Calcoli biliari - cause, sintomi e trattamento

La cistifellea è un organo che accumula la bile prodotta dal fegato. Quest'ultimo è necessario per la digestione del cibo. Se necessario, viene gettato nel duodeno. La bile è una sostanza complessa con una grande quantità di bilirubina e colesterolo.

Le pietre nella cistifellea si formano a causa del ristagno della bile, durante il quale il colesterolo viene trattenuto nella vescica e precipita. Questo processo è chiamato il processo di formazione della "sabbia" - pietre microscopiche. Se non elimini la "sabbia", le pietre si incastrano l'una con l'altra, formando pietre. Le pietre nei condotti del fiele e nella colecisti si formano per molto tempo. Ci vogliono 5-20 anni.

Le pietre nel fiele non si manifestano per molto tempo, ma non è ancora consigliabile iniziare la malattia: la pietra può danneggiare la parete della cistifellea e l'infiammazione si diffonde agli organi vicini (i pazienti spesso soffrono di gastrite, ulcera, pancreatite). Cosa fare in caso di calcoli biliari e come trattare questo problema senza un'operazione, prenderemo in considerazione in questo articolo.

Come si formano i calcoli biliari?

La cistifellea è una piccola borsa, contiene 50-80 ml di bile, un fluido che il corpo ha bisogno di digerire i grassi e mantenere la normale microflora. Se la bile ristagna, i suoi componenti iniziano a precipitare e cristallizzare. Così si formano le pietre, che nel corso degli anni aumentano di dimensioni e quantità.

Inoltre, una delle cause più comuni della malattia sono:

  1. Grave infiammazione nella cistifellea.
  2. La contrattilità della cistifellea diminuisce, a causa della quale c'è una stasi della bile.
  3. Quando la bile contiene una grande quantità di calcio, colesterolo, pigmento biliare, è una bilirubina insolubile in acqua.
  4. Molto spesso, la malattia di una donna è provocata dall'obesità, da un gran numero di parto e da ormoni estrogeni.
  5. Eredità. La formazione di calcoli biliari è dovuta a un fattore genetico. Se i genitori hanno sofferto della malattia, anche loro hanno il rischio di sviluppare una patologia.
  6. Trattamento farmacologico - Ciclosporina, Clofibrato, Octreotide.
  7. Modalità di alimentazione. Il digiuno o lunghi intervalli tra i pasti possono causare colelitiasi. Non è consigliabile limitarsi all'immissione di liquidi.
  8. I calcoli biliari possono verificarsi a causa di diabete, anemia emolitica, sindrome di Caroli, morbo di Crohn e cirrosi epatica.
  9. Come conseguenza della chirurgia, che rimuove la parte inferiore dell'intestino.
  10. Alcol. Il suo abuso provoca la stagnazione nella vescica. La bilirubina cristallizza e compaiono i concrementi.

Come sapete, la bile consiste di vari componenti, quindi le pietre possono differire per composizione. Si distinguono i seguenti tipi di pietre:

  1. Colesterolo: ha una forma arrotondata e un diametro piccolo (circa 16-18 mm);
  2. Limy: contengono molto calcio e sono piuttosto rari;
  3. Misto - diversa struttura stratificata, in alcuni casi costituita da un centro pigmentato e guscio di colesterolo.

Inoltre, nella cistifellea si possono formare calcoli di bilirubina, che sono di piccole dimensioni e localizzati sia nel sacco sia nei condotti. Tuttavia, molto spesso le pietre sono mescolate. In media, le loro dimensioni vanno da 0,1 mm a 5 cm.

Sintomi di calcoli biliari

Il quadro clinico dei sintomi con l'apparizione di calcoli biliari è abbastanza vario. La sintomatologia dipende dalla composizione, dal numero e dalla localizzazione delle pietre. La maggior parte dei pazienti con singole grandi pietre si trova direttamente nella colecisti, spesso inconsapevoli della loro malattia. Questa condizione è chiamata forma latente (latente) di JCB.

Per quanto riguarda i segni specifici, le pietre nella cistifellea si fanno sentire con tali sintomi:

  • dolore nell'ipocondrio destro (proiezione del fegato e delle vie biliari) - intensità da disagio inespresso a colica epatica;
  • sindrome dispeptica - manifestazioni di disturbi digestivi - nausea, gonfiore, feci instabili;
  • l'aumento della temperatura corporea è una conseguenza dell'adesione di un'infezione batterica secondaria.
  • se la pietra scende nel dotto biliare, il dolore è localizzato nell'addome inferiore, nell'inguine, dà alla parte femorale.

Nel 70% delle persone, questa malattia non causa alcun disagio, una persona inizia a provare disagio solo quando le pietre sono già cresciute e ostruiscono il dotto biliare e la manifestazione tipica è la colica biliare, un attacco di dolore acuto con blocco occasionale del dotto biliare con una pietra. Questo attacco di dolore acuto, cioè colica, può durare da 10 minuti a 5 ore.

diagnostica

La diagnosi ha coinvolto un gastroenterologo. La diagnosi viene stabilita utilizzando i reclami dei pazienti e alcune ricerche aggiuntive.

Per iniziare, il paziente sta facendo un'ecografia degli organi addominali. - il metodo principale e più efficace per la diagnosi della colelitiasi. Rileva la presenza di calcoli biliari, ispessimento delle pareti della cistifellea, la sua deformazione, l'espansione dei dotti biliari. I suoi principali vantaggi sono la non invasività (non invasività), la sicurezza, l'accessibilità e la possibilità di tenere più unità.

Se la situazione è più grave, i medici ricorrono alla colecistocholangiografia (esame radiografico con l'introduzione di un mezzo di contrasto).

effetti

Il decorso della malattia da calcoli biliari può essere complicato dalle seguenti condizioni:

  • cellulite della parete della cistifellea;
  • fistola biliare;
  • Sindrome di Miritsi (spremitura del dotto biliare comune);
  • perforazione della cistifellea;
  • pancreatite biliare;
  • colecistite acuta e cronica;
  • idropisia della cistifellea;
  • ostruzione intestinale;
  • cancro della cistifellea;
  • infiammazione purulenta acuta (empiema) e cancrena della cistifellea.

In generale, la presenza di pietra nella vescica non è pericolosa a condizione che non blocchi il dotto biliare. Piccole pietre di solito escono da sole, e se le loro dimensioni sono paragonabili al diametro del condotto (circa 0,5 cm), allora il dolore - colico - si alza con il passaggio. Il granello di sabbia "scivolò" ulteriormente nell'intestino tenue - il dolore scompare. Se il ciottolo è così grande da rimanere bloccato, allora questa situazione richiede già un intervento medico immediato.

Calcoli biliari: trattamento senza chirurgia

La rilevazione di calcoli biliari non implica sempre un intervento chirurgico obbligatorio, nella maggior parte dei casi è indicato un trattamento senza chirurgia. Ma l'autotrattamento incontrollato a casa è irto di ostruzioni ai dotti biliari e un colpo di emergenza sul tavolo operatorio al chirurgo di turno.

