Genotipo 2 del virus dell'epatite C cos'è?

A proposito dell'epatite C (2 genotipi) oggi è noto abbastanza per capire quanto questo tipo di virus sia più suscettibile alla terapia rispetto ad altri tipi di infezione. Si scopre che i casi clinici di infezione causati da questo particolare patogeno sono molto meno rispetto ad altre malattie. L'unico ostacolo al trattamento tempestivo del genotipo dell'epatite C 2 è il decorso asintomatico della malattia, l'assenza di qualsiasi sua manifestazione.

Differenze 2 genotipi da altre varietà del virus

Vale la pena notare immediatamente che oggi ci sono sei tipi di questa malattia infettiva, durante la quale l'agente patogeno si sta attivamente riproducendo nelle cellule del fegato.

L'epatite C (2 ° genotipo) è definita un virus "risparmiatore" dai medici, poiché il processo infiammatorio negli epatociti progredisce lentamente.

Il trattamento della malattia, di regola, passa favorevolmente.

Nonostante il fatto che i percorsi di trasmissione di tutti i genotipi di questa malattia del fegato siano simili tra loro, questa sottospecie dell'infezione ha alcune caratteristiche di sviluppo e decorso nel corpo umano:

  1. In primo luogo, è considerato il meno frequente tra gli altri tipi di virus dell'epatite.
  2. In secondo luogo, il trattamento del genotipo 2 termina con successo in 8 pazienti su 10, e in una persona su 10 si verificano recidive curate.
  3. Terzo, nel caso di questa malattia, la probabilità di sviluppare un carcinoma epatocellulare è ridotta al minimo.

Per ammalarsi dell'epatite C 2 il genotipo può essere lo stesso di 5 altre opzioni per la malattia.

Di norma, alcuni gruppi di persone sono a rischio di infezione:

  • tossicodipendenti;
  • persone sane che visitano il dentista, sale manicure che sono interessate a piercing e tatuaggi;
  • condurre uno stile di vita immorale e non avere un partner sessuale permanente.

Differenze di sintomi nel genotipo dell'epatite C 2

Questa malattia si sviluppa in due fasi principali: latente e attiva.

  • A causa della prima fase, quando la malattia è assolutamente impercettibile per il paziente stesso, il precedente trattamento della forma srotolata del virus è impossibile.
  • All'inizio del prossimo stadio attivo di sviluppo della malattia, appaiono segni che raramente costringono i pazienti a cercare un aiuto specializzato.

Nella maggior parte dei casi, la temperatura corporea subfebbrile, le vertigini, la sonnolenza e la debolezza generale del corpo sono attribuiti alla fatica o sono considerati segni di un'infezione respiratoria. Questo spesso mette anche la vigilanza del paziente senza fretta per iniziare il trattamento.

Oltre ai sintomi generali che si manifestano in qualsiasi tipo di epatite C, il virus genotipo 2 spesso accompagna l'artrite reumatoide, la tiroidite e altri processi patologici causati da un indebolimento del sistema immunitario.

Diagnosi della malattia

Per diagnosticare il genotipo 2 del virus dell'infezione da virus dell'epatite C, sarà necessario eseguire una serie di studi.

  • Il loro obiettivo è studiare l'affiliazione di gruppo del microrganismo patogeno, la sua concentrazione nel corpo e in particolare nel sistema circolatorio.
  • Indipendentemente da un particolare genotipo, i metodi di ricerca volti ad identificare altre patologie di accompagnamento tra gli organi del peritoneo saranno diagnostici obbligatori.
  • Inoltre, è auspicabile ottenere una valutazione delle condizioni generali dell'organismo al fine di essere in grado di monitorare sistematicamente il paziente e monitorare l'andamento della malattia o le dinamiche del recupero.
  • Il metodo di reazione a catena della polimerasi è considerato il più efficace per determinare il tipo genetico del virus dell'epatite C.

Inoltre, se i risultati del sondaggio ci consentono di indicare 2 genotipi, ciò aiuterà a identificare il numero di analoghi virali e a mantenere il controllo sull'efficacia del complesso terapeutico antivirale.

È possibile curare questa forma della malattia?

Trattamento del virus dell'epatite C con 2 genotipi - attività dei medici epatologi e malattie infettive.

Nel caso in cui le manifestazioni della malattia sono critiche, c'è un enorme rischio di complicazioni gravi, il virus viene trattato all'interno delle mura di una struttura ospedaliera specializzata.

La terapia farmacologica per l'epatite C (2 genotipo) include un gruppo di tali farmaci:

  1. Agenti antivirali. Il trattamento dura almeno 24 settimane, nei casi più gravi dura da 4 a 5 anni. Interferone, Sofosbuvir e Ribavirina sono più comunemente usati. La combinazione di farmaci che il medico determina individualmente in un particolare caso clinico.
  2. Epatoprotettori. Sono mezzi indispensabili, permettendo non solo di fermare l'attività del virus, ma anche di rigenerare le cellule epatiche colpite. Essenziale, silimarina, Ursosan sono considerati i principali farmaci.
  3. Antistaminici. Nominato per prevenire gravi reazioni allergiche, che sono spesso causate da immunomodulatori come interferone o ribavirina.

Nel trattamento dell'epatite C (2 genotipi) la dieta deve essere obbligatoria. Durante il periodo di terapia, così come dopo il suo completamento, il carico sul fegato e sugli organi digestivi è controindicato.

Pertanto, gli esperti raccomandano che in caso di epatite C (2 genotipo) in ogni caso non utilizzare:

  • alcol;
  • cibi grassi e fritti;
  • carni affumicate e spezie;
  • prodotti in scatola e in salamoia.

I pasti dovrebbero essere frazionari, cioè durante tutto il giorno, il paziente dovrebbe mangiare in piccole porzioni 5-6 volte, senza mangiare troppo per la notte. Il trattamento farmacologico, effettuato con l'osservanza delle più semplici regole di una sana alimentazione, garantisce una pronta guarigione.

Epatite C di tipo 2

A proposito dell'epatite C (2 genotipi) oggi è noto abbastanza per capire quanto questo tipo di virus sia più suscettibile alla terapia rispetto ad altri tipi di infezione. Si scopre che i casi clinici di infezione causati da questo particolare patogeno sono molto meno rispetto ad altre malattie. L'unico ostacolo al trattamento tempestivo del genotipo dell'epatite C 2 è il decorso asintomatico della malattia, l'assenza di qualsiasi sua manifestazione.

Differenze 2 genotipi da altre varietà del virus

Vale la pena notare immediatamente che oggi ci sono sei tipi di questa malattia infettiva, durante la quale l'agente patogeno si sta attivamente riproducendo nelle cellule del fegato.

L'epatite C (2 ° genotipo) è definita un virus "risparmiatore" dai medici, poiché il processo infiammatorio negli epatociti progredisce lentamente.

Il trattamento della malattia, di regola, passa favorevolmente.

Nonostante il fatto che i percorsi di trasmissione di tutti i genotipi di questa malattia del fegato siano simili tra loro, questa sottospecie dell'infezione ha alcune caratteristiche di sviluppo e decorso nel corpo umano:

In primo luogo, è considerato il meno frequente tra gli altri tipi di virus dell'epatite. In secondo luogo, il trattamento del genotipo 2 termina con successo in 8 pazienti su 10, e in una persona su 10 si verificano recidive curate. Terzo, nel caso di questa malattia, la probabilità di sviluppare un carcinoma epatocellulare è ridotta al minimo.

