Cancro epatico epatocellulare

Tra i tumori maligni del fegato, il carcinoma epatocellulare è la forma più comune della malattia. Tali tumori si verificano principalmente a causa di danni epatici cronici.

Il carcinoma epatocellulare si sviluppa da epatociti - cellule del parenchima epatico. A volte questi tumori sono chiamati epatomi. Il trattamento del cancro epatocellulare è un processo lungo e graduale che non sempre termina con successo: la malattia ha un tasso di mortalità relativamente alto.

  • Tutte le informazioni sul sito sono solo a scopo informativo e NON SONO A manuale per l'azione!
  • Solo il MEDICO può fornirti la DIAGNOSI ESATTA!
  • Ti invitiamo a non fare auto-guarigione, ma a registrarti con uno specialista!
  • Salute a te e alla tua famiglia! Non perdere il cuore

motivi

I principali fattori che portano allo sviluppo del cancro epatocellulare sono le malattie croniche del fegato - epatite (B e C), cirrosi.

Gli uomini soffrono di carcinoma epatocellulare molte volte più spesso delle donne: ciò è dovuto alla predisposizione degli uomini all'alcolismo e all'abuso di droghe. Intossicazione persistente da alcol nel fegato, che porta prima allo sviluppo dell'epatosi grassa, poi l'epatite e, infine, la cirrosi, è certamente una delle principali cause del cancro epatocellulare.

Il danno epatico infettivo (nella maggior parte dei casi, virale) porta a compromissione funzionale dell'organo e all'ulteriore degenerazione delle cellule nei tumori maligni.

Le persone a rischio hanno anche cibi ricchi di aflatossina nella loro dieta. Alte concentrazioni di questo composto si trovano nei piatti asiatici. Anche il contenuto della sostanza aumenta con lo stoccaggio improprio dei prodotti. Una grande quantità di aflatossina si trova in arachidi guaste, prodotti di soia e birra.

Il cancro epatico epatocellulare può anche essere attivato da alcuni farmaci:

  • steroidi anabolizzanti che vengono assunti a lungo a un dosaggio che supera la dose raccomandata;
  • contraccettivi a base di estrogeni;
  • preparati contenenti cloruro di vinile.

In realtà, tutti i farmaci che vengono assunti in alte dosi influenzano negativamente il fegato. E molti dei farmaci portano alla comparsa di cellule atipiche inclini alla trasformazione maligna.

Video: sul cancro al fegato

Segni di

Nelle prime fasi del cancro epatocellulare, non ci sono segni specifici della malattia. Molto spesso non ci sono manifestazioni. I sintomi compaiono dopo che il tumore inizia a crescere di dimensioni e si diffonde ai tessuti e agli organi vicini. Ecco perché i controlli preventivi di routine sono importanti per le persone a rischio di malattia.

Allo stadio di diffusione del tumore, si osservano i seguenti segni della malattia:

  • dolore doloroso periodico nell'ipocondrio destro, che alla fine si verifica più spesso (in seguito il dolore diventa permanente);
  • sensazione di pienezza, pesantezza e pressione nel fianco, aumentando di sera;
  • ingrandimento del fegato, che può essere rilevato con la palpazione (l'organo ha spesso una superficie irregolare e durezza insolita);
  • segni di dispepsia - nausea, disturbi gastrici, mancanza di appetito, bruciore di stomaco;
  • riduzione del peso;
  • minori periodi di aumento della temperatura, che aumentano nel tempo;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale - ascite: questa condizione è associata ad alterata circolazione del fluido all'interno del corpo;
  • trombosi della vena porta ed edema inferiore associato ad esso;
  • epistassi improvvisi;
  • telangiectasia sulla pelle (vene del ragno);
  • ittero: si sviluppa in una fase avanzata e porta a ingiallimento della pelle e sclera, alleggerimento delle feci, oscuramento delle urine;
  • prurito della pelle.

diagnostica

La diagnosi precoce e corretta determina in larga misura il successo della terapia successiva. Il medico può determinare i primi segni di cancro all'esame iniziale.

Il cancro sospetto permette la palpazione della cavità addominale. Fegato, ascite e vasi sanguigni pronunciati nell'addome possono indicare la presenza di processi maligni.

Le analisi del sangue di laboratorio rivelano i seguenti parametri patologici:

  • aumento della VES - velocità di sedimentazione degli eritrociti;
  • segni di anemia (anemia);
  • ridotti livelli di glucosio;
  • eccesso di calcio (ipercalcemia);
  • la presenza di livelli elevati di alfa-fetoproteina (proteina specifica).

Oltre ai metodi diagnostici di laboratorio, i medici utilizzano metodi di imaging hardware - ultrasuoni, tomografia computerizzata, imaging a risonanza magnetica, tomografia ad emissione di positroni. Questi metodi ci permettono di valutare la dimensione del tumore, per determinare il grado di diffusione del tumore. I metodi consentono anche di rilevare la presenza di lesioni secondarie.

Per identificare le metastasi, è possibile utilizzare altri metodi di esame del corpo, ad esempio la scintigrafia con radioisotopi per la ricerca sul tessuto osseo. L'angiografia a contrasto viene utilizzata per valutare lo stato del sistema vascolare: un mezzo di contrasto viene iniettato nel sistema circolatorio - le immagini vengono prese utilizzando la tomografia computerizzata, in cui sono visibili i cambiamenti vascolari.

Per la conferma finale della diagnosi, viene eseguito l'esame istologico dei campioni prelevati durante la biopsia.

La procedura di biopsia può essere eseguita in due modi: utilizzando una puntura (un campione di tessuto viene prelevato inserendo un ago nella cavità addominale) e utilizzando la laparoscopia diagnostica. Quest'ultimo metodo consente anche di ispezionare la cavità interna del paziente con un tubo con una videocamera inserita attraverso l'incisione.

Le cliniche per il trattamento del cancro del fegato si riflettono in questo articolo.

trattamento

La terapia per il cancro epatocellulare precoce consiste nell'eseguire operazioni radicali. La resezione epatica (rimuovere una piccola parte dell'organo insieme a un tumore o la metà anatomica del fegato) è possibile quando il tumore viene rilevato negli stadi 1-2. Attualmente vengono eseguite operazioni in cui viene rimosso fino al 70-80% del fegato: questo organo ha una maggiore capacità di rigenerazione.

Nella maggior parte dei casi, il fegato viene riportato alle dimensioni originali - purché, naturalmente, il paziente soddisfi tutte le raccomandazioni mediche, segua una dieta e un regime.

La chirurgia radicale per un tumore molto grande, soprattutto diffuso, è un trapianto di organi.

Il trapianto di un fegato donatore è sempre un'operazione pericolosa e altamente rischiosa (specialmente nei casi in cui non viene eseguita in una clinica specializzata). Ma il problema non è solo nella complessità dell'operazione - il problema è anche nella presenza di un organo donatore per il trapianto.

Altri trattamenti per il cancro epatocellulare sono anche praticati:

  • termoablazione a radiofrequenza di un tumore (che brucia da una neoplasia ad alta temperatura);
  • crioablazione - esposizione all'azoto liquido;
  • l'introduzione di etanolo (o acido acetico) direttamente nel tumore;
  • embolizzazione - blocco del vaso sanguigno che alimenta il tumore.

Le ultime tecniche sono praticate per tumori di piccole dimensioni (non più di 5-6 cm).
Dopo l'intervento chirurgico, di solito viene prescritta una terapia adiuvante: esposizione a radiazioni o droghe. I medici devono essere sicuri che le cellule tumorali siano completamente eliminate per escludere la possibilità di una ricaduta - la recidiva della malattia.

Sfortunatamente, nessun tipo di terapia può garantire l'assenza di recidiva al 100%. Il trattamento palliativo in fasi inoperabili consiste nella terapia sintomatica e nella somministrazione di farmaci che rallentano le metastasi.

Molte persone spesso chiedono ai medici: "Quante persone vivono con metastasi nel cancro del fegato di 4 gradi?". Leggi di più qui.

Tutto sul trattamento del cancro al fegato 4 gradi di rimedi popolari descritti in questa sezione.

Prognosi per carcinoma epatocellulare del fegato

La prognosi dopo il trattamento chirurgico dipende sia dallo stadio della malattia che dall'età del paziente e dalla presenza di malattie concomitanti.

