Che cos'è l'epatite non virale o non infettiva?

Il processo infiammatorio che si verifica nel fegato nell'epatite può essere di natura diversa. A seconda delle ragioni che hanno portato alla malattia, si distinguono forme infettive e non infettive di epatite. Batteri e virus che entrano nel corpo causano epatite infettiva. Questa forma è la più comune.

Forma non infettiva di epatite si verifica in caso di avvelenamento con sostanze tossiche o è il risultato di altre malattie. Quanto è pericolosa questa patologia e quali tipi di essa esistono?

Che cos'è l'epatite non virale e non infettiva?

Il fegato è una sorta di filtro del nostro corpo, che quotidianamente passa attraverso di sé non solo le sostanze e gli oligoelementi necessari per il pieno funzionamento di tutti gli organi, ma anche i prodotti di decadimento di alcol e droghe.

L'epatite non virale o non infettiva è una malattia infiammatoria del fegato causata da sostanze tossiche o determinate malattie, che porta alla sua sconfitta.

Quali tipi distinguono?

La classificazione dell'epatite si basa sulla causa che sta alla base della malattia. Separare diverse forme di epatite:

  • L'epatite alcolica si sviluppa sullo sfondo del regolare consumo di alcol in grandi quantità. Come risultato del costante impatto sul fegato dei prodotti di degradazione dell'alcol, il lavoro naturale degli epatociti viene interrotto. L'epatite alcolica rappresenta il 70% di tutti i casi di epatite non virale. L'epatite alcolica non virale può svilupparsi non solo a causa dell'uso sistematico di bevande alcoliche. A volte capita che l'intossicazione del fegato si verifica anche a causa di una piccola quantità di alcol consumato. Ciò è dovuto alla diversa sensibilità all'alcol tra le persone.
  • L'epatite tossica causa avvelenamento da sostituti dell'alcool, veleni, funghi non commestibili (amanita, toadstool, ecc.), Composti di arsenico e altri metalli pesanti. Le sostanze tossiche influenzano direttamente il fegato, causando rapidamente gravi complicazioni.
  • L'epatite da farmaci è una delle varietà di tossici, è causata dall'assunzione di alcuni farmaci: contraccettivi orali, farmaci anti-tubercolari, farmaci antibatterici. La possibilità e l'intensità degli effetti dannosi di tali medicinali sono determinate dalle caratteristiche individuali dell'organismo.
  • L'epatite biliare primaria diventa una conseguenza dei disturbi del deflusso della bile, il cui accumulo eccessivo influenza negativamente le cellule del fegato.
  • L'epatite autoimmune si sviluppa a causa di malattie del sistema immunitario che, erroneamente prendendo le proprie cellule (epatociti) per essere alieno, le distrugge. Le cause di questa patologia non sono completamente comprese. L'epatite autoimmune si sviluppa principalmente nelle donne.
  • L'epatite metabolica causa malattie metaboliche ereditarie (emocromatosi, malattia di Wilson-Konovalov).
  • L'epatite reattiva può essere una complicanza concomitante di un'ulcera o di una malattia endocrina.
  • L'epatite allergica è associata alla predisposizione del corpo alla comparsa di reazioni allergiche a vari stimoli.
  • Epatite non verificata, cioè epatite di eziologia sconosciuta. Le cause della malattia non sono sempre possibili da rilevare. Questa forma della malattia spesso entra in cirrosi e cancro.

Segni clinici di epatite non infettiva

L'epatite virale può difficilmente essere distinta dal non virale. Per escludere la forma virale, viene eseguito un esame del sangue per i marcatori dell'epatite A, B, C. Le manifestazioni cliniche di entrambe le forme sono simili: nausea, vomito, perdita di appetito e colore delle urine in un colore scuro.

All'aumentare dell'intossicazione, aumenta il dolore negli aumenti dell'ipocondrio destro, si possono sviluppare sanguinamento nasale, prurito e ittero e la temperatura aumenta.

Epatite non virale e non infettiva: tipi e sintomi

L'epatite non virale o non infettiva è una malattia del fegato di origine infiammatoria, il cui sviluppo non è associato a batteri o virus. Molto spesso, questa patologia si verifica a causa del consumo eccessivo di bevande alcoliche, avvelenamento con farmaci, nonché sullo sfondo di malattie autoimmuni e disturbi metabolici. A rischio sono le persone che abusano di alcol, sono obese, pazienti che hanno bisogno di molto tempo per assumere farmaci per il trattamento di altre malattie.

Tipi di patologia

L'epatite non infettiva è classificata in base al fattore che ha provocato lo sviluppo della malattia.

Si distinguono i seguenti tipi di epatite non virale:

  • alcol - un lungo (per diversi anni) consumo di alcol, a seguito del quale il naturale funzionamento degli epatociti è compromesso;
  • effetti tossici - tossici di droghe, surrogati alcolici, metalli pesanti (arsenico, mercurio).
  • metabolico - associato a disturbi genetici, ad esempio, malattia di Wilson-Konovalov;
  • autoimmune - la distruzione di epatociti dagli anticorpi del corpo;
  • reattivo - si sviluppa sullo sfondo di altri disturbi, ad esempio, a seguito di pancreatite, peritonite, ecc.;
  • biliari primari - una violazione del deflusso della bile, un accumulo eccessivo di cui porta a danneggiare le cellule del fegato.

sintomatologia

Tutte le forme di epatite non infettiva hanno sintomi simili.

Di regola, la malattia si manifesta:

  • nausea;
  • indigestione (diarrea, flatulenza);
  • disagio e dolore nel giusto ipocondrio, che sono aggravati dall'intensa attività fisica.
  • sanguinamento nasale senza motivo apparente;
  • lividi e lividi, anche dopo un lieve infortunio;
  • prurito;
  • giallo della pelle e della sclera.

Diagnostica e misure terapeutiche

Identificare la malattia nelle prime fasi dello sviluppo è abbastanza difficile, perché i sintomi possono essere assenti. Al fine di effettuare una diagnosi accurata, è richiesto un esame del sangue biochimico, che viene utilizzato per determinare quanto sono attivi gli enzimi epatici e qual è la concentrazione di bilirubina.

Richiede anche un'analisi generale di urina e sangue. Al fine di escludere la natura virale della malattia, il sangue viene esaminato per la presenza di anticorpi contro i virus dell'epatite A, B, C. Inoltre, viene mostrato un esame ecografico del fegato e della cistifellea.

Per il trattamento dell'epatite, prima di tutto, dovresti eliminare la causa della malattia. Con intossicazione acuta del corpo, è necessario pulire lo stomaco, somministrare antidoti e condurre una terapia di disintossicazione. L'epatite autoimmune, metabolica e reattiva richiede il trattamento della malattia di base.

La terapia della forma cronica della violazione viene effettuata a casa, l'ospedalizzazione è indicata solo durante l'esacerbazione. In condizioni stazionarie, il glucosio è usato per via orale (fino a 30 g), vitamine del gruppo B, C, folico, acido nicotinico. A volte gli ormoni anabolizzanti prescritti, in situazioni difficili, usano piccole dosi di ormoni corticosteroidi e immunosoppressori nel dosaggio minimo per lungo tempo.

La medicina non tradizionale viene utilizzata come terapia aggiuntiva. L'uso di piante medicinali e preparati basati su di essi consente di ridurre il rischio di possibili complicazioni e di accelerare il processo di guarigione. L'uso più efficace di immortelle, camomilla, centauro, finocchio, calendula, menta piperita, stimmi di mais, successione, tanaceto, valeriana.

prospettiva

Nel 90% dei casi, l'epatite non infettiva viene curata, nel 9% dei casi si sviluppa la forma cronica che, purché fornita un'adeguata terapia di supporto, non causa alcun problema al paziente. In casi molto rari (non più dell'1%), ci sono complicazioni nell'epatite non virale.

La conseguenza più pericolosa è il coma epatico. Questa condizione si sviluppa in violazione della funzione di disintossicazione del fegato, le tossine si accumulano nel corpo, causando danni al cervello e alla morte.

Un'altra grave complicanza è la cirrosi epatica.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di questa malattia dovrebbe abbandonare l'uso di eventuali bevande alcoliche.