Pertanto, è meglio non usare cocktail discutibili da erbe coleretiche categoricamente proibite e olio vegetale, che sono raccomandati da alcuni guaritori tradizionali, ma per iscriversi a un consulto con un gastroenterologo.

I seguenti farmaci sono prescritti per il trattamento conservativo della malattia del calcoli biliari:

  1. Preparati che contribuiscono alla normalizzazione della composizione della bile (ursofalco, liobil);
  2. Preparati enzimatici che migliorano i processi di digestione, in particolare - i processi di digestione dei lipidi (creonte).
  3. In caso di dolore causato da contrazione della cistifellea, i pazienti sono consigliati vari rilassanti muscolari (platafillina, drotaverina, no-spa, metacina, pirencipina).
  4. Stimolanti della secrezione acida biliare (fenobarbital, zixorin).

Il moderno trattamento conservativo, che consente di preservare l'organo e le sue condotte, comprende tre metodi principali: sciogliere le pietre con farmaci, frantumare pietre con ultrasuoni o laser e colelitolisi percutanea (metodo invasivo).

Dissoluzione della pietra (terapia litolitica)

Dissolvere i calcoli biliari con i farmaci aiuta a curare i calcoli biliari senza un intervento chirurgico. I principali farmaci usati per sciogliere le pietre nella colecisti sono l'acido ursodesossicolico (Ursosan) e l'acido chenodesoxycholic (Henofalc).

La terapia litolitica è indicata nei seguenti casi:

  1. Le pietre sono di piccole dimensioni (da 5 a 15 mm) e non riempiono più di 1/2 della cistifellea.
  2. La funzione contrattile della cistifellea è normale, la permeabilità dei dotti biliari è buona.
  3. Le pietre hanno una natura di colesterolo. La composizione chimica delle pietre può essere determinata mediante sondaggio duodenale (ulcera duodenale) o colecistografia orale.

Ursosan e Henofalk riducono il livello di sostanze che contribuiscono alla formazione di calcoli (colesterolo) nella bile e aumentano il livello di sostanze che dissolvono le pietre (acidi biliari). La terapia litolitica è efficace solo in presenza di piccoli calcoli di colesterolo, nelle prime fasi della malattia. La dose e la durata del trattamento sono determinate dal medico in base ai dati ecografici.

Frantumazione della pietra (litotripsia extracorporea)

La litotripsia extracorporea ad onde d'urto (polverizzazione) è una tecnica basata sulla generazione di un'onda d'urto che porta alla frantumazione di una pietra in molti granelli di sabbia. Attualmente questa procedura viene utilizzata come fase preparatoria prima della terapia litolitica orale.

  1. Disturbi della coagulazione del sangue;
  2. Malattie infiammatorie croniche dell'apparato digerente (colecistite, pancreatite, ulcera).

Gli effetti collaterali della litotripsia ad ultrasuoni includono:

  1. Rischio di ostruzione del dotto biliare;
  2. Danni alle pareti dei frammenti di cistifellea di pietre a seguito di vibrazioni.

L'indicazione per eseguire ESWL è l'assenza di violazione della pervietà delle vie biliari, pietre di colesterolo singolo e multiplo con un diametro non superiore a 3 cm.

Colelitolisi transepatica percutanea

È usato raramente perché si riferisce a metodi invasivi. Un catetere viene introdotto nella cistifellea attraverso la pelle e il tessuto epatico, attraverso i quali vengono iniettati 5-10 ml di una miscela di preparati speciali. La procedura deve essere ripetuta, in 3-4 settimane è possibile sciogliere fino al 90% dei concrementi.

Puoi sciogliere non solo il colesterolo, ma anche altri tipi di calcoli biliari. Il numero e la dimensione delle pietre non contano. A differenza dei precedenti due, questo metodo può essere utilizzato non solo in individui con colelitiasi asintomatica, ma anche in pazienti con manifestazioni cliniche pronunciate della malattia.

Chirurgia per rimuovere le pietre dalla cistifellea

Tuttavia, dovrebbe essere inteso che il trattamento chirurgico non può essere fatto con:

  • colica biliare frequente;
  • Bolla "Disconnected" (perso abilità contrattile);
  • grandi pietre;
  • frequenti esacerbazioni di colecistite;
  • complicazioni.

Nella maggior parte dei casi, la chirurgia per rimuovere le pietre dalla cistifellea è raccomandata per i pazienti nei quali la malattia è accompagnata da frequenti recidive, attacchi di dolore grave, grosse pietre, elevata temperatura corporea e varie complicazioni.

Il trattamento chirurgico può essere laparoscopico e aperto (colecistolotomia, colecistectomia, papillosfinterotomia, colecistostomia). L'opzione della chirurgia è determinata individualmente per ciascun paziente.

cibo

Di solito, una dieta viene prescritta non appena compaiono i primi segni di calcoli biliari. È specificamente progettato per tali pazienti, si chiama - dieta terapeutica numero 5, deve essere rispettato costantemente.

Quando pietre nel gallo non è raccomandato l'uso di tali prodotti:

  • carne grassa;
  • varie carni affumicate;
  • margarina;
  • condimenti piccanti;
  • uova sode;
  • caffè forte;
  • carne e pesce in scatola;
  • cibi in salamoia;
  • brodi: carne, pesce e funghi;
  • pane fresco e paste lievitate;
  • bevande gassate;
  • alcool.

Il cibo viene preparato bollendo o cuocendo e spesso è necessario mangiare 5-6 volte al giorno. La dieta per le pietre nella cistifellea dovrebbe contenere un massimo di verdure e oli vegetali. Le verdure a spese delle proteine ​​vegetali stimolano la disgregazione del colesterolo in eccesso e gli oli vegetali migliorano la motilità intestinale, aiutano a ridurre la vescica e quindi prevengono l'accumulo di bile in esso.

Trattamento di calcoli biliari senza chirurgia. È possibile sbarazzarsi di pietre con rimedi popolari?

La colecistectomia è considerata il metodo più radicale per eliminare la malattia del calcoli biliari. Questa è un'operazione durante la quale viene rimossa l'intera cistifellea. Ma non è necessario accettare immediatamente un intervento chirurgico, in alcuni casi la terapia conservativa dà buoni risultati. Pertanto, il trattamento dei calcoli biliari senza chirurgia è del tutto possibile.

sintomi

L'uso di cibi ipercalorici ricchi di colesterolo, bassa attività, malattie in cui il deflusso della bile è disturbato e cambiamenti ormonali nelle donne (compresa la gravidanza) spesso causano la comparsa di calcoli nella cistifellea. Queste sono formazioni dense che consistono di acidi biliari, minerali e colesterolo.

Il ristagno di liquido in questo organo in combinazione con un eccesso di colesterolo porta inizialmente alla formazione di sabbia. Questi sono già calcoli biliari microscopici. Sintomi (trattamento senza chirurgia, a proposito, in questa fase sarà molto efficace), inerente alla malattia di calcoli biliari, non ancora espressa. Nel corso del tempo, i granelli di sabbia diventano più grandi, si uniscono e formano grandi pietre chiamate calcoli. Il processo della loro formazione è molto lungo - può durare fino a 20 anni.

