridurre il calore. Far bollire circa altri 5 minuti. Al momento di servire, mettere 1 cucchiaino in un piatto. burro.

Soufflé di ricotta

Il soufflé di ricotta può essere cotto a vapore. Risulta delizioso piatto dietetico, per la cui preparazione occorrono 200 g di ricotta a basso contenuto di grassi, 20 g di semolino, 40 ml di latte, 1 uovo, 30 g di zucchero, 10 g di burro e 60 g di panna acida a basso contenuto di grassi. Ricoprire la ricotta con un colino o con un tritacarne, aggiungere lo zucchero, la semola, il latte, il tuorlo e mescolare il tutto. Battere la proteina nella schiuma e inserirla con attenzione nella massa della cagliata. Mettere gli stampini, oliati e metterli a bagnomaria. Servire con panna acida a basso contenuto di grassi.

Soufflé di carote

Per prepararlo, prendere una carota (8 pezzi), 1 bicchiere di latte, 2 cucchiai. l. semolino, 2 uova, 2 cucchiaini. zucchero, 1 cucchiaio. l. burro e cracker macinati.

Pelare le carote e tagliarle a pezzi, aggiungendo una piccola quantità di latte e 1 cucchiaio. l. burro. Stufare le carote fino a quando non si ammorbidiscono a fuoco basso. Dopo di che, passare attraverso un tritacarne, aggiungere il resto del latte, semola, tuorli e zucchero, mescolare. Battere i bianchi nella schiuma e inserire delicatamente la schiuma nella massa della carota. Ungete con burro e cospargete di pangrattato, aggiungete il soufflé, levigate la superficie e fate cuocere a bagnomaria fino al momento.

Per lo stufato di carne bollita, prendere carne di vitello o manzo, pulirlo da grasso e tendini e far bollire fino a cottura. Carote e radice di prezzemolo tritate finemente, mettere in una casseruola, coprire con il brodo vegetale e mettere a cottura fino a metà cottura. Mettere il concentrato di pomodoro, la carne, aggiungere altro brodo vegetale e continuare la cottura per 30 minuti.

Tagliare le patate a cubetti, metterle su una teglia e spennellare con panna acida, infornare e infornare. Carne con verdure e patate al forno unire, mescolare, condire con farina, panna acida e burro e cuocere per 10 minuti. Quindi aggiungere i piselli verdi e portare a ebollizione lo stufato. Prima di servire, salare e cospargere con prezzemolo tritato e aneto.

Polpette al vapore

Pulire la carne dai tendini e far scorrere il tritacarne 2 volte. Il pane bianco si riempie di acqua e dopo alcuni minuti, spremere un pezzo ammorbidito, aggiungere al trito e ancora una volta passare la massa attraverso un tritacarne. Salate e frullate bene. Dalla massa della cotoletta, formare delle palline di 10-15 g ciascuna e farle bollire in una casseruola, riempire con acqua tiepida o cuocere a bagnomaria. Prima di servire, versare le polpette con burro fuso.

quenelle

Per due porzioni occorrono 200 g di filetto di pesce, 100 g di latte, 10 g di farina e 10 g di burro.

Tritare il filetto 2 volte attraverso un tritacarne. Fai la besciamella con la farina e il latte, lasciala raffreddare e metti in ammollo. Salare leggermente e frullare la massa di pesce. Spalma gli gnocchi in una casseruola unta. Riempire con acqua tiepida e cucinare. Prima di servire, versare gli gnocchi con burro fuso.

Pollo con salsa al latte

Prendi 150 g di petto di pollo, 50 g di cavolfiore e la stessa quantità di carote, 70 g di piselli verdi, 1 cucchiaino. farina di frumento, 1/2 uovo sodo, aneto tritato e prezzemolo, sale.

Cuocere il brodo. Lessare il pollo, cambiando l'acqua due volte. Quando è pronto, togliere dal liquido e filtrare il brodo, in modo che risulti trasparente. Preparare le verdure. Spezzare le carote, smontare il cavolo in cimette, cospargere il tutto, aggiungere un po 'di brodo e aggiungere i piselli verdi. Riscaldare la massa vegetale. Prepara una salsa al latte. Tagliare il filetto in porzioni e metterlo su un piatto, aggiungere le verdure e versare sopra la salsa al latte intero. Uova e verdure tritare finemente e cospargere loro piatto.