Tutti i farmaci devono essere assunti solo come prescritto dal medico curante e seguendo rigorosamente le istruzioni, se necessario, monitorare regolarmente il contenuto degli enzimi epatici.

Quando si lavora in aree pericolose o in contatto con sostanze tossiche, è obbligatorio utilizzare dispositivi di protezione individuale - respiratori, maschere antigas, tute di protezione chimica.

Che cos'è l'epatite metabolica non infettiva

La malattia infiammatoria che colpisce le cellule del fegato è chiamata epatite. Non sempre si verifica a causa della penetrazione dell'infezione nel corpo umano. Spesso le cause dello sviluppo del processo infiammatorio sono apparentemente innocue a prima vista, il ritmo della vita e della nutrizione. L'epatite non virale è una malattia affrontata da un numero enorme di persone. La maggior parte dei pazienti che cercano assistenza medica conducono uno stile di vita sbagliato. Consumano regolarmente bevande alcoliche, preferiscono cibi grassi. Tuttavia, coloro che non hanno cattive abitudini devono anche affrontare l'epatite non virale.

Caratteristiche di sviluppo e tipi di epatite non virale

Il processo infiammatorio non virale o non infettivo nel fegato inizia sullo sfondo dell'impatto sul corpo di vari fattori negativi, tra cui:

  • malattie autoimmuni;
  • farmaci a lungo termine;
  • intossicazione da farmaci dovuta a trattamento senza supervisione medica.

Ci sono molte ragioni per l'inizio dell'infiammazione e, a seconda di quale fattore è diventato decisivo, esistono diversi tipi (forme) di epatite non virale.

La funzionalità naturale degli epatociti è compromessa a causa di:

  • Tossico - il risultato di assunzione incontrollata di droghe, che includono sostanze che hanno un effetto distruttivo sulle cellule del fegato. Inoltre, questo tipo di epatite non virale può essere causato da avvelenamento da metalli pesanti.
  • Bere alcolici per diversi anni. Il paziente sviluppa epatite alcolica non infettiva.
  • La steatoepatite non alcolica si verifica in quei pazienti a cui viene diagnosticata un'iperglicemia, obesità di qualsiasi grado. Questa forma di malattia si sviluppa in coloro che hanno subito un intervento chirurgico complesso, durante il quale è stata applicata una stomia, ed è stata eseguita una resezione dello stomaco o dell'intestino tenue. L'epatite non alcolica si verifica in caso di reazione negativa del paziente all'eccesso del dosaggio prescritto di glucocorticosteroidi e altri farmaci.
  • Il fallimento genetico causa lo sviluppo della forma metabolica della malattia. Un esempio lampante è la malattia di Wilson-Konovalov.
  • I propri anticorpi del corpo umano sono in grado di distruggere gli epatociti, provocando l'emergere di un tipo di malattia autoimmune. Le sue caratteristiche e il suo meccanismo di sviluppo sono poco conosciuti, ma i medici ritengono che la causa dell'inizio della patologia possa essere un citomegalovirus o un'epatite virale.
  • A causa di grave peritonite o pancreatite, si verifica epatite non infettiva reattiva - una malattia epatica degenerativa infiammatoria che si verifica sullo sfondo di varie malattie del tratto gastrointestinale. Può essere gastrite e gastroduodenite, ulcera peptica dello stomaco o intestino. Il motivo dello sviluppo di questa forma di malattia è un cambiamento nei livelli di zucchero nel sangue e nell'artrite reumatoide o nel lupus eritematoso sistemico.
  • Le cellule epatiche vengono distrutte dall'accumulo a causa di un deflusso alterato della bile. Ciò porta alla comparsa di epatite non infettiva, chiamata biliare primaria.
  • Le radiazioni sono un tipo di processo infiammatorio nelle cellule del fegato causato da radiazioni durante il corso della terapia per combattere le neoplasie maligne. A volte i pazienti ricevono esposizione durante le ostilità o in seguito a incidenti in centrali nucleari.

L'autotrattamento porta al fatto che il paziente non può far fronte alla malattia esistente e provoca lo sviluppo di nuovi disturbi. Il fegato è uno degli organi più importanti responsabili della pulizia del corpo umano dalle tossine. È una specie di filtro che rimuove le tossine e altre sostanze nocive.

Segni di disturbo

Tutte le suddette forme di epatite non virale hanno sintomi simili. Ciò è dovuto al fatto che in qualsiasi forma è interessato un organo - il fegato, ma le differenze esistenti sono causate dalla diversa natura della malattia. La maggior parte delle forme elencate della malattia sono quasi asintomatiche, il che complica enormemente la diagnosi. È difficile determinare la presenza di violazioni e quindi la malattia si sviluppa, portando a conseguenze pericolose.

Se il tipo tossico di infiammazione del fegato procede senza sintomi pronunciati, allora un prurito forte e insopportabile è caratteristico della radiazione. Il paziente pettina la pelle in vari punti fino a quando appaiono ferite profonde.

Tuttavia, ci sono tali sintomi che possono indicare lo sviluppo di una forma o di un'altra di epatite non infettiva, essendo comune a tutti i tipi di processo patologico:

  • debolezza generale;
  • tinta gialla che appare sulla pelle;
  • una tinta giallastra acquisisce la superficie delle mucose e persino la saliva;
  • l'appetito è perso e il paziente rifiuta di mangiare;
  • la temperatura corporea sale a 38-39 ° C.

Il medico può confermare la diagnosi preliminare solo dopo un esame medico completo e dettagliato, ma lo sviluppo di infiammazione epatica non infettiva è indicato da:

  1. Prurito in tutto il corpo con epatite da radiazioni.
  2. Con dolore reattivo - severo nell'ipocondrio destro, vertigini e nausea, costante sensazione di stanchezza, depressione, pesantezza nella parte destra. I pazienti parlano di dolori articolari e sanguinamento improvviso dal naso. Alcuni hanno gengive sanguinanti e tracce di piccole emorragie diventano visibili sulla pelle.
  3. L'autoimmunità si manifesta sotto forma di sintomi già elencati. Inoltre, i pazienti si lamentano di gonfiore delle articolazioni e difficoltà nel movimento. Durante l'esame, il medico osserva un cambiamento nel colore dell'occhio sclera e della pelle, a causa della elevata temperatura del derma al tatto è secco e caldo. La palpazione è determinata da un aumento del fegato e della milza. Ciò conferisce al medico il diritto di parlare della presenza di splenomegalia ed epatomegalia. Cambia la dimensione dei linfonodi. Durante l'esame risulta che non solo la composizione chimica cambia, ma anche il colore dell'urina (si scurisce).
  4. L'epatite primitiva biliare non infettiva è leggermente diversa nei suoi sintomi rispetto ad altri tipi di malattia. Prima di tutto, il paziente nota cambiamenti nel colore della pelle sulla superficie interna dei palmi e dei piedi. Ma il derma non diventa giallo, appare il rossore, che abbatte il paziente e non ha fretta di cercare assistenza medica qualificata. I pazienti vengono dal medico con lamentele di febbre, debolezza, dolore alle articolazioni, pesantezza nell'ipocondrio destro. A volte piccole emorragie sono evidenti sulla superficie della pelle del paziente.

In tutti i casi, ci sono flatulenza e diarrea, la digestione è disturbata, si verifica nausea. I pazienti si lamentano di vertigini e debolezza, stanchezza e irritabilità.

Per un processo cronico, l'emorragia nasale improvvisa è caratteristica, e dopo piccoli colpi, tocchi ruvidi o lesioni lievi, appaiono lividi sulla pelle. La tendenza a livido è uno dei sintomi più significativi, indicando lo sviluppo di epatite cronica non infettiva.

Anche in assenza di dolore e altri segni di malattia, un paziente che ha notato una tendenza a livido dovrebbe contattare immediatamente un istituto medico e sottoporsi ad un esame di laboratorio dettagliato.

Misure terapeutiche e diagnosi

È possibile confermare o rifiutare la diagnosi preliminare solo dopo un esame dettagliato, che il medico chiederà al paziente di sottoporsi.