Attacchi improvvisi di dolore che si verificano dopo aver mangiato cibi fritti o grassi possono indicare la progressione della malattia del calcoli biliari. Sono anche osservati dopo aver agitato durante il trasporto. Il disagio inizia nell'ipocondrio destro, il dolore può essere dato alla metà corrispondente del collo, della scapola, del braccio. Questa colica dura non più di 6 ore di fila.

Inoltre, la sensazione di sapore amaro in bocca, nausea, a volte accompagnata da vomito, flatulenza e disturbi delle feci (ci possono essere sia diarrea che costipazione) sono segni dello sviluppo della colelitiasi. Circa l'inizio della colecistite può indicare la temperatura del subfebbrile, che sarà mantenuta intorno al 37 o C.

I medici possono dirti quali sintomi causano i calcoli biliari. Il trattamento senza chirurgia può essere effettuato solo se l'educazione in questo corpo non è troppo grande. La loro dimensione aggregata non deve essere superiore a 2 cm. È inoltre importante che non vi sia colecistite acuta e che la vescica sia ben ridotta (questo è necessario per il normale rilascio di sabbia da esso).

Ricerca necessaria

Al fine di stabilire una diagnosi accurata e determinare la tattica del trattamento, è necessario esaminare il paziente. Il metodo principale è un'ecografia addominale. Le pietre sono facilmente visualizzabili sullo schermo del monitor. Il medico può determinare quante di queste formazioni nella vescica e indicare la dimensione di ciascuna di esse.

Inoltre, tale indagine consente di valutare le pareti dell'organo. Se sono ispessiti, questo indica l'insorgenza di colecistite. Questo ti consente di decidere la strategia di trattamento più appropriata.

Il metodo diagnostico sopra non è l'unico. Nonostante la disponibilità e l'informatività dell'ecografia, in alcuni casi è necessario condurre altri esami. Se i risultati degli ultrasuoni sono difficili da fare una diagnosi accurata, possono prescrivere la colecistografia orale. Questo è un esame speciale della vescica, che usa droghe che contrastano la bile. Anche in alcuni casi, si raccomanda la colangiopancreatografia retrograda. In questo esame, un agente di contrasto viene iniettato nei dotti biliari.

Metodi di trattamento

Quando si individuano le pietre, è necessario discutere ulteriori tattiche con il medico. La terapia dovrebbe essere basata su diversi principi di base. Indipendentemente dal trattamento scelto, il paziente deve seguire una dieta. Inoltre, tutte le sue azioni dovrebbero mirare a ridurre la concentrazione di colesterolo. Ma con come trattare i calcoli biliari, è necessario capire ogni caso singolarmente.

A seconda delle condizioni, si consiglia la dissoluzione o lo schiacciamento delle pietre. Questi sono metodi di terapia non chirurgici. Ma il metodo più comune (e allo stesso tempo efficace) è la rimozione della cistifellea. È usato per frequenti coliche epatiche ricorrenti, infiammazione delle pareti dell'organo, o se si trovano pietre troppo grandi.

I sostenitori della medicina alternativa hanno anche molte opzioni su come i calcoli biliari possono essere trattati senza chirurgia con rimedi popolari. Ma quando li si usa, è necessario monitorare lo stato della propria salute e andare in ospedale se peggiora. Ma questi metodi possono essere una buona aggiunta alla terapia tradizionale.

Dieta richiesta

Se hai paura della chirurgia e vuoi capire come trattare i calcoli biliari senza un intervento chirurgico, devi familiarizzare con i principi di base della nutrizione. Dopo tutto, se continui a mangiare, come facevi prima, poi sbarazzati dei depositi di colesterolo, minerali e acidi biliari non ci riuscirai.

Prima di tutto, tutta la carne grassa è esclusa dalla dieta. Non puoi maiale, agnello, brodo. Il divieto comprende anche lardo, salsicce, prodotti piccanti, in salamoia e affumicati, uova (tuorlo), fegato, legumi, pasta frolla, pane morbido, cioccolato, gelato. Tutti gli alimenti devono essere al vapore, al vapore o al forno.

Puoi mangiare frutta e verdura, carne magra (utile per coniglio, vitello, manzo, tacchino, pollo), pesce di fiume, latticini a basso contenuto di grassi, cereali. Nel corpo durante il giorno non dovrebbero essere più di 150-200 g di cibo per animali. È anche importante rinunciare all'alcol e alle bevande stimolanti. Questi ultimi includono non solo energia, ma anche tè forte, caffè.

La potenza dovrebbe essere frazionale. Ci dovrebbe essere un po ', ma almeno 5 volte al giorno. Questo è l'unico modo per ridurre la cistifellea. A proposito, è possibile stimolare la sua attività consumando olio vegetale (l'olio d'oliva è considerato il più ottimale).

Terapia conservativa

Se durante l'esame è stato determinato che il paziente ha calcoli di colesterolo, è possibile prescrivere farmaci. Comporta l'uso di acidi chenodesossicolico e ursodesossicolico. Con l'aiuto di questi fondi, le pietre nella cistifellea vengono trattate senza chirurgia.

Si raccomanda anche l'uso di antispastici. Sono necessari per migliorare la pervietà dei condotti ed espanderli. Inoltre, questi farmaci contribuiscono a un deflusso più efficiente della bile nel duodeno. Possono essere prescritti Cholespasmolytics come Papaverin, Drotaverin, Eufillin, No-shpa, Metacin.

La terapia litolitica è chiamata metodi conservativi per dissolvere la pietra nella cistifellea. Il trattamento senza chirurgia è l'ammissione di fondi speciali. Può essere "Henofalk", "Ursosan", acido ursodesossicolico. L'azione di queste medicine ha lo scopo di ridurre la concentrazione di sostanze nella bile che portano alla formazione di calcoli. Ci sono anche contatti o metodi chimici per il loro scioglimento.

Se stai cercando un modo per sbarazzarti dei calcoli biliari senza un intervento chirurgico, allora dovresti prestare attenzione alla litotripsia extracorporea. Questo è un metodo per schiacciare pietre con maggiore pressione.

Acido chetoneossicolico

Se la chirurgia è controindicata per te, allora è importante capire come sbarazzarsi dei calcoli biliari senza un intervento chirurgico. Ad esempio, l'acido chenodesoxycholic (droghe "Henofalk", "Henodiol", "Khenokhol", "Henosan") contribuisce al parziale, e in alcuni casi, alla completa dissoluzione delle pietre. Riduce anche la sintesi del colesterolo nel fegato e aumenta la sua solubilità, riducendo così la sua quantità nella bile. Ma solo un medico può prescrivere questi farmaci, se l'ecografia ha determinato che la dimensione delle pietre non supera i 20 mm e riempiono la vescica non più di ½ del suo volume. Di norma, l'acido chenodeossicolico è raccomandato se non è possibile rimuovere la galla con un metodo chirurgico o endoscopico convenzionale.