Nelle operazioni operabili, la prognosi di sopravvivenza per un periodo di 5 anni è del 70-80%. Il trapianto di fegato donatore dà speranza per un risultato favorevole nel 75% dei casi.

In alcuni casi, si sviluppa una reazione di rigetto. Questa reazione è difficile da prevedere, ma a volte può essere prevenuta con l'aiuto di speciali farmaci che sopprimono il sistema immunitario. Alla fase 4 del tumore con tumori non resecabili, la prognosi di sopravvivenza è scarsa. I pazienti vivono non più di pochi mesi. La causa della morte è sia la disfunzione del fegato stesso (insufficienza epatica acuta) che lo sviluppo di lesioni secondarie.

Come diagnosticare il cancro epatico epatocellulare

Il cancro del fegato ha molte varietà della sua manifestazione. E uno dei tipi è il cancro epatocellulare di questo organo.

Questo tipo è considerato il più comune e pericoloso di tutte le patologie maligne del fegato. Secondo le statistiche, colpisce oltre il 90% dei pazienti con cancro del fegato.

definizione

Il cancro epatico di tipo epatocellulare è una lesione maligna dei tessuti di un organo che si sviluppa dalle cellule del parenchima epatico - epatociti. La patologia può agire come un tumore primario, ma il più delle volte è una formazione secondaria che si forma come risultato di metastasi nel cancro di un altro organo.

motivi

Le osservazioni a lungo termine hanno rivelato una serie di fattori che possono provocare lo sviluppo di un tumore maligno nel fegato:

  • epatite virale di tipo cronico. I virus dell'epatite sono in grado di penetrare nelle cellule dell'organo, modificandone la struttura e l'indebolimento. Nella forma cronica, sono trasformati in quelli cancerosi;
  • cirrosi, che porta alla graduale distruzione dei tessuti dell'organo e alla distruzione del suo funzionamento. Secondo i dati clinici, la cirrosi epatica nella metà dei casi termina con la sua degenerazione in un tumore maligno;
  • patologia delle vie biliari. Di regola, portano a ristagno e accumulo di tossine, che aumenta il carico sul fegato;
  • intossicazione regolare da alcol, droghe o sostanze chimiche. Sono in grado di provocare la distruzione di cellule epatiche, che possono essere sostituite da tessuto atipico fibroso;
  • steatoepatite. Oltre all'epatite virale e alla cirrosi, è una delle cause più comuni di cancro al fegato.

In questo articolo, informazioni sul carcinoma a cellule squamose dell'esofago di 3 gradi.

A seconda del quadro clinico dello sviluppo del tumore, ci sono 3 tipi:

  1. Tumore staccabile, che ha una piccola dimensione e una maggiore densità. Quando l'ispezione dell'hardware è determinata dal cambiamento dell'ombra del tessuto interessato, la sua mobilità e deformazione.
  2. Tumori travestiti da ghiandole naturali del corpo. Durante la formazione di questo tipo di tumore, vi è una graduale sostituzione del tessuto epatico con cellule atipiche che ripetono completamente l'aspetto dell'organo. Di regola, si trova solo con una crescita estesa.
  3. Grandi cellule male distinguibili. Molto spesso localizzati nello spessore del fegato, interessano solo parzialmente la sua superficie.

Fasi e sintomi

Perché la patologia di questo tipo è caratterizzata da diverse fasi di sviluppo, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche.

Fase A

È caratterizzato dall'apparizione di un nodo solitario, con un diametro fino a 2 cm. In questa fase, fino a 3 nodi del genere possono formarsi nel fegato. Questo stadio è caratterizzato dall'assenza di invasioni vascolari, che aumenta le possibilità di un completo recupero. La patologia allo stadio A ha le sue caratteristiche specifiche:

  • nausea frequente, specialmente dopo pasti pesanti;
  • disturbi regolari dello stomaco e dell'intestino;
  • bruciore di stomaco, che può verificarsi indipendentemente dal pasto;
  • rapida perdita di peso;
  • perdita di appetito e perversione del gusto.

Stadio B

Questo stadio è caratterizzato dall'assenza di un aumento dei linfonodi solitari, ma allo stesso tempo si osserva la formazione di invasioni vascolari o di molteplici focolai maligni. Di norma, la patologia copre una parte di organo.

Inoltre, questo stadio è caratterizzato da un diverso quadro dello sviluppo della malattia: il nodo aumenta di oltre 2 cm e appaiono nuovi fuochi maligni, ma non si osservano invasioni vascolari.

Questo stadio della malattia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • carattere doloroso che si verifica periodicamente e si estende all'ipocondrio destro. Con la crescita delle formazioni e un aumento del loro numero, il dolore diventa più intenso e si manifesta sempre di più;
  • sensazione di pienezza e pesantezza nel lato destro;
  • con un aumento del corpo, vi è una costante pressione sulle costole, che si manifesta chiaramente nella posizione seduta. Questa manifestazione ha una maggiore intensità la sera.

Stage C

Si distingue per la proliferazione di nodi solitari, il cui diametro è di 2 cm o più. I nodi sono combinati con l'invasione di tipo vascolare e diffusa in tutto l'organo. Alla fine di questo stadio, il tumore si espande al di fuori del fegato e colpisce i linfonodi regionali e i tessuti e gli organi circostanti. Questo porta alla disfunzione d'organo, che è indicata da alcuni sintomi:

  • un aumento dell'addome, dovuto all'accumulo di liquido nella cavità addominale, poiché la disfunzione epatica porta alla rottura della circolazione interna del fluido;
  • edema degli arti associato a trombosi della vena porta;
  • sanguinamento: nasale e intra-addominale;
  • peritonite risultante da sanguinamento interno;
  • formazione sulla pelle delle vene varicose, il cui numero aumenta con la crescita dell'oncologia;
  • colorazione della pelle e delle mucose degli occhi di colore giallo;
  • urina scura e feci alleggerite.

Alto vicino chiuso del tessuto di organo

Fase D

Nell'ultima fase, la patologia si diffonde non solo sull'organo, ma anche sulla parete addominale, sul portale e sulle vene epatiche. Inoltre, si notano metastasi remote. Un tumore in questo periodo è ben diagnosticato aumentando l'intensità dei segni delle fasi iniziali e, inoltre, è caratterizzato dalla comparsa di nuovi sintomi:

  • il fegato viene facilmente rilevato dalla palpazione. Ha una superficie irregolare non uniforme, mentre una parte può essere significativamente inferiore all'altra;
  • un aumento dell'addome raggiunge dimensioni enormi. In questa fase, la quantità di liquido nella cavità addominale può raggiungere 3,7 litri;
  • l'assunzione di cibo non è possibile a causa del vomito costante;
  • la sedia, che si manifesta con frequenti diarrea, è completamente disturbata.

Questo articolo descrive i primi segni del cancro laringeo in una fase precoce.

sondaggio

La diagnosi di questa malattia viene effettuata utilizzando speciali tecniche di chiarificazione:

  1. Analisi del sangue generale Permette di identificare il processo infiammatorio maligno nei tessuti del fegato, secondo la composizione modificata del sangue.
  2. Test funzionali della funzionalità epatica. Rappresentano un gruppo di analisi speciali finalizzate allo studio e alla diagnosi delle principali funzioni di un organo.
  3. Determinazione degli antigeni HBV / HCV. È un'analisi progettata per rilevare il virus dell'epatite B che causa il cancro al fegato.
  4. Determinazione della siero alfa-proteina (AFP). Un'analisi per determinare la quantità di una determinata sostanza che aumenta in presenza di una lesione di organo canceroso.