Darà la direzione delle analisi del sangue, tra le quali la più importante sarà:

  1. Biochimica.
  2. Determinazione dei livelli di zucchero nel sangue.
  3. Determinazione del livello di bilirubina.
  4. Analisi clinica generale

Per ottenere un risultato positivo nel trattamento dell'epatite non virale, è prima necessario determinare ed eliminare la causa dell'insorgenza e lo sviluppo della malattia. Il trattamento viene effettuato solo in conformità con le prescrizioni e sotto la supervisione di un medico qualificato.

Per il trattamento del processo infiammatorio causato dalla penetrazione di virus nel corpo umano, sarà necessario selezionare il farmaco antivirale più efficace. Eliminare la natura virale della malattia aiuterà l'analisi per la presenza di anticorpi nel sangue, ecografia del fegato e della cistifellea.

Dopo aver ricevuto i risultati dell'esame, il medico prescrive una serie di misure terapeutiche, tra cui:

  1. Terapia con l'assunzione di vitamine B, C.
  2. Trattamento con epatoprotettori efficaci. Questo è Essentiale Forte, LIF 52, Heptral o Heptor.
  3. Accettazione di farmaci coleretici come Cholensim o Holosas.
  4. Gocciolamento endovenoso in ospedale iniettato con soluzione salina o glucosio.
  5. Se necessario, effettuare trasfusioni di plasma di sangue donatore. Tale decisione può essere presa solo da un medico esperto e qualificato in caso di diagnosi di epatite grave tossica.

In ogni caso, il trattamento viene prescritto tenendo conto della particolare forma e gravità della malattia. L'epatite cronica non infettiva viene trattata in modo conservativo su base ambulatoriale. Il ricovero in ospedale di tali pazienti non è richiesto se la malattia non è nella fase acuta e il paziente non lamenta un forte dolore.

Per una terapia di successo, è importante determinare correttamente la causa dello sviluppo del disturbo e compiere ogni sforzo per eliminarlo. Quindi, con l'epatite reattiva diagnosticata, sarà necessario scoprire, sullo sfondo di quale malattia il processo infiammatorio nel fegato ha cominciato a svilupparsi. Prima di tutto viene trattata la malattia principale e poi si procede con una terapia mirata alla rigenerazione delle cellule del fegato.

I medici si assicureranno che le funzioni disturbate di vari organi e sistemi vengano ripristinate.

A tal fine, nella forma tossica dell'epatite non virale, tutte le misure saranno prese per:

  • rimuovere i residui di veleni nel corpo;
  • cambiare la dieta;
  • fornire una fornitura completa di vitamine e minerali;
  • effettuare la terapia riparativa con l'uso di farmaci moderni, caratterizzati da alte prestazioni.

Ai pazienti con diagnosi di epatite cronica non infettiva si consiglia di seguire il consiglio di un nutrizionista e mangiare rigorosamente in conformità con le raccomandazioni ricevute:

  1. Il cibo dovrebbe essere ricco di vitamine, escludere dalla dieta cibi grassi e affumicati, piccanti e salati.
  2. Il paziente rifiuta l'alcol e il fumo.
  3. Attività fisica ridotta
  4. È necessario osservare rigorosamente il regime di bere.

Epatite non virale, cause, sintomi, trattamento, segni

Il numero di tali casi nella massa totale di epatite è piuttosto piccolo.

Ma certamente dovremmo sapere i motivi per cui il fegato può rifiutare. Questo organo filtra molto accuratamente il sangue fornendolo con un numero di elementi. E da lì un numero è molto più esteso. È facile intuire che l'intero insieme di molecole presenti nel sangue al momento passa attraverso il tessuto epatico. Compresi farmaci, sostanze tossiche, prodotti di decomposizione e così via. E le cellule epatiche ogni volta ispezionano meticolosamente queste molecole - nel senso letterale del termine. Lo fanno per distinguere le sostanze necessarie da quelle non necessarie. Pertanto, le cellule del fegato, come le cellule di qualsiasi altro organo di filtro (milza, rene), sono sempre più fortemente colpite di altre.

Questo spiega la tossicità per il fegato della maggior parte dei farmaci, l'alcol e le tossine. Particolarmente emolitico, che interessa direttamente le cellule del sangue e del fegato.

Pertanto, il dolore al fegato e il caratteristico ingiallimento della pelle possono essere il risultato non solo degli effetti del virus, ma anche:

  • un eccesso dei soliti farmaci (aspirina, antidolorifici e antispastici, forti antibiotici);
  • effetto collaterale del trattamento con sostanze francamente tossiche. Ad esempio, isotopi radioattivi di iodio nel trattamento di malattie della tiroide, glucosio con un radioisotopo ad esso collegato nella diagnosi e nel trattamento di tumori maligni, chemioterapia nel trattamento del cancro;
  • ristagno di bile a causa di malattia di calcoli biliari. Se c'è un blocco dei dotti biliari, il ristagno di questo segreto provoca un'infiammazione dei tessuti sia della vescica che del fegato;
  • effetti di sostanze tossiche di origine organica o inorganica (sublimazione corrosiva, ptomains - un prodotto della decomposizione putrefattiva di proteine, alcuni alcaloidi vegetali, formaldeide, metanolo, ecc.);
  • malattia autoimmune (le cellule del fegato sono distrutte dal sistema immunitario del corpo, sebbene non vi sia alcuna ragione obiettiva per l'aggressività);
  • danno epatico maligno - primario o secondario, ma nell'ultima fase;
  • esposizione totale del corpo ad alte dosi di radiazioni. Tale epatite si verifica sullo sfondo di altri sintomi di malattia da radiazioni.


Sintomaticamente, è difficile distinguere tra epatite virale e non virale. Per fare questo, ci sono test, i cui risultati confermeranno o confuteranno la presunzione del medico circa la natura della patologia. La cosa principale qui è un esame del sangue.

Permette di scoprire diversi parametri cruciali per la diagnosi:

  • la biochimica del sangue determinerà:
  • il grado di danno alle cellule epatiche in termini di aumento di alanina e aspartato aminotransferasi (AJIT e ACT) - due proteine ​​di trasporto del sangue responsabili del trasferimento di singoli amminoacidi nel tessuto. La loro crescita significa che in uno degli organi di purificazione del sangue, l'eliminazione dei prodotti di degradazione delle proteine ​​da esso è cessata. Inoltre, sullo sfondo di un aumento della quota di sangue dei prodotti di questo decadimento, che significa la distruzione attiva dei tessuti di alcuni organi del corpo. Che tipo di corpo di cui stiamo parlando è facile da stabilire;
  • la presenza o l'assenza di difficoltà con la secrezione di bile dal livello di fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) e gamma-glutammina transpeptidasi (GGT). Un aumento del primo indicatore significa che la bile non entra nell'intestino in quantità sufficiente, e il secondo indica che si trova nei dotti del fegato, ma c'è un netto eccesso di esso;
  • lo studio delle proteine ​​della fase acuta permetterà di stabilire: il fatto della presenza o assenza del processo infiammatorio; scoprire l'estensione e la forza della risposta immunitaria; e anche per confermare la natura infettiva della malattia;
  • Infine, uno studio sui marcatori dell'epatite virale determinerà il tipo di patogeno. Ma oltre a tutto quanto sopra, c'è un'altra categoria di malattie, i cui sintomi sono molto simili all'epatite, ma che in realtà non hanno alcuna relazione con il lavoro del fegato. Si tratta di malattie del sangue.

Il colore giallo (itterico) della pelle e il bianco degli occhi ha la sua natura. E consiste nel fatto che per qualche ragione il livello di tintura di bilirubina o le sue modificazioni aumentano nel sangue. La bilirubina viene rilasciata quando si rompe la membrana eritrocitaria. Normalmente, questo accade nel fegato - nel processo di elaborazione da parte dei globuli rossi che hanno servito il loro tempo. Una piccola parte del colorante risultante entra nel flusso sanguigno, e il principale - nella cistifellea, dove questa sostanza viene utilizzata per la sintesi della bile.