Vale la pena sapere che nei pazienti affetti da obesità, l'efficacia del trattamento è marcatamente ridotta. Durante la terapia, la condizione del fegato deve essere monitorata in tutti i pazienti. Ma con colecistite, epatite, problemi infiammatori con esofago, intestino, stomaco, ulcere gastriche e duodenali e insufficienza renale / epatica, i farmaci di questo gruppo non vengono utilizzati.

Acido osssodesossicolico

Inoltre, il trattamento dei calcoli biliari senza chirurgia può essere effettuato con altri mezzi. Sono fatti sulla base di acido ursodesossicolico. Questi sono farmaci come Ursohol, Ursofalk, Ursosan, Ursolizin. È usato per ridurre la concentrazione di colesterolo nella bile. Beva questo attrezzo, di regola, una volta al giorno, di sera. La dose viene determinata singolarmente al ritmo di 10 mg / kg di peso del paziente.

Ma con la cirrosi del fegato, le malattie infiammatorie delle vie biliari e della vescica, il morbo di Crohn, i disturbi dei reni non usano il farmaco. Puoi bere il farmaco solo a condizione che la colecisti funzioni normalmente, i dotti siano percorribili, che le pietre occupino non più della metà del suo volume, che siano colesterolo (questo è determinato dall'assenza di ombra sulla radiografia).

Vale la pena sapere che il trattamento delle pietre nella cistifellea senza chirurgia con l'aiuto di farmaci è un processo lungo. Può durare da 6 mesi a 2 anni.

Spesso i chirurghi dicono che tale trattamento è inefficace. Anche se le pietre si dissolvono, appariranno comunque tra qualche anno. Questo succede veramente se il paziente non trae conclusioni e continua a riempire il suo corpo di colesterolo. Se dopo il completamento di un ciclo di trattamento efficace per continuare la dieta, non si verificherà la malattia del calcoli biliari.

Metodi di contatto

Attualmente, i medici stanno testando metodi chimici per la rimozione di calcoli dalla cistifellea. Sono anche chiamati contatti. La tecnica non è ancora diventata diffusa ed è considerata sperimentale. Può essere utilizzato solo a condizione che il paziente abbia:

- esclusivamente pietre di colesterolo

- la pervietà è preservata per intero,

- la colecisti funziona normalmente,

- nessun processo infiammatorio.

Questo metodo può essere utilizzato anche se c'è una grossa pietra nella cistifellea. Il trattamento senza chirurgia con mezzi chimici è che la formazione viene assorbita dall'azione di un solvente.

Un catetere viene inserito attraverso una puntura nella cistifellea sotto il controllo della tomografia a raggi X o degli strumenti ad ultrasuoni. Il solvente viene introdotto in piccole porzioni. Quindi viene risucchiato dalla bolla insieme alle parti disciolte delle pietre. Questa procedura può durare fino a 16 ore.

Shock litotrissia

Non andare immediatamente al tavolo operatorio, se hai trovato calcoli biliari. I sintomi (il trattamento senza chirurgia, per fortuna, è del tutto possibile ora) spesso indicano l'infiammazione di questo organo (in questo caso, è impossibile fare a meno dell'intervento chirurgico), ma se ti è stata diagnosticata una "malattia del calcoli biliari" solo dai risultati dell'esame, allora il medico può raccomandare uno shock litotripsia delle onde.

Usando questo metodo, tutte le pietre sotto l'influenza degli ultrasuoni vengono rotte in granelli di sabbia. E quando si assumono farmaci appropriati e si fa una dieta, i frammenti vengono facilmente portati nel duodeno.

Ma tale terapia può essere prescritta solo a determinate condizioni:

- le pietre dovrebbero essere non più di 2 cm;

- la cistifellea almeno il 75% ha mantenuto la sua funzionalità ed è ridotta;

- nessun segno di colecistite.

Tuttavia, in alcuni casi questo metodo potrebbe essere inefficace. Dà buoni risultati solo quando vengono lavorate pietre fragili.

Dopo questa procedura, di regola, vengono prescritti farmaci per sciogliere i depositi di colesterolo: acido ursodesossicolico o chenodeossicolico.

L'efficacia dei rimedi popolari

I fautori di terapie alternative ti diranno come trattare i calcoli biliari in casa. Ma prima è importante capire che in alcuni casi tali metodi possono essere inefficaci. Inoltre, alcuni di essi fanno peggiorare la situazione.

Quindi, alcuni raccomandano dopo un periodo di completa fame di prendere un potente rimedio popolare coleretico. Può essere magnesia, ravanello nero, succo di limone mescolato con olio d'oliva e altre varianti. Come risultato della fame, la bile concentrata si accumula nella vescica. E dopo aver preso uno stimolante, inizia a essere espulso in modo intensivo. Il suo flusso può raccogliere piccole pietre e portarle nel duodeno.

Ma quelli a cui piace parlare di come trattare i calcoli a casa dimenticano di chiarire i pericoli di questo metodo. Dopo tutto, la formazione compatta, che raccoglierà il flusso della bile, potrebbe semplicemente non passare nel condotto. Può prendere un angolo acuto, girare senza successo. E ci sono anche anomalie nello sviluppo del dotto: possono essere divisi o troppo stretti.

Di conseguenza, la pietra si sovrappone completamente o parzialmente al corso della bile. E questo porterà a una forte colica, un eccesso di produzione di bile, o addirittura problemi al pancreas. Di norma, per tali pazienti viene eseguita una procedura di emergenza. Allo stesso tempo fare un grande taglio. I metodi laparoscopici in tali situazioni non sono adatti.

Medicina di erbe

Quando capisci come sbarazzarsi dei calcoli biliari senza un intervento chirurgico usando rimedi popolari, non devi ignorare i consigli per il trattamento delle erbe. Naturalmente, questi metodi non rimuoveranno le pietre, ma contribuiranno alla normalizzazione dell'organo, influenzeranno la composizione della bile e stimoleranno il suo rilascio tempestivo.

È popolare bere succo di ravanello. Si consiglia di utilizzare fino a 200 g al giorno. Si consiglia inoltre di preparare lo sciroppo con succo di barbabietola. Per fare questo, deve essere bollito. Quindi, spremere il succo e farlo bollire allo stato di sciroppo. Questo liquido dovrebbe essere bevuto ¾ tazza al giorno.

Una tale ricetta è anche popolare: miele, succo di limone e olio d'oliva sono mescolati in un rapporto di 4: 1: 2. La miscela preparata viene utilizzata in un cucchiaio (sala da pranzo) prima di ogni pasto. Questo rimedio è utile anche per il fegato.

I guaritori popolari sanno come trattare le pietre nella cistifellea con le erbe. Più spesso, si consiglia di fare un infuso di seta di mais. Beve prima di un pasto per 1/3 di tazza (preferibilmente per mezz'ora). Per prepararlo, devi preparare un cucchiaio d'erba con un bicchiere d'acqua bollente e lasciare riposare per almeno 30 minuti.