Pollo in casseruola

Lessare il petto di pollo, riso e carote. Tagliare la carne a pezzetti, aggiungere il riso, l'uovo crudo, i verdi tritati e il sale. Tagliare le carote a fette. Ungete la teglia con il burro, adagiate una miscela di riso e pollo, cerchi di carote. Cuocere in forno per 40 minuti, quindi cospargere il formaggio grattugiato sulla casseruola e infornare per altri 10 minuti.

dessert

I nutrizionisti hanno sviluppato molte ricette per deliziosi dessert. Uno di questi piatti è l'insalata di pere con noci. Per prepararlo, prendi 4 pere di grandi dimensioni, 3 cucchiai. l. Kefir e 10 gherigli di noci. Pera tagliata a metà e rimuovere il nucleo con un cucchiaio. Sbucciare i gherigli di noci dal film, in ogni metà, mettere le noci e versare il kefir.

Mele farcite con ricotta - questa è un'altra ricetta dietetica. Prendi 2 frutti grandi e tagliali a metà. Rimuovere il centro dalla foggiante a coppa. Strofinare la ricotta con un colino, aggiungere all'uva passa, bagnata in anticipo in acqua calda, così come le mele tritate, 1 uovo, 1 cucchiaio. l. zucchero e semola. Riempire le tazze di mele con la massa della cagliata ottenuta e cuocere in forno. Servire le mele ripiene con panna acida.

Vantaggi e svantaggi

Lo svantaggio della dieta postoperatoria è che bisogna rinunciare molto: affumicato, salato, speziato. Tuttavia, la dieta aiuterà il paziente a riprendersi e a perdere peso.

Molti pazienti dopo colecistectomia non mostrano alcun miglioramento. Spesso, i pazienti si lamentano di gonfiore, dolore dolorante costante nell'addome, sapore amaro in bocca. Le malattie della colecisti sono accompagnate da malattie croniche del tratto gastrointestinale, in questo caso, è necessario un trattamento completo e l'aderenza alla dieta n. 5 aiuterà il lavoro dello stomaco, dell'intestino e di altri organi del tratto gastrointestinale.

Recensioni

Victor, 44 anni, Kemerovo: "Un anno fa ho avuto un'operazione, cerco di seguire la dieta, ma è difficile farlo. Non c'è sempre tempo per mangiare al lavoro, e nella sala da pranzo è difficile trovare pasti dietetici adatti. Ma continuo a mangiare più spesso e solo cibo sano e naturale, niente fast food. Adesso i dottori qualche volta permettono di mangiare la salsiccia magra e la carne cotta. Di cosa sono contento. "

Marina, 34 anni, Kostroma: "Il mio organo è stato rimosso un mese fa. Il mio stato di salute migliorò immediatamente, poiché gli attacchi erano quasi ogni settimana. Il medico raccomandò una dieta e diede un promemoria in cui sono scritti gli alimenti consentiti e proibiti. Cerco di dipingere di giorno, quali piatti cucinare. Rende la vita più facile. "

Pavel, 55 anni, Novosibirsk: "Ho vissuto senza la cistifellea per diversi anni. Nei primi sei mesi ho cercato di seguire una dieta rigida, ho perso anche 12 kg. All'inizio era difficile. Non volevo mangiare cibo cotto al vapore, ma grazie alla mia sposa per avermi fatto mangiare questa merda. Poi è stato coinvolto nella dieta, ora non voglio grasso, grasso. La cosa più difficile era con l'alcol, ma il dottore ha permesso di bere del vino rosso, quindi non tutto è così male. La vita va avanti! "


Altri Articoli Su Fegato

Cirrosi

Discinesia biliare - sintomi e trattamento

discinesia biliare - una malattia in cui disturbato motilità e il malfunzionamento della cistifellea si verifica nel dotto biliare, che provoca il ristagno della bile o eccessiva evidenziarlo.
Cirrosi

Steatosi epatica: cos'è e perché appare?

La steatosi ha parecchi sinonimi. Viene anche chiamata epatite grassa del fegato, lipidosi, obesità epatica e distrofia grassa. I medici ritengono che questo sia uno dei leader delle malattie del fegato, perché ogni quinto abitante del pianeta che ha accesso alla medicina moderna ha questa diagnosi.