Per ammalarsi dell'epatite C 2 il genotipo può essere lo stesso di 5 altre opzioni per la malattia.

L'infezione passa attraverso il contatto parenterale, cioè attraverso il sangue, durante rapporti sessuali non protetti, in utero o durante il parto, quando il bambino passa attraverso il canale del parto della madre.

Di norma, alcuni gruppi di persone sono a rischio di infezione:

tossicodipendenti; persone sane che visitano il dentista, sale manicure che sono interessate a piercing e tatuaggi; condurre uno stile di vita immorale e non avere un partner sessuale permanente.

Differenze di sintomi nel genotipo dell'epatite C 2

I sintomi caratteristici distintivi dell'epatite C (genotipo 2) sono manifestazioni meno aggressive di segni comuni ed epatici.

Questa malattia si sviluppa in due fasi principali: latente e attiva.

A causa della prima fase, quando la malattia è assolutamente impercettibile per il paziente stesso, il precedente trattamento della forma srotolata del virus è impossibile. All'inizio del prossimo stadio attivo di sviluppo della malattia, appaiono segni che raramente costringono i pazienti a cercare un aiuto specializzato.

Nella maggior parte dei casi, la temperatura corporea subfebbrile, le vertigini, la sonnolenza e la debolezza generale del corpo sono attribuiti alla fatica o sono considerati segni di un'infezione respiratoria. Questo spesso mette anche la vigilanza del paziente senza fretta per iniziare il trattamento.

Oltre ai sintomi generali che si manifestano in qualsiasi tipo di epatite C, il virus genotipo 2 spesso accompagna l'artrite reumatoide, la tiroidite e altri processi patologici causati da un indebolimento del sistema immunitario.

Diagnosi della malattia

Per diagnosticare il genotipo 2 del virus dell'infezione da virus dell'epatite C, sarà necessario eseguire una serie di studi.

Il loro obiettivo è studiare l'affiliazione di gruppo del microrganismo patogeno, la sua concentrazione nel corpo e in particolare nel sistema circolatorio. Indipendentemente da un particolare genotipo, i metodi di ricerca volti ad identificare altre patologie di accompagnamento tra gli organi del peritoneo saranno diagnostici obbligatori. Inoltre, è auspicabile ottenere una valutazione delle condizioni generali dell'organismo al fine di essere in grado di monitorare sistematicamente il paziente e monitorare l'andamento della malattia o le dinamiche del recupero.

Il metodo di reazione a catena della polimerasi è considerato il più efficace per determinare il tipo genetico del virus dell'epatite C.

Inoltre, se i risultati del sondaggio ci consentono di indicare 2 genotipi, ciò aiuterà a identificare il numero di analoghi virali e a mantenere il controllo sull'efficacia del complesso terapeutico antivirale.

È possibile curare questa forma della malattia?

Trattamento del virus dell'epatite C con 2 genotipi - attività dei medici epatologi e malattie infettive.

Se i sintomi del paziente hanno una gravità sufficiente, ma il suo stato generale di salute e condizione consente di sottoporsi a una terapia ambulatoriale, gli specialisti non interferiranno con le procedure mediche a casa.

Nel caso in cui le manifestazioni della malattia sono critiche, c'è un enorme rischio di complicazioni gravi, il virus viene trattato all'interno delle mura di una struttura ospedaliera specializzata.

La terapia farmacologica per l'epatite C (2 genotipo) include un gruppo di tali farmaci:

Agenti antivirali. Il trattamento dura almeno 24 settimane, nei casi più gravi dura da 4 a 5 anni. Interferone, Sofosbuvir e Ribavirina sono più comunemente usati. La combinazione di farmaci che il medico determina individualmente in un particolare caso clinico. Epatoprotettori. Sono mezzi indispensabili, permettendo non solo di fermare l'attività del virus, ma anche di rigenerare le cellule epatiche colpite. Essenziale, silimarina, Ursosan sono considerati i principali farmaci. Antistaminici. Nominato per prevenire gravi reazioni allergiche, che sono spesso causate da immunomodulatori come interferone o ribavirina.

Nel trattamento dell'epatite C (2 genotipi) la dieta deve essere obbligatoria. Durante il periodo di terapia, così come dopo il suo completamento, il carico sul fegato e sugli organi digestivi è controindicato.

Pertanto, gli esperti raccomandano che in caso di epatite C (2 genotipo) in ogni caso non utilizzare:

alcol; cibi grassi e fritti; carni affumicate e spezie; prodotti in scatola e in salamoia.

I pasti dovrebbero essere frazionari, cioè durante tutto il giorno, il paziente dovrebbe mangiare in piccole porzioni 5-6 volte, senza mangiare troppo per la notte. Il trattamento farmacologico, effettuato con l'osservanza delle più semplici regole di una sana alimentazione, garantisce una pronta guarigione.

Tra i sei genotipi più conosciuti e comuni (specie, sottotipi, modificazioni) dell'epatite C, il secondo sottotipo è considerato la forma più benigna della malattia.

Il processo infiammatorio causato da questo virus negli epatociti (cellule epatiche) è lento e risponde alle procedure terapeutiche meglio di altri sottotipi di virus. Cos'altro c'è la differenza tra il genotipo C dell'epatite C e altri genotipi dell'HCV?

Genotipo 2 del virus dell'epatite C: che cos'è, caratteristiche

Il genotipo 2 del virus dell'epatite C non può essere attribuito alle forme più comuni della malattia. Pertanto, i pazienti possono avere domande sulla diagnosi dell'epatite C genotipo 2 - che cos'è, quali sono i suoi sintomi, le differenze da altri ceppi e la prognosi per il trattamento.

Per quanto riguarda i meccanismi di trasmissione, l'epatovirus 2 non differisce dai ceppi attualmente conosciuti e, come loro, viene trasmesso per via parenterale - attraverso il sangue, durante lo sviluppo fetale o il processo di nascita da una madre infetta a un bambino, nonché a seguito di rapporti sessuali non protetti con una portatrice di virus. A differenza di altri genotipi, è una rara modifica dell'epatovirus. HCV tipo 2 è la meno probabile per sviluppare un paziente con tali complicazioni come il carcinoma epatocellulare (cancro del fegato). Il tasso di successo del trattamento con HCV 2 si avvicina al 100% e le recidive si osservano solo in 1 paziente su 10 che è stato curato. Durante il corso della malattia, ci sono 2 fasi principali: la latente (asintomatica) e l'attiva, che rende impossibile trattare nelle fasi iniziali.

Di norma, i pazienti richiedono assistenza medica già nella fase avanzata della malattia, quando i segni che sono esteriormente simili al quadro clinico di un raffreddore o di un superlavoro non sono eliminati dai farmaci usuali e sono completati da altri sintomi più gravi.

Sull'analisi e la determinazione del genotipo dell'epatite C, puoi inoltre leggere questo articolo.

I sintomi dell'epatite C genotipo 2

Da quanto sopra, è chiaro il motivo per cui il trattamento dell'epatite C genotipo 2 nelle prime fasi è impossibile.

Sentendo debolezza generale, sonnolenza e dolori alle ossa, spesso accompagnati da un aumento della temperatura fino a 37,5 gradi, il paziente li assume per sintomi del raffreddore, non associandosi alla patologia del fegato.