Con la malattia del fegato, questa distribuzione è disturbata perché perde la sua capacità di purificare il sangue dai prodotti di decomposizione. Inoltre, dopo un po ', i globuli rossi sani iniziano a morire nel sangue. Questo accade quando aumenta la concentrazione di sostanze tossiche intorno. Ma data la fonte dell'origine della bilirubina, è facile indovinare un altro motivo per cui la sua quantità nel sangue può aumentare drasticamente. Ci sono un certo numero di patologie del sangue che possono causare una morte massiccia di globuli rossi anche con un fegato completamente sano. Per la comparsa di ittero, è sufficiente un errore di un tecnico di laboratorio, a causa del quale il paziente riceverà trasfusioni di sangue con il rhesus opposto.

Tutti i corpuscoli di sangue in tutte le persone del mondo hanno la stessa carica elettrica - negativa. Pertanto, non si attaccano l'uno con l'altro in una collisione nel flusso sanguigno e non si attaccano alle pareti dei vasi sanguigni mentre sono intatti. E gli eritrociti sono inoltre forniti con proteine ​​speciali attaccate alla loro superficie. In generale, queste proteine ​​fanno parte del sistema immunitario del sangue. Quindi qui tra queste proteine ​​può o non può essere quella chiamata rhesus. Reattivo positivo o negativo significa solo la presenza o l'assenza di questa proteina sulla superficie del corpo rosso.

La proteina Rhesus si distingue per il fatto che quando entra nel sangue con un altro rhesus, letteralmente aderisce al "proprio" eritrocito con tutti i contro eritrociti. Naturalmente, gli eritrociti sono massicciamente strappati, liberando la bilirubina e molti elementi di coagulazione. Dopo un breve periodo di ittero, il paziente, vittima di un errore simile, viene ucciso da un blocco di una delle arterie vitali del corpo con un coagulo di sangue.

Ci sono un certo numero di sostanze che, quando rilasciate nel sangue, distruggono i suoi corpi - compresi i globuli rossi. Di solito stiamo parlando del veleno di alcune piante e insetti. Fortunatamente per noi, non sono comuni nella zona climatica europea. Abbiamo l'avvelenamento più pericoloso, che porta alla perdita della funzionalità dell'emoglobina. Questa proteina macchia i globuli rossi. E il suo scopo naturale è quello di trasportare gas - ossigeno e anidride carbonica. Quindi qui Il veleno più veloce sulla terra è l'acido prussico. Lega l'emoglobina e perde la sua capacità di saturare con i gas. Questo porta alla cessazione della respirazione cellulare e una persona avvelenata con acido cianidrico muore per soffocamento.

Per quanto riguarda l'avvelenamento che causerà ittero, quindi, oltre ai veleni di piante e insetti, le sostanze industriali che hanno il potenziale di causare un effetto simile sono diventate comuni nel nostro mondo. Compreso usato nell'industria alimentare. Ad esempio, la forma di una ed-guida è un conservante ormai vietato, ma precedentemente ampiamente usato in medicina e nella disinfezione di prodotti di conservazione a lungo termine. È 061 ed è indicato come E 240 ed è una sostanza estremamente tossica che distrugge irreversibilmente le proteine ​​del gel. Compreso il sangue. Questo spiega il suo si. > proprietà antisettiche - in modo simile, la formaldeide distrugge le proteine ​​del DNA di batteri, virus e protozoi.

La formaldeide fa parte della soluzione di imbalsamazione - la formalina. Inoltre, si forma quando il conservante, l'urotropina (E239), che è consentito in Europa fino ad oggi, è ancora in decadimento. Con un colpo diretto nel sangue, la formaldeide causerà sicuramente un rapido aumento dei sintomi dell'epatite. E una morte altrettanto rapida. Un effetto simile all'acido cianidrico fornirà facilmente un altro conservante comune, il nitrito di sodio. Tradizionalmente, viene utilizzato nella produzione di carne e salsiccia ed è indicato dall'indice E 250. Il nitrito di sodio lega e fissa saldamente la molecola dell'emoglobina, prevenendone la distruzione per temperatura o per ossidazione con ossigeno. Naturalmente, l'emoglobina "fissata" dal nitrito di sodio perde la sua capacità di essere satura di qualsiasi cosa. Ma la salsiccia dopo la cottura rimane rosa pallido invece di diventare il solito colore grigio sporco per la carne bollita.

Tuttavia, non abbiamo portato tutti questi esempi per cui abbiamo un motivo in più per il panico. Innanzitutto, è imperativo aggiungere alla questione dei veleni che distruggono il sangue che l'acido prussico è legato ai derivati ​​dell'amigdalina, una sostanza che conferisce un aroma caratteristico alle mandorle, albicocche e noccioli di pesca. Abbiamo familiarità con questo veleno più pericoloso e lo usiamo regolarmente per il cibo - e fin dall'infanzia. Certamente, in dosi non superiori a letali.

E in secondo luogo, nessuno ha mai registrato morti per avvelenamento da nitrito di sodio nella salsiccia. L'alta tossicità di questo conservante non è un segreto per chi la aggiunge a salsicce e carne. Né è un segreto che il nitrito di sodio stesso, una volta riscaldato, si decompone completamente. Restano solo le molecole di emoglobina che hanno conservato.

Quindi abbiamo solo evidenziato il problema delle sostanze che possono causare la distruzione totale dei corpi sanguigni. In alternativa all'itterizia dovuta a danno epatico. Se sappiamo che questo può accadere a causa di un'infezione, dovremmo conoscere altri fattori che possono causare questo fenomeno. Questa è una semplice espansione degli orizzonti - ma non di più. Perché le nostre possibilità di essere avvelenate con uno spuntino di salsiccia in un bar sono incommensurabilmente inferiori alle possibilità di contrarre un'infezione da epatite virale. Ad esempio, nello stesso bar, attraverso i piatti, appena lavato in acqua fredda anziché calda. Questo sarà abbastanza per noi per tornare a casa icb già malato.

Se ora, sulla base degli esempi forniti, giudichiamo oggettivamente il rapporto tra i rischi, è possibile considerare chiuso il rischio di epatite di eziologia non virale. Ed è tempo per noi di passare ai problemi più urgenti delle lesioni infettive del fegato.

Epatite non infettiva

L'epatite non infettiva e la steatoepatite sono processi infiammatori che si verificano nel fegato e questi processi si basano sullo sfondo della rinascita grassa. Attualmente, la scienza identifica tre tipi di malattie che presentano sintomi simili e sono spesso combinate e gestite in parallelo. Stiamo parlando di epatopatia alcolica, steatoepatite metabolica e steatoepatite medicinale.

Sintomi di epatite non infettiva e steatoepatite

È importante sapere che, nelle primissime fasi iniziali, l'epatite infettiva può procedere senza alcun sintomo. Inoltre, i primi segni che il paziente può notare non sono specifici.

L'intensità dei sintomi di queste malattie dipende da diversi aspetti:

  • le ragioni che hanno portato allo sviluppo della malattia;
  • attività della malattia;
  • la lunghezza del processo patologico.

Quindi, distinguere i seguenti sintomi che sono inerenti all'epatite:

  • colore itterico della pelle, sclera;
  • debolezza generale nel corpo e malessere;
  • dolori che si sentono nei muscoli, così come nelle articolazioni;
  • perdita totale o parziale di appetito;
  • vomito e nausea;
  • pesantezza allo stomaco;
  • condizione febbrile, febbre

Come accennato in precedenza, tali sintomi si manifestano non solo nei pazienti che soffrono di epatite non infettiva, e quindi è molto importante consultare un medico in modo tempestivo e identificare la causa di un brusco deterioramento della salute, al fine di iniziare immediatamente un trattamento adeguato.

I medici bielorussi faranno fronte perfettamente a questo compito. Questo paese è stato tradizionalmente considerato un paese con cure mediche di alta qualità, che, a proposito, viene effettuato a prezzi molto ragionevoli. Questo è il motivo per cui i viaggi in Russia per i trattamenti in Bielorussia stanno diventando sempre più rilevanti ogni anno.