Inoltre, per la diagnostica, viene utilizzato il noto metodo degli ultrasuoni, la malattia appare sullo schermo del monitor, mostrato in questo video:

trattamento

I metodi di trattamento per il carcinoma epatocellulare dipenderanno dal tipo di malattia e dal suo stadio:

  1. Trapianto d'organo È usato solo nelle fasi iniziali della malattia, con qualsiasi tipo di cancro al fegato. È l'opzione di trattamento più preferita.
  2. Resezione della zona interessata. Agisce come alternativa al trapianto di fegato, con stadi avanzati di patologia. Prevede la rimozione parziale dell'organo.
  3. Chemioembolizzazione. Nominato per pazienti con normale funzionalità epatica, assenza di disseminazione extraepatica di patologia e invasione vascolare. Viene utilizzato quando è impossibile eseguire un intervento chirurgico. In questo caso, per fermare la crescita di un tumore, vengono introdotti nei vasi che lo alimentano, sostanze speciali che bloccano le loro lacune.
  4. Metodo PEI. Mostrato in caso di situazione inutilizzabile. Rappresenta l'introduzione di alcol nel tessuto tumorale, che porta alla sua necrosi.
  5. Termoablazione a radiofrequenza Implica un impatto sull'area patologica delle alte temperature, che vengono servite sul tumore con un elettrodo speciale, riassunto attraverso una piccola puntura. Il metodo è usato per rimuovere tumori maligni con un diametro di 3 cm.
  6. Criodistruzione. È un metodo mediante il quale l'area patologica è completamente congelata con argon o azoto. Ad oggi, questo metodo è usato raramente, poiché durante la procedura c'è un alto rischio di danni al tessuto epatico sano.
  7. Fotocoagulazione laser. Viene mostrato nelle fasi iniziali del tumore con un tumore fino a 4 cm Le violazioni dell'integrità delle cellule patologiche si ottengono esponendo l'area interessata a un raggio laser di un effetto a bassa frequenza.
  8. La radioterapia. È usato negli stadi avanzati della malattia con metastasi ai tessuti adiacenti e ai linfonodi regionali. È prodotto da un metodo locale, che aumenta le possibilità di un risultato positivo del trattamento.
  9. Chemioterapia intra-arteriosa. È un metodo efficace in cui l'introduzione di farmaci antitumorali nell'arteria. A causa di ciò, i principi attivi vanno alle cellule anormali in maggiore concentrazione.
  10. Terapia palliativa Nominato all'ultimo stadio della malattia, quando non ci sono possibilità di recupero. Questa tecnica è volta a ridurre l'intensità dei sintomi, al fine di facilitare la salute del paziente.

prospettiva

La prognosi per il trattamento di questo tipo di cancro del fegato dipenderà direttamente dallo stadio della patologia e dall'età del paziente. Nelle fasi iniziali della malattia, dopo l'intervento chirurgico, la soglia di sopravvivenza a cinque anni supera l'80% dei pazienti.

Il trapianto di fegato dà un risultato positivo nell'85% dei casi, ma nel 17% c'è il rigetto d'organo. Il trattamento nelle fasi finali della maggioranza dà un risultato sfavorevole. In media, in 3 fasi, il 30% sopravvive per 5 anni. Per la fase 4, queste cifre sono ancora più piccole. Di regola, solo il 20% dei pazienti riesce a vivere più di 3 anni.

In assenza di qualsiasi trattamento, il cancro epatico di tipo epatocellulare si sviluppa rapidamente, il che consente a una persona di vivere per circa 6 mesi.

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Cancro epatico epatocellulare

Il carcinoma epatocellulare è considerato una delle forme più comuni di cancro al fegato negli adulti. Questo è un tumore in rapida evoluzione, che nella maggior parte dei casi porta alla morte. Questa malattia colpisce uomini con più di 50 anni.

Caratteristiche dello sviluppo del cancro epatico epatocellulare

Secondo le statistiche, il carcinoma epatocellulare è la forma più comune della malattia tra i tumori maligni del fegato. I tumori di questo tipo si verificano nella maggior parte dei casi a causa della presenza di malattia epatica cronica negli esseri umani.

Lo sviluppo di un tumore maligno

Il cancro del fegato epatocellulare si sviluppa dalle cellule del parenchima epatico, gli epatociti. Un altro nome per questi tumori è l'epatoma o il carcinoma epatocellulare.

Il trattamento del cancro epatocellulare è un processo lungo, graduale e piuttosto difficile, che non sempre porta a un risultato positivo.

Nella maggior parte dei casi, il tumore appare come una neoplasia secondaria, cioè la neoplasia si è formata come risultato di metastasi del cancro di un altro organo, ma l'aspetto di un tumore primario non è escluso.

Tipi e forme di cancro epatico epatocellulare

Il carcinoma epatocellulare è classificato in diverse forme:

  • massiccio - è un singolo grande nodo e / o educazione con metastasi alla periferia del fegato;
  • nodulare - questi sono molti nodi di un tumore di uguali dimensioni. I neoplasmi si formano in un lobo o immediatamente in entrambi. I tumori più grandi possono avere aree di necrosi al centro e in un cerchio circondato da piccoli nodi. Possibile fusione di nodi man mano che crescono, interessando gran parte dell'organo;
  • diffuso - è abbastanza raro. Le cellule maligne infettano l'intero fegato - questo porta alla formazione di molti piccoli nodi o infiltrazioni.

Secondo i segni istologici, il cancro epatico epatocellulare è suddiviso nei seguenti tipi:

  • trabecolare - cellule maligne formano trabecole, che sono separati da vasi sinusoidali;
  • pseudo-ferro - formato sotto forma di tubuli, nelle fessure di cui si accumulano la bile e l'essudato fibroso;
  • compatto - le trabecole sono strettamente legate l'una all'altra, le sinusoidi tra loro sono quasi invisibili;
  • skirrozny - si sviluppa in modo simile al tipo trabecolare, ma si differenzia in abbondante stroma fibroso.

Cause del cancro epatico epatocellulare

Lo sviluppo del cancro epatico epatocellulare è più suscettibile al genere maschile rispetto alla femmina. Ciò è dovuto alla predisposizione degli uomini all'alcol e all'abuso di droghe.

La dipendenza da alcool conduce inizialmente allo sviluppo dell'epatosi grassa, quindi all'epatite e successivamente alla cirrosi, che è la causa principale dello sviluppo del cancro epatocellulare.

Le lesioni virali (virus dell'epatite B o C) del fegato portano a significativi disturbi funzionali nell'organo e alla trasformazione di cellule sane in maligne.

A rischio sono le persone che mangiano cibi con aflatossina, alte concentrazioni di cui si trovano nei piatti asiatici.

Provocare anche il verificarsi di cancro al fegato epatocellulare può alcuni farmaci, come ad esempio:

  • steroidi anabolizzanti (con uso prolungato e superamento del dosaggio);
  • contraccettivi a base di estrogeni;
  • farmaci che contengono cloruro di vinile.

Inoltre, lo sviluppo del cancro epatocellulare del fegato può innescare l'emocromatosi o la malattia di Wilson.

L'aspetto del carcinoma epatocellulare è impossibile senza danni alle cellule del fegato (epatociti), porta a un'infiammazione che rigenera e, infine, porta alla cirrosi epatica. Il pericolo di questa malattia è che il tumore appena formato assomigli a degli epatociti assolutamente sani per morfologia.

Sintomi e manifestazione del cancro epatico epatocellulare

Il cancro del fegato epatocellulare, a seconda dello stadio di sviluppo e delle lesioni metastatiche, presenta vari segni. La fase iniziale con piccoli tumori può essere diagnosticata con una procedura ecografica standard. Di regola, durante questo periodo, i pazienti non sentono alcun disagio.

Quando il tumore progredisce attivamente, si osserva un aumento delle dimensioni dell'organo, i pazienti lamentano dolore nell'ipocondrio destro, debolezza generale e malessere. Perdita di peso brusca e sazietà precoce indicano una crescita eccessiva di un tumore maligno.

Inoltre, l'ittero, che appare come risultato dell'ostruzione dei dotti biliari, indica la progressione degli onco-tumori. In casi frequenti, accompagnato da emorragia nel tratto gastrointestinale. Inoltre ha osservato diarrea, perdita di appetito, dolore alle ossa, mancanza di respiro e, nel caso del processo metastatico, dolore al torace e tosse. I pazienti con cirrosi spesso sviluppano ascite.

Complicazioni fatali nel cancro epatico epatocellulare sono il sanguinamento addominale a seguito di un tumore rotto. O la febbre, che è sorta sullo sfondo della necrosi centrale del fegato. Questi sintomi sono accompagnati da vomito sanguinante e dalla presenza di sangue nelle feci.

La disfunzione epatica o la congestione venosa nel tratto gastrointestinale sono segni clinici della malattia. Allo stesso tempo, i pazienti hanno "stelle" vascolari sulla pelle e vene dilatate nell'ombelico.

Come diagnosticare il cancro epatico epatocellulare?

Durante l'esame, un medico esperto dovrebbe tenere conto di tutti i fattori di rischio di questa malattia, un'attenzione particolare è rivolta alla storia familiare, cioè alla presenza o all'assenza di cancro del fegato nei parenti di sangue.