Di conseguenza, il processo infiammatorio nel fegato, sebbene lentamente, continua.

Nel corso del tempo (se il paziente mantiene uno stile di vita sano dal momento dell'infezione, possono volerci 20-30 anni), il processo si sposta nella fase attiva e si manifesta con nuovi sintomi:

sindrome dispeptica (mancanza di appetito, nausea, vomito); sindrome astenovegetativa (irritabilità, mal di testa, vertigini, debolezza); ipertermia (febbre, febbre); dolore articolare; disagio e dolore nell'ipocondrio destro; epatomegalia (ingrossamento del fegato); chiarificazione (acholichnost) feci e oscuramento delle urine; colorazione della pelle gialla, sclera degli occhi e mucose; prurito.

A volte ci sono sintomi extraepatici caratteristici dell'epatite C, ma sono meno pronunciati.

Trattamento del genotipo C dell'epatite C

Il trattamento del genotipo 2 dell'epatite C viene effettuato in conformità con gli standard internazionali e prevede l'uso di farmaci i cui principi attivi sono:

interferoni (incluso pegilato); ribavirina; SOFOSBUVIR.

I farmaci antivirali di azione diretta, che includono Sofosbuvir, hanno un prezzo relativamente alto, che spesso impedisce il trattamento completo di molti pazienti. Ma i farmacologi indiani, egiziani e russi offrono un'ampia selezione di cosiddetti farmaci generici, sostituti di farmaci costosi.

Possono, senza pregiudizio del successo della terapia, essere utilizzati nel trattamento di pazienti con diagnosi di epatite C genotipo 2. Il trattamento generico per i generici con 2 sottotipi di HCV provoca circa il 90-100% dei casi di eliminazione del virus. Di solito vengono utilizzate tre opzioni di trattamento:

Sofosbuvir (o generico) con ribavirina, corso in 3 mesi. Con la cirrosi epatica sviluppata, si raccomanda di prolungare il corso a 4-5 mesi. Sofosbuvir (o sostituto) con Ribavirina + peginterferone-alfa. Di solito - tra 3 mesi, perfino per pazienti con cirrosi o affrontato con una ricaduta. Sofosbuvir (o generico) con Daclatasvir (o suo sostituto) corso in 3 mesi - raccomandato per pazienti con gravi patologie del fegato, nonché per i pazienti già sottoposti a terapia antivirale.

Per sconfiggere con sicurezza il virus HCV 2, è necessario assumere agenti aggiuntivi che aiutano a ripristinare le cellule del fegato: epatoprotettori, nonché vitamine o supplementi dietetici a supporto del sistema immunitario e antistaminici per prevenire manifestazioni allergiche. Studi recenti possono incoraggiare i pazienti che reagiscono negativamente agli interferoni. Oggi ci sono diversi casi di trattamento efficace dell'HCV senza l'uso di farmaci a gruppi interferone.

Prognosi per il trattamento del genotipo 2 dell'epatite C

Di tutte le modificazioni attualmente note, 2, il ceppo HCV, ha la prognosi più favorevole per il trattamento e, in quasi il 100% dei casi, è curato con successo da moderni farmaci antivirali.

La carica virale per questo tipo di HCV è solitamente bassa, quindi non ha un effetto negativo sulla velocità di guarigione. Tuttavia, ci sono fattori che possono influenzare il successo della terapia:

razza del paziente (gli europei hanno proiezioni più favorevoli); fattore età e genere (ad esempio, le donne sotto i 40 anni hanno proiezioni migliori rispetto agli uomini sopra i 45 anni); la presenza di dipendenza da insulina (i pazienti con diabete mellito, "dipendente" dall'insulina, sono meno sensibili alla terapia contro l'HCV); la presenza di malattie cardiovascolari (alcuni farmaci necessari per il trattamento del virus HCV 2 possono essere controindicati per problemi cardiaci); peso corporeo (i pazienti obesi sono molto più difficili da trattare per l'HCV rispetto ai pazienti con peso normale).

Video utile

E un po 'più di informazioni sui genotipi dell'epatite C possono essere trovate nel seguente video:

conclusione

Il trattamento efficace dell'epatite C 2 viene sempre più segnalato da pazienti infetti dal virus in un momento in cui la medicina ha avuto una pessima idea. I moderni regimi terapeutici possono distruggere completamente il virus nel corpo e ripristinare la normale funzionalità epatica. Per il successo del trattamento dell'HCV sono necessari anche l'aderenza a una dieta speciale, il rifiuto totale degli alimenti e delle abitudini nocive e il desiderio di uno stile di vita sano. Solo una combinazione di tutte queste condizioni consentirà al paziente di sconfiggere l'epatovirus ed eliminare la probabilità di una ricaduta della malattia.

Sintomi del genotipo 2 del virus dell'epatite C

L'epatite C è una malattia infettiva del fegato, in cui un virus contenente RNA si moltiplica nelle sue cellule (epatociti). Il processo infiammatorio che si verifica mentre progredisce lentamente.

I genotipi sono combinazioni di una sequenza di nucleotidi che costituiscono l'RNA (acido ribonucleico) di un virus. Totale trovato sei specie. Il genotipo 2 dell'epatite C è più suscettibile alla terapia antivirale. La proporzione di malattie causate da loro è molto inferiore a quella di altri tipi di agenti patogeni.

motivi

L'epatite C viene trasmessa attraverso il sangue (via parenterale), attraverso il contatto sessuale, da una donna incinta al bambino intrauterina o al momento del parto. Il rischio epidemiologico di procedure invasive associate alla violazione dell'integrità della barriera naturale del corpo - la pelle e le mucose, nonché le situazioni che creano le condizioni per questo.

L'elenco include:

  1. Procedure mediche: trasfusioni di sangue (trasfusioni di sangue), emodialisi (purificazione del sangue con il metodo dell'hardware), iniezioni, interventi chirurgici, cure dentarie.
  2. Manipolazioni di carattere non medico: manicure, tatuaggio, piercing, ecc.
  3. Dipendenza da stupefacenti, somministrata per iniezione.
  4. Infortuni: morsi, forature, ferite riportate in un combattimento quando il sangue di una persona infetta entra nella ferita.

Ad alto rischio di infezione da epatite C ci sono medici, tossicodipendenti e persone che ricevono regolarmente emoderivati ​​e hanno bisogno di sedute di emodialisi.

L'epatite C virale con genotipo 2 ha diverse caratteristiche riflesse nella natura del corso:

  • bassa frequenza di occorrenza tra le altre varianti del virus;
  • nell'80% dei casi risponde alla terapia e quasi mai ricorre;
  • meno comunemente accompagnato da carcinoma epatocellulare.

sintomi

L'epatite C cronica ha una fase latente e attiva nel suo sviluppo. Il primo è caratterizzato dall'assenza di sintomi che potrebbero dare origine all'idea di danno epatico.

Se compaiono dei segni, possono essere attribuiti alla fatica e alla violazione della dieta, dal momento che includono sonnolenza, letargia, vertigini, malessere generale e talvolta - un aumento della temperatura corporea nei numeri del subfebbrile (fino a 37,5 gradi Celsius).

La fase attiva si manifesta sullo sfondo della cirrosi formata - una malattia epatica cronica, che implica la presenza di nodi deformabili anelastici nel suo tessuto.