Diagnosi di epatite non infettiva e steatoepatite in Bielorussia

Per quanto riguarda la diagnosi del gruppo di malattie considerato, dovrebbero essere menzionati i metodi più comuni di diagnosi precoce. Questi possono includere:

  • piena consultazione con un gastroenterologo qualificato;
  • Ultrasuoni degli organi nella cavità addominale;
  • esami del sangue (per il colesterolo, per gli anticorpi in HCY e HBY-1, AST, ALT e fibrotest);
  • Fibroscan®;
  • studio immunologico;
  • saggio immunoenzimatico, che viene effettuato per monitorare lo stato e la posizione dell'epatite virale, la parassitosi;
  • indagine sui disturbi metabolici del paziente.

Inoltre, ci può essere una consultazione di un gruppo specifico di medici, tra cui:

A proposito, tutti questi specialisti esperti e qualificati si possono trovare nelle istituzioni mediche della Bielorussia.

Trattamento dell'epatite non infettiva e della steatoepatite in Bielorussia

Con l'esacerbazione di tali malattie, il paziente richiede il ricovero obbligatorio e il riposo a letto è prescritto.

Inoltre, al paziente viene somministrato glucosio, terapia vitaminica prescritta, possibilmente con ormoni anabolizzanti, e anche prescritto per assumere immunosoppressori. Tuttavia, la dose di questi farmaci è piccola. Il trattamento può essere effettuato anche con idrolizzatori.

È importante che in tali malattie si raccomanda l'uso di piante medicinali oltre ai farmaci. La terapia con piante medicinali di solito velocizza il recupero. È possibile superare completamente tale malattia come epatite non infettiva con l'aiuto di medici bielorussi, che, a causa dello stretto controllo della sfera medica in Bielorussia, forniscono allo stato servizi di altissima qualità.

Tipi di patologia

L'epatite non infettiva è classificata in base al fattore che ha provocato lo sviluppo della malattia.

Si distinguono i seguenti tipi di epatite non virale:

  • alcol - un lungo (per diversi anni) consumo di alcol, a seguito del quale il naturale funzionamento degli epatociti è compromesso;
  • effetti tossici - tossici di droghe, surrogati alcolici, metalli pesanti (arsenico, mercurio).
  • metabolico - associato a disturbi genetici, ad esempio, malattia di Wilson-Konovalov;
  • autoimmune - la distruzione di epatociti dagli anticorpi del corpo;
  • reattivo - si sviluppa sullo sfondo di altri disturbi, ad esempio, a seguito di pancreatite, peritonite, ecc.;
  • biliari primari - una violazione del deflusso della bile, un accumulo eccessivo di cui porta a danneggiare le cellule del fegato.

sintomatologia

Tutte le forme di epatite non infettiva hanno sintomi simili.

Di regola, la malattia si manifesta:

  • nausea;
  • indigestione (diarrea, flatulenza);
  • disagio e dolore nel giusto ipocondrio, che sono aggravati dall'intensa attività fisica.

Con lo sviluppo dell'epatite cronica:

  • sanguinamento nasale senza motivo apparente;
  • lividi e lividi, anche dopo un lieve infortunio;
  • prurito;
  • giallo della pelle e della sclera.

Diagnostica e misure terapeutiche

Identificare la malattia nelle prime fasi dello sviluppo è abbastanza difficile, perché i sintomi possono essere assenti. Al fine di effettuare una diagnosi accurata, è richiesto un esame del sangue biochimico, che viene utilizzato per determinare quanto sono attivi gli enzimi epatici e qual è la concentrazione di bilirubina.

Richiede anche un'analisi generale di urina e sangue. Al fine di escludere la natura virale della malattia, il sangue viene esaminato per la presenza di anticorpi contro i virus dell'epatite A, B, C. Inoltre, viene mostrato un esame ecografico del fegato e della cistifellea.

La terapia della forma cronica della violazione viene effettuata a casa, l'ospedalizzazione è indicata solo durante l'esacerbazione. In condizioni stazionarie, il glucosio è usato per via orale (fino a 30 g), vitamine del gruppo B, C, folico, acido nicotinico. A volte gli ormoni anabolizzanti prescritti, in situazioni difficili, usano piccole dosi di ormoni corticosteroidi e immunosoppressori nel dosaggio minimo per lungo tempo.

La medicina non tradizionale viene utilizzata come terapia aggiuntiva. L'uso di piante medicinali e preparati basati su di essi consente di ridurre il rischio di possibili complicazioni e di accelerare il processo di guarigione. L'uso più efficace di immortelle, camomilla, centauro, finocchio, calendula, menta piperita, stimmi di mais, successione, tanaceto, valeriana.

prospettiva

Nel 90% dei casi, l'epatite non infettiva viene curata, nel 9% dei casi si sviluppa la forma cronica che, purché fornita un'adeguata terapia di supporto, non causa alcun problema al paziente. In casi molto rari (non più dell'1%), ci sono complicazioni nell'epatite non virale.

La conseguenza più pericolosa è il coma epatico. Questa condizione si sviluppa in violazione della funzione di disintossicazione del fegato, le tossine si accumulano nel corpo, causando danni al cervello e alla morte.

Un'altra grave complicanza è la cirrosi epatica.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di questa malattia dovrebbe abbandonare l'uso di eventuali bevande alcoliche.

Tutti i farmaci devono essere assunti solo come prescritto dal medico curante e seguendo rigorosamente le istruzioni, se necessario, monitorare regolarmente il contenuto degli enzimi epatici.

Quando si lavora in aree pericolose o in contatto con sostanze tossiche, è obbligatorio utilizzare dispositivi di protezione individuale - respiratori, maschere antigas, tute di protezione chimica.

Postato da: Julia Barabash

Cos'è questa malattia?

L'epatite è una malattia che causa infiammazione del fegato, cirrosi e cancro.

Epatite - una malattia che colpisce il fegato e alla fine porta alla sua completa distruzione. Alcuni ceppi sono in grado di tramandarsi sullo sfondo di un'immunità ben funzionante. L'epatite infettiva è più comune. Può essere causato da diversi ceppi del virus. Inoltre, la causa della malattia diventa alcolismo, droghe e uno stile di vita sbagliato. Ci sono 5 tipi di questa malattia: A, B, C, D ed E. L'epatite B e C sono le più aggressive. 2 miliardi di persone nel mondo hanno già avuto questa malattia, 250 milioni di persone hanno una malattia cronica. Pertanto, tutti sono a rischio. A volte è difficile distinguere l'epatite da patologie di altro tipo. Con il trattamento sbagliato, le conseguenze possono essere fatali.

epidemiologia

I modi di infezione o trasmissione del virus dipendono dallo stile di vita della persona. Ciò è dovuto al fatto che i patogeni che causano l'epatite sono stabili nell'ambiente. Sopravvivono a temperatura ambiente (3 mesi), congelati o nel plasma. Il periodo di esistenza è più di 20 anni. Muoiono solo dopo un forte riscaldamento (fino a 160 ° C) con aria secca. Ciò suggerisce che anche chi conduce uno stile di vita corretto può essere infettato. Alcune varietà del virus non vengono trasmesse da goccioline trasportate dall'aria, ma solo quando i liquidi sono combinati. L'epatite A ed E sono comuni tra i bambini ei ceppi parenterali B, C, D sono più comuni negli adulti, ma è possibile rilevare l'infezione in un neonato se infetto durante il parto da una madre malata.

Cause e modi di infezione

I metodi di infezione da epatite sono diversi. La malattia è determinata dagli anticorpi nel sangue. Più spesso, i pazienti sono infettati da un virus attraverso dispositivi medici - siringhe, bisturi, dispositivi dentistici, acqua infetta, prodotti. Inoltre, l'infezione si verifica spesso attraverso trasfusioni di sangue non testate per il virus. A rischio sono impiegati di laboratori medici che hanno un contatto diretto con il sangue. L'infezione si verifica quando ci sono ferite sul corpo umano. La malattia passa da madre a figlio, così come attraverso il contatto sessuale. Uomini omosessuali, tossicodipendenti e prostitute sono i più sensibili a questa malattia. Le cause dell'epatite sono dovute al fatto che le persone non aderiscono all'etica sessuale e agli standard di igiene.