La diagnosi di cancro del fegato è un processo molto complesso che include diversi passaggi:

  • analisi del sangue per la presenza di determinati marcatori;
  • diagnostica visiva;
  • studi istologici.

Quando si tratta di resezione di routine, un test di biopsia preoperatoria non è necessario, in quanto può causare complicanze nei pazienti con cirrosi.

La prima cosa che un dottore dovrebbe pagare, se osservata, è quella di modificare le dimensioni del fegato, nonché la cirrosi possibile.

Allo stesso tempo, vengono assegnati test standard:

  • emocromo completo;
  • test funzionali di funzionalità epatica;
  • rilevamento di antigeni HBV / HCV;
  • livello di proteina alfa nel siero (AFP).

La rilevazione di una specifica proteina nel sangue chiamata alfa-fetoproteina (AFP) nella maggior parte dei casi indica un processo di cancro.

Nonostante sia stato diagnosticato un livello elevato di AFP in tutti i pazienti con carcinoma epatocellulare, viene effettuata una serie di esami aggiuntivi per una diagnosi più accurata. Infatti, i tassi elevati sono stati osservati in pazienti con varie epatiti virali o altre patologie. È interessante notare che questo elemento si trova normalmente solo nel siero dell'embrione.

Vale la pena notare che nella maggior parte dei pazienti questa malattia si trova nell'ultima fase. L'insidiosità del cancro epatico epatocellulare è che è quasi impossibile diagnosticarlo in una fase precoce, a causa dell'assenza di sintomi. Per quanto riguarda i pazienti con malattie croniche del fegato, i tumori vengono diagnosticati utilizzando un'analisi di aumento dell'AFP, e inoltre, un'ecografia, una TAC o una risonanza magnetica possono aiutare a identificare il disturbo.

Per quanto riguarda i pazienti senza anomalie significative o anormalità del fegato, la diagnosi è stabilita in presenza di qualsiasi eziologia poco chiara o lesioni di diversa natura. In questo caso, è consentito un test di biopsia.

Se viene diagnosticato un carcinoma epatocellulare epatico primario, è imperativo determinare la presenza di fibrogenesi e l'incidenza delle invasioni vascolari. Per fare previsioni, è anche necessario determinare la gravità della malattia, il numero di formazioni tumorali, la loro natura, posizione, così come determinare la presenza di metastasi. Per costruire un trattamento per un organo, è necessario istituire le sue malattie funzionali sullo sfondo di un tumore maligno.

Trattamento del cancro epatico epatocellulare

Al fine di scegliere il trattamento giusto per il cancro epatico epatocellulare, prima di tutto è necessario contattare uno specialista altamente qualificato che condurrà una diagnosi completa e sarà in grado di determinare il quadro clinico della malattia. Naturalmente, nella costruzione di una strategia di trattamento, il ruolo principale è svolto dal grado di sviluppo dell'istruzione sul cancro.

Così, nei primi stadi del cancro del fegato, il carcinoma epatocellulare viene rimosso con l'aiuto di un trapianto di organi, oltre alla sua resezione.

Per quanto riguarda i casi in cui l'intervento chirurgico è impossibile o una vasta gamma di crescita di metastasi - qui non si dovrebbe sperare in un risultato positivo.

I medici distinguono molti dei metodi più efficaci di trattamento, è: resezione completa o parziale, trapianto di fegato ortotopico.

Essi prolungano significativamente la vita umana e garantiscono un alto tasso di sopravvivenza. Gli interventi chirurgici sono consigliabili per meno del 20% dei pazienti. Ciò è dovuto alla dimensione e alla posizione del tumore, alla presenza o all'assenza di patologie e alle condizioni generali del paziente.

L'essenza della resezione chirurgica è la completa rimozione del tumore sotto forma di un nodo solitario con un minimo impatto sull'area del parenchima epatico. Ciò consente di evitare l'insufficienza dell'organo operato.

Questa procedura è possibile per i pazienti senza segni di ipertensione portale, con tumori singoli, senza invadere la rete vascolare dell'organo. Un risultato positivo è migliorato dal funzionamento relativamente normale del fegato.

Per quanto riguarda il trapianto ortotopico, esistono criteri per la selezione dei pazienti. Per il trapianto di fegato, viene presa in considerazione la dimensione e il numero di tumori. Gli esperti ritengono che i pazienti con un singolo tumore fino a 5 cm di diametro siano ammessi a questa procedura. È consentito un massimo di 3 tumori, non più grandi di 3 cm ciascuno. Sebbene alcuni chirurghi espandano questo criterio e operano su pazienti con tali indicatori: un singolo tumore fino a 7 cm di dimensione, tre tumori meno di 5 cm e cinque tumori meno di 3 cm.

Un altro trattamento per il carcinoma epatocellulare è il trattamento localizzato. Prima di utilizzare questa tecnica, il medico esegue una diagnosi dettagliata riguardo al numero, alle dimensioni e alla posizione del tumore, al coinvolgimento della vena porta e alla possibile presenza di varie metastasi. L'essenza di questo metodo è di massimizzare la riduzione del flusso di sangue alla formazione del cancro, così come la somministrazione localizzata di sostanze chimiche speciali direttamente nel tumore.

Un modo inefficace per combattere il cancro del fegato è la chemioterapia sistemica. Ciò è dovuto al fatto che, rispetto ad altre patologie, tale terapia può portare a risultati imprevedibili e una condizione critica del paziente.

Inoltre, i pazienti con carcinoma epatocellulare dovrebbero essere invitati a partecipare a studi clinici, a vari programmi sperimentali, che nel loro caso possono dare una tendenza positiva. Per quanto riguarda i pazienti con malattia grave, devono essere trasferiti alla terapia di mantenimento.

Previsione della vita per il cancro epatico epatocellulare

Se parliamo di previsione, allora in presenza di cancro al fegato è sfavorevole. Tutto a causa del fatto che nella stragrande maggioranza, i tumori in questo organo sono diagnosticati nelle ultime fasi. In assenza di una terapia tempestiva e di alta qualità, la sopravvivenza del paziente è di circa 4 mesi.

Cancro epatico epatocellulare

Il cancro epatico epatocellulare è considerato il tipo più comune di cancro al fegato. Lo sviluppo della malattia deriva da patologie croniche che colpiscono il fegato.

Il trattamento del cancro è un processo complesso, lungo e costoso, che non può dare una garanzia del 100% di recupero completo.

Forme della malattia

Il cancro del fegato epatocellulare in medicina è diviso in diverse forme principali, tra cui:

  1. La comparsa di nodi maligni - appare come risultato della cirrosi. Questo tipo di patologia si verifica in metà dei pazienti.
  2. La crescita graduale di un singolo tumore - colpisce il parenchima dell'organo, appare solo in 1 persona su 10.
  3. Forma multifocale - un tumore colpisce l'intero organo, ma è impossibile determinare il primo nodo e le metastasi. Una forma così maligna in medicina è molto rara.
  4. Forma combinata: include diversi tipi di malattia.
  5. Fibrolaminare - compare nel 2% dei pazienti, tra i quali più spesso ci sono bambini e rappresentanti del sesso debole.

Nelle prime fasi del cancro, non ci sono sintomi caratteristici, potrebbero non apparire affatto.

Sintomi principali

I segni principali di un tumore al fegato iniziano ad apparire quando un tumore diventa abbastanza malato, colpendo i tessuti e gli organi adiacenti.

È per questo che è necessaria una diagnosi medica tempestiva e costante.

Questo è particolarmente vero per le persone a rischio. Tra i sintomi principali ci sono:

  1. Dolore temporaneo, carattere lamentoso nel fegato, che nel tempo diventa più intenso, trasformandosi in un disturbo costante.
  2. Sensazione di distensione addominale, c'è una forte pressione nella parte destra sotto le costole, che aumenta di sera.
  3. La crescita del fegato stesso, che può essere determinata visivamente e durante la palpazione. Molto spesso, la parte interessata diventa irregolare, le pareti sono fortemente compattate.
  4. Disturbi del tratto gastrointestinale sotto forma di nausea, indigestione, perdita di appetito o bruciore di stomaco.
  5. Con la malattia, i pazienti perdono rapidamente peso.
  6. La temperatura sale a 37-37,5 gradi, durante la progressione del tasso di malattia aumenta.
  7. Il liquido si accumula nello stomaco, che è causato da una violazione della sua circolazione.
  8. Trombosi della vena porta, a causa della quale compaiono edemi delle estremità.
  9. Sanguinamento dalla cavità nasale.
  10. Lo sviluppo della rete vascolare sul corpo.
  11. Ingiallimento della pelle e delle mucose, che è caratteristico delle fasi successive.
  12. Oscuramento delle urine e sbiancamento delle feci.
  13. Prurito della pelle.