Fattori scatenanti - gravi infezioni virali o batteriche acute, ecc. Provocano anche l'aggravamento dei sintomi.

I principali segni di epatite C includono:

  1. Sindrome vegetativa di Asteno: debolezza, vertigini, mal di testa, irritabilità.
  2. Ipertermia (febbre).
  3. Sindrome dispeptica: nausea, vomito, mancanza di appetito.
  4. Dolore alle articolazioni
  5. Dolore e disagio nel quadrante superiore destro dell'addome.
  6. Fegato ingrossato (epatomegalia).
  7. Pelle gialla, mucose, sclera degli occhi.
  8. Feci scure di urina, luce (acholica).
  9. Prurito della pelle.

Le manifestazioni extraepatiche caratteristiche dell'epatite cronica C, con genotipo 2, appaiono meno aggressive.

Crioglobulinemia mista, tiroidite di Hashimoto, artrite reumatoide, vasculite sistemica e altre patologie sono dovute alla reattività immunitaria.

diagnostica

La diagnosi di epatite C si basa su un algoritmo di ricerca in cui viene studiato il gruppo del virus, il suo contenuto quantitativo nel sangue (livello di carico virale) e il genotipo.

Inoltre, vengono utilizzati metodi per valutare la compensazione delle comorbidità e le condizioni generali del corpo, nell'elenco di cui si raccomanda di includere un'ecografia addominale.

L'utilizzo della PCR (reazione a catena della polimerasi) determina non solo la variante genetica, ma anche il numero di copie virali, che viene utilizzato per la valutazione iniziale dell'attività virale e il monitoraggio dell'efficacia della terapia antivirale.

ELISA (test immunoassorbente legato all'enzima) consente di valutare la presenza di infezione nel paziente dopo la rilevazione degli anticorpi.

L'analisi degli indicatori dello spettro ematico biochimico conferma il fatto di un processo infiammatorio attivo nel fegato.

La biopsia epatica è considerata il "gold standard" per la diagnosi di cirrosi.

trattamento

Il trattamento dell'epatite C con genotipo 2 è compito dell'infectiologo e dell'epatologo. Può essere eseguito sia in regime ambulatoriale che ambulatoriale, se le condizioni del paziente non causano preoccupazione.

Il regime di terapia antivirale utilizza interferone, ribavirina e sofosbuvir in varie combinazioni. Durata del trattamento da 24 a 48 settimane. Inoltre, vengono utilizzati epatoprotettori (silimarina, olio essenziale, acido ursodesossicolico). Dieta obbligatoria (tabella numero 5 di Pevzner).

Autore: Torsunova Tatiana

Quali sono i principali sintomi e manifestazioni della malattia, nonché i metodi di trattamento.

Come una persona viene trasferita questi tipi di epatite.

Come progredisce la malattia e come determinarla nelle fasi iniziali.

Come può essere trasmessa questa malattia?

Qual è il genotipo 2 del virus dell'epatite C e come trattarlo?

Il genotipo 2 dell'epatite C è un tipo di infezione che colpisce il fegato. La malattia è spesso asintomatica, il che complica la diagnosi. Tra i tipi esistenti di epatite, questa infezione è più facilmente tollerata. Durante lo sviluppo del virus non ci sono complicazioni serie incompatibili con la vita. La malattia è trattata con successo.

Altro su genotype 2

Il virus ha diverse varietà. Si distinguono l'uno dall'altro dalla combinazione di una sequenza di nucleotidi che costituiscono l'RNA virale. Ci sono 6 genotipi del virus dell'epatite. Alcuni hanno un effetto negativo particolarmente forte sul corpo. Genotype 2 è il meno comune. Per trovare il trattamento giusto, è necessario capire di cosa si tratta. Un virus di questa specie si distingue per due caratteristiche:

  • il numero minimo o la completa assenza di manifestazioni nella fase iniziale di sviluppo;
  • processo infiammatorio lento.

Il genotipo di epatite C 2 meglio di altre varietà può essere trattato. Questa è un'infezione suscettibile alla terapia antivirale. Secondo le statistiche, il 70-100% delle persone infette sono guarite.

Il virus Genotype 2 infetta il fegato. La principale difficoltà sta nella diagnosi tempestiva, dovuta alla mancanza di sintomi caratteristici durante l'infezione.

Quando il virus entra nel corpo umano, si deposita nelle cellule del fegato - gli epatociti. L'epatite C 2 viene trasmessa in modo simile ad altri tipi di infezione: attraverso il sangue, quando passa attraverso il canale del parto, in utero. Nonostante la facilità della malattia, il genotipo 2 è una forma rara di epatite. Tale infezione non provoca il cancro al fegato, che lo distingue da altre varietà.

Tra la maggior parte dei pazienti che hanno superato il virus, solo una piccola parte è esposta al ri-sviluppo dell'infezione. La ricaduta avviene in ogni decima persona. Quando viene infettato dall'epatite C 2, il paziente attraversa 2 fasi della malattia - latente e attiva.

Nel primo caso, non ci sono sintomi. La fase attiva è caratterizzata dallo sviluppo di complicanze, che è causato da una terapia iniziata prematura. Quando vai da un dottore, una persona infetta si lamenta dei sintomi comuni che di solito si verificano con il raffreddore. Tuttavia, il trattamento classico non funziona, al contrario, appaiono nuovi segni e la condizione generale del corpo peggiora. Questo indica lo sviluppo di un'altra malattia. Quando conducono studi di laboratorio in questi casi, si scopre che il fegato è affetto dal genotipo 2 dell'epatite C.

La probabilità di infezione aumenta in determinate condizioni:

  • intervento chirurgico;
  • procedure dentistiche;
  • trasfusione di sangue, così come la sua pulizia tramite hardware;
  • misure che comportano la violazione dell'integrità della pelle: tatuaggio, piercing, manicure;
  • tossicodipendenza, in cui vengono somministrate sostanze narcotiche per via endovenosa;
  • situazioni traumatiche in cui vi è un alto rischio di danni alla pelle e può verificarsi il contatto con il vettore del virus.

sintomatologia

Per iniziare il trattamento, è necessario diagnosticare correttamente. Allo stesso tempo prestate attenzione ai segni. Dato che non ci sono sintomi durante la fase latente, manifestazioni caratteristiche possono indicare uno sviluppo intensivo del processo infiammatorio nel fegato. Segni con il seguente:

  • violazione di appetito sullo sfondo di nausea, vomito;
  • mal di testa e vertigini, irritabilità, indebolimento del corpo;
  • mentre l'infiammazione si sviluppa, la temperatura aumenta;
  • dolore alle articolazioni;
  • dolore al fegato (quadrante superiore sul lato destro);
  • se il processo infiammatorio non viene interrotto, l'organo interessato viene ingrandito;
  • le feci diventano leggere e l'urina si scurisce;
  • segni di ittero: ingiallimento della sclera e della pelle.
  • prurito.

Misure terapeutiche

Per confermare la diagnosi, utilizzare il metodo della PCR o della reazione a catena della polimerasi. Con esso, è possibile determinare il tipo di virus. Se si sospetta l'epatite C 2, viene eseguito un esame del sangue e delle urine. Se ci sono sintomi non caratteristici, effettuare un ulteriore esame con ultrasuoni. Per la diagnosi è importante la valutazione dello stato generale del corpo: storia, sintomi, informazioni sullo stato del fegato, ottenute con la palpazione.