Puoi anche fare un decotto di betulla. Per preparare, hai bisogno di 5 cucchiai di foglie secche versare un litro di acqua bollente e cuocere per 20 minuti. Il brodo viene vissuto un'ora dopo che è stato rimosso dal fuoco. È necessario bere mezz'ora prima di ogni pasto un bicchiere.

Questi sono i metodi popolari più conosciuti che sono raccomandati nei casi in cui le persone sono alla ricerca di modi per sbarazzarsi di calcoli biliari senza intervento chirurgico. Le recensioni su di loro sono abbastanza contraddittorie. Alcuni parlano di un netto miglioramento del benessere, altri sono delusi dalla fitoterapia. Ma devi sapere che tutti i metodi alternativi possono migliorare la secrezione della bile, stimolare la vescica, espandere leggermente i dotti, ma non possono sciogliere le pietre.

omeopatia

Alla ricerca di metodi di trattamento, molti si rivolgono a specialisti di medicina alternativa. Gli omeopati sono ora molto popolari. Ma anche loro dicono che possono solo dissolvere piccole pietre, che occupano non più di 1/3 del volume della cistifellea.

L'efficacia di questa terapia non è stata confermata ufficialmente. Ma nonostante questo, alcuni trattano i calcoli biliari con l'omeopatia senza chirurgia. Per questi scopi possono applicare il cosiddetto autovaccino. Anche l'urina del paziente può essere utilizzata come materiale biologico per la creazione di autonoodici.

Valutare l'efficacia del trattamento a volte fallisce. Dopotutto, gli omeopati dicono che i loro farmaci devono essere assunti in uno schema ben consolidato da diversi anni. Inoltre, questi specialisti di medicina alternativa sostengono che all'inizio del trattamento, la condizione potrebbe peggiorare. Per la maggior parte, questa è la ragione per rifiutare di continuare una terapia così discutibile.

Trattamento dei calcoli biliari senza chirurgia: mito o realtà? Come può curare i calcoli biliari senza chirurgia - risponde il medico

La colelitiasi è la formazione di calcoli nella cistifellea. Il metodo classico di trattamento prevede la chirurgia addominale con dissezione della cavità addominale e l'estrazione di pietre con mezzi meccanici.

Questo è un metodo di trattamento traumatico, sebbene affidabile. Non sempre senza di essa puoi farlo. Tuttavia, oggi ci sono metodi non invasivi e minimamente invasivi per il trattamento di calcoli biliari senza chirurgia. Ma in questo caso ci sono molte sfumature che devono essere prese in considerazione. Cosa devi sapere sul trattamento non chirurgico della colelitiasi?

Metodi di trattamento per calcoli biliari

Ci sono tre principali trattamenti per la colelitiasi.

La prima e più radicale è un'operazione, la cui essenza consiste nella dissezione della cavità addominale con la successiva rimozione dei concrementi. Negli ultimi anni, la laparoscopia è diventata una sostituzione per la classica chirurgia addominale, un'operazione mini-invasiva in cui gli strumenti chirurgici vengono inseriti nel sito chirurgico attraverso piccole incisioni nella pelle. Tale operazione ha un breve periodo di riabilitazione, anche se richiede una grande professionalità del medico. L'opzione di trattamento chirurgico più traumatico è la colecistectomia, che comporta la rimozione della cistifellea. Questa misura estrema è necessaria in casi eccezionali.

Il secondo riguarda l'assunzione di medicinali per sciogliere il calcolo. In alcuni casi, la necessità di iniezione di contatto dei farmaci direttamente nella cavità della cistifellea.

Il terzo è distruggere (schiacciare) i calcoli con un laser o un'ecografia.

Ciascuno dei metodi ha pro e contro, ha le sue caratteristiche. In alcuni casi, l'uno o l'altro metodo di trattamento può essere semplicemente inefficace. Dovrebbe capire di più.

Scioglimento medico di pietre

Nella maggior parte dei casi, questo metodo è inefficace. La dissoluzione medica del calcolo funziona solo nel caso di calcoli di colesterolo e quindi non in ogni caso. Questo è il trattamento più delicato. La sua essenza risiede nella somministrazione orale di farmaci specializzati:

• Analoghi di acidi biliari. Permesso con grande velocità per iniziare la reazione di dissoluzione di pietre nella cistifellea. Questi includono: Urosan, Henofalk, Henohol, ecc. Questi farmaci sono disponibili e non hanno gravi effetti collaterali, quindi, come un mezzo primario può essere prescritto non solo da un medico.

• Farmaci che stimolano la peristalsi della cistifellea. Deve essere applicato con molta cura. Spesso, i problemi con la cistifellea sono complessi. Quindi, discinesia organica, stasi biliare, tutti questi problemi possono essere aggravati quando si assumono stimolanti per ridurre la vescica. Questo gruppo include: Allohol, Kholas, Zixorin, Liobil.

I vantaggi di assumere farmaci:

• È una tecnica delicata. Non è richiesta alcuna preparazione speciale, il periodo di riabilitazione è assente.

• Non ci sono rischi per la vita.

• I preparativi di questi elenchi sono disponibili perché sono a basso costo.

Farmaci contro:

• Sebbene questi gruppi di farmaci non abbiano effetti collaterali significativi, cambiano seriamente il quadro clinico quando si effettuano i test. Gli indicatori di ALT, AST sono in crescita, questo complica ulteriormente la diagnosi e può essere erroneamente scambiato per problemi al fegato. In casi eccezionali, può sviluppare feci instabili, amarezza in bocca.

• Il corso della terapia è lungo. Il trattamento è richiesto per trascorrere almeno sei mesi. In casi eccezionali, il corso della terapia può raggiungere i tre anni o più. Per tutto questo tempo, i farmaci devono essere assunti senza sosta.

• In un gran numero di casi (oltre il 70%), le pietre della cistifellea del colesterolo si ripetono, il che significa che è necessario un nuovo corso di trattamento. Questo approccio è pieno di farmaci per quasi tutta la vita. Non importa quanto fossero sicuri, un lungo corso di trattamento non ha aggiunto salute a nessuno.

Ci sono anche alcune controindicazioni alla terapia farmaceutica.

• La presenza di patologie del tratto gastrointestinale. Prima di tutto, gastrite, ulcere gastriche, colecistite (particolarmente pericolosa), colite, morbo di Crohn.

• Presenza di discinesia biliare. Ricevere farmaci che migliorano la peristalsi della cistifellea, spinge in avanti le pietre. Ciò può provocare l'occlusione (blocco) delle vie biliari, l'ittero meccanico e, di conseguenza, la rottura dell'organo cavo.

• La presenza di malattie renali nella storia. Si presume che l'assunzione di questi farmaci porti ad un aumento del carico sui reni. Questo è esplicitamente indicato nelle istruzioni.

• Pietre di grandi dimensioni. Portare al blocco delle vie biliari.