I sintomi descritti sono fondamentali, ma ogni persona può avere altri segni della malattia. Inoltre, il disagio, i disturbi variano a seconda della fase del cancro.

palcoscenico

Il cancro del fegato epatocellulare non è solo diviso in forme, ma ha diverse fasi di sviluppo. Ognuno ha sintomi caratteristici, permettendo il tempo di identificare la patologia.

Fase A

Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, inizia la formazione di un nodo solitario, con dimensioni fino a 2 cm. Fino a 3 tali composti possono apparire nel fegato stesso.

Lo stadio è caratterizzato dall'assenza di invasioni vascolari, aumentando così la probabilità di un trattamento e di un recupero efficaci. Tra i possibili sintomi emettono:

  1. Molto nausea dopo aver mangiato, specialmente se veniva usato cibo pesante.
  2. Disturbo frequente del tratto digestivo, che si manifesta sotto forma di diarrea e altri disturbi. Un sintomo simile si sviluppa indipendentemente dal cibo.
  3. Rapida perdita di peso, così come lo sviluppo di preferenze di gusto inusuali.

Stadio B

In questo corso della malattia non c'è crescita di nodi solitari, ma cominciano a comparire invasioni vascolari o un gran numero di focolai maligni.

Molto spesso, solo una parte del fegato appare sul palco. Alcuni pazienti possono avere altre manifestazioni di patologia, quando i nodi crescono più di 2 cm e iniziano nuovi tumori, ma non vi è alcuna invasione.

I seguenti sintomi sono caratteristici di questo stadio:

  1. I dolori doloranti che non appaiono costantemente, ma solo di tanto in tanto dal fegato. Man mano che i tumori si sviluppano e il volume aumenta, il sintomo aumenta, si sviluppa più spesso del solito.
  2. La sensazione di pesantezza e dolore al fegato.
  3. Quando il fegato cresce di dimensioni, inizia la pressione sulle costole, che è particolarmente evidente in posizione seduta. Segnale particolarmente pronunciato sarà la sera.

Stage C

La proliferazione multipla di nodi solitari sembra essere più grande di 2 cm di dimensione e viene combinata con l'invasione e diffusa nel fegato.

Alla fine dello stadio, il tumore inizia ad estendersi oltre il fegato, interessando i linfonodi, gli altri tessuti e gli organi.

Questa condizione causa una compromissione della funzionalità epatica o la sua completa disfunzione.

È possibile determinare le seguenti funzionalità:

  1. Addome allargato, dovuto all'accumulo di liquidi in esso e alla compromissione della funzionalità epatica.
  2. Gonfiore degli arti.
  3. Sanguinamento, che avviene dal naso e all'interno del corpo.
  4. Peritonite che si sviluppa a seguito di sanguinamento interno.
  5. L'aspetto di una stella vascolare sulla pelle, che aumenta gradualmente con lo sviluppo dei tumori.
  6. Ingiallimento della pelle e delle mucose.
  7. Oscuramento delle urine, sbiancamento delle feci.

Fase D

Questo è l'ultimo stadio del carcinoma epatocellulare del fegato, che colpisce non solo il fegato, ma anche la parte interna dell'addome, le vene.

Le metastasi si estendono ben oltre il fegato, quindi colpiscono qualsiasi organo interno.

In questo momento, il medico può facilmente identificare una neoplasia maligna, dal momento che la dimensione del tumore è grande, e i sintomi principali peggiorano solo.

Durante la diagnosi, il medico può facilmente rilevare il fegato con la palpazione. Immediatamente, viene evidenziata la ruvidità caratteristica dell'organo, e i lobi diversi possono essere di dimensioni diverse.

Il paziente aumenta significativamente l'addome, ma il peso corporeo stesso è ridotto. La quantità di liquido accumulata nello stomaco può essere di circa 4 litri. I pazienti non possono mangiare normalmente a causa di vomito frequente, diarrea.

motivi

I principali fattori che provocano il cancro epatocellulare sono le malattie del fegato che si verificano in forma cronica.

Questi includono diversi tipi di epatite e cirrosi. Vale la pena notare che la metà della popolazione maschile è malata più spesso della femmina, dal momento che agli uomini piace bere alcolici, fumare o usare droghe narcotiche.

L'avvelenamento permanente del fegato con alcol provoca un'epatosi inizialmente grassa, dopo la quale compare l'epatite, e quindi inizia la cirrosi, che porta alla malattia oncologica.

Nelle lesioni infettive del fegato, l'organo inizia a funzionare in modo errato e, senza trattamento, le cellule sane si trasformano in cellule tumorali.

C'è una certa categoria di persone che sono esposte al cancro più spesso di altre - persone che spesso mangiano cibo con aflatossine.

Una concentrazione molto elevata della sostanza trovata nei piatti della cucina asiatica. Colpire anche la connessione è possibile mangiando cibo che è stato conservato per lungo tempo. Un sacco di aflatossina si trova nella birra, nella soia e nelle arachidi.

Il tipo descritto di cancro appare in alcuni casi quando si usano droghe, steroidi e steroidi anabolizzanti.

In caso di non conformità con la dose, l'uso a lungo termine degli agenti descritti, inizia il disturbo ormonale, che causa un cambiamento nella struttura delle cellule epatiche.

Da soli, i farmaci e gli steroidi influenzano negativamente le condizioni del corpo.

la diagnosi

Una diagnosi tempestiva e una diagnosi corretta possono aumentare le possibilità di recupero e rendere la prognosi favorevole.

Il medico può sospettare i primi sintomi della malattia al primo esame. Per determinare il possibile tumore del fegato, viene eseguita la palpazione.

Anche sulla patologia indica l'accumulo di liquido nell'addome, l'aspetto della rete vascolare.

Per confermare la diagnosi utilizzando i seguenti metodi di esame di laboratorio e strumentale:

  1. Dà sangue, urina e feci per i test.
  2. Un'ecografia del fegato e della cavità addominale.
  3. Il paziente è in programma per l'esame con TC e MRI.
  4. La tomografia è fatta

Il metodo descritto fornirà un'opportunità per valutare la condizione umana, le dimensioni, la localizzazione di un tumore del fegato, nonché lo stadio di sviluppo.

Inoltre, c'è la possibilità di vedere un'infezione secondaria in caso di danni ad altri organi.

Per determinare le metastasi nel corpo utilizzare altri metodi:

  1. Scintigrafia dei radioisotopi.
  2. Angiografia a contrasto.
  3. Biopsia.

Nel corso dei risultati ottenuti, il medico sarà in grado di prescrivere il trattamento corretto ed efficace.

trattamento

Il cancro al fegato epatocellulare può essere trattato in modo diverso, tutto dipende dallo stadio, dai sintomi e dalle condizioni generali della persona.