Il regime di trattamento per il genotipo 2 dell'epatite C include:

  • farmaci antivirali;
  • agenti immunostimolanti;
  • gepatoprotektory;
  • dieta.

Inibitori dell'RNA virale

Il trattamento del genotipo dell'epatite C 2 viene effettuato secondo lo schema sviluppato. Quando viene infettato da un tale virus, vengono utilizzati solo determinati mezzi. Sono state sviluppate diverse combinazioni efficaci, ma i farmaci antivirali e immunostimolatori sono sempre al centro. Il gruppo del primo di questi fondi comprende:

La terapia con tali farmaci è chiamata "gold standard" per l'epatite C. Inoltre, questi farmaci sono ugualmente efficaci nel trattare vari genotipi dell'infezione, inclusa la varietà 2. La ribavirina è un agente antivirale in pillole. Il principio attivo nella composizione penetra nelle cellule del fegato e interagisce con il virus: blocca la sua attività, inibendo la sintesi di proteine ​​e RNA virale.

La ribavirina è stata sviluppata specificamente per il trattamento di diversi genotipi di epatite C. La durata della terapia con questo farmaco è di 24 settimane. Se il corpo del paziente non è curabile, il corso può essere esteso a 6 mesi. Durante il periodo di assunzione dei farmaci, si consiglia di effettuare test di laboratorio su sangue, campioni di fegato alla 2a e 4a settimana di terapia e quindi regolarmente fino alla fine del corso. Insieme con l'uso di alfa-interferone, l'effetto di Ribavirina è migliorato.

Sofosbuvir è un costoso farmaco antivirale. È indicato quando è stato infettato dall'epatite C 2. A causa del costo elevato, il farmaco di questo tipo viene spesso sostituito da generici (analoghi di un'azione simile). Sofosbuvir è prescritto in associazione con altri farmaci antivirali. Se un organismo è stato infettato dall'epatite genotipo 2, il trattamento con tale agente continua per 3 mesi. Daclatasvir è un altro farmaco antivirale di azione diretta, che è prescritto per l'epatite C.

Farmaci immunomodulatori

Gli interferoni sono usati insieme agli agenti che inibiscono l'RNA virale. Di conseguenza, la fonte della malattia è influenzata dalla terapia complessa, mentre l'infezione è bloccata su tutti i lati: dall'interno (nelle cellule del fegato) - dall'azione degli agenti antivirali, dall'esterno - sotto l'influenza delle funzioni protettive del corpo. Interferoni e peginterferoni (peghilati) possono essere usati. Questi ultimi sono 2 tipi:

  • peginterferone-alfa 2a;
  • peginterferon-alpha 2b.

Tali mezzi forniscono il miglior risultato, perché rimangono nel corpo più a lungo.

Epatoprotettori, dieta

Per mantenere la funzione del fegato, oltre a proteggere questo corpo dagli effetti negativi del virus, prescrivere farmaci speciali. Questi sono epatoprotettori, di cui la silimarina, l'essentiale e l'acido ursodesossicolico sono comunemente usati nell'epatite C 2. Per ridurre il carico sul fegato durante il periodo di terapia, così come alla fine del trattamento, è necessario seguire la dieta numero 5:

  • grassi limite;
  • ridurre la quantità di sale;
  • è vietato utilizzare alimenti ricchi di acido ossalico, oli essenziali, purine e colesterolo;
  • più fibra viene introdotta nella dieta, la pectina svolge anche un ruolo importante.

Si raccomanda di mangiare frazionario - in piccole porzioni 4-6 volte al giorno. Con danni al fegato, è importante aumentare la quantità di fluido consumato. Nel periodo di restauro delle funzioni di questo corpo, i piatti al vapore dovrebbero essere cotti e fatti bollire. Non è consigliabile friggere cibi, poiché in questo caso i grassi vengono trasformati in sostanze cancerogene e possono aggravare lo stato del fegato.

Regimi di trattamento

Per l'epatite C 2, le seguenti combinazioni di farmaci sono efficaci:

  1. Ribavirina + Sofosbuvir. Durata del trattamento - 3 mesi, a condizione che non vi siano malattie croniche gravi. Se la cirrosi epatica si è sviluppata, la terapia potrebbe essere più lunga - il decorso è aumentato di 5 mesi.
  2. Sofosbuvir, Peginterfern, Ribavirin. Il trattamento dura 3 mesi. Questo schema è utilizzato per recidive e complicanze (cirrosi epatica).
  3. Sofosbuvir + Daclatasvir. Il trattamento secondo questo schema è raccomandato se, insieme con l'infezione da epatite C 2, si sviluppano altre gravi malattie del fegato. Inoltre, la combinazione di questi farmaci dà un buon risultato nella ricorrenza dell'infezione.

Il dosaggio in uno qualsiasi dei casi è determinato dal medico. Invece di farmaci costosi possono essere usati analoghi.

Qual è la previsione?

Se si utilizzano i mezzi di azione diretta (Sofosbuvir, Daclatasvir), la probabilità di recupero completo è del 97-100%. La prognosi è positiva e durante l'assunzione di ribavirina, interferone. Tuttavia, si osserva che non tutti i pazienti rispondono in modo uguale a tale trattamento. In questi casi, è meglio prendere la peginterferone. Prima inizia la terapia, maggiore è la probabilità di una cura completa per la malattia. Se, insieme alla terapia principale, prendere gli epatoprotettori e seguire una dieta, il fegato si riprenderà più velocemente.

Prognosi e trattamento dell'epatite C con genotipo 2

Asintomatica o scarsità di sintomi complica la diagnosi e ritarda il trattamento dell'epatite Genotipo 2 C. Con questa infezione, il virus dell'HCV danneggia le cellule e i tessuti del fegato. A differenza degli altri 5 genotipi, questo è molto meno comune e la sua suscettibilità al trattamento antivirale è molto più alta.

motivi

I modi di trasmissione dell'epatite C genotipo 2 C sono gli stessi di altri tipi di patologia. Sono infetti attraverso il sangue, con intimità, in utero e al momento del passaggio attraverso il canale del parto. Il virus entra nel corpo durante tutti i tipi di procedure e circostanze invasive che portano a danni alla pelle, alle mucose.

I fattori predisponenti includono:

  • procedure eseguite dai medici: trasfusioni di sangue, emodialisi, iniezioni, operazioni, azioni eseguite dal dentista;
  • procedure cosmetiche: manicure, pedicure, piercing;
  • farmaci per siringhe;
  • lesioni in cui il sangue di una persona infetta entra nel corpo di una persona sana (graffi, abrasioni, morsi).
  • frequente cambio di partner sessuali e mancanza di equipaggiamento protettivo.

L'epatite C con il secondo genotipo ha caratteristiche caratteristiche dovute al suo verificarsi:

  • A differenza di altri tipi di infezione, è raramente trovato.
  • Rispondente al trattamento. 80% di quelli infetti si curano. Le recidive si verificano occasionalmente.
  • La più grave complicanza, il carcinoma epatocellulare con esso, è un fenomeno poco frequente e si osserva solo in casi avanzati senza trattamento.

sintomatologia

La forma cronica della malattia supera due fasi: la latente (scorre segretamente) e l'attiva. Lo stadio asintomatico è pericoloso perché non ci sono segni che possano sospettare lo sviluppo di una patologia pericolosa che porta alla distruzione del fegato.