Tipi, forme e differenze

L'epatite è caratterizzata in modo diverso. Tutti i tipi di epatite sono divisi in infettivi e non infettivi. Le infettive sono a volte indicate come epatite parenterale. Non infettivi sono divisi in tossici, autoimmuni e altri. La classificazione dell'epatite virale è semplice: le malattie sono suddivise in ceppi A, B, C, D ed E:

Epatite non infettiva

Non infettivo è meno comune di infettivo. Il suo aspetto suggerisce che una persona ha condotto uno stile di vita sbagliato per anni o lavorando in un'impresa dannosa. Per evitare la malattia, è importante monitorare la tua salute. Questa specie è caratterizzata dal fatto che il suo trattamento dipende da ciò che ha portato a questa condizione. Forme non infettive di epatite:

  • Alcolica. Si verifica dopo 5-6 anni di alcolismo, tali bevande cambiano la struttura del fegato e distruggono.
  • Nonalcoholic. I sintomi sono tutti simili, ma sono osservati in persone senza cattive abitudini. Si sviluppa sullo sfondo dell'obesità e del diabete.
  • Officinalis. Causato dall'uso a lungo termine di antibiotici, contraccettivi e farmaci antitubercolari, è una conseguenza di un trattamento improprio.
  • Toxic. Causato da funghi velenosi, arsenico, benzene, piombo e altri veleni che una persona impiega a lungo.
  • Autoimmune. Il sistema immunitario stesso distrugge il fegato in mezzo a una mancanza di immunoregolazione. L'eziologia non è ben compresa.
  • Metabolica. Il motivo è l'ereditarietà in combinazione con lo stile di vita sbagliato.
  • Reattiva. Si sviluppa come reazione all'influenza di agenti tossici, presenza di ulcera peptica o altre patologie croniche.
  • Biliari primari. È associato a una lesione dei dotti biliari o ad un grande accumulo di bile nel fegato.

Classificazione della malattia

La differenza tra epatite B e C, a prima vista, non è evidente, ma i loro codici sono diversi e dipendono dalla forma del corso - cronica o acuta.

Viene proposta una gamma di classificazioni dell'epatite. Ciò è dovuto alla varietà delle cause del verificarsi della malattia. Inoltre, quando si dividono in tipi, i medici sono guidati dal grado di abbandono della malattia, la sua condizione. Questo aiuta a diagnosticare e prescrivere correttamente il trattamento corretto. Una delle classificazioni è presentata nella tabella.

A differenza dell'epatite virale cronica, il resto non porta alla completa distruzione del fegato. Questo non si applica a sostanze tossiche. Con effetti a lungo termine sul corpo, senza un trattamento adeguato, possono portare a conseguenze disastrose. Classificazione dell'epatite tossica:

  • alcol;
  • medica;
  • professionale.

Sintomi e decorso della malattia

Molto spesso, la malattia nelle prime fasi appare con segni diversi. Nelle prime fasi, il percorso può passare senza sintomi. Poi ci sono la parotite, il giallo della pelle, la nausea e il vomito. Spesso ci sono sensazioni dolorose nell'area del fegato, a volte - gonfiore degli arti a causa dell'accumulo di liquidi. Spesso ci sono problemi con la sedia. L'urina diventa sfumatura innaturalmente scura. La palpazione rivela un aumento delle dimensioni del fegato. Le caratteristiche dell'epatite da ceppo virale sono presentate nella tabella:

Procedure diagnostiche

Prima di tutto, la diagnosi inizia con un sondaggio del paziente, se il medico ha identificato i sintomi che sono caratteristici di questa malattia, allora viene nominato un esame del sangue generale e biochimico. Una persona è testata per la presenza di un virus nel corpo. Se necessario, il medico prescrive un esame ecografico, una biopsia epatica o una radiografia. Secondo la decisione del medico, possono anche prescrivere un test delle urine. Ciò contribuirà a identificare l'epatite non verificata.

Trattamento della malattia

Il trattamento dell'epatite dipende dalla sua forma, richiede molto tempo e sforzi. È importante determinare le condizioni del fegato prima di iniziare il trattamento. In caso di infezione, è necessario assumere farmaci antivirali. Inoltre, è necessario assumere farmaci che contribuiscono al ripristino del fegato. Quando si tratta di epatite non infettiva, è importante eliminare il fattore che ha portato alla malattia. Dopo ciò, è necessario iniziare una terapia generale. È importante aderire a una dieta speciale che purifichi il corpo e aiuti a far fronte alla malattia. Inoltre, rafforzano il sistema immunitario, ma non con danno epatico autoimmune, dal momento che questa condizione richiede lo smorzamento delle difese del corpo.

Solo uno specialista qualificato può determinare l'epatite e prescrivere un trattamento.

Caratteristiche della terapia per i tipi di danni al fegato

Prevenzione e prognosi

La prevenzione è necessaria in modo che l'epatite virale non ritorni e, nel caso della manifestazione cronica, non peggiori, non si complichi. La prevenzione consiste nel rispetto delle seguenti regole:

  • esclusione dalla dieta di alcol (completamente);
  • conformità a tutte le raccomandazioni del medico (non saltare i ricevimenti, è corretto usare i farmaci prescritti);
  • dieta (per escludere fritti e grassi, salati e piccanti, conservazione e cibo in scatola);
  • fare attenzione quando si contattano biomateriali contaminati (per operatori sanitari), vale a dire usare DPI (dispositivi di protezione).

Per non ammalarti di epatite, hai bisogno di:

  • monitorare la reputazione dell'istituzione medica in cui si sta trattando (non dimenticare che nella maggior parte dei casi l'infezione si verifica attraverso dispositivi medici);
  • non contattare da vicino una persona già infetta (si tratta di una stretta di mano);
  • praticare sesso protetto;
  • condurre uno stile di vita sano;
  • essere testato prima della gravidanza per gli anticorpi nel sangue (il virus può essere trasmesso da madre a figlio).

Ma in questo caso non vi è alcuna garanzia che il paziente non si infetti o che la malattia non peggiori. La prognosi dipende da quale codice di epatite viene trovato e da come il corpo risponde al trattamento. Con A ed E, la prognosi è favorevole - il 90% dei pazienti guarisce. L'epatite B e C senza trattamento può essere fatale. Con la co-infezione B e D, il recupero è improbabile e il decorso è rapidamente progressivo e pericoloso.

Sintomi di epatite infettiva

L'epatite si manifesta spesso con ittero. A causa del fatto che il fegato è disturbato, la bile non entra nell'intestino, ma si diffonde in tutto il corpo. Occhi sclera gialli, mucosi nella bocca, pelle. A una calla c'è un colore chiaro, e l'urina si scurisce. Ma la forma è possibile senza le manifestazioni di ittero.

I principali segni della malattia sono:

temperatura sopra la norma;

mancanza o perdita di appetito;

sensazione di nausea o vomito;

sensazione di pesantezza sgradevole nella regione del fegato.

Dopo il periodo di incubazione, la malattia passa allo stadio anterico. In questo momento, i segni appaiono come un raffreddore: mal di testa, febbre, naso che cola e mal di gola. L'umore del paziente cambia notevolmente da buono a lamentoso, c'è una debolezza. A volte già in questi momenti, il dolore può verificarsi nel lato destro. La durata di questa fase va da 1 a 2 settimane.

Poi arriva il palcoscenico icteric. Ci vuole quasi un mese ed è caratterizzato dalla colorazione del corpo in colore giallo. Durante questo periodo, la pelle inizia a prudere e il fegato cresce e diventa doloroso. I disturbi nel tratto gastrointestinale iniziano. È espresso da coliche intestinali, gonfiore, vomito e nausea. Ci possono essere stitichezza o feci molli.

Il periodo di recupero dopo una malattia può durare 1 settimana, ma più spesso si verifica più a lungo (fino a 3 mesi). Tutti i sintomi scompaiono gradualmente in ordine inverso.

Tali sintomi non dovrebbero essere ignorati. È necessario contattare la clinica ed essere esaminati da specialisti. Se tardate con il trattamento, allora c'è una maggiore probabilità di infettare altre persone.

Cause di epatite infettiva

Provoca virus epatotropico. La parola "epatotropico" significa che solo il tessuto epatico è interessato. Quasi sempre, il corpo umano affronta il virus dell'epatite A.

