Diagnosticare

Neuroimaging (TC e RM)

I Mts di solito hanno la forma di formazioni bulk "semplici" (cioè rotonde, ben definite), spesso situate al confine tra materia grigia e bianca. Caratterizzato da pronunciato gonfiore della sostanza bianca ("edema simile a un dito"), che si diffonde dal tumore al cervello. Di solito è più pronunciato rispetto ai tumori primitivi (infiltrativi). Quando vengono rilevati più mts su CT o MRI, la regola di Chember dice: "Quello che conta un numero maggiore di mts è giusto". Di solito i mts accumulano HF; devono essere tenuti in considerazione quando si eseguono formazioni DD che hanno una CU a forma di anello.

Singole neoplasie sopratentoriali su CT

  • nel cervello dei tumori solidi sono presenti solo nel 50-65% dei casi
  • in assenza di indicazioni di cancro, RGC negativi e IV pielografia (che è approssimativamente equivalente a TC negativo del torace / addome / pelvi): il 7% dei tumori cerebrali singoli sono mts, l'87% sono tumori cerebrali primari e il 6% di natura non tumorale. L'efficienza nella rilevazione di un tumore primario durante un ulteriore esame è bassa (si raccomanda di condurre ripetuti RGC)
  • con una nota malattia oncologica su cui è stato effettuato il trattamento: il 93% delle singole formazioni sono mts

Risonanza magnetica: più sensibile della TC, specialmente per l'ACF (compreso il tronco encefalico). Nel ≈20% dei casi in cui ci sono mestrini singoli su una scansione CT, vengono rilevati più mts durante la risonanza magnetica.

LP: può essere indicato quando una massa è stata esclusa. Può essere più utile per la diagnosi di meningite carcinomatosa.

Esame di pazienti con mts

Prima di eseguire una biopsia di nodulazione cerebrale: se si sospetta una neuroimaging o materiale chirurgico per la natura della neoplasia, l'esame per la posizione del tumore originale e altri possibili mts dovrebbe includere:

1. RGC: per escludere il tumore primitivo del polmone o altri mts nei polmoni

2. TAC del torace (metodo più sensibile di RGC), addome e pelvi: per escludere tumori primitivi dei reni e del tratto gastrointestinale (un'altra opzione è in / in pielografia) o mts nel fegato

3. analisi del sangue occulto fecale

4. studio isotopico dello scheletro: per pazienti con disturbi del dolore alle ossa o nei tumori caratterizzati da metastasi ossee (in particolare: prostata, ghiandola mammaria, rene, tiroide e polmone)

5. mammografia nelle donne

In presenza di materiale da un tumore al cervello: i tumori a piccole cellule del cervello hanno più probabilità di verificarsi a livello polmonare (positivo per le macchie neuroendocrine).

Cosa significa oncologia

La malattia di Petrov
Il termine usato in precedenza, dai vecchi oncologi, è molto ampio. Solitamente denotato il cancro gastrico (sebbene in linea di principio potrebbe denotare qualsiasi tumore maligno). È stato a lungo diffuso. In generale, il cognome "Petrov" era spesso usato in oncologia in vari termini gergali, il cognome dell'oncologo, accademico N.N. Petrova.

cancro, c-r, blastoma, bl., neo, neoplazma (neoplasma), malattia...., tumore (tumore)
Tutti i termini di cui sopra si riferiscono a un tumore maligno, di regola - il cancro. Sono usati per non scrivere la parola "cancro" in testo chiaro. Per indicare il sarcoma, viene spesso utilizzata un'altra abbreviazione: SA (Sa).

Laparotomia di prova, Laparotomia explorativa, Operazione Petrova, resezione esplorativa (qualcosa)
Tutti i termini si riferiscono alla situazione in cui, in base all '"apertura" dell'addome, all'inoperabilità, alla negligenza del tumore, viene rilevato lo stadio 4 del tumore, nel quale non ha senso eseguire alcun intervento. Dopodiché, lo stomaco viene cucito senza eseguire alcuna operazione. Tra i medici, vengono spesso usate espressioni gergali come "campione", "test".

Chirurgia palliativa, resezione palliativa (qualcosa)
La chirurgia palliativa (non radicale) è un'operazione in cui si stabilisce la negligenza, il tumore è inutilizzabile, ma viene eseguito un intervento - per eliminare alcune complicazioni (sanguinamento, stenosi, ecc.) O nella speranza di ottenere una remissione temporanea, soprattutto in caso di successiva chemioterapia o radioterapia (anche palliativo, cioè non radicale).

Trattamento sintomatico nel luogo di residenza
La frase in cui è crittografata è che il paziente ha un tumore non operabile, trascurato, di solito 4 stadi, e che un tale paziente, a causa di questo, non è soggetto a particolari tipi di trattamento radicale da parte di un oncologo. Implica la prescrizione di farmaci che alleviano solo le condizioni del paziente incurabile e, prima di tutto, gli analgesici narcotici, se necessario. Tra i medici, vengono spesso usate espressioni gergali di "sintomatologia" e "paziente sintomatico". Può essere considerato sinonimo di registrazione del gruppo clinico 4 del dispensario.

Generalizzazione (diffusione)
Il termine per un tumore trascurato, in cui ci sono molte metastasi regionali e / o distanti. Di norma, stiamo parlando di 4 fasi del processo tumorale e 4 registrazione del gruppo clinico del dispensario.

Progressione (progressia)
Il termine si riferisce alla continuazione dell'aggressività del tumore, alla continua crescita del cancro. Il solito sviluppo del cancro non trattato. Tuttavia, la progressione può verificarsi anche dopo un trattamento speciale nell'ambito di un programma radicale. In una tale situazione - il contrario della parola "remissione". Inoltre, i tempi di progressione possono essere molto variabili - la continuazione della crescita delle cellule tumorali dopo il trattamento può verificarsi dopo 1 - 2 mesi e dopo 10 - 20 - 30 anni. (Il periodo più lontano di comparsa della progressione dalla fine del trattamento, che ho trovato in letteratura, è di 27 anni).

Epatite secondaria (polmonite, linfoadenite, ecc.), Epatite secondaria (polmonite, linfoadenite, ecc.)
Tutti i termini si riferiscono alla presenza di metastasi distanti (al fegato, ai polmoni, ai linfonodi, ecc.). Indica un tumore trascurato, cancro allo stadio 4.

Linfoadenite Virkhova
Le metastasi di Virkhov (metastasi del cancro nel linfonodo sopraclavicolare a sinistra - dal nome dell'autore, che l'ha descritta per la prima volta) indicano che il tumore è trascurato, stadio 4 del cancro.

mts
Metastasi (abbreviazione di latino - metastasi). Può indicare sia metastasi regionali che distanti.

prima, secunda, tercia, qarta (prima, secondo, terzo, quarto)
Le parole latine sono numeri. Indicare lo stadio dello sviluppo del cancro, il processo del tumore - il primo, il secondo, il terzo e il quarto. Tra i medici, i pazienti incurabili sono spesso indicati con il termine gergale "quart".

T... N... M...
L'abbreviazione di parole latine utilizzate nella classificazione internazionale dei tumori maligni per fasi. Tumore T - tumore primario, i valori possono essere da 1 a 4, a seconda delle dimensioni; N - Nodulus - nodi (linfa), i valori possono essere da 1 a 2-3, a seconda del livello di danno ai linfonodi regionali; M - Metastasi - metastasi, si riferisce a metastasi distanti, i valori possono essere 0 o 1 (+), cioè esistono metastasi distanti o meno. Per tutte le categorie (TNM), il valore può essere x (x) - i dati disponibili non sono sufficienti per valutare.