Le manifestazioni che si verificano nella fase di latenza sono attribuite alla fatica e alla dieta malsana. Durante questo periodo, una persona è tormentata da cattiva salute, affaticamento, apatia, temperatura leggermente elevata, vertigini e sonnolenza.

I sintomi della malattia sono chiaramente indicati se si è unita a un'infezione aggravata di natura virale o batterica.

L'epatite C si attiva quando il fegato è gravemente colpito dalla cirrosi. Nei tessuti del corpo formano nodi deformi privi di elasticità. Con tali lesioni, il fegato non è in grado di svolgere le sue funzioni.

Le manifestazioni chiave del II genotipo sono riconosciute:

  • nausea e vomito;
  • perdita di appetito;
  • dolore articolare;
  • disagio e dolore nell'ipocondrio a destra;
  • condizioni febbrili;
  • fegato ingrossato;
  • il giallo della pelle, le mucose, il bianco degli occhi;
  • urina scura, feci sbiancate;
  • prurito della pelle.

Il paziente è indebolito, infastidito. Soffre di mal di testa. Ha le vertigini.

I sintomi extraepatici caratteristici dell'epatite C sono meno pronunciati nel secondo genotipo.

Vale la pena trattare

L'epatite C è una patologia praticamente asintomatica, viene scoperta quando gli organi di una persona vengono esaminati in relazione ad altre malattie. Le persone infette non si considerano affette da una grave infezione. In assenza di sintomi chiari, sorge una domanda naturale: se spendere soldi per trattamenti costosi.

L'epatite si sviluppa molto lentamente. I suoi sintomi si manifestano improvvisamente, negli stadi successivi, quando la maggior parte del fegato è colpita. Con buona salute, assenza di cattive abitudini e dipendenze dannose, il fegato danneggiato si dichiara in 20-30 anni dal momento dell'infezione.

Nei successivi 10 anni dopo la penetrazione del virus, è probabile che individui infetti sviluppino cirrosi. Particolarmente alto rischio di malattia in coloro che assumono farmaci che influenzano negativamente il fegato, gli alcolizzati e i tossicodipendenti.

La cirrosi è accompagnata da svenimento, perdita di sangue, idropisia (accumulo di liquido nella cavità addominale), ittero progressivo.

Il genotipo II dell'epatite C cronica è più facile da curare nelle prime fasi dello sviluppo, quando il processo patologico copre meno del 75% del tessuto epatico.

Trattamento terapeutico

Trattamento prescritto in base ai risultati dei test per la rilevazione del virus e la determinazione del suo genotipo. Conducilo in ospedale o in ambulatorio. Se la malattia è grave, il paziente viene ricoverato in ospedale. Nelle forme più lievi, la terapia viene eseguita a casa.

Terapia dietetica

Quando si tratta il genotipo dell'epatite C 2, il paziente non deve solo assumere farmaci. È necessario per lui osservare rigorosamente la dieta appropriata, che prescrive di misurare la quantità di proteine ​​e carboidrati, per limitare il consumo di grassi. Bere 1,5-2 litri di acqua, mangiare frazionario, mangiare piccole porzioni, eliminare la fame.

Il cibo dietetico aiuta a normalizzare il funzionamento del fegato e dei dotti biliari, migliorare il funzionamento dell'intestino e ridurre la concentrazione di colesterolo. Durante il trattamento e dopo il suo completamento, i medici consigliano di consumare in modo limitato:

  • pane fresco, pasticceria;
  • brodi di funghi e carne;
  • affumicato, fritto, salato, marinato;
  • piatti a base di latticini, pesce e carne ad alto contenuto di grassi;
  • legumi, acetosa, spinaci, ravanelli, aglio;
  • cioccolato;
  • caffè, cacao.

La tattica del trattamento viene scelta tenendo conto della gravità del decorso dell'epatite C, delle malattie associate, delle finanze libere del paziente. La terapia dura 12-24 settimane. La sua durata è influenzata dalle condizioni del paziente, dalla sua suscettibilità ai farmaci.

Terapia farmacologica

Per curare l'epatite A del secondo genotipo, i farmaci possono aiutare, che includono composti potenti:

I farmaci antivirali sopprimono lo sviluppo della patologia nell'80-100% dei casi. Sono prodotti da società farmaceutiche egiziane, indiane, russe, americane ed europee.

Oltre ai principali farmaci per il trattamento del genotipo 2 C, vengono prescritti epatoprotettori. Accelerano la rigenerazione del tessuto epatico danneggiato. Applicare farmaci nelle seguenti categorie:

  • medicinali contenenti componenti naturali isolati dagli animali: Sirepar, Hepatosan, Prohepar;
  • farmaci a base vegetale: Galstena, Carsil, Heppel, Gepabene;
  • chimica: Antral, Ursosan, Eshol, Essliver;
  • fosfolipide: Essentiale, Enerlyn, Gepaforte, Phospholip;
  • con amminoacidi: Heptral, Methionine, Heptor;
  • multivitaminici: Supradin, Complivit, Undevit, Vitrum;
  • Supplementi: Ovesol, Dipana, Hepatrine.

Per il trattamento dei bambini usare mezzi sicuri: Galsten, Heppel, Essentiale.

Le reazioni avverse che si verificano quando si usano farmaci vengono rimosse con i preparati a base di compresse: Neupogen, Recormon, Revolade.

Elenco di farmaci

Mentre l'infezione viene studiata, i metodi terapeutici del suo trattamento cambiano. Nuovi medicinali vengono aggiunti ai medicinali usati in precedenza.

Elenco di farmaci antivirali usati per il trattamento dell'epatite C di tipo 2:

  • Hepcinat è prodotto in aziende farmaceutiche in India. Il composto attivo del farmaco è sofosbuvir. È assunto in associazione con Ribavirina per 12 settimane. Con lo sviluppo della cirrosi, Hepcinat viene usato insieme a Daclatasvir e Ribavirin. I pazienti vengono sottoposti a un corso di trattamento di 24 settimane. Il farmaco non viene dimesso contemporaneamente a Boceprevir e Telaprevir.
  • Pegasis - immunomodulatore prodotto in Svezia. Ha un effetto antivirale. Composto bioattivo - peginterferone alfa-2a. Usa mezzi in 2 opzioni: per uso indipendente e in tandem con Ribavirin. L'iniezione di PEG viene fatta nello strato sottocutaneo. La ribavirina è usata all'interno. La durata del trattamento combinato è di 6 mesi (il livello di concentrazione del virus non influenza la durata). Ridurre la terapia a un corso di 4 mesi non è appropriato (specialmente con livelli di RNA aumentati) e l'epatite inizierà a ripresentarsi.
  • Algeron è un farmaco fabbricato in Russia. Le iniezioni sottocutanee sono fatte con esso, eseguendole alternativamente: nella coscia, poi nell'addome inferiore. Usa 1 porzione a settimana. Il dosaggio è influenzato dal peso corporeo del paziente. La soluzione per iniezione viene somministrata secondo le istruzioni. Se, dopo un trattamento di 12 settimane, l'attività virale è diminuita, l'agente continua ad essere utilizzato per i successivi 3 mesi.
  • MPI Viropack - medicina prodotta in Egitto. È un analogo di Sofosbuvir. Il farmaco stesso non viene utilizzato, incluso nella terapia complessa. Funziona efficacemente in combinazione con ribavirina e PI-alfa.
  • Daclavirocyrl 60 (Daclatasvir) è un analogo di Daclatosvir, fornito dall'Egitto. È usato se il trattamento di PI-alfa non ha dato una dinamica positiva. In tandem con Sofosbuvir, il farmaco sopprime con successo il genotipo 2 del virus dell'epatite, il paziente si riprende completamente. Se usato contemporaneamente ad Asunopivir, il 90% dei pazienti si libera dell'infezione. Inoltre, è combinato con Ribavirin o Sovaldi. Trattali per 12-24 settimane.