I principali metodi di trattamento sono i seguenti:

  1. Trapianto di fegato: il trapianto di organi è possibile solo nelle fasi iniziali dello sviluppo oncologico. La migliore opzione di trattamento, ma molto costosa e potrebbe richiedere molto tempo per cercare un donatore. I migliori donatori sono i parenti, da cui viene assunto il 60% del fegato. Nel tempo, viene ripristinato alle dimensioni normali.
  2. Resezione - un'alternativa al trapianto, utilizzata nel tumore grave. La tecnica consiste nel rimuovere il tumore e parte del fegato con i tessuti interessati.
  3. Chemioembolisi: raccomandato per i pazienti che non presentano anomalie nel fegato, nessuna complicazione della malattia. I medici usano questo tipo di trattamento se è impossibile eseguire i primi 2 tipi di operazioni. Per fermare la crescita dei tumori, viene iniettato un medicinale che ostruisce i vasi di alimentazione, fermando lo sviluppo del tumore. Dopo un po 'muore.
  4. Metodo PEI: utilizzato quando è impossibile eseguire un'operazione. L'alcol viene iniettato nel tumore, causando necrosi.
  5. Ablazione termica a radiofrequenza: consiste nell'utilizzare gli effetti della temperatura sull'educazione con l'aiuto di elettrodi. Questo tipo di trattamento viene effettuato attraverso una piccola puntura. Il metodo è efficace se il tumore è piccolo fino a 3 cm.
  6. Criodistruzione - è di congelare l'istruzione. In medicina, la tecnica viene usata raramente perché è possibile danneggiare le cellule sane.
  7. Fotocoagulazione laser - Si consiglia di utilizzare all'inizio dello sviluppo della malattia, con tumori fino a 4 cm. Con l'aiuto di un laser, si verifica l'effetto sulle cellule maligne.
  8. Radioterapia - nominata in casi gravi nelle fasi successive, quando il paziente ha metastasi ai linfonodi e si trova vicino al tessuto. La tecnica quasi non influisce sulle cellule sane, colpendo solo quelle maligne. La terapia ha lo scopo di eliminare i sintomi e prolungare la vita della persona.
  9. Chemioterapia: i farmaci antitumorali vengono iniettati nell'arteria. I principi attivi entrano nelle cellule tumorali con una maggiore concentrazione, uccidendoli, fermando la crescita del tumore.
  10. Trattamento palliativo - usato nell'ultima fase del cancro del fegato, quando il recupero non è più possibile. La linea di fondo è quella di eliminare i sintomi o ridurre la loro intensità.

Nel trattamento del cancro del fegato, assicurarsi di utilizzare un'alimentazione corretta. Per il carcinoma epatocellulare, il menu è prescritto dal medico curante.

Il requisito principale è l'eliminazione del cibo, che complica il lavoro dell'organo interessato.

Previsioni e prevenzione

La prognosi di un paziente con cancro del fegato dipende dalla possibilità dell'operazione, dallo stadio della patologia e dalle metastasi.

Il quadro generale può peggiorare in presenza di altre malattie. Molto spesso dopo l'intervento, l'aspettativa di vita è di circa 5 anni. Questa cifra sarà nell'80% dei pazienti.

Con il trapianto di fegato, i risultati favorevoli saranno nel 75% di tutti i casi, nel resto del rigetto dell'organo corporeo.

Il medico non è in grado di fornire una tale condizione, ma per un esito positivo possono essere utilizzati ulteriori farmaci e medicinali per potenziare il sistema immunitario.

Se una persona ha 4 fasi del cancro, quando operazioni e altre manipolazioni sono impossibili a causa di forti metastasi, le previsioni saranno sfavorevoli.

Il termine di vita in questo stato sarà non più di un anno, più spesso dopo 2-6 mesi, i pazienti muoiono a causa del fallimento del fegato.

Per la prevenzione, è importante vaccinare l'epatite, per usare in aggiunta semplici regole:

  1. Costantemente sottoposto ad una visita medica.
  2. Rinunciare a cattive abitudini, perché l'alcol uccide le cellule del fegato e le sigarette portano alla loro mutazione e degenerazione in quelle maligne.
  3. In tempo per curare qualsiasi malattia, soprattutto con una natura virale.
  4. In presenza di epatite, è necessario impegnarsi immediatamente nel trattamento, non per consentire la transizione verso la forma cronica.

Naturalmente, la prima cosa per la prevenzione del cancro e di altre malattie del fegato è un rifiuto completo dell'alcool.

L'alcol influisce anche sulla prognosi dell'oncologia, quindi una persona dipendente può ridurre significativamente la sua aspettativa di vita, e nel 90% dei pazienti c'è cirrosi, che causa anche la morte.

Cancro epatico epatocellulare

Una malattia grave che spesso porta alla morte in un breve periodo di tempo è un tumore canceroso del fegato. La malattia si sviluppa per una serie di motivi ed è caratterizzata da sintomi specifici. Se diagnostichi una neoplasia nel tempo e inizi il trattamento, c'è la possibilità di sbarazzarti della patologia.

Cos'è il cancro al fegato?

Il cancro del fegato è un tumore maligno che si forma nei dotti biliari o nei lobi d'organo. La malattia è difficile da curare, perché si sta rapidamente sviluppando. Se in tempo per determinare la presenza della malattia e iniziare la terapia, le probabilità di guarigione sono molto maggiori. I rappresentanti del tumore sessuale più forte sono più comuni.

L'oncologia è classificata in base all'origine:

  1. Cancro primario (carcinoma epatocellulare). L'oncologia infetta i suoi stessi tessuti del fegato. Come regola generale, le cellule tumorali derivano dalle cellule del fegato, i tessuti dei dotti per la rimozione della bile (colangiocarcinoma), i vasi che alimentano i tessuti del fegato (angiosarcoma) e le cellule immature dell'organo (epatoblastoma). Il carcinoma epatocellulare (HCR) rappresenta circa il 3% di tutte le malattie epatiche oncologiche.
  2. Cancro secondario (carcinoma metastatico del fegato). La malattia inizia a causa della germinazione delle metastasi di tumori di altri organi nel tessuto epatico. Questo tipo di oncologia è molto comune.

Tipi di cancro del fegato, a seconda del tipo di cellule da cui proviene:

  1. Epiteliale (colangiocellulare, epatocarcinoma, epato-colangiocellulare).
  2. Non epiteliale (emangioendotelioma).
  3. Misto (epatoblastoma, carcinosarcoma).

Cancro al fegato - cause

Ci sono molti fattori, catalizzatori che provocano un tumore maligno. Le principali cause del cancro al fegato sono:

  1. Il diabete mellito.
  2. Epatite virale cronica (il cancro del fegato colpisce spesso le persone con epatite B).
  3. Emocromatosi (eccessiva deposizione di ferro in vari organi umani).
  4. Sifilide.
  5. Abuso di alcool, fumo.
  6. Predisposizione ereditaria al cancro del fegato.
  7. Cirrosi epatica.
  8. Aflatossine (uso di prodotti con il loro contenuto).
  9. Esposizione a sostanze cancerogene.
  10. Epatocarcinogeni (fattori ambientali che influenzano negativamente il fegato e causano malattie).
  11. Malattie parassitarie Verme dovute a quale intossicazione di un organo si manifesta (infarto del fegato, passera siberiana, ecc.). Malattia da schistosomiasi
  12. L'oncologia epatica può essere causata da una malattia da calcoli biliari.
  13. Effetti di sostanze chimiche pericolose sul corpo (pesticidi contenenti cloro, arsenico, idrocarburi clorurati, policlorobifenili, nitrosammine).

Quanto velocemente si sviluppa il cancro al fegato

Spesso il cancro al fegato si sviluppa rapidamente. L'evoluzione della malattia dipende dalle caratteristiche dell'organismo, dal tipo di malattia e dallo stile di vita della persona malata. Lo stadio di progressione di una lesione maligna viene impostato dal sistema TNM (T è la dimensione del tumore, N è il livello dei linfonodi, M è la presenza di metastasi). Fasi del cancro al fegato:

  1. Fase I (T1N0M0). La formazione di cellule tumorali può avere dimensioni diverse. Tumore singolo, senza metastasi extraepatiche. La fase iniziale dello sviluppo oncologico non ha quasi segni esterni. Il paziente può avvertire leggero disagio nella parte destra del peritoneo, debolezza, stancarsi rapidamente.
  2. Fase II (T2N0M0). Questo stadio è caratterizzato dalla germinazione nel sistema circolatorio. A volte vengono diagnosticati diversi tumori contemporaneamente (fino a 5 cm di diametro). Tumori maligni senza grave insufficienza epatica, mentre non danno metastasi ai linfonodi e ad altri organi. I sintomi principali: nausea, vomito, dolore doloroso sotto le costole a destra.
  3. Fase III:
    • stadio IIIA (T3N0M0): 2 o più neoplasmi sono fissi, che possono avere dimensioni superiori a 5 cm di diametro, il fegato diventa più denso, ingrandisce;
    • stadio IIIB (T1N1M0, T2N1M0, T3N1M0): un tumore canceroso colpisce organi vicini;
    • Grado IIIC: questo sottofondo è fisso quando il tumore si diffonde al sistema linfatico (anche altri organi sono interessati);
    • i sintomi principali del terzo stadio della malattia: edema degli arti inferiori, ittero, aumento stabile della temperatura (37-39 ° C), perdita di peso, deplezione significativa del corpo.
  4. Stadio IV (il più difficile):
    • stadio IVA - T4N (qualsiasi) M0: il medico diagnostica una moltitudine di tumori maligni che si diffondono agli organi circostanti il ​​fegato, metastasi ai linfonodi regionali, il sistema circolatorio del sangue;
    • stadio IVB - T (qualsiasi) N (qualsiasi) M1: l'oncologia è espressa da più tumori di varie dimensioni, colpisce non solo gli organi vicini, ma dà anche metastasi distanti.