• Il periodo di gestazione.

Per ottenere un effetto più rapido, la somministrazione dei preparati descritti è possibile attraverso la parete addominale direttamente nella cistifellea. Questa è una tecnica piuttosto pericolosa che richiede competenze sviluppate dal personale medico. Ha gli stessi vantaggi, svantaggi e controindicazioni.

Pietre frantumanti con laser e ultrasuoni

Il trattamento dei calcoli biliari senza chirurgia è possibile in altri modi.

Frantumazione ad ultrasuoni

La tecnica è ideale per la distruzione di pietre con un diametro non superiore a 30 mm senza impurità calcificanti. Se un paziente ha più di quattro calcoli nella cistifellea, questa tecnica non si applica.

• Non invasivo. A differenza dell'operazione, che richiede l'applicazione dell'incisione, questa tecnica non implica invasività. Tutto avviene entro 10-20 minuti con l'aiuto di un sensore simile a un dispositivo diagnostico a ultrasuoni.

• La velocità della procedura. Tutto il trattamento, come già notato, dura solo circa mezz'ora. Se le pietre sono piccole, allora molto più velocemente.

• Le pietre possono andare lungo il tratto biliare e, di conseguenza, si bloccheranno.

• Il metodo non tiene conto della natura delle pietre. Se le pietre hanno punte per eseguire la frantumazione ad ultrasuoni è estremamente pericoloso: tali pietre possono danneggiare le pareti della cistifellea.

• Il diametro delle pietre biliari è di oltre 3 centimetri.

• Una storia di malattie gastrointestinali. Prima di tutto, stiamo parlando di patologie del fegato e della stessa cistifellea.

• Bassa coagulazione del sangue, non regolata da farmaci specializzati.

• Il periodo di gestazione.

In generale, è un modo sicuro ed efficace per trattare i calcoli biliari senza intervento chirurgico. Ma, come in ogni altro caso, è importante attitudine attenta e uno studio chiaro della natura del processo in un particolare paziente.

Frantumazione laser

Tecnica minimamente invasiva. Attraverso una puntura della parete addominale anteriore, un sensore specializzato viene inserito nella cavità addominale. Le pietre vengono distrutte dal calore. Dopo un po 'di tempo, frammenti di calcolo entrano nel duodeno e poi vengono evacuati dal corpo con le feci.

• Invasione minima. Non è richiesta alcuna operazione complicata.

• Disponibilità della procedura.

• Come nel caso precedente, è possibile danneggiare le pareti del corpo con punte di calcolo.

• Richiede attrezzature costose professionali.

• Le alte temperature possono danneggiare la mucosa, causando una scottatura e successivamente un'ulcera alla cistifellea.

Controindicazioni alla procedura:

• Grande peso del paziente (oltre 125 chilogrammi). Ciò porterà al fatto che il sensore sarà semplicemente impossibile entrare nella cavità addominale a causa dell'abbondante tessuto adiposo.

• Condizioni gravi del paziente.

• Il paziente ha più di 60 anni.

I metodi descritti di trattamento della pietra nella cistifellea senza chirurgia non sono adatti a tutti e non sempre. È necessario prestare attenzione alla dimensione delle pietre, alla loro origine, carattere, numero. Questo è l'unico modo per determinare la tattica della terapia e valutare le prospettive per il trattamento previsto.

Esistono altri metodi di trattamento non invasivo!

Quindi, in alcuni casi, mostra la dieta. È efficace se le pietre sono piccole e possono ancora uscire da sole. La cosa principale in questo caso è migliorare la peristalsi della cistifellea. Per fare questo, dovresti mangiare più cibi di origine vegetale. Per lo stesso scopo e ricette adatte per il trattamento nazionale. Solo un medico dovrebbe raccoglierli: il rischio di farsi del male è grande.

I metodi di trattamento inoperativi nella maggior parte dei casi sono efficaci nelle prime fasi della colelitiasi. Ma in alcune situazioni non c'è semplicemente alternativa al trattamento chirurgico. La tattica di trattamento deve essere determinata da un gastroenterologo dopo una diagnosi approfondita.

Chirurgia per rimuovere calcoli biliari: indicazioni, condotta, risultato

"La colelitiasi è una delle più frequenti patologie croniche negli adulti, classificandosi al terzo posto dopo le malattie cardiovascolari e il diabete", scrive A. Ilchenko, MD, uno dei maggiori esperti di questo argomento nel paese. Le ragioni del suo sviluppo sono una serie di fattori, in particolare l'ereditarietà, le donne che assumono contraccettivi orali, l'obesità, il consumo di grandi quantità di colesterolo.

La terapia conservativa può essere efficace solo allo stadio pre-stone della malattia, che in questa fase viene diagnosticata solo mediante ultrasuoni. Le seguenti fasi mostrano un intervento chirurgico. La chirurgia per calcoli nella cistifellea può essere ridotta alla completa rimozione della cistifellea, alla rimozione del tartaro in modo invasivo o naturale (dopo la frantumazione, la dissoluzione).

Tipi di operazioni, indicazioni per

Al momento ci sono diverse opzioni per l'intervento chirurgico:

  • Colecistectomia - rimozione della cistifellea.
  • Holetsistolitotomiya. Questo è un tipo di intervento minimamente invasivo, che coinvolge solo la conservazione della cistifellea e l'estrazione dei sedimenti.
  • Litotripsia. Questa procedura riduce i calcoli con ultrasuoni o laser e rimuove i frammenti.
  • La litolisi da contatto è la dissoluzione delle pietre introducendo direttamente alcuni acidi nella cavità della cistifellea.

Nella maggior parte dei casi, viene eseguita la colecistectomia - rimozione della cistifellea. Un'indicazione sufficiente è il rilevamento di pietre e i sintomi caratteristici della malattia. Principalmente, è un forte dolore e rottura del tratto gastrointestinale.

È importante! Sicuramente, l'operazione viene eseguita in colecistite acuta (infiammazione purulenta) o coledocolitiasi (presenza di calcoli nei dotti biliari).

Nella forma asintomatica, l'operazione non può essere eseguita con l'eccezione dei casi in cui i polipi si trovano nella cistifellea, le sue pareti sono calcificate o le pietre superano i 3 cm di diametro.

Quando l'organo viene preservato, c'è un alto rischio di recidiva - secondo alcuni dati, fino al 50% dei pazienti deve affrontare la riformazione delle pietre. Pertanto, la colecistolototomia è prescritta solo se la rimozione di un organo è un rischio ingiustificato per la vita del paziente.

La colecistolotomia e la colecistectomia possono essere eseguite attraverso un'incisione o per via laparoscopica. Nel secondo caso, non vi è alcuna violazione della tenuta della cavità corporea. Tutte le manipolazioni sono fatte attraverso le forature. Questa tecnica è usata più spesso del solito, aperta.

La litotripsia può essere mostrata con piccole pietre singole (fino a 2 cm), condizioni stabili del paziente e nessuna storia di complicanze. In questo caso, il medico deve garantire la conservazione delle funzioni della cistifellea, la sua capacità contrattile, la pervietà delle vie di deflusso della secrezione liquida.