Differenza tra stadio e gruppo clinico
Spesso, i pazienti che sono anche in remissione a lungo termine sono in preda al panico quando sentono il termine "gruppo clinico 3", considerando che questo è il 3 ° stadio nello sviluppo del processo tumorale. Questo non è corretto I "gruppi clinici" sono gruppi di osservazione dispensativa e nella loro designazione numerica non esiste alcuna correlazione con lo stadio dello sviluppo del tumore.
1 gruppo clinico - pazienti con patologie precancerose di base soggette a follow-up;
2 gruppo clinico - pazienti con malattie oncologiche di qualsiasi stadio che sono soggetti a particolari tipi di trattamento (operatori, radiazioni, chemoormonali);
3 gruppo clinico - pazienti oncologici radicalmente guariti;
Gruppo clinico 4 - pazienti incurabili, pazienti con tumori maligni avanzati che non sono soggetti a particolari tipi di trattamento.
Come potete vedere, il terzo gruppo clinico indica un'opzione molto buona.

Adeguato sollievo dal dolore
Sotto questa frase di solito "si nasconde" la raccomandazione dell'appuntamento di analgesici narcotici per il sollievo dal dolore. Tuttavia, il problema del sollievo dal dolore nei pazienti incubabili è molto più complicato e più ampio rispetto alla semplice prescrizione di farmaci.

Radiazione palliativa (chemioterapia)
Chemioterapia palliativa, irradiazione palliativa - uso non radicale di queste tecniche. Cioè, una situazione in cui un trattamento specifico viene eseguito da un paziente intenzionalmente incurabile con un obiettivo deliberatamente non radicale, sia per alleviare eventuali complicazioni e migliorare la qualità della vita rimanente, sia nella speranza di una stabilizzazione almeno temporanea del processo tumorale. Il concetto di palliattività corrisponde a quello del trattamento chirurgico.

Cos'è la metastasi?

Metastasi (metastasi - dal greco Meta stateo - "altrimenti resto") - questi sono i centri di crescita secondari di quasi tutti i tumori maligni. La maggior parte dei cancri porta alla comparsa di focolai secondari nei linfonodi locali e regionali, fegato, polmoni, colonna vertebrale.

I concetti moderni di sviluppo delle metastasi si basano sul fatto che le metastasi si sviluppano quasi immediatamente, non appena compare il tumore maligno stesso. Separare le cellule separate da esso prima penetra il lume del flusso sanguigno (percorso di disseminazione ematogena) o vaso linfatico (percorso di disseminazione linfatica), e poi vengono trasferiti con flusso sanguigno o linfatico, fermarsi in un nuovo luogo, quindi lasciare la nave e crescere formando metastasi. Inizialmente, questo processo è lento e impercettibile, dal momento che le cellule tumorali dai foci materni sopprimono l'attività dei fuochi secondari.

D'ora in poi, il cancro si chiama metastatico. Il processo di diffusione delle cellule tumorali è chiamato metastasi.

La capacità di metastatizzare - uno dei segni chiave dei tumori maligni, che li distingue dai tumori benigni.

Cosa causa metastasi?

Le singole cellule si staccano dal tumore materno e formano le metastasi? Le cellule tumorali si staccano e si staccano sempre. Fattori locali del sistema immunitario del corpo per un tempo molto lungo proteggono il corpo dalla rapida crescita delle cellule tumorali. L'unica domanda è la probabilità di metastasi, e dipende dal tipo di tumore, dal suo tasso di crescita, dal grado di differenziazione cellulare (quanto sono diversi dal normale), dallo stadio in cui è stato diagnosticato il cancro e da altri fattori.

Dopo essersi diffuse, le cellule tumorali possono restare inattive per un tempo molto lungo (o crescere molto lentamente) per un certo numero di anni. I meccanismi esatti per innescare un rapido numero di metastasi nel corpo non sono stati studiati.

Un altro dato è importante: man mano che il numero di cellule nelle metastasi aumenta, iniziano a secernere fattori di crescita. Questi fattori di crescita stimolano la formazione di una rete capillare attorno alle cellule tumorali, che fornisce alle cellule tumorali tutti i nutrienti a discapito del resto dei tessuti del corpo.

Ci sono diverse fasi nella diffusione del cancro nel corpo:

  • Penetrazione delle cellule tumorali nel sangue o nel vaso linfatico più vicini;
  • Diffusione con sangue o linfa in varie parti del corpo;
  • Quindi la cellula cancerosa si ferma in uno dei piccoli vasi e penetra attraverso il suo muro nel tessuto;
  • Per un po 'è inattivo o si moltiplica, ma molto lentamente;
  • Rapida crescita, la crescita della rete capillare.

Molte cellule tumorali muoiono in una di queste fasi. Coloro che sono riusciti a sopravvivere danno origine a metastasi.

Cosa determina il tasso di diffusione delle metastasi nel corpo?

Il tempo richiesto per la manifestazione clinica della prima metastasi è in gran parte determinato dal tipo di tumore e dal grado di differenziazione dei suoi tessuti.

  • I tumori altamente differenziati, di regola, metastatizzano molto meno frequentemente e successivamente rispetto ai tumori di basso grado.
  • Nei tumori scarsamente differenziati, le cellule perdono praticamente le normali caratteristiche del tessuto. Tale cancro si comporta in modo più aggressivo.

A volte le metastasi compaiono molto rapidamente, in seguito al verificarsi del sito del tumore primario. In molti pazienti, le metastasi vengono rilevate dopo 1-2 anni. A volte latenti o "metastasi dormienti" si trovano molti anni dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il tumore.

La probabilità di metastasi può essere ridotta utilizzando diversi metodi di trattamento:

  • La chemioterapia. Ad esempio, la chemioterapia adiuvante viene eseguita dopo l'intervento chirurgico e aiuta a distruggere le cellule tumorali che possono essere rimaste nel corpo.
  • La radioterapia.

Come si metastano diversi tipi di cancro?

Molto spesso le metastasi si trovano nei linfonodi, nelle metastasi del fegato, nei polmoni e molto meno frequentemente nel muscolo cardiaco, nei muscoli scheletrici, nella pelle, nella milza e nel pancreas. Un posto intermedio nella frequenza di rilevazione di metastasi in vari tipi di cancro è occupato dal sistema nervoso centrale, dal sistema osseo, dai reni, dalle ghiandole surrenali.

Alcuni tumori hanno siti preferiti per metastasi. Tali metastasi hanno i loro "nomi" - termini speciali:

  • Metastasi di Krukenberg - nelle ovaie;
  • La metastasi di suor Mary Joseph è all'ombelico;
  • Metastasi Virchow - nei linfonodi sopra la clavicola sinistra.

Le metastasi vengono sempre indicate come il tumore primario. Ad esempio, se il tumore al polmone si è diffuso alle ghiandole surrenali, allora il tumore nelle ghiandole surrenali è chiamato "carcinoma polmonare metastatico". Tuttavia, a livello molecolare-genetico, le metastasi possono differire dal tumore materno. Questo fenomeno è chiamato eterogeneità.

Quali sono le metastasi pericolose?

La metastasi della maggior parte dei tumori si verifica nei casi in cui le riserve del corpo sono esaurite nella lotta contro il tumore. Le metastasi disturbano in modo significativo il funzionamento di tutti gli organi e sistemi vitali. In modo schiacciante, la morte dei pazienti affetti da cancro è causata proprio dalle metastasi del cancro principale.