Se il cancro del fegato è trattato

Molti si chiedono se il cancro del fegato può essere curato? Di norma, la rimozione chirurgica di un tumore epatico, che è stata eseguita nelle prime fasi della malattia, è considerata la più efficace (il 75-80% dei pazienti vive almeno altri cinque o sei anni dopo l'intervento). È possibile sbarazzarsi in modo permanente di tumori maligni, ma per questo è necessario tenere conto di tutti i fattori per una previsione efficace:

  • età del paziente;
  • stadio della malattia;
  • malattie che possono manifestarsi nel suo background.

sintomi

Nei primi stadi della patologia oncologica, non vi sono sintomi clinici chiaramente marcati. Per questo motivo, nella maggior parte degli episodi, un tumore maligno viene diagnosticato troppo tardi. Ci sono segni specifici e non specifici di cancro al fegato. I primi sono caratteristici delle ultime fasi della malattia. I seguenti sono i sintomi precoci e tardivi del tumore.

Primi sintomi

I sintomi del cancro al fegato in una fase iniziale di donne e uomini assomigliano a questo:

  1. Nausea, una forte diminuzione dell'appetito.
  2. Stitichezza o diarrea.
  3. La sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio.
  4. Ingiallimento dell'occhio sclera, pelle.
  5. Fatica. Sonnolenza, debolezza.
  6. La formazione di un sigillo sotto le costole.
  7. Sensazioni dolorose che danno alle scapole, schiena.
  8. Aumento della temperatura, febbre
  9. Sindrome di Cushing (disturbo endocrino).

Prima di morire

Quando un tumore cresce in quasi tutto il corpo e dà metastasi a molte parti del corpo, viene diagnosticato l'ultimo stadio della malattia. È spesso fatale. I sintomi del cancro al fegato prima della morte:

  1. Dolore costante e severo
  2. Perdita di peso acuta e significativa. In questo contesto, inizia l'esaurimento completo, vi è costante affaticamento, frequenti vertigini e perdita di coscienza.
  3. Disturbi del sistema nervoso, depressione, apatia.
  4. Ascite - il verificarsi di una grande quantità di liquido nel peritoneo.
  5. L'aumento delle dimensioni dei linfonodi.
  6. L'emergere di macchie scure di forma oblunga sulla pelle.
  7. Gonfiore delle gambe.
  8. Sanguinamento interno dovuto alla crescita di un tumore maligno.

diagnostica

Spesso, per identificare l'oncologia vengono utilizzati metodi comprovati specifici. La diagnosi di cancro del fegato viene eseguita utilizzando le seguenti procedure:

  1. Palpazione (sondaggio, ispezione manuale) e percussione (tapping). Questi metodi danno la possibilità di designare le dimensioni, la struttura dell'organo digestivo.
  2. Ultrasuoni (ultrasuoni) sono necessari per determinare la densità e la struttura del fegato.
  3. Esami del sangue, l'urina permetterà di conoscere la quantità di bilirubina e urobilina. Se le cifre sono al di sopra della norma, allora questo probabilmente indica la presenza di patologia.
  4. La TC (tomografia computerizzata) è necessaria per confermare la diagnosi.
  5. La RM (Magnetic Resonance Imaging) è un metodo efficace e collaudato con il quale viene rilevato il cancro del fegato.
  6. La PET (tomografia ad emissione di positroni) è un nuovo metodo per determinare le malattie oncologiche, con cui è possibile creare un modello tridimensionale di tutti i processi funzionali che si verificano all'interno di una persona.
  7. Biopsia percutanea con ago sottile - uno studio dei tessuti del fegato per la manifestazione di un tumore maligno.
  8. Esame citologico: riconoscimento di cellule tumorali aggressive.

Trattamento del cancro del fegato

I medici prescrivono la terapia delle neoplasie maligne in accordo con la natura della malattia, il suo stadio e le qualità individuali di una persona. Anche i metodi tradizionali vengono usati, ma solo come un ulteriore effetto di rinforzo. Il trattamento del cancro del fegato in uomini e donne viene effettuato utilizzando le seguenti tecniche mediche:

  1. Resezione chirurgica (rimozione) del tumore nelle prime fasi della malattia. L'effetto è spesso positivo quando il tumore primario non supera i 5 cm.
  2. Trapianto di fegato Viene effettuato solo su 1 o 2 fasi. Il metodo promette una buona prognosi, ma richiede un intervento chirurgico maggiore e comporta un lungo periodo di riabilitazione.
  3. Cryodestruction (CD) è un metodo per eliminare le cellule tumorali dalle temperature ultra-basse, che sono indotte da argon e azoto liquido. Utilizzato con successo per trattare i tipi primari e secondari di cancro al fegato.
  4. Per i pazienti non operabili utilizzare l'irradiazione con raggi X ad alta energia. Radioterapia esterna - radiochirurgia stereotassica (installazione Cyber ​​knife), radioterapia selettiva interna (SIRT).
  5. La radioembolizzazione comporta l'esposizione di un tumore a microparticelle di polimeri o vetro contenenti componenti radioattivi.
  6. L'introduzione percutanea di etanolo comporta l'introduzione di alcol puro nel cancro. Distrugge l'oncologia perché il fluido viene rimosso dalle sue cellule. Sono prescritte fino a 6 iniezioni per una terapia efficace.
  7. Somministrazione percutanea di acido acetico.

Anche con il cancro del fegato, viene utilizzata la chemioterapia sistemica. Esistono tre tipi di questa procedura:

  1. La chemioembolizzazione è un metodo di terapia per i pazienti che sono controindicati per l'intervento chirurgico. Consiste nel combinare la chemioterapia locale e l'embolizzazione.
  2. L'ablazione chimica a radiofrequenza (RFA) è un metodo aggiuntivo per rimuovere le metastasi nel cancro del fegato.
  3. Chemoinfusion - l'introduzione di una soluzione acquosa attraverso un catetere.

dieta

Al fine di accelerare il processo di guarigione, la nutrizione è regolata per prevenire il cancro. Devi sapere cosa mangiare per il cancro al fegato. La dieta medica è molto importante nel processo di lotta contro la malattia, quindi dovresti attenervisi. Ogni pasto dovrebbe essere iniziato solo con cibi crudi, e quindi è permesso mangiare cibi trattati termicamente. I medici consigliano di bere più fluido e andare al menu frazionario (piccole porzioni 6 volte al giorno).

La nutrizione per il cancro del fegato include tali prodotti:

  • latte acido (yogurt, kefir, yogurt);
  • olio di girasole;
  • pane integrale;
  • latte fresco;
  • cereali;
  • verdure, frutta, verdura;
  • muesli;
  • tè alle erbe e alla frutta;
  • succo fresco di frutta e verdura, diluito con acqua.

Prodotti a dieta proibita:

  • bevande alcoliche;
  • fritto, affumicato;
  • carne grassa, pesce;
  • condimenti piccanti;
  • dolci;
  • caffè, cioccolato;
  • bevande gassate;
  • cibi in scatola, in salamoia;
  • fagioli;
  • noci.

Cancro al fegato - quanti vivono

L'aspettativa di vita di un malato di cancro dipende dai seguenti punti: la dimensione del tumore, il numero di tumori maligni, la presenza di metastasi nel fegato. Un uomo, una donna o un bambino con diagnosi di siti di cancro singolo sopravvivono il 50% delle volte, un doppio tumore dà una prognosi favorevole al 30% delle persone. Se più di 2 tumori si depositano nel fegato, il tasso di sopravvivenza si riduce a 15-20. Quante persone vivono con le ultime due fasi del cancro al fegato? In questi casi, vi è una rapida proliferazione di metastasi, quindi la morte può verificarsi in un paio di mesi.

video

Le malattie oncologiche, tra cui il cancro epatico epatocellulare, richiedono una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato.

Tra le lesioni maligne che colpiscono il fegato, il carcinoma epatocellulare occupa una posizione di primo piano.