La trasmissione avviene attraverso frutta o verdura scarsamente lavate e mani sporche. L'infezione può avvenire attraverso l'acqua se contiene feci dalla fogna. Anche il sesso può essere una causa. Un altro modo è attraverso la trasfusione di sangue infetto.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e qualche altra parola, premi Ctrl + Invio

Diagnosi di epatite infettiva

Le seguenti misure sono utilizzate per determinare la malattia:

analisi del sangue biochimica;

Nell'epatite, le cellule epatiche distrutte entrano nel flusso sanguigno e, quando analizzate, viene rilevato un gran numero di enzimi epatici. Anche la bilirubina elevata nel sangue caratterizza lo stadio itterico. Il tipo di agente patogeno è determinato nel laboratorio immunologico.

Per saperne di più: Norma della Bilirubina Sanguigna

Trattamento di epatite infettiva

L'epatite infettiva acuta viene trattata a seconda dell'agente patogeno e della gravità della malattia. Gli epatoprotettori sono prescritti per ripristinare le cellule del fegato. La terapia di disintossicazione viene utilizzata per eliminare i sintomi di avvelenamento del corpo.

Correlato: Elenco dei migliori epatoprotettori per il recupero del fegato

Deve essere riposo a letto, dieta e abbastanza liquido.

La durata del trattamento può essere superiore a un mese.

Dieta infettiva di epatite

I processi digestivi non passano senza la partecipazione del fegato. Nell'epatite infettiva, la dieta gioca un ruolo importante. Una dieta rigorosa dovrebbe fornire pace per il fegato.

Nel corso del trattamento, così come per molto tempo dopo di esso, ai pazienti con epatite è proibito bere alcolici. Dal momento che è irritante per le cellule del fegato.

Si raccomanda ai pazienti di rifiutare grassi, affumicati, fritti e piccanti, cioè prodotti che migliorano il lavoro del fegato.

Il menu dovrebbe includere alimenti proteici facilmente digeribili senza grassi: pesce, pollo, fiocchi di latte, latte.

Dopo il trattamento, la dieta non viene cancellata. A causa del fatto che il fegato si sta riprendendo da molto tempo, una tale dieta può durare da 6 mesi. fino a un anno. La durata della dieta prescritta dal medico. Tutto dipende dal grado di danno epatico.

Nota. Per il normale funzionamento del fegato è importante e la quantità di assunzione di cibo. Grandi porzioni causano una forte secrezione di bile, rispettivamente, aumenta il carico sull'organo malato. Quando arriva cibo freddo, lo spasmo dei dotti biliari. Da qui e raccomandazioni per mangiare piccole porzioni di temperatura calda e almeno 5 o 6 volte al giorno.

Per argomento: cosa può e non può mangiare con la malattia del fegato?

Complicazioni di epatite infettiva

Forma di epatite infettiva A raramente si trasforma in uno stadio cronico. Ma se questo è accaduto, allora la cirrosi è possibile, così come il cancro al fegato.

Con un trattamento inappropriato, il coma epatico può svilupparsi. Questo accade molto rapidamente e nella maggior parte dei casi finisce con la morte del paziente. I tessuti morti del fegato, entrando nel flusso sanguigno, causano danni al sistema nervoso, per cui le funzioni vitali del corpo umano si estinguono.

Misure preventive

Una persona che ha avuto un'epatite infettiva non è stata raccomandata per un lungo periodo di esercizio o di sovraraffreddamento del corpo. Non puoi nemmeno fare i lavori di casa (pulire, lavare). Carica fisica non desiderabile e normale. Anche il freddo improvviso durante questo periodo può essere dannoso. Tutti i carichi possono essere ripresi dopo tre mesi, ma solo su consiglio di un medico.

Per prevenire l'epatite, è necessario osservare attentamente tutti gli standard di igiene, vale a dire, lavarsi sempre le mani bene (soprattutto dopo il bagno), mangiare solo frutta lavata con verdure. L'acqua non può essere bevuta grezza da fonti non verificate. Il modo più affidabile per disinfettare l'acqua è bollirlo.

Autore dell'articolo: Maxim Kletkin, epatologo, gastroenterologo

L'epatite è una malattia caratterizzata da danni al fegato. L'epatite tipica si verifica in più fasi. Sebbene le forme atipiche di infiammazione del parenchima epatico siano frequenti. Secondo il decorso clinico, l'epatite persistente acuta e cronica si distingue.

Quest'ultimo è dovuto alla persistenza (presenza continua) del virus dell'epatite nel corpo umano. Questo è più caratteristico dell'epatite B sierica, in cui il decorso cronico si manifesta con un cambiamento di esacerbazioni e remissioni (subsidenza).

Si distingue anche l'epatite fulminante (fulminante, maligna). Questa forma della malattia si distingue per un decorso aggressivo, massiccia necrosi (morte) di epatociti e morte per insufficienza epatica.

Eziologia e patogenesi

Per essere più precisi, l'epatite non è una malattia indipendente, ma un grande gruppo di malattie, la principale manifestazione del quale è il processo infiammatorio nel tessuto funzionale del fegato - nel parenchima epatico costituito da cellule epatiche (epatociti).

L'epatite può essere primaria, quando il fegato è inizialmente colpito, e secondaria, quando sono una delle manifestazioni e complicanze di altre malattie.

Secondo il fattore eziologico, l'epatite è solitamente divisa in due gruppi principali: infettivi e non infettivi.

Epatite infettiva

L'epatite infettiva è principalmente di natura virale. L'epatite batterica con sifilide e leptospirosi è secondaria.

Epatite virale causata da vari tipi di virus, è consuetudine denotare con lettere latine - A, B, C, D, E.

Nel corso del tempo, come la scoperta di nuovi tipi, questo elenco alfabetico è esteso.

Esistono due tipi principali di trasmissione dei virus: intestinale e parenterale, sangue. La trasmissione intestinale è caratteristica dell'epatite A e recentemente ha scoperto l'epatite E.

Il virus entra nel corpo insieme a cibo contaminato, acqua e viene secreto attraverso l'intestino.

Il trasferimento di tipi parenterali (B, C, D, G) viene effettuato durante le procedure e le operazioni mediche, incluso e con la trasfusione di sangue infetto, con alcune procedure cosmetiche, l'estrazione dei denti.

Spesso l'infezione si verifica durante il contatto sessuale attraverso i microtraumi delle mucose dei genitali. L'epatite spesso dipendente. È possibile la trasmissione di virus a livello transplacentare da madre a figlio.

L'epatite secondaria è affetta da tali infezioni virali come la rosolia, la mononucleosi infettiva, l'HIV, il citomegalovirus.

Epatite non infettiva

L'epatite non infettiva si sviluppa sotto l'azione di vari fattori esogeni (esterni) negativi. Questi sono principalmente xenobiotici (sostanze tossiche), in rari casi - radiazioni ionizzanti.

Nel ruolo degli xenobiotici possono essere farmaci per il loro sovradosaggio, tossine industriali e domestiche, alcool, droghe. Un gruppo separato è l'epatite secondaria nei reumatismi, nell'artrite reumatoide, nel lupus eritematoso sistemico e in altre malattie sistemiche autoimmuni.

La sconfitta del parenchima epatico nell'epatite è accompagnata da una massiccia morte di epatociti. Questo porta a una violazione di tutte le funzioni del fegato: formazione di proteine, disintossicazione, ematopoietica, digestivo e molti altri.

La situazione è aggravata dall'accumulo nel corpo di tossine non neutralizzate dal fegato, così come dal rilascio secondario di sostanze biologicamente attive nel tessuto, dai cambiamenti nell'equilibrio salino-acqua e dall'equilibrio acido-base.

sintomi

In un tipico ciclo di epatite, i sintomi si distinguono nelle seguenti fasi o periodi:

Periodo di incubazione

La durata di questo periodo varia ampiamente con diversi tipi di epatite. Ad esempio, il periodo di incubazione per l'epatite A varia da 3 a 4 settimane e per l'epatite B da 2 a 6 mesi.

Periodo Prodromico o pre-filtro

L'ittero non è ancora, ma i disordini dispeptici (digestivi) - anoressia, nausea, vomito ripetuto.