L'uso indipendente di potenti farmaci è inaccettabile. Determina la combinazione di farmaci, fa uno schema per la loro ammissione solo un medico.

Schemi, principi e caratteristiche della terapia

Le tecniche descritte di seguito sono per riferimento. Decide quali farmaci trattare un paziente con genotipo II dell'epatite C, un medico. Apportando l'appuntamento al paziente, tiene conto delle peculiarità del decorso di un'infezione virale.

schemi

Ci sono 3 varianti di trattamento:

  • Sofosbuvir + Daclatasvir. Utilizzare farmaci per 3 mesi. Assegnarli a persone con gravi patologie del fegato e quelli che in precedenza si erano sottoposti a terapia antivirale.
  • Sofosbuvir + ribavirina + PI-alfa. I preparativi sono presi per 3 mesi. Lo schema è raccomandato per le persone infette da cirrosi e con epatite C ricorrente.
  • Sofosbuvir + ribavirina + PI-alfa. La combinazione di farmaci prescritti per 3 mesi. Se la cirrosi è associata al genotipo II dell'epatite C, vengono trattati 4-5 mesi.

Principi di terapia

Assunzione di farmaci, è necessario considerare:

  • Metodi di uso di droghe. Compresse lavate con una discreta quantità di acqua. È proibito dividerli in parti e masticati. Non è possibile ridurre la dose giornaliera. Vengono presi contemporaneamente al cibo, alle ore fissate una volta per tutte. Le iniezioni vengono somministrate 1 volta in 7 giorni. Esaminare l'area delle iniezioni, assicurarsi che non compaiono arrossamenti, prurito.
  • Il verificarsi di effetti collaterali. Causano mal di testa, feci sconvolte, nausea, stanchezza, disturbi del sonno, riduzione dell'appetito. A causa loro, la pelle diventa coperta da un'eruzione cutanea, prurito.
  • Controindicazioni. I farmaci non possono trattare i bambini di età inferiore ai 18 anni, le donne in gravidanza e in allattamento, le persone con ipersensibilità e quelle che si trovano in una profonda depressione. Sotto stretto controllo medico, i pazienti anziani e quelli affetti da malattie epatiche e renali devono assumere farmaci. È inaccettabile assumere bevande alcoliche e droghe insieme a droghe.
  • Prescrizioni speciali. Le medicine antivirali sono usate solo in combinazione con altre medicine. Influenzano la velocità della reazione e l'attenzione della persona. Se si dimentica di prendere la pillola, si consumano immediatamente. In futuro, vengono utilizzati nelle ore stabilite in precedenza.
  • È necessario essere trattati con un'alta concentrazione del virus e danni estesi al tessuto epatico.

Se viene trovato il secondo genotipo di epatite C, ci sono garanzie per una cura al 100% sotto certi fattori:

  • Le donne che non hanno più di 40 anni, i caucasici, le persone non insulino-dipendenti, le persone con un peso corporeo normale, quelle che non sono gravate da patologie cardiovascolari, si liberano dell'infezione.
  • Pazienti con ridotta attività virale, lieve fibrosi. Se farmaci ben scelti, dosaggio e durata della terapia.

Caratteristiche del trattamento

Ribavirina e interferone sono i principali farmaci che aiutano a sopprimere lo sviluppo di un'infezione virale. Sono prescritti per 6-12 mesi. Il paziente beve 2 compresse di ribavirina al giorno. L'interferone è una soluzione di iniezione. Viene somministrato al paziente 1-3 volte a settimana.

In una persona guarita, il virus scompare completamente dal sangue. Ma questo non sempre accade. Nel 20% di coloro che hanno assunto la terapia antivirale, l'agente patogeno rimane nel corpo.

Il regime di trattamento si basa su un parametro così importante come la carica virale - la concentrazione del patogeno nel sangue umano. L'indicatore è stimato secondo 3 criteri: basso, medio, alto. Il trattamento ha successo se il virus non viene rilevato nel sangue.

Quando la carica virale è alta dopo la terapia, Interferone viene nuovamente somministrato alla persona in un dosaggio ridotto. La terapia di mantenimento è completata dopo la cessazione dell'infezione.

Con l'uso prolungato, questo farmaco dà reazioni avverse. A volte i pazienti sperimentano disturbi psicogeni, gonfiano i polmoni, sviluppano altri effetti indesiderati.

In questo caso, l'interferone cessa temporaneamente di applicarsi o riduce una singola dose del farmaco. Perché si verifichi il recupero, le iniezioni vengono effettuate per 6-12 mesi.

Alcune condizioni influenzano il successo del trattamento terapeutico:

  • Carico virale. Con un minor numero di ceppi virali nel corpo, il paziente si riprende più velocemente. La forma cronica dell'epatite C è ben trattata se la concentrazione di agenti patogeni è entro 2.000.000.
  • L'eliminazione di abitudini dannose, tensione mentale, una dieta equilibrata, la stretta aderenza alle raccomandazioni del medico.

Nello sviluppo cronico dell'epatite C, il secondo genotipo del paziente viene tenuto sotto costante controllo medico, anche se è stato trattato in regime di degenza. Per il fegato non ha sperimentato ulteriore stress dovrebbe abbandonare l'alcol, cibo pesante. Al fine di prevenire la contaminazione degli altri, una persona infetta deve osservare le precauzioni.

Il modo più semplice per curare un'infezione è nelle prime fasi dello sviluppo. Ma durante questo periodo, scorre senza sintomi. Per iniziare un trattamento tempestivo della patologia potenzialmente letale, è necessario sottoporsi a visite mediche profilattiche, da testare. Se viene rilevata l'epatite C, il trattamento deve iniziare immediatamente. La terapia aiuterà a mantenere la salute per molti anni.

Che cos'è il genotipo dell'epatite C 2 e come trattarlo?

L'epatite C è una malattia del fegato causata dal virus HCV della famiglia Flaviviridae. I medici conoscono 6 genotipi comuni di questa malattia, ma il genotipo 2 dell'epatite C è considerato il più sensibile alla terapia medica rispetto ad altri tipi di malattia.

Sicuramente la maggior parte delle persone ha sentito parlare di questa malattia, ma non molti sanno come avviene l'infezione. I modi di infezione da epatite C di tutti i genotipi sono attraverso il sangue, cioè l'infezione è possibile attraverso il sesso, attraverso strumenti medici e mediante iniezione con una siringa. È possibile l'infezione attraverso le ferite sulla pelle del corpo.

Il gruppo di rischio include:

  • persone che usano droghe attraverso una siringa;
  • persone che hanno ricevuto trasfusioni di sangue;
  • HIV positivo;
  • bambini nati da una donna con questa malattia;
  • Persone che hanno avuto contatti sessuali non protetti con un partner infetto.