Le cause di questa patologia sono ben studiate. I metodi di trattamento esistenti danno risultati positivi, fornendo una diagnosi precoce della malattia.

Cause e sintomi

Nella fase iniziale, i tumori epatici sono quasi asintomatici. In alcuni casi, questa funzione non consente agli oncologi di condurre un trattamento tempestivo ed efficace.

Il carcinoma epatocellulare si presenta più spesso e si sviluppa per i seguenti motivi:

  • a causa di epatite cronica;
  • sulla base della cirrosi progressiva;
  • nell'alcolismo cronico.

Gli esperti notano che le bevande alcoliche non sono una causa diretta del cancro epatocellulare.

I liquidi contenenti alcol agiscono come stimolatori e stimolanti della formazione di cellule tumorali nel fegato.

Secondo le statistiche mediche, lesioni virali di epatociti - le cosiddette cellule del fegato attivi - violano la loro funzione di base e stimolano la degenerazione qualitativa delle cellule colpite diventa sempre più - da questo meccanismo e sviluppare epatocellulare tipo di cancro.

I rappresentanti della parte maschile della popolazione soffrono di questa malattia più spesso delle donne.

In parte, questo fatto è spiegato dall'aumentata attività degli uomini nel consumo di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti.

Il fegato nelle donne è più influenzato dall'assunzione di vari farmaci, contraccettivi e diete.

La pratica a lungo termine dimostra che qualsiasi farmaco assunto in dosi eccessive ha un effetto negativo sulle cellule del fegato.

Alcuni tipi di potenti farmaci provocano direttamente la formazione di cellule tumorali. L'intossicazione da epatocita regolare causa un'epatosi grassa.

Nel corso del tempo, questa patologia si trasforma in epatite e quindi in cirrosi, sulla base della quale si sviluppa il carcinoma epatocellulare.

Questa sequenza dell'inizio e dello sviluppo del cancro del fegato è stata studiata in dettaglio. Per prevenire la comparsa del cancro, gli specialisti prestano particolare attenzione alle condizioni delle persone a rischio.

Il fatto che la birra contribuisca alla comparsa del cancro al fegato epatocellulare, quasi nessuno dei fan della bevanda schiumosa non lo sa.

La sottigliezza della situazione sta nel fatto che il consumo regolare ed eccessivo di prodotti contenenti aflatossina porta al carcinoma epatocellulare.

Questo composto tossico si trova in molti alimenti - cereali, carne, noci, frutta secca, nella birra. L'aflatossina si forma e si accumula a causa di uno stoccaggio improprio del cibo.

Ogni persona civilizzata dovrebbe conoscere questa proprietà di una sostanza velenosa. È importante notare che non ci sono sintomi caratteristici nelle prime fasi del cancro epatocellulare.

Praticamente tutte le malattie oncologiche differiscono da questa caratteristica. Il carcinoma epatocellulare non fa eccezione.

Per uno specialista, la ragione per esaminare un paziente può essere un aumento delle dimensioni del fegato, sensazioni dolorose nella parte destra.

Spesso, il paziente appare debole e febbre. Tali sintomi non sono caratteristici del cancro, allo stesso tempo, i segni menzionati indicano lo sviluppo della patologia epatica.

A poco a poco, il dolore si intensifica, la pelle assume una tonalità itterica, ci sono segni evidenti di cancro.

Diagnosi e trattamento

Per un trattamento tempestivo ed efficace del cancro epatico epatocellulare, è necessario determinare la presenza di patologia nel corpo il più presto possibile.

Le statistiche mostrano che con la diagnosi precoce del cancro, la probabilità di un trattamento con un risultato positivo è piuttosto alta.

Il raggiungimento di questo risultato è in gran parte determinato dalla strategia di trattamento scelta dall'oncologo.

Lo specialista non deve essere lasciato senza attenzione allo stato fisico e psicologico del paziente - i fattori di questa proprietà influenzano anche il processo di guarigione.

Metodi di diagnosi del cancro

Riconoscere la presenza del carcinoma epatocellulare al fegato nella fase della nascita è difficile, ma abbastanza realistico. Concentrandosi su dati indiretti, un oncologo può formare un quadro clinico della malattia.

Come parte del sondaggio iniziale, vengono condotti i seguenti studi:

  • emocromo completo;
  • test del fegato;
  • La concentrazione di alfa-fetoproteina è determinata.

Una specifica proteina chiamata alfa-fetoproteina è il primo indicatore che indica l'insorgenza di un processo oncologico nel fegato.

È importante notare che questa proteina è rilevata nell'epatite, pertanto è necessario condurre ulteriori studi.

Un ingrossamento del fegato è facilmente rilevabile con la palpazione. In questo modo, il fatto stabilito serve come base per ulteriori esami.

Se l'esame del sangue mostrava un aumento della VES e della glicemia bassa, allora possiamo già parlare della presenza di cancro epatocellulare al fegato.

Per chiarire la diagnosi, viene eseguita un'ecografia o vengono utilizzati altri metodi di visualizzazione dell'organo interessato.

Secondo i risultati di un esame dell'hardware, le dimensioni del tumore e il grado di diffusione delle lesioni sono stimate. In alcuni casi, viene eseguita una biopsia del tessuto epatico.

Strategia di trattamento

I moderni metodi di trattamento, utilizzati per il carcinoma epatocellulare del fegato, sono suddivisi in due gruppi principali: terapeutici e chirurgici.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo del carcinoma epatocellulare possono essere utilizzati metodi di terapia intensiva.

Le lesioni tumorali sul fegato vengono bruciate usando termoablazione a radiofrequenza o usando azoto liquido. Queste tecnologie sono utilizzate per rimuovere piccoli tumori.

Dopo la procedura, il paziente passa attraverso un periodo di riabilitazione piuttosto lungo. È molto importante prevenire la riformazione delle cellule tumorali.

La rimozione chirurgica del carcinoma epatocellulare viene utilizzata più spesso della tecnologia terapeutica.

Questo perché l'operazione per rimuovere la parte interessata può essere eseguita in qualsiasi fase dello sviluppo della patologia.

La resezione epatica è più facilmente tollerata dal paziente. Le moderne tecniche ti consentono di rimuovere più della metà del volume del fegato.

Dopo un'operazione eseguita secondo tutte le regole, il fegato viene ripristinato quasi completamente, ma ciò richiede tempo e procedure di recupero appropriate.

Il trapianto di fegato come metodo di trattamento del cancro epatocellulare viene effettuato raramente a causa della procedura specifica e del suo alto costo.

Prognosi e prevenzione

La prognosi per i pazienti con cancro epatocellulare al fegato dipende dallo stadio di sviluppo della patologia e dell'età. La presenza di malattie comorbili è di particolare importanza sfavorevole.

Se l'operazione per rimuovere un tumore è stata effettuata in una fase precoce, la prognosi è positiva per due terzi: i pazienti vivono per 5 anni o più.

Con il trapianto di un organo donatore, il tasso di sopravvivenza è inferiore. Nel caso in cui il supporto terapeutico del fegato non venga eseguito, la morte avviene in pochi mesi.

Se parliamo della prevenzione del cancro epatico epatocellulare, non ci sono semplicemente raccomandazioni dirette.

Per prevenire l'insorgenza di carcinoma epatocellulare, il paziente deve seguire uno stile di vita moderato e prendersi cura delle condizioni del suo fegato.

È molto importante evitare le malattie del fegato che hanno le proprietà di fluire nella fase cronica. Un fegato sano assicura la salute del corpo nel suo insieme.


Articolo Successivo

Pulsazione nel fegato

Altri Articoli Su Fegato

Colecistite

Conseguenze dell'epatite

Lascia un commento 3.388Enormi danni sono causati al corpo umano dagli effetti dell'epatite C negli uomini e nelle donne. Poiché la malattia non si sviluppa sempre con sintomi evidenti, è difficile diagnosticare la malattia nelle sue fasi iniziali.
Colecistite

Colica biliare o epatica, sintomi, trattamento

Biliari, o epatica, colica (colica hepatica) è il segno più caratteristico della malattia di calcoli biliari.Colica biliare si manifesta con il tipico dolore parossistico causato dalla contrazione del riflesso spastico della muscolatura della cistifellea e delle vie biliari in risposta a un corpo estraneo - i calcoli biliari che sono in essi.