La dispepsia è associata alla colestasi - il ristagno della bile nei dotti biliari intraepatici. Spesso la temperatura sale a 37-39 ° C. La febbre è accompagnata da mal di testa, vertigini, debolezza generale, dolori muscolari e articolari.

In rari casi, una piccola eruzione cutanea appare sulla pelle. Il periodo pre-terziario, di norma, non dura più di una settimana.

I sintomi di cui sopra non sono specifici, e quindi l'insorgenza dell'epatite virale viene spesso scambiata per influenza, intossicazione alimentare, aggravamento della gastrite.

E solo un aumento delle dimensioni del fegato (epatomegalia) per circa 2-3 giorni, accompagnato da un dolore sordo e acuto nel giusto ipocondrio, può dare il giusto pensiero.

Periodo icterico

L'ittero non si sviluppa sempre con l'epatite. In alcuni casi, con epatite A e B, è assente, e l'epatite C procede spesso senza di essa.

Tuttavia, l'ittero è una manifestazione tipica della maggior parte dell'epatite. Con l'avvento dell'ittero, i sintomi dispeptici si ritirano sullo sfondo e la condizione generale migliora - debolezza, mal di testa scompaiono, la temperatura corporea ritorna normale.

Allo stesso tempo, la pelle, la sclera e le mucose visibili assumono un caratteristico colore giallo (itterico). La comparsa di ittero è associata a compromissione della funzionalità epatica legando la bilirubina e secernendola con la bile.La bilirubina indiretta (libera) e parzialmente diretta (associata all'acido glucuronico) si accumula in grandi quantità nel sangue (iperbilirubinemia) e questo porta alla caratteristica colorazione della pelle e delle mucose.

L'iperbilirubinemia più pronunciata, più forte è l'isteria. Nell'epatite grave, il livello di bilirubina nel sangue può superare la norma di dieci volte. Allo stesso tempo, l'irritazione della pelle con la bilirubina è accompagnata da prurito, che può diventare intollerabile - la pelle è coperta da abrasioni da graffi.

La bilirubina, soprattutto indiretta, ha un effetto tossico sul cervello. C'è un cosiddetto. L'encefalopatia epatica è un disturbo della coscienza sotto forma di inibizione, percezione inadeguata dell'ambiente circostante. Nei casi più gravi, il coma epatico può svilupparsi.

Un altro segno tipico di ittero è l'urina di colore scuro (il colore della birra). Ciò è dovuto al fatto che i prodotti di recupero della bilirubina (urobilinogeno, urobilina) dovuti a colestasi non entrano nell'intestino, ma vengono assorbiti nel flusso sanguigno e vengono espulsi attraverso i reni con l'urina.

Colestasi - la causa della luce (acholica) delle feci con epatite. Normalmente, il caratteristico colore marrone delle feci è dovuto ai pigmenti biliari escreti nella bile. Pertanto, una violazione della secrezione di bile nell'epatite porta alla chiarificazione delle feci.

Nell'epatite cronica grave, soffre la funzione ematopoietica e di sintesi proteica del fegato. Ciò porta ad anemia (anemia), riduzione dell'immunità e compromissione della coagulazione del sangue con tendenza al sanguinamento.

Sono anche possibili manifestazioni atipiche dell'epatite: infiammazione delle articolazioni (artrite), danno ai nervi periferici con menomazioni sensoriali e motorie. Queste manifestazioni atipiche sono più caratteristiche dell'epatite autoimmune.

Periodo post ingiallimento

Durante la fase di recupero, l'ittero e le manifestazioni cliniche associate scompaiono gradualmente. Ma l'epatomegalia persiste a lungo. E altrettanto a lungo potrebbe essere una diminuzione dell'efficienza, l'intolleranza a molti alimenti.

Opzioni di risoluzione dell'epatite.

La più favorevole è la rigenerazione degli epatociti, la regressione dei sintomi e il completo ripristino della funzionalità epatica.

L'epatite fulminante si conclude rapidamente con insufficienza epatica, che si combina con insufficienza multiorgano - gravi disfunzioni funzionali di altri organi e sistemi, emorragia massiva dovuta a una carenza di fattori della coagulazione e intossicazione endogena - l'accumulo di tossine nel corpo.

L'epatite cronica viene spesso trasformata in cirrosi epatica, che alla fine, dopo alcuni anni, porta anche all'insufficienza epatica.

L'epatite C virale e la cirrosi possono essere trasformate in carcinoma epatico - carcinoma epatocellulare.

diagnostica

La diagnosi di epatite si basa su dati di esame esterno (ittero, epatomegalia), strumentali (ecografia del fegato) e test di laboratorio.

Durante gli studi di laboratorio, l'itterterità è confermata da un aumento del livello di bilirubina (principalmente indiretta) nel plasma sanguigno. L'iperbilirubinemia grave è accompagnata dalla presenza di pigmenti biliari nelle urine.

Il danno epatico porta a un cambiamento nelle proteine ​​del sangue, e questo si riflette nei corrispondenti campioni sedimentari di siero di sangue, timolo e sublimazione.

Nell'epatite, gli enzimi intracellulari - le transaminasi (AST, ALT) entrano nel flusso sanguigno dagli epatociti distrutti e sono rilevati in quantità aumentate in un esame del sangue biochimico. L'immunodiagnosi dell'epatite virale è progettata per rilevare gli anticorpi contro gli antigeni delle particelle virali.

Uno dei loro antigeni, l'antigene australiano (HBs-Ag) funge da marcatore di epatite B. La presenza dell'antigene australiano nel sangue permette di identificare non solo i malati, ma anche i portatori asintomatici di epatite.

trattamento

Il trattamento farmacologico dell'epatite è finalizzato a:

  • Eliminazione dell'ittero normalizzando il livello di bilirubina;
  • Rigenerazione dell'epatocita;
  • Garantire una digestione adeguata.

La base del trattamento è la terapia di infusione disintossicante - iniezioni di gocce per via endovenosa di soluzioni saline (Ringer, Trisol), Glucosio, Reamberin.

Precedentemente utilizzato per questo scopo Gemodez attualmente riconosciuto come inefficace e persino dannoso.

In parallelo con l'infusione di soluzioni usando altri farmaci:

  • Colestetico - Allohol, Kholagol, seta di mais in brodo;
  • Epatoprotettori - Glutargin, Essentiale, Sirepar;
  • Enzimi digestivi - Creonte, Festal;
  • Vitamine - Acido ascorbico (in combinazione con Rutina - Ascorutina), Cianocobolamina.

A volte vengono prescritti corticosteroidi (Prednisolone, desametasone). Ma l'uso a lungo termine di corticosteroidi porta a disturbi metabolici e ad effetti collaterali negativi del tratto gastrointestinale.

Inoltre, i corticosteroidi non sono sempre giustificati nell'epatite. Sono prescritti principalmente in forme autoimmuni di questa malattia.

Il trattamento dell'epatite deve essere accompagnato da una dieta e un regime protettivo. Tali pazienti sono consigliati tabella № 5 di Pevzner, che comprende carne magra o pesce, latticini, pasta, cereali, verdure e frutta (non acida).

Tutti i piatti grassi, fritti, piccanti e aspri sono esclusi dalla dieta. L'attività fisica (sollevamento pesi, corsa, sport, danza e sport) è controindicata. Anche con un ciclo favorevole di epatite, le limitazioni motorie, come la dieta, dovrebbero essere osservate da 6 mesi a 1 anno.


Altri Articoli Su Fegato

Colecistite

Opisthorchiasis negli adulti - sintomi, prevenzione e trattamento

Fin dall'infanzia, sappiamo quanto sia gustoso e salutare il pesce, bollito, fritto, cotto in forno. Ci viene detto del fosforo, dello iodio e dell'omega-3, tuttavia, è spesso dimenticato di dire che è il pesce che può essere una causa grave della malattia non molto piacevole chiamata opistorsiasi.
Colecistite

Epatite virale A ed E

L'epatite virale A (o malattia di Botkin) è un tipo speciale di epatite virale; non ha forme croniche e ha un meccanismo di trasmissione fecale-orale. L'epatite E, un tipo meno comune di epatite virale, ha le stesse proprietà.