La litolisi da contatto viene utilizzata come metodo alternativo per l'inefficacia o l'impossibilità di eseguire altri. È sviluppato e utilizzato principalmente in Occidente, in Russia è possibile trovare solo alcuni messaggi su un'operazione riuscita. Ti permette di dissolvere solo la natura delle pietre di colesterolo. Il grande vantaggio è che può essere utilizzato con qualsiasi dimensione, quantità e posizione.

Preparazione per la chirurgia

Se le condizioni del paziente lo consentono, è meglio allungare il tempo prima dell'intervento a 1 - 1,5 mesi. Durante questo periodo, il paziente viene prescritto:

  1. Dieta speciale
  2. Ricezione di agenti con attività antisecretoria e spasmolitici.
  3. Corso di preparati multienzimatici.

Prima dell'operazione, il paziente deve essere sottoposto a sangue generale, urina, EEG, fluorografia ed essere esaminato per un numero di infezioni. La conclusione di specialisti medici che sono registrati con il paziente è obbligatoria.

Colecistectomia addominale (aperta)

L'operazione viene eseguita in anestesia generale. La sua durata è di 1-2 ore. Un agente di contrasto viene iniettato nel dotto biliare per una migliore visualizzazione. È necessario controllare l'assenza di pietre in esso. L'incisione è fatta sotto le costole o lungo la linea mediana nell'area dell'ombelico. In primo luogo, il chirurgo blocca tutti i vasi e i condotti che sono collegati alla cistifellea con clip metalliche o punti con fili autoassorbenti.

L'organo stesso in modo netto (per escludere i tagli) è separato dal fegato, dal tessuto adiposo e dal tessuto connettivo. Tutti i dotti e i vasi legati vengono asportati e la cistifellea viene rimossa dal corpo. Un tubo di drenaggio è installato nella ferita da cui il sangue e altri fluidi corporei si scaricheranno. Ciò è necessario affinché il medico possa monitorare se il processo purulento si è sviluppato nella cavità corporea. Con un risultato favorevole, viene rimosso in un giorno.

Tutti i tessuti sono cuciti a strati. Il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva. Finché l'effetto dell'anestesia non è finito, abbiamo bisogno di un controllo rigoroso sul suo polso e sulla sua pressione. Quando si sveglia, ci sarà una sonda nello stomaco e un contagocce nella sua vena. È importante! È necessario rilassarsi, non provare a muoversi, alzarsi.

laparoscopia

L'operazione di colecistectomia viene eseguita anche in anestesia generale, la sua durata è un po 'meno che con un aperto - 30-90 minuti. Il paziente è posto sulla schiena. Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo fa diverse forature nella parete della cavità addominale e vi introduce i trocar. I fori sono creati in diverse dimensioni. Il più grande è utilizzato per l'imaging con una fotocamera collegata a un laparoscopio e l'estrazione di un organo.

Nota. Un trocar è uno strumento con cui è possibile accedere alla cavità del corpo e preservare l'integrità delle sue pareti. È un tubo (tubo) con un mandrino (asta appuntita) inserito in esso.

Il paziente viene iniettato con anidride carbonica nella cavità del corpo con un ago. È necessario creare spazio sufficiente per le procedure chirurgiche. Almeno due volte durante l'operazione, il medico inclinerà il tavolo con il paziente - in primo luogo, per spostare gli organi al fine di ridurre il rischio di danni e quindi di spostarsi lungo l'intestino.

Bolla bloccata da un morsetto automatico. Il condotto e l'organo stesso sono distinti dagli strumenti introdotti in una delle forature. Un catetere viene inserito nel condotto per impedire la sua compressione o espulsione del suo contenuto nella cavità addominale.

Esaminare le funzioni dello sfintere. Ispeziona il condotto per assicurarti che non ci siano pietre in esso. Fai un taglio con micro forbici. Anche venire con i vasi sanguigni. Bolla delicatamente isolata dal suo letto, mentre monitora la presenza di danni. Tutti sono sigillati mediante elettrocauterio (uno strumento con un circuito di corrente elettrico riscaldato o una punta).

Dopo l'estrazione completa della cistifellea, l'aspirazione viene effettuata. Dalla cavità succhiano tutti i liquidi accumulati - segreti di ghiandole, sangue, ecc.

Con la colecistolotomia, l'organo stesso viene aperto e le pietre vengono rimosse. Le pareti sono cucite e le navi danneggiate si coagulano. Di conseguenza, la transizione del condotto non viene eseguita. La rimozione chirurgica delle pietre senza rimuovere la cistifellea viene praticata abbastanza raramente.

litotripsia

Il nome completo della procedura è la litotrissia extracorporea ad onde d'urto (ESWL). Suggerisce che l'operazione viene eseguita esternamente, fuori dal corpo, e anche che viene usato un certo tipo di onda, che distrugge la pietra. Ciò è dovuto al fatto che gli ultrasuoni hanno una diversa velocità di movimento in ambienti diversi. Nei tessuti molli, si diffonde rapidamente, senza causare alcun danno, e al momento del passaggio a una formazione solida (pietra), si verificano deformazioni che portano al verificarsi di cricche e distruzione del tartaro.

Questa operazione può essere indicata in circa il 20% dei casi con malattia del calcoli biliari. È importante! Non regge, se il paziente ha qualche altra istruzione nella direzione dell'onda d'urto, o se deve costantemente assumere anticoagulanti. Essi inibiscono la formazione di coaguli di sangue, che possono complicare la guarigione di possibili danni, il recupero dopo l'intervento chirurgico.

L'operazione viene eseguita in anestesia epidurale (somministrazione di un antidolorifico alla colonna vertebrale) o per via endovenosa. Prima di condurre il dottore durante l'ecografia, esamina la posizione ottimale del paziente e porta il dispositivo-emettitore nel luogo selezionato. Il paziente può sentire leggeri tremori o addirittura dolore. È importante rimanere calmi e non muoversi. Spesso potresti aver bisogno di diversi approcci o sessioni di litotripsia.

L'operazione è considerata valida se non ci sono pietre e le loro parti più grandi di 5 mm. Ciò si verifica nel 90-95% dei casi. Dopo la litotripsia, al paziente viene prescritto un ciclo di acidi biliari che aiuta a dissolvere i frammenti rimanenti. Questa procedura è chiamata litolisi orale (dalla parola per os - attraverso la bocca). La sua durata può arrivare fino a 12-18 mesi. La rimozione di sabbia e piccole pietre dalla cistifellea viene effettuata lungo i condotti.

L'opzione di sciogliere le pietre con un laser. Tuttavia, questa nuova tecnica è ancora in fase di sviluppo e finora ci sono poche informazioni sui suoi effetti ed efficacia. Il laser come un'onda d'urto viene condotto sulla pietra attraverso la puntura e si concentra direttamente su di essa. L'evacuazione della sabbia avviene naturalmente.