Il secondo genotipo di epatite C è uno dei più comuni in Europa insieme a 1 e 3 genotipi.

Dispone di 2 genotipi del virus

Il 2 genotipo di epatite C è un sottotipo di epatite C virale, che colpisce il fegato più a lungo. Sfortunatamente, non esiste un vaccino contro l'epatite C. Se una persona con questa malattia viene infettata anche con l'epatite A e B, allora è probabile che la malattia si sviluppi in forma grave, ma solo se il paziente non è vaccinato contro l'epatite A, B. Pertanto Al fine di evitare epidemie e aumento della mortalità, viene effettuata la vaccinazione immunitaria obbligatoria contro i virus dell'epatite A e B.

Questa sottospecie ha alcune caratteristiche del processo di sviluppo:

  1. Il genotipo 2 è raro, è al terzo posto dopo il 3 ° e il 1 ° genotipo.
  2. Ha un rapido sviluppo
  3. In questa malattia, la probabilità di sviluppare un cancro al fegato è minima.
  4. La malattia può essere asintomatica o attiva. Con lo sviluppo attivo della malattia è possibile un trattamento precoce, che si riflette molto positivamente nel corso della terapia.
  5. Il trattamento del genotipo dell'epatite C 2 nella maggior parte dei casi è completato con successo, anche il numero di ricadute dopo il recupero è minimo.

I medici ritengono che circa il 20% dei proprietari di questo virus dell'epatite sia in grado di superare la malattia da soli, ma il restante 80% è a rischio di contrarre una forma cronica della malattia.

Caratteristiche caratteristiche

Il virus dell'epatite C del secondo genotipo è terribile perché può svilupparsi asintomaticamente per un lungo periodo. A questo proposito, è importante conoscere i sintomi di questa malattia e periodicamente superare i test clinici per determinare l'infezione.

I sintomi di questa malattia sono pronunciati durante la fase attiva, ma spesso rimangono ignorati perché sono simili ai sintomi del raffreddore che le persone sono abituate a trattare da soli. Sono stati osservati i seguenti sintomi:

  • mal di testa, debolezza, sonnolenza;
  • temperatura corporea 37-37,9 ° C;
  • indigestione (nausea, vomito), mancanza di appetito;
  • dolore al fegato (lato destro);
  • la pelle diventa giallastra;
  • eruzione allergica.

Con il genotipo 2 dell'epatite C, possono manifestarsi anche l'artrite (reumatica) o altre anomalie nel corpo, associate a un sistema immunitario indebolito. Se si osservano questi sintomi, si uniscono dolori alle articolazioni, quindi è necessario consultare un medico ed essere sicuri di passare un'analisi per la presenza di un virus insidioso.

Trattamento e diagnosi

Il trattamento dell'epatite richiede molto tempo. Spesso, la durata della terapia è di 12-24 settimane. Il processo terapeutico non inizia senza un esame completo della persona e la conferma clinica della diagnosi. A tal fine, viene effettuato un test per la presenza del virus dell'epatite C e del suo genotipo.

In parallelo, viene eseguita una valutazione dello stato dell'intero organismo, gli organi addominali vengono esaminati per la presenza di patologie. Ottenere una valutazione completa del corpo di una persona malata permetterà di seguire le dinamiche nel corso del trattamento.

Gli esperti nel trattamento di questa malattia sono i medici infettivi e gli epatologi. In assenza di sintomi acuti della malattia, viene prescritto il regime di trattamento dell'epatite, che consentirà al paziente di sottoporsi a una terapia a casa. In tutti gli altri casi, al fine di prevenire una situazione critica, il trattamento avviene in un'istituzione medica ospedaliera speciale.

Il successo della terapia dipende dalla strategia di trattamento. Il regime di trattamento selezionato per l'epatite C dipende da molti fattori (genotipo, stato del fegato, ecc.). Molto spesso, la terapia prevede l'uso di farmaci antivirali (interferone, ribavirina, ecc.). È importante considerare il fatto che il medico fa tutti gli appuntamenti esclusivamente individualmente, considerando i possibili farmaci e dosaggi per ogni caso clinico.

Inoltre, per prevenire reazioni allergiche ai farmaci immunomodulatori, vengono prescritti antistaminici.

Al momento, le terapie si stanno sviluppando ad un ritmo marcato. Esistono antivirali ad azione diretta (Sofosbuvir e Daclatasvir), sono più efficaci, più sicuri e riducono il tempo di trattamento.

Una parte importante del trattamento è una corretta alimentazione con una dieta speciale. Il cibo non dovrebbe sopportare il carico sul fegato e sul sistema digestivo, al paziente è severamente vietato consumare alcol, cibi piccanti, affumicati, sott'aceto e cibo in scatola. Il pasto durante il giorno è diviso in più fasi - idealmente 5-6 volte. Non puoi mangiare troppo, quindi le porzioni dovrebbero essere piccole. Con un'adesione accurata e impeccabile alle raccomandazioni mediche, sarà possibile fare una previsione per una cura completa per la malattia.

Come evitare l'infezione

È noto che circa l'80% dei genotipi infetti da epatite C 2 è guarito con successo dalla malattia con terapia con interferone e fino al 100% con l'uso di farmaci antivirali diretti. Ma queste percentuali di guarigione possono essere più elevate se vengono eseguite misure preventive secondarie. La prevenzione secondaria è prevista per le persone che hanno già l'epatite C. L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda la vaccinazione contro l'epatite A e B, oltre a esaminare regolarmente il fegato per la diagnosi precoce dello sviluppo di patologie di questo organo.

Per la prevenzione primaria è necessario:

  • rispettare le regole d'igiene (lavarsi le mani con acqua e sapone regolarmente);
  • manipolazione attenta di strumenti medici e oggetti appuntiti;
  • educazione pubblica sui pericoli della malattia e le sue conseguenze;
  • disinfettare oggetti taglienti e taglienti nei saloni di bellezza e nei saloni di parrucchiere;
  • controllare accuratamente il sangue donato per l'infezione;
  • istruzione pubblica sull'uso di contraccettivi di tipo barriera (preservativi).

I metodi di prevenzione spesso consistono nel fatto che le persone sono consapevoli dei possibili modi di infezione e dei metodi di protezione contro la malattia.

Quindi, lo scopo principale per molte persone è nella vita stessa. Per renderlo il più lungo e sano possibile, è necessario ascoltare il proprio corpo e non ignorare anche un leggero deterioramento della salute. E se vi è il sospetto della presenza di genotipo C 2 dell'epatite, non disperare, perché questa malattia è curabile, se il trattamento è trattato in modo responsabile e professionale.


Altri Articoli Su Fegato

Cisti

Vitamine per la guarigione del fegato

Spesso, la malattia epatica si verifica sullo sfondo di ipovitaminosi. Questa è una condizione dolorosa caratterizzata da una deficienza nel corpo di uno o un gruppo di vitamine.
Cisti

Cardo mariano in compresse: recensioni e istruzioni

Cardo mariano nella pillola dà risultati enormi. Raramente causa effetti collaterali. Cura il corpo Ha un'azione anti-infiammatoria e antibatterica. Aiuta a ripristinare il fegato e previene la sua ulteriore distruzione.