Inoltre, le metastasi peggiorano significativamente le condizioni generali, spesso accompagnate da dolore insopportabile, che richiede un'anestesia costante.

Come si manifestano le metastasi?

Il quadro clinico del cancro metastatico è determinato dall'ubicazione delle metastasi:

  • La lesione peritoneale (carcinosi peritoneale) porta all'ascite, che richiede laparocentesi;
  • La sconfitta della pleura (carcinoma del pleuroma) causa lo sviluppo di pleurite essudativa, che richiede la toracocentesi;
  • La sconfitta delle ossa e della spina dorsale porta a dolore in diverse parti del corpo, fratture;
  • L'affetto dei polmoni si manifesta sotto forma di mancanza di respiro;
  • Le metastasi del cervello portano a mal di testa, vertigini, convulsioni, disturbi della coscienza;
  • Il danno epatico porta a ittero ostruttivo.

Inoltre, le tossine rilasciate durante la morte costante delle cellule tumorali causano l'intossicazione da cancro del corpo.

Come vengono diagnosticate le metastasi?

Radiografia del sondaggio, ecografia, ricerca di radioisotopi, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, tomografia a emissione di positroni - tutte queste tecniche sono essenziali per il riconoscimento delle metastasi. Queste tecniche consentono di chiarire la dimensione, la prevalenza e la natura della crescita delle metastasi, il loro decadimento, suppurazione, germinazione negli organi e nei tessuti vicini. Inoltre, questi stessi metodi diagnostici consentono di monitorare l'efficacia del trattamento in base al grado di regressione delle metastasi.

È condizionalmente possibile distinguere due fasi della diagnosi delle metastasi:

  • Esame primario, quando viene diagnosticato solo il tumore principale;
  • Supervisione presso l'oncologo dopo il trattamento passato. Se inizialmente non sono state rilevate metastasi e il trattamento ha avuto esito positivo, in futuro è necessario sottoporsi periodicamente a test - c'è il rischio di recidiva.

Eziologia della malattia polmonare metastatica

Le metastasi nei polmoni si formano come risultato della scissione di cellule atipiche di un tumore del cancro e della loro diffusione attraverso il corpo attraverso il sangue e i sistemi linfatici. Nella pratica oncologica, si ritiene che la fonte delle metastasi polmonari possa essere quasi ogni neoplasma maligno. C'è il seguente gruppo di malattie oncologiche, che si metastatizzano ai polmoni con un'alta frequenza:

  • cancro del retto;
  • melanoma della pelle;
  • cancro al seno;
  • neoplasma maligno della vescica;
  • sarcoma dei reni;
  • tumori dello stomaco e dell'esofago.

Metastasi polmonari: sintomi di

Di regola, i pazienti con metastasi polmonari cercano aiuto medico negli stadi avanzati della malattia, che è associato allo sviluppo asintomatico di tumori nelle prime fasi della crescita maligna. Le manifestazioni tipiche dei fuochi secondari del cancro nel sistema polmonare si verificano in questa forma:

  1. Dispnea progressiva, che si osserva durante l'esercizio o a riposo.
  2. Attacchi regolari di tosse secca.
  3. Sindrome del dolore che aumenta gradualmente. Il dolore al cancro nelle fasi iniziali viene alleviato dagli antidolorifici tradizionali, e in una fase avanzata richiedono l'uso di analeptici narcotici.
  4. La presenza di masse insanguinate nell'espettorato dopo un attacco di tosse.

Quanto una persona vive con metastasi polmonari dipende dal rilevamento tempestivo dell'oncologia secondaria. Gli oncologi medici raccomandano di consultare immediatamente un medico in caso di rilevamento di almeno uno dei suddetti sintomi! Nella pratica oncologica, molto spesso le metastasi polmonari sono determinate molto prima della scoperta del focus primario del cancro.

L'ulteriore sviluppo della malattia è accompagnato da un aumento dell'intossicazione da cancro del corpo, che si manifesta nel seguente quadro clinico:

  • affaticamento rapido, malessere generale e prestazioni ridotte;
  • bassa temperatura corporea, che è cronica;
  • la tosse da cancro diventa quasi costante;
  • perdita di appetito e rapida perdita di peso.

Diagnosi di metastasi polmonari

Stabilire la diagnosi di oncologia ricorre a tali metodi:

Con l'aiuto dell'esame a raggi X, il medico determina la presenza di metastasi, la sua localizzazione e le dimensioni.

L'elaborazione digitale dei risultati radiologici consente di chiarire la forma e la posizione del focus secondario dell'oncologia.

L'esame del sistema respiratorio in un campo elettromagnetico mediante raggi X migliora la chiarezza dell'immagine e la qualità diagnostica.

Polmoni metastatici nel taglio

Trattamento del carcinoma polmonare secondario

Oggi in oncologia vengono utilizzati i seguenti metodi di trattamento delle metastasi polmonari:

La resezione dei tessuti polmonari insieme alle metastasi è il metodo più efficace di terapia antitumorale, ma raramente viene eseguita. Ciò è dovuto al fatto che l'indicazione per l'intervento chirurgico è un singolo fuoco secondario e una posizione chiaramente localizzata del tumore.

L'esposizione a radiazioni a raggi X altamente attive contribuisce alla stabilizzazione del processo maligno e alla riduzione del dolore. L'irradiazione con raggi ionizzanti viene effettuata a distanza in condizioni stazionarie.

La somministrazione sistemica di farmaci citotossici consente di controllare la diffusione delle cellule tumorali. Il corso di chemioterapia è determinato individualmente per ciascun paziente oncologico, tenendo conto del trattamento principale del cancro e delle condizioni generali del corpo. In pratica, gli oncologi combinano radioterapia e chemioterapia per migliorare l'effetto terapeutico.

L'accettazione dei farmaci ormonali è giustificata in presenza di un tumore primario sensibile agli ormoni (carcinoma mammario e prostatico). Questo tipo di esposizione viene utilizzato principalmente come parte di una terapia antitumorale completa.

Questa tecnica è indicata come trattamento sintomatico del cancro dei grandi bronchi. La resezione laser viene effettuata sotto il controllo della broncoscopia.

La tecnologia innovativa "cyber-coltello" consente di operare tumori del cancro difficili da raggiungere con un fascio di radiazioni ionizzanti concentrato.

Come leggere una diagnosi se si sospetta un cancro è un problema importante per il paziente e i suoi parenti. L'articolo discute, in primo luogo, la struttura della diagnosi oncologica, nonché le regole per la sua lettura e comprensione. Iniziamo con la struttura. Una diagnosi oncologica consiste di diversi componenti:

  1. Caratteristiche del processo patologico.
  2. Caratteristiche della variante clinica e morfologica della malattia.
  3. Processo di localizzazione
  4. Lo stadio della malattia, che caratterizza la prevalenza del processo.
  5. Caratteristiche degli effetti terapeutici (indicati nella diagnosi dopo il trattamento).

È necessario ricordare che la diagnosi finale in oncologia è fatta solo dopo un esame istologico del tessuto dal neoplasma (biopsia). In altre parole, solo dopo un esame al microscopio del tessuto di un paziente da un'area in cui, secondo il suggerimento del medico, si trova un tumore canceroso.

L'esame istologico consente di determinare la natura della crescita (benigna o maligna) e l'effettiva morfologia del tumore (cioè da quale tessuto cresce), a seconda della morfologia e dei tumori del sottodiversi nei tumori del tessuto epiteliale, dei sarcomi del tessuto connettivo e n.

La morfologia della neoplasia è necessaria per conoscere le tattiche corrette di trattamento e gestione del paziente, per prevedere la malattia, perché diversi nella morfologia, i tumori metastatizzano in modo diverso, germinano, ecc. Prima di passare agli esempi, le spiegazioni delle diagnosi oncologiche, considera i suoi componenti principali.

Quindi, in primo luogo, cosa significano le lettere latine in una diagnosi? Classificazione TNM, adottata per descrivere la prevalenza anatomica del tumore, opera in tre categorie principali: T (tumore) -s Lat. tumore - caratterizza la prevalenza del tumore primario, N (nodus) - dal latino. nodo - riflette lo stato dei linfonodi regionali, M (metastasi) - indica la presenza o l'assenza di metastasi a distanza.

Il tumore primario (T) nel quadro della classificazione clinica è caratterizzato dai simboli ТX, Т0, Тis, Т1, Т2, ТЗ, Т4.

TX viene utilizzato quando è impossibile stimare la dimensione e la diffusione locale del tumore.
T0 - il tumore primario non è definito.
Questo - carcinoma preinvasivo, carcinoma in situ (cancro in atto), forma intraepiteliale di cancro, stadio iniziale dello sviluppo di un tumore maligno senza segni di germinazione più di 1 strato.

T1, T2, TZ, T4 - designazioni di taglie, modelli di crescita, interrelazioni con i tessuti di confine e (o) organi del tumore primario. I criteri con cui vengono determinati i simboli digitali della categoria T dipendono dalla localizzazione del tumore primario e, per alcuni organi, non solo la dimensione, ma anche il grado della sua invasività (germinazione).

Lo stato dei linfonodi regionali (N) è designato dalle categorie NX, N0, N1, 2, 3. Questi sono linfonodi in cui le metastasi andranno prima di tutto. Per esempio per il cancro al seno, i linfonodi regionali sono ascellari con il lato appropriato.

NX - Dati insufficienti per valutare la lesione dei linfonodi regionali.

N0 - nessun segno clinico di metastasi nei linfonodi regionali. La categoria 0, determinata prima dell'intervento chirurgico per motivi clinici o dopo l'intervento chirurgico sulla base di una valutazione visiva del farmaco rimosso, è chiarita dai risultati istologici.

N1, N2, N3 riflettono vari gradi di metastasi dei linfonodi regionali. I criteri per determinare i simboli delle categorie digitali dipendono dalla posizione del tumore primario.

Le metastasi a distanza (M) sono quelle metastasi che appaiono in altri organi e tessuti, e non solo nei linfonodi regionali (quando un tumore germina e quando un tumore viene distrutto da un tumore, le cellule tumorali entrano nel sangue e possono "diffondersi" a quasi tutti gli organi). Sono caratterizzati dalle categorie MX, M0, M1.

MX - Dati insufficienti per identificare metastasi distanti.
M0 - nessun segno di metastasi a distanza. Questa categoria può essere raffinata e modificata se durante una revisione chirurgica o durante l'autopsia hanno rivelato metastasi a distanza.

M1 - ci sono metastasi distanti. A seconda della localizzazione delle metastasi, la categoria M1 può essere completata con simboli che specificano l'obiettivo di metastasi: ÐUL. - polmoni, OSS - ossa, HEP - fegato, BRA - cervello, LYM - linfonodi, MAR - midollo osseo, ≥LE - pleura, PER - peritoneo, SKI - pelle, OTN - altri organi.

Secondo, cosa significa lo stadio nella diagnosi? Ci sono 4 fasi del processo oncologico:

Fase 1: il processo oncologico interessa uno strato di un organo, ad esempio la mucosa. Questo stadio è anche chiamato "cancer in situ" o "cancer in place". In questa fase, la lesione dei linfonodi regionali è assente. Non c'è metastasi.

Fase 2: il processo oncologico interessa 2 o più strati di un organo. La sconfitta dei linfonodi regionali è assente, non ci sono metastasi a distanza.

Stadio 3: il tumore invade tutte le pareti dell'organo, i linfonodi regionali sono affetti, le metastasi distanti sono assenti.

Stadio 4 - un tumore di grandi dimensioni, colpisce l'intero corpo, vi è una lesione di linfonodi regionali e distanti e metastasi ad altri organi. (In alcuni processi patologici, si distinguono solo 3 stadi, alcuni stadi possono essere scomposti in sottofinestre, ciò dipende dalla classificazione del processo oncologico adottato per questo corpo).

Terzo, cosa significa il gruppo clinico nella diagnosi? Il gruppo clinico (in oncologia) è l'unità di classificazione della registrazione dispensativa della popolazione in relazione alle malattie oncologiche.

1 gruppo clinico - persone con malattie precancerose, in realtà sani:

1a - pazienti con una malattia sospettosa di neoplasia maligna (quando viene stabilita la diagnosi definitiva, vengono rimossi dal registro o trasferiti ad altri gruppi);

1b - pazienti con malattie precancerose;

2 gruppo clinico - persone con tumori maligni comprovati sottoposti a trattamento radicale;

Gruppo clinico 3 - individui con tumori maligni comprovati che hanno completato un trattamento radicale e sono in remissione.

4o gruppo clinico - persone con tumori maligni comprovati, che per un motivo o per un altro non sono soggetti a trattamento radicale, ma sono soggetti a trattamento palliativo (sintomatico).

Il gruppo clinico è obbligatorio indicato nella diagnosi del paziente. Nella dinamica, lo stesso paziente, a seconda del grado di progressione del processo e del trattamento effettuato, può essere trasferito da un gruppo clinico all'altro. Il gruppo clinico non corrisponde in alcun modo allo stadio della malattia.

Quindi, ora possiamo dire con sicurezza che la struttura della diagnosi adottata in oncologia consente di comprendere la situazione in modo abbastanza accurato. Per comprenderlo più chiaramente, considera i seguenti esempi:

1) Diagnosi di cancro al seno. Come sarà questa diagnosi nei registri medici?

DS: Cancro del seno destro T4N2M0 III stage.2 Cl. il gruppo.

-T4- ci dice che questo è un grande tumore con germinazione negli organi vicini;

-N2- dice che ci sono metastasi nei linfonodi interni della mammella sul lato affetto, fissate l'una con l'altra;

-M0- dice che al momento non ci sono segni di metastasi a distanza.

-Stadio III - ci dice che il tumore invade tutte le pareti dell'organo, i linfonodi regionali sono affetti, le metastasi distanti sono assenti;

-2 cl. il gruppo ci dice che la malignità della neoplasia è provata istologicamente (100%) e il tumore è soggetto a rimozione radicale (cioè completa) per intervento chirurgico.

2) Diagnosi di cancro del rene sinistro con metastasi nei polmoni. Come sarà questa diagnosi nei registri medici?

DS: Cancro del rene sinistro T3cN2M1 (PUL) stadio III. 4KL. il gruppo. Т3с- a causa delle dimensioni significative del tumore, il tumore si diffonde alla vena cava inferiore sopra il diaframma o cresce nella sua parete;

N2 metastasi in più di un linfonodo regionale;

M1 (pul) - ci sono metastasi a distanza nei polmoni.

Stadio III: il tumore penetra nei linfonodi o va alla vena renale o alla vena cava inferiore;

4 gruppo clinico - un tumore maligno comprovato, che per una ragione o l'altra non è soggetto a trattamento radicale, ma è soggetto a trattamento palliativo (sintomatico).

3) Diagnosi di cancro dell'ovaio destro con metastasi nel peritoneo. Come sarà la diagnosi nelle cartelle cliniche?

DS: Cancro dell'ovaio destro T3N2M1 (РER) Stadio IIIA 4kl. il gruppo

- T3 - Il tumore è presente in una o entrambe le ovaie e le cellule tumorali sono presenti al di fuori della regione pelvica.

- metastasi N2 in più di un linfonodo regionale;

- M1 (ER) - metastasi distanti al peritoneo;

- Stadio IIIA - distribuzione all'interno della piccola pelvi, con disseminazione del peritoneo (molte piccole metastasi sono disperse nel peritoneo);

- 4 gruppo clinico - un tumore maligno comprovato, che per una ragione o l'altra non è soggetto a trattamento radicale, ma è soggetto a trattamento palliativo (sintomatico).

4) Diagnosticato con sarcoma della gamba sinistra. Come sarà la diagnosi nelle cartelle cliniche?

DS: Sarcoma osteogenico del terzo inferiore del gruppo di cellule di stadio 2 con fibula sinistra T2 Nx M0 IIB.

- T2 - L'attenzione si estende oltre la barriera naturale;

- Nx, M0 - nessuna metastasi;

- Stadio IIB- Tumore di basso grado (molto maligno). Il focolare si estende oltre la barriera naturale. L'assenza di metastasi;

- 2 gruppi di persone con comprovata malignità del tumore, soggetto a trattamento radicale (rimozione chirurgica del tumore).

5) Diagnosi di cancro del polmone destro con metastasi nel cervello. Come sarà la diagnosi nelle cartelle cliniche?

DS: adenocarcinoma broncoalveolare del polmone destro T3N2M1 (BRA) stadio III. 4KL. il gruppo

- T3 - un tumore di qualsiasi dimensione, che si sposta sulla parete toracica, sul diaframma, sulla pleura mediastinica (pleura interna della foglia, che è adiacente ai polmoni), pericardio (membrana esterna del cuore); un tumore che non raggiunge la carena (è una piccola protrusione nel punto di divisione della trachea in 2 bronchi principali) inferiore a 2 cm, ma senza coinvolgere carena, o un tumore con atelettasia concomitante (collasso) o polmonite ostruttiva (ostruzione) del polmone;

- N2 - esiste una lesione dei linfonodi del mediastino sul lato della lesione o dei linfonodi delle biforcazioni
(la biforcazione è un luogo di divisione della trachea in 2 bronchi principali);

- M1 (ВRА) - ci sono metastasi distanti nel cervello.

- Stadio III - un tumore superiore a 6 cm con la transizione al lobo successivo del polmone o la germinazione del bronco vicino o del bronco principale. Le metastasi si trovano in biforcazione, tracheobronchiale, linfonodi paratracheali;

- 4kl. il gruppo è un tumore maligno comprovato, che per un motivo o per l'altro non è soggetto a trattamento radicale, ma è soggetto a trattamento palliativo (sintomatico).

Puoi ottenere consigli più dettagliati chiamando la hotline su Bonnesante.com.ua.

  • Sul cancro
  • prevenzione
  • diagnostica
  • trattamento
  • Tipi di cancro
  • Vita e cancro
  • foro
  • Onkoblog

Cosa significa oncologia?

Lo sviluppo accelerato della medicina e della scienza in generale nei paesi sviluppati porta molti termini e concetti che sono difficili da capire per una persona comune. A causa del fatto che i protocolli di diagnosi e trattamento dell'oncologia in Israele sono a un livello qualitativamente diverso rispetto ai paesi della CSI, emerge anche la rilevanza della comprensione dei termini speciali. Quindi, che cosa è usato in oncologia e dove viene usato questo concetto?

Mts è un'abbreviazione per la definizione latina di metastasi tumorali (metastasi). La metastasi del cancro è la comparsa di focolai di cellule tumorali in altri tessuti e organi che si diffondono dal fuoco principale per via linfatica ed ematogena. Quasi sempre, la diffusione del processo tumorale avviene non prima della fase 2 o 3 della malattia (senza contare i tipi particolarmente aggressivi di cancro).

Il processo di formazione delle metastasi si verifica dopo che il tumore cresce in piccoli vasi che alimentano l'organo interessato. Inizialmente, le cellule entrano nei linfonodi regionali, vengono anche chiamate sentinelle. Quindi, con il flusso di sangue o linfa, cadono in tessuti vicini o distanti, causando un processo patologico e la trasformazione di cellule sane in cellule tumorali.

Considerando la complessità del trattamento e la prognosi sfavorevole della maggior parte delle patologie oncologiche, molti pazienti scelgono la medicina israeliana, che è famosa per la sua scuola di specialisti e alte tecnologie. Allo stesso tempo, durante il trattamento all'estero, è importante sapere quali sono, quali sono i moderni principi di oncologia e diagnostica e alcune altre questioni.

Metastasi epatiche: sintomi e metodi di trattamento

Il cancro del fegato metastatico o secondario è molto più comune del primario, rappresentando quasi il 90% di tutti i tumori maligni di questo organo. A volte le metastasi epatiche sono rilevate prima del tumore primario. Questo si trova spesso nel melanoma, nel cancro del pancreas e più raramente nel cancro gastrico.

Se viene rilevata almeno una metastasi nel fegato, il 4o stadio del tumore viene assegnato al tumore primario.

Fino a poco tempo fa si credeva che tali pazienti fossero "condannati". Al giorno d'oggi, è ancora impossibile curare completamente questo tipo di cancro, ma è già possibile migliorare la prognosi e la qualità della vita di un paziente con la medicina moderna.

Cos'è la metastasi?

Le metastasi, insieme alla crescita incontrollata, sono proprietà patologiche uniche di un tumore maligno.

La metastasi (abbr.) È una cellula cancerosa che ha la proprietà di muoversi attraverso il corpo dalla focalizzazione primaria in vari modi, più spesso - ematogena o linfatica. Nel sito di fissazione delle metastasi, inizia la crescita di una neoplasia secondaria.

Il più comune nel fegato è la crescita di metastasi solitarie (singole) - nel 60-62% dei casi, quindi - in quasi il 25% di tutte le MTS e multiple (più di tre variazioni metastatiche) - nel 13-15%.

Come appaiono le metastasi epatiche?

Le cellule tumorali dalla lesione primaria situate in un altro organo penetrano il fegato più spesso per via ematogena (attraverso il sangue). Questo di solito avviene attraverso il sistema delle vene portale, ma possono anche essere coinvolti altri sistemi venosi della grande circolazione. I mezzi di trasporto possono penetrare nel fegato e linfogene dal peritoneo e dall'arteria epatica.

Circa un terzo di tutti i malati di cancro di diversa localizzazione ha metastasi nel fegato. Sono rilevati in quasi il 50% dei pazienti con cancro dello stomaco, della mammella, dei polmoni e dell'intestino crasso - il più delle volte sigmoideo e cieco.

Più raramente, il cancro dell'esofago, del pancreas e della pelle (melanoma) si metastatizza nel fegato. Quindi, il melanoma dà metastasi al fegato nel 15-20% dei casi. La metastasi epatica si verifica raramente negli organi pelvici (ovaie e prostata).

Infatti, il cancro di quasi tutti gli organi può metastatizzare nel fegato, ad eccezione dei tumori cerebrali primari.

Anche i maschi nel fegato compaiono durante la germinazione di un tumore degli organi adiacenti: la cistifellea, lo stomaco e il colon.

I sintomi del cancro metastatico

I segni clinici della malattia sono causati da entrambi i sintomi del cancro del fegato e del tumore primario. Ci sono manifestazioni di sindrome aseno-vegetativa, perdita di peso. In quasi tutti i casi, il dolore si verifica nel fegato.

Il dolore è di natura diversa: da lieve a acuta, parossistica. Ci sono cambiamenti nell'intestino: nausea, vomito, sgabello instabile.

Il fegato aumenta quasi sempre, a volte in modo significativo. Spesso c'è splenomegalia (ingrossamento della milza). L'ittero è insignificante, la gravità dei suoi sintomi si verifica quando il tumore ostruisce i grandi dotti biliari. In caso di compressione, la formazione della vena cava inferiore appare edema degli arti inferiori e vene varicose della parete anteriore dell'addome.

Con il coinvolgimento nel processo patologico del peritoneo, si verifica l'ascite. Il dolore addominale diventa diffuso. La prognosi per questa condizione è notevolmente peggiore. Spesso ci sono sintomi di danni al sistema nervoso centrale - mal di testa, vertigini. Con la penetrazione del midollo osseo nel tessuto osseo, dolore alle ossa e alle articolazioni.

diagnostica

Le cellule metastatiche microscopiche hanno lo stesso aspetto delle cellule del sito tumorale primario, il che aiuta a determinarne la localizzazione. Tuttavia, a volte rivelano cambiamenti che rendono difficile l'identificazione.

Accade che l'MTS venga trovato per caso, ad esempio, sugli ultrasuoni dopo mesi o addirittura anni dopo la rimozione del tumore primario. Tale complicazione può essere determinata nel 28-30% dei pazienti con tumore del colon, di solito il cieco o il colon sigmoideo.

Anche con formazioni molto grandi, la funzione epatica è generalmente preservata. Le principali manifestazioni delle metastasi epatiche con metodi diagnostici standard:

  • Nel sangue si osservano cambiamenti non specifici: leucocitosi, anemia inespressa, un moderato aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, così come la comparsa di specifiche proteine ​​- marcatori tumorali.
  • Dai metodi diagnostici strumentali, l'ecografia, la TC e la risonanza magnetica sono ampiamente utilizzati, specialmente con l'uso del contrasto. L'informatività degli ultrasuoni nella diagnosi di cancro al fegato metastatico raggiunge il 95-97%. All'ecografia, le metastasi sembrano focolai di diversa ecogenicità, spesso - ridotta. Una "cornice" ipoecogena è visibile intorno a questo nidus. L'ecografia può anche essere utilizzata durante l'operazione per identificare ulteriori focolai tumorali e cambiamenti di organo.
  • La biopsia con puntura epatica è lo standard nella diagnosi di cancro ed è auspicabile condurre il test sotto controllo di ultrasuoni o TAC.
  • Nei casi difficili, viene utilizzata laparoscopia diagnostica.

Trattamento e prognosi

La terapia per il cancro del fegato metastatico dipende da molti fattori. Uno dei principali è l'estensione delle metastasi e la loro dimensione.

È molto importante curare o rimuovere l'attenzione primaria prima di questo.

La nutrizione per le metastasi epatiche dovrebbe essere delicata. Di solito assegnato alla dieta numero 5. A seconda dei segni clinici, la dieta può essere regolata.

I metodi di trattamento possono essere suddivisi in due gruppi condizionali: terapeutico e chirurgico. A seconda della gravità della malattia e della prevalenza del processo, uno dei metodi è preferito.

Metodi terapeutici

Questi includono: chemioterapia, radioterapia e terapia ormonale. La chemioterapia viene solitamente applicata prima e dopo l'intervento chirurgico. Forse l'introduzione della chemioterapia attraverso i vasi epatici. La chemioterapia è prescritta per il trattamento di tumori che sono sensibili ad esso. Questa è la localizzazione del cancro primario nel colon, specialmente nel sigmoide o cieco, nello stomaco, nel seno, nell'ovaio, ecc.

A volte la chemioterapia e la radioterapia vengono utilizzate quando è impossibile eseguire un intervento chirurgico. Questo tipo di assistenza è chiamato cure palliative.

Quindi, per ridurre l'intensità del dolore e, forse, con l'obiettivo di fermare un po 'la crescita del tumore. In tali casi, le condizioni del paziente migliorano, ma il cancro non può essere curato.

Sfortunatamente, spesso le cellule metastatiche sono insensibili alla chemioterapia e altri mezzi devono essere trovati per alleviare la condizione del paziente.

Inoltre, a volte i pazienti ricorrono in modo indipendente al trattamento con rimedi popolari. Alcuni rimedi popolari possono trattare o alleviare i sintomi spiacevoli del cancro. Va ricordato che i rimedi popolari non possono curare il cancro. Si dovrebbe sempre consultare il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi mezzo.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico è indicato per i pazienti che hanno rivelato non più di quattro entità nell'organo. Resezione prodotta - rimozione di parte del fegato, dove cambiamenti patologici. I migliori risultati sono stati ottenuti in pazienti con cancro intestinale, in particolare - colon. In questo caso, l'aspettativa di vita di cinque anni o più è osservata nel 40% dei pazienti.

Altri trattamenti

Esistono metodi moderni per il trattamento del cancro metastatico - ablazione con radiofrequenza, criochirurgia, ecc. Di norma, vengono utilizzati in combinazione con altri metodi e possono arrestare la crescita del tumore, migliorare il benessere del paziente, ma non possono curare completamente il cancro.

Il trapianto di fegato è un metodo di trattamento inefficace. Ma in alcune situazioni, fanno ancora ricorso ad esso.

Ci sono stati casi di successo del trapianto di fegato in pazienti con carcinoma pancreatico endocrino.

Questa procedura è molto pericolosa per un paziente indebolito. Ma a volte un trapianto di fegato è l'unica possibilità di recupero. Gli scienziati di tutto il mondo sono coinvolti nel trapianto e nel trapianto di organi.

prospettiva

Completamente curare il cancro metastatico è ancora impossibile, ma per fermare la crescita del tumore e aumentare l'aspettativa di vita è abbastanza realistico.

I pazienti con cambiamenti metastatici nel fegato di solito vivono 12-18 mesi.

La prognosi della sopravvivenza a cinque anni con cancro gastrico è la più favorevole ed è del 18-20%, con melanoma - 8-10%, con cancro intestinale - inferiore al 5%. Se viene effettuato un trattamento palliativo, questi indicatori con cancro gastrico aumentano al 40-45%, con tumore del colon - al 35-40% e melanomi - al 20-25%.

Mts in medicina

12 aprile 2017, 12:34

Dal 2017, Germanklinik ha fornito servizi gratuiti per i pazienti affetti da cancro in Germania per organizzare il trattamento in Germania e in Germania.

11 novembre 2016 10:42

La Finlandia occupa una posizione di primo piano in Europa nei risultati del trattamento di un certo numero di malattie oncologiche, ad esempio: - il primo.

5 settembre 2016 10:26

I pazienti a cui è stato diagnosticato un cancro, nella maggior parte dei casi, devono affrontare la necessità di acquistare vari farmaci.

Metastasi epatiche: cause e trattamento

Metastasi epatiche - manifestazione frequente di danno agli organi focale secondari La metastasi è il movimento delle cellule tumorali dai tumori primari ad altri organi. Nel fegato, la metastasi ematogena si verifica più frequentemente. Sono caratteristici di molti tipi di tumori, ma il più delle volte provengono dal tratto gastrointestinale, dal pancreas, dai polmoni o dalle ghiandole mammarie. In generale, l'aspetto di tale stato indica la progressione del processo tumorale.

Danno epatico secondario: come si formano le metastasi

Nel nostro corpo, il fegato è uno degli organi più importanti. Una delle sue funzioni principali è la purificazione del sangue o la disintossicazione. Il sangue delle vene e delle arterie rallenta il suo movimento nelle strutture speciali del fegato - capillari sinusoidali.

Questo meccanismo è alla base della formazione di metasatasi nel fegato:

  • Le cellule maligne che si sono staccate dal tumore principale entrano nel flusso sanguigno;
  • A causa della più lenta circolazione del sangue, vengono depositati nel fegato;
  • Danno origine a nuove metastasi (infantili).

Questo processo è chiamato cancro secondario. Dal momento che il tumore primario si trova in un organo completamente diverso.

Le metastasi nel fegato provocano nuove metastasi

Il tipo secondario di cancro, che è anche chiamato metastatico, è molto più comune di quello primario.

In pratica, abbastanza spesso la situazione si verifica quando viene diagnosticato un danno epatico bilobare. Solo allora durante la diagnosi viene rilevato il tumore genitoriale.

Danno epatico metastatico: sintomi

Una delle caratteristiche principali del fegato è la sua capacità di rigenerarsi. Molto spesso, si presenta una situazione che la malattia può essere trovata già nella fase avanzata, dal momento che il dolore non si manifesta per molto tempo.

I primi sintomi dello sviluppo della patologia includono:

  • Disturbi digestivi;
  • Diminuzione dell'appetito;
  • Dolore sordo localizzato nel giusto ipocondrio;
  • Fegato ingrandito.

L'ultimo sintomo è più caratteristico dei corpi sottili. La comparsa di ascite è abbastanza rara nelle prime fasi della malattia.

Un segno comune di metastasi nel fegato è la comparsa di ittero ostruttivo.

Naturalmente, un tale sintomo non sempre parla dello sviluppo dell'oncologia, ma può semplicemente indicare l'infiammazione della cistifellea. nel caso di metastasi, l'ittero si verifica se un tumore chiude il dotto biliare e si forma un fuoco ipervascolare.

Un segno comune dell'aspetto delle metastasi epatiche è la comparsa di ittero ostruttivo.

Altri sintomi più rari di danno al tumore epatico:

  • Rafforzare la manifestazione delle vene sul corpo;
  • L'aspetto delle vene dei ragni;
  • Sanguinamento intestinale;
  • Aumento della temperatura corporea.

Altri segni possono anche essere la comparsa di una maggiore stanchezza, insonnia. A volte è possibile scurire la pelle dei palmi e dei piedi. La salute generale del paziente si sta generalmente deteriorando.

Danni epatici al fegato: diagnostica

Quando compaiono i sintomi dell'ansia, è importante consultare un medico. Inizialmente, verrà compilata una cronologia completa e verrà effettuato un esame. Dopo di che sarà programmato un ulteriore esame.

Metodi di diagnostica mts:

  • Test di laboratorio di urina e sangue;
  • Terapia di magneto-risonanza;
  • Gepatografiya;
  • Biopsia per aspirazione con ago sottile;
  • Esame ecografico

Il più informativo è l'ultimo metodo diagnostico. Lui, ovviamente, non darà informazioni complete sulle metastasi. ma può stabilire il fatto della presenza di nuove formazioni immediatamente dopo l'esame.

La risonanza magnetica è uno dei metodi diagnostici

Con l'aiuto della tomografia computerizzata, è possibile rilevare una focalizzazione iposensibile (ipodica) nel fegato.

Se i nodi del tumore sono già stati identificati, vengono condotti ulteriori studi (laboratorio e hardware), che consentono di rivelare la natura della neoplasia e la composizione cellulare.

Inoltre, la presenza di un processo metastatico è confermata utilizzando una biopsia - un metodo basato sul prelievo di un campione di tessuto tumorale e il suo successivo esame istologico. Questo metodo consente di stabilire l'esatta composizione morfologica del tumore.

Multiple metastasi epatiche: come trattare e cosa fare

Il metodo di trattamento delle metastasi dipende sempre dal focus del tumore primario e dal numero totale di tali nodi. Il trattamento viene sempre selezionato individualmente in base allo stato di salute del paziente.

Abbastanza spesso, la terapia combinata è usata per trattare le lesioni metastatiche del fegato.

L'obiettivo principale di tale trattamento è l'uso sequenziale o simultaneo di diversi metodi di trattamento antitumorale. Il più delle volte si tratta di chirurgia e radioterapia.

L'intervento chirurgico è utilizzato solo per singole metastasi.

Le principali terapie in presenza di metastasi epatiche:

  1. L'intervento chirurgico è uno dei metodi più radicali, che viene utilizzato solo per le singole metastasi. Solitamente eseguita resezione segmentale o lobare del fegato. In alcuni casi, tale operazione viene eseguita mentre si rimuove contemporaneamente il tumore principale.
  2. L'ablazione con radiofrequenza viene utilizzata per influenzare singoli foci di metastasi con alte frequenze radio. Una fonte viene fornita al tumore attraverso la pelle o il tessuto epatico durante la navigazione del computer. Il principale vantaggio di questo metodo è atraumatico e di alta precisione, che consente un effetto punto-punto sui foci ipovascolari senza lesioni ai tessuti adiacenti.
  3. La radioterapia viene utilizzata per ridurre i noduli tumorali e alleviare significativamente il dolore. È usato nel processo metastatico diffuso e abbastanza spesso in combinazione con la chemioterapia.
  4. La chemioterapia è usata nei casi in cui la chirurgia non è pratica. È usato come un ulteriore metodo di terapia complessa per i cambiamenti secondari al fegato. La chemioterapia ha un effetto complesso sul corpo, con il cancro del fegato non è particolarmente efficace, dal momento che questo tipo di tumore è resistente a questo effetto.

Oltre ai metodi sopra descritti, viene utilizzata la chemioembolizzazione del tumore, in cui vengono bloccati i vasi che alimentano il tumore. Di conseguenza, il sangue non scorre verso il tumore.

Oggi viene utilizzato un nuovo metodo: la terapia di supporto mirata.

Questa tecnica ha lo scopo di migliorare lo stato immunitario nelle lesioni focali del fegato. I farmaci usati in questo tipo di tumore possono fermare la divisione cellulare e la crescita del tumore. Tutti i metodi aumentano la loro efficacia nel collegare la terapia dietetica, che contribuisce al sollievo della funzionalità epatica.

Come trattare le metastasi epatiche (video)

Con la comparsa di cambiamenti secondari nel fegato, la prognosi del trattamento della malattia sottostante è significativamente aggravata. In assenza di una terapia adeguata, l'aspettativa di vita non supera i 18 mesi. Se è stata prescritta una terapia radicale, la prognosi è spesso abbastanza favorevole.

Mts in medicina

La telemedicina è un nuovo fenomeno nel nostro paese. Non è stata mai assaggiata, anche se i benefici sono evidenti. Diciamo che non tutti hanno l'opportunità di ottenere un appuntamento con un medico di classe - e non si tratta di soldi, ma di lunghe distanze. Il tempo è un altro fattore importante quando, ad esempio, sono necessari molti specialisti. In questi casi, la telemedicina è un ottimo modo per fare tutto in poco tempo. O prendi il bisogno di aiuto quando sei all'estero, quando non hai solo bisogno di un dottore, ma un medico che conosce la tua lingua e, preferibilmente, per soldi adeguati.

Vi invitiamo a leggere le storie di persone che sono state assistite in varie situazioni dalla telemedicina e dall'applicazione mobile SmartMed creata dagli specialisti tecnici e medici della rete MEDSI della clinica.

Opinione dissenziente

Irina, Kazan: ho avuto un dolore alla schiena per molto tempo, mentre i medici non sono riusciti a determinare la causa

Circa sei mesi fa la mia vita è cambiata molto: il dolore intollerabile è iniziato nella colonna vertebrale. Era quasi sempre con me, e più a lungo, più si deprimeva. No, non mi sono seduto: nella nostra città, a quanto pare, avevo superato tutti gli esami possibili, ma non mi è mai stata data una diagnosi esatta. Ci hanno provato, lì, a curare qualcosa con gli antibiotici, ma ahimè. Una volta ho trovato una nota su SmartMed. Con l'aiuto dell'applicazione, ho deciso di rivolgersi al terapeuta metropolitano. Direttamente attraverso il programma, ho inviato i risultati dei sondaggi a Mosca. Dopo aver studiato, sono stato chiamato a una consulenza faccia a faccia con uno specialista stretto - un vertebrologo. Ha nominato un altro esame, che non avevo mai superato prima, ma in base ai suoi risultati ho subito un'operazione gratuita nell'ambito della politica OMS. Fortunatamente, tutto è finito con successo - il dolore alla fine è scomparso.

Non c'è tempo?

Alexander, San Pietroburgo: per diversi mesi non sono riuscito ad andare dal medico a causa del mio lavoro e risolvere il problema con il mal di testa

Ho vissuto per diversi anni con mal di testa agonizzante. Be ', sai come succede: un duro lavoro nervoso, incolpato ogni cosa, e non c'è mai stato tempo per i medici. Non sono mai andato al calcio da due anni, non tanto dal policlinico: il lavoro è casa. Ho pensato, ho sofferto, è formato. Dove c'è, solo peggiorando, sempre di più. Una volta che un amico mi ha detto che puoi consultare un dottore con un programma speciale, non andare da nessuna parte. Non che io abbia davvero cercato questo programma, ma quando l'ho preso ancora una volta, ho ricordato quella conversazione. Ho trovato SmartMed nell'app store, mi sono iscritto a un neurologo per un appuntamento online e abbiamo parlato quella sera. Devo dire che il dottore è stato molto persuasivo: mi ha convinto a sottopormi a diversi studi, tra cui una risonanza magnetica del cervello. E cosa ne pensi? Si scopre che per tutto questo tempo ho avuto un microadenoma ipofisario, una cosa molto seria, una piaga della categoria di quelli che non scherzano. Me ne andai urgentemente in vacanza, sotto la supervisione di un endocrinologo, a cui vado ancora nei tempi previsti. Bene, io bevo droghe. I dolori cominciarono ad apparire molto meno spesso.

Per aiutare i genitori

Evgenia, Nizhny Novgorod: ha avuto difficoltà a visitare una clinica con due bambini piccoli, e poi uno di loro si è improvvisamente ammalato gravemente

Mi sono ammalato giovane, in quale anno. Pensavo freddo e freddo - non è la prima volta. Ma il terzo giorno ho iniziato a rendermi conto che qualcosa non andava. Marinka non si limitava a mordicchiare, come al solito, ma era capriccioso, come mai prima, ed era costantemente rauco. Dovrei vedere un dottore, pensai. Ma il maggiore ha solo due anni, e non c'è nessuno da lasciare per lui, ma un policlinico a tre isolati. Inoltre, queste linee - con due bambini, il piacere era ancora, già in corso...

Mentre stavo cercando su google qualcosa sui sintomi su Internet, le informazioni su SmartMed hanno attirato la mia attenzione. Dai, penso, ci proverò. Due ore dopo, ho parlato con un pediatra tramite il mio smartphone. Il dottore era imbarazzato dalla raucedine, e lei sospettava che la groppa fosse una malattia molto pericolosa. Ha consigliato senza indugio di causare un'ambulanza. Ahimè, davvero si è rivelato essere groppa. Poi abbiamo avuto il ricovero in ospedale, un trattamento severo, e il vecchio, poverino, ha trascorso diversi giorni con il mio amico. Ma è spaventoso pensare a cosa sarebbe successo se dovessi andare da un medico...

Che cosa succede se

Kira, Mosca: è volata dall'estero e, stranamente, si è spaventata di aver "portato" una grave infezione con lei

Quando sono tornato da Ty, ho iniziato a sentirmi male. Come sui suoi piedi, ma febbricitante, la temperatura aumentava, non c'era nulla di simile. Acclimatazione? Ma ho voli lunghi quasi ogni anno, e questa è la prima volta. Spaventato. Nei tropici, era, beh, sai, che tipo di esotismo ho preso ed è ora di correre per il campanello. Per coincidenza, l'ho appena sentito alla radio su SmartMed. Fornito. Ha iniziato a studiare. Ci sono molti specialisti nell'applicazione: un cardiologo, un gastroenterologo, un neurologo, uno specialista ORL, un endocrinologo, un immunologo, un allergologo... E a chi dovrei iscrivermi? Bene, se non è chiaro, allora il terapista, ho ragionato.

Circa. Sto scrivendo al terapeuta nella chat: così, dicono, e così, cose del genere, per farlo, o si risolveranno da sé? Dopo 15 minuti, la risposta è arrivata con domande di chiarimento: da dove viene, che temperatura, salto, qual è la sedia, e così via... ha risposto. Abbiamo riscritto un po 'di più, abbiamo discusso la registrazione per la ricezione interna, ma poi abbiamo deciso di chattare con la chat video, che è anche nel programma, il dottore voleva guardarmi con i suoi occhi per ogni evenienza. Ho guardato. Quello che ha visto era un mistero, ma, ha detto, avete un ordinario acclimatamento. Beh, non lo so, lo dico, solo inusuale per me. E lei: puoi prendere esami del sangue e delle urine per la pace della mente. Su questo e deciso.

Avevo ancora quattro giorni di ferie e non volevo andare in clinica, soprattutto perché il dottore non vedeva motivo di allarme. Due giorni tirati, e buono: tutto è andato via. Sì, non c'era niente, ma il terapeuta mi ha salvato i nervi. Penso che i 550 rubli che ho pagato per quella consultazione valgono la pena.

L'applicazione mobile SmartMed consente a un potenziale paziente, ovunque si trovi, di ottenere consigli dai medici metropolitani di alto livello. La ricezione del terapista o dello stretto specialista può essere condotta tramite collegamento video o chat. Il costo della consultazione online è di 550 rubli. Scopri di più su come funziona, puoi trovarlo qui.


Articolo Precedente

Diagnosticare

Articolo Successivo

Epatite grassa

Altri Articoli Su Fegato

Epatite

Cosa significa HBs Ag positivo in un esame del sangue?

"L'antigene di superficie dell'epatite B" è l'abbreviazione di HBs Ag dall'inglese. Chiamato l'antigene australiano, questo tipo di virus era originariamente registrato nel siero del sangue degli aborigeni australiani.
Epatite

Spiegazione della formula dei leucociti: norma e cause della deviazione degli indicatori

La formula dei leucociti consente di ottenere informazioni sul livello complessivo dei leucociti nel sangue, nonché sulla percentuale dei loro vari tipi.