Contatto litolisi

Questa è un'operazione per rimuovere le pietre con la completa sicurezza dell'organo. Quando cura la malattia di base, ha una prognosi molto buona. In Russia, la tecnica è in fase di sviluppo, la maggior parte delle operazioni viene svolta all'estero.

Comprende diverse fasi:

  • Sovrapposizione di microcholecistoma. Questo è un tubo di drenaggio che rimuove il contenuto della cistifellea.
  • Valutazione mediante l'introduzione di un mezzo di contrasto del numero e della dimensione delle pietre, che consente di calcolare l'esatta quantità di litometria (solvente) ed evitare il suo ingresso nell'intestino.
  • Introduzione di metil-terz-butil etere nella cavità della cistifellea. Questa sostanza dissolve efficacemente tutti i depositi, ma può essere pericolosa per le mucose degli organi vicini.
  • Evacuazione attraverso il tubo di drenaggio della bile con la litometria.
  • Introduzione alla cavità dei farmaci anti-infiammatori della cistifellea per ripristinare la mucosa delle sue pareti.

complicazioni

Molti chirurghi credono che la colecistectomia elimina non solo le conseguenze della malattia, ma anche la sua causa. Il dott. Karl Langenbuch, che per la prima volta nel XIX secolo eseguì questa operazione, disse: "È necessario [rimuovere la cistifellea] non perché ci siano pietre, ma perché le formino". Tuttavia, alcuni specialisti moderni sono fiduciosi che con un'eziologia sconosciuta, l'intervento chirurgico non risolverà il problema e le conseguenze della malattia infastidiranno i pazienti per molti anni.

Queste statistiche lo confermano in molti modi:

  1. Dopo l'intervento, quasi il 100% dei pazienti presenta problemi nel tratto gastrointestinale.
  2. Un quarto dei pazienti afferma che la loro condizione non è migliorata e quasi il 30% parla di deterioramento.
  3. La disabilità dopo l'intervento chirurgico è assegnata dal 2% al 12% dei pazienti.
  4. Un terzo dei pazienti sviluppa la cosiddetta sindrome post-colecistectomia. Questo termine si riferisce alla disfunzione dello sfintere di Oddi dopo l'intervento chirurgico - muscolo a forma di anello, che pizzica il dotto che va nello stomaco da fegato, pancreas e cistifellea. Complicazione manifestata in un dolore grave e persistente.
  5. In alcuni pazienti, la membrana mucosa del duodeno è danneggiata a causa del rilascio costante di bile senza il suo accumulo nella vescica, che porta allo sviluppo di reflusso, duodenite, ecc.

I seguenti fattori aumentano il rischio di complicanze:

  • Paziente sovrappeso, il suo rifiuto di conformarsi alle prescrizioni del medico, dieta.
  • Errori durante l'operazione, danni agli organi vicini.
  • La vecchiaia del paziente, la presenza nella storia di altre malattie gastrointestinali.

Il principale pericolo di operazioni che non comportano la rimozione della cistifellea è una ricaduta della malattia e, di conseguenza, tutti i suoi sintomi spiacevoli.

Periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico

Entro pochi mesi, i pazienti dovranno seguire alcune raccomandazioni e le istruzioni del medico in merito alla nutrizione dovranno essere seguite per tutta la vita:

  1. Nei primi mesi dopo l'intervento chirurgico (anche minimamente invasivo), è necessario limitare lo sforzo fisico. Esercizi utili come "bicicletta", agitando le braccia da una posizione prona. La ginnastica esatta può raccomandare il medico curante.
  2. Le prime settimane che devi lavare solo sotto la doccia, non permettendo alla ferita di bagnarsi. Dopo le procedure igieniche, deve essere trattato con un antisettico - iodio o una soluzione debole di permanganato di potassio.
  3. Entro 2-3 settimane, il paziente deve aderire alla dieta numero 5 (ad eccezione di fritti, salati, grassi, dolci, piccanti), per prendere il colagogo. Dopo questo periodo, è consentito prendere tali prodotti solo in quantità molto limitate.
  4. Si consiglia di abituarsi a mangiare frazionario, 5-6 volte al giorno, con interruzioni nel primo mese dopo l'operazione a 1,5-2 ore, successivamente - 3-3,5 ore.
  5. Si raccomandano visite annuali ai sanatori, in particolare preferibilmente 6-7 mesi dopo l'intervento.

Il costo dell'intervento chirurgico, l'operazione sotto la politica OMS

Le operazioni più comuni descritte sono la colecistectomia aperta e laparoscopica. Quando vanno in una clinica privata, il loro prezzo sarà approssimativamente lo stesso - 25.000-30.000 rubli in istituzioni mediche a Mosca. Entrambe queste varietà sono incluse nel programma di assicurazione di base e possono essere eseguite gratuitamente. La scelta a favore di un'azienda pubblica o privata dipende interamente dal paziente.

La litotripsia della cistifellea non viene eseguita in tutti i centri medici e solo per denaro. Il costo medio è di 13.000 rubli per sessione. La litolisi da contatto in grandi quantità in Russia non è ancora stata effettuata. La colecistolototomia può costare da 10.000 a 30.000 rubli. Tuttavia, non tutte le istituzioni mediche forniscono tali servizi.

Recensioni dei pazienti

La domanda principale sui forum dedicati alla malattia da calcoli biliari - vale la pena o non ne vale la pena. Sfortunatamente, i metodi di intervento risparmiatori di organi non sono ancora stati perfezionati, ed è necessario confrontare i rischi e prendere una decisione difficile. Diversi dottori possono avere la loro opinione sulla necessità di un intervento chirurgico, il tempo che dovrebbe essere eseguito.

La laparoscopia ha ottenuto molti feedback positivi. I pazienti sono soddisfatti della mancanza di punti di sutura, recupero rapido. Coloro che hanno avuto coliche e forti dolori associati a una pietra che entra nel condotto, annotano con piacere la sensazione di leggerezza e comfort.

Operazione oggi, purtroppo - l'unico modo efficace per sbarazzarsi della malattia del calcoli biliari. Nonostante lo sviluppo di interventi chirurgici minimamente invasivi e di conservazione degli organi, nella maggior parte dei casi è necessario ricorrere alla rimozione della vescica. L'operazione ha una serie di complicazioni, alcuni sintomi possono tormentare i pazienti per tutta la vita, ma non possono essere paragonati al dolore causato dai calcoli.


Articolo Successivo

Qual è il fegato epatomegalia

Altri Articoli Su Fegato

Cirrosi

Contatto perinatale come metodo di trasmissione dell'epatite C

"Affettuoso assassino" o epatite C è considerata una pericolosa malattia del mondo moderno, principalmente a causa della lunga assenza di sintomi di patologia.
Cirrosi

Dolore al fegato durante l'esercizio

Lascia un commento 9.340Il dolore al lato può essere causato da problemi al fegato. L'esercizio fisico nelle malattie del fegato a volte parla di disturbi nel lavoro di un organo, diventano la causa delle sensazioni